Consumi in background ottimizzati con Chrome 57 per Desktop

15 marzo 20173 commenti

La riduzione dei consumi e prestazioni migliori sono, da sempre, gli elementi chiave che guidano lo sviluppo del browser di Google, sia su Desktop che su mobile. In Chrome 57, disponibile da pochi giorni per Windows, Linux e Mac OS, è stata introdotta una funzione che riduce il consumo delle schede in background.

Stando a quando riportato da Google, i consumi delle schede in background rappresentano un terzo del consumo di energia complessivo di Chrome su desktop. Il nuovo aggiornamento regola l’accesso alle risorse di sistema per le schede che restano aperte in background per più di 10 secondi, limitando l’utilizzo della CPU all’1%. Queste modifiche, tuttavia, non riguardano quelle schede con un audio in riproduzione o che utilizzano connessioni real-time.

Google ha, inoltre, promesso che continuerà a lavorare prolungare ulteriormente la durata delle batterie, senza intaccare l’esperienza utente.

Loading...
  • zebeck

    Ci sono volute 57 versioni?

  • Saccente

    E che c’azzecca con Android?

  • Luki1

    Cosa centra Chrome desktop in un sito che parla di smartphone?

    La domanda mi è venuta istintiva alla lettura del titolo ancora prima dell’apertura dell’articolo (che ovviamente non ho letto perché non uso Chrome xD)