Android Q: Privacy, Downgrade delle app e Face ID

28 Gennaio 2019Nessun commento

Negli scorsi giorni è trapelata online una prima build di Android Q, prossima versione del SO di Google. Tra le novità estrapolate vanno segnalati importanti passi avanti sotto il punto di vista della privacy

blocco lettura della clipboard da parte delle app

Ad oggi qualsiasi app può accedere, senza richiedere alcun permesso, al testo copiato. Questo dà senz’altro la possibilità  a qualunque applicazione di leggere informazioni sensibili copiate, come password, username o indirizzi.

Sembra però che finalmente Google abbia deciso di porre rimedio alla situazione introducendo un nuovo permesso, “READ_CLIPBOARD_IN_BACKGROUND”, che potrà essere garantito solo alle app OEM.

nuovi permessi per l’accesso alla memoria esterna

Attualmente, se un’app riceve il permesso di leggere o scrivere la memoria esterna, avrà accesso non solo alla “propria” cartella, ma anche a qualsiasi altro file contenuto in essa.

Android Q dovrebbe “metterci una pezza”, richiedendo alle app ulteriori permessi per leggere musica video e foto, con i relativi metadati.

Accanto a questi progressi dal punto di vista della privacy troviamo tuttavia un significativo passo indietro: dovrebbe infatti tornare la possibilità per le app di accedere alla posizione dell’utente in background.

downgrade delle app

Ad oggi il downgrade delle app è certamente possibile ma in maniera piuttosto macchinosa: gli utenti con i permessi di root possono ricorrere ad app come Titanium Backup, mentre gli altri devono scaricare manualmente il pacchetto apk di loro interesse. Sembra invece che la nuova versione di Android consentirà nativamente il roll-back.

sblocco con il volto

I ragazzi di XDA hanno avuto modo di esaminare a fondo la build di Android Q trapelata e hanno rinvenuto diverse stringe di codice relativo al Face-ID.

Android sembra quindi in procinto di supportare nativamente sensori hardware per lo sblocco dello smartphone con il volto, anche se questo non deve necessariamente far pensare che la nuova tecnologia sarà disponibile sui nuovi Pixel 4. Probabilmente ne sapremo di più in occasione del prossimo Google I/O.

 

 

 

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com