In arrivo Instagram Stories, l’esatto clone di Snapchat

3 agosto 20167 commenti

Nel tentativo di diventare sempre di più il punto di riferimento principale del mondo web e mobile, Facebook presenta delle novità per una delle sue applicazioni chiave e rende disponibile al pubblico Instagram Stories.

Le Stories di Instagram permettono essenzialmente di condividere tutti i momenti della giornata si vogliono e di rappresentarle ai propri follower sotto forma di slideshow, con la particolarità che questi scompariranno dal proprio profilo dopo 24 ore, senza lasciare alcuna traccia del loro passaggio. Per accedervi sarà sufficiente cliccare sulla foto profilo della persona della quale volete visualizzare questi nuovi contenuti.

Se tutto questo dovesse suonarvi vagamente familiare non preoccupatevi, probabilmente è suonato familiare anche ai programmatori di Instagram. Questa funzionalità, nonchè la possibilità di aggiungere del testo, degli sticker e di disegnare sulle foto, sono prese a piene mani da Snapchat nel probabile tentativo di imitarne il successo, sfruttando quella che è l’enorme base di utenti di Instagram e dando agli stessi la possibilità di fare le stesse cose della concorrenza, ma su un’unica piattaforma.

scuola_copiare_430

Si dice spesso che ormai nel web c’è ben poco da inventare e innovare, e che i vari sistemi operativi, le app e i servizi tendono ad assomigliarsi tutti tra loro, differenziandosi soltanto per poche peculiarità. L’avvento di Instagram Stories però sembra andare oltre, introducendo in un colpo solo praticamente tutte le funzionalità di un’app famosa a livello globale e che, questa si, si basa su un concetto diverso da tutte le altre app di messaggistica e/o social.

Se tutto ciò è sicuramente un riconoscimento indiretto delle qualità di Snapchat, dalle parti del fantasmino bianco adesso dovranno darsi da fare per contrastare la concorrenza di un colosso della portata del gruppo Facebook, soprattutto visto che l’app per Android ha spesso sofferto (e soffre tuttora) di qualche fastidioso bug. Le Stories saranno disponibili tra qualche giorno con l’ultima versione di Instagram (vedi badge in basso), nel frattempo vi lasciamo al video di presentazione:

Instagram Stories ruberà grosse fette di utenza a Snapchat? Oppure le due app continueranno a convivere placidamente sugli smartphone di tutto il mondo senza accusare il colpo? Diteci la vostra.

Loading...
  • teob

    Zuccobergo peggio dei cinesi che copiano smartphone …. Idee zero copiano o comprano altre aziende….

    • pazzokli

      Così nacque Microsoft. Bisogna saper capitalizzare le buone idee

      • Iacopo Guarducci

        Veramente mi risulterebbe che Microsoft fosse nata inventando il DOS su commessa di IBM….
        Poi IBM fece l’errore galattico e da li spicco’ il volo Microsoft…

        • XAnubis

          In realtà non hanno jn ventata assolutamente nulla alla Microsoft, prese 86-dos e lo modifico.
          Lo fece così bagnato che la dovettero ripulire il codice con la IBM e da li nacque pc-dos… è poi con quella base cominciarono il cammino
          IMHO
          Ma ne Bill Gates ne Steve Jobs furono inventori anzi hanno profittato di persone e guadagnato alle loro spalle e ovviamente fatto fallire sistemi notevolmente superiori Amiga in primissimi
          Si magari hanno fatto in modo che il mercato diventasse fertile
          Però hanno cancellato sistemi che oltre venti anni fa non invidiavano nulla agli attuali, depredandoli di tecnologia oggi strauss come il plug&play preso direttamente dall’autoconfig dell Amiga… a dirla tutta ancora non sono stati surclassato in molti punti come ad esempio il multitasking preemptive
          Beh chi sa dove saremmo adesso se non avessero fatto fallire un sistema che ancora non è stato raggiunto.
          Bella ragà

          • Iacopo Guarducci

            In effetti hai ragione.
            Pare proprio che il giovane Bill Gates avesse acquistato la licenza del SCP-DOS (clone del CP/M) ad una cifra irrisoria (senza ovviamente rivelare delle trattative in corso di Microsoft con IBM), per poi modificare il suddetto SO per architetture x86 e rivenderlo ad IBM come proprio MS-DOS…
            La sua mossa successiva é stata quella di vendere il proprio SO (IBM non aveva l’esclusiva) a meno di 40 dollari quando la concorrenza vendeva i propri SO x86 più sofisticati ad oltre 200 dollari…
            Il resto é storia.

  • Peppe Black

    Bho a me non dispiace… cioè un po ridicoli senz’altro, hanno fatto un copia e incolla delle funzioni di snapchat ma su instagram tutto gira meglio. Un grosso limite di snapchat a mio modo di vedere la cosa è che gli amici si possano aggiungere solo avendo il numero in rubrica o conoscendo il nickname senza mai implementare un “importa amici da facebook/twitter”, su instagram se si conta che un utente medio ha tutti gli stessi amici di facebook come followers e può usufruire ora della stessa funzione, bhe… chi continua ad usare snapchat?

  • Vetro

    Ma nessuno pensa al fatto che ai tempi Zuckerberg fece la proposta per comprare snapchat e venne clamorosamente respinto? Quindi adesso semplicemente fa questa mossa per far morire snapchat, non per dare un servizio (a mio modesto parere inutile) agli utenti