Google rimuove definitavemente una funzionalità di Home Mini a seguito di un bug

12 ottobre 2017Un commento

Un difetto hardware fa sì che alcune unità registrino ininterrottamente l'audio che le circonda.

Solamente pochi giorni fa, uno degli editor di AndroidPolice ha pubblicato un articolo in cui descriveva uno strano bug che aveva individuato nella sua unità Google Home Mini.
Per riassumere la lunga vicenda, quello speaker in particolare soffriva di un bug hardware nella zona superiore del device, la cui funzione standard consiste nell’essere sfiorata per poter avviare la modalità ascolto di Google Assistant .

Alcuni device Home Mini soffrono però di un bug che fa sì che quella particolare zona sensibile al tocco venga identificata come sempre premuta, e perciò lo speaker non fa altro che registrare continuamente l’audio circostante poiché crede di essere stato manualmente attivato.

Google è corsa subito ai ripari rilasciando un aggiornamento software che ha disabilitato momentaneamente la funzionalità mentre cercava un metodo per risolvere il disguido. Oggi, a sorpresa, Google fa retromarcia decidendo di rimuovere completamente la feature da ogni singolo Home Mini al fine di evitare ripercussioni future e/o cause legali.

Google Assistant potrà ora essere solamente attivato mediante riconoscimento vocale su Google Home Mini.
Per sapere di più sul device in esame, è possibile consultare questo articolo.

____________________________________

Loading...
  • Nicola

    ma guarda un po’ che bug strano in un mondo dove la privacy non esiste più