Acquisti dal Play Store? – JSQ XI

22 novembre 201553 commenti

Oggi, indeciso se acquistare o meno un'app dal Play Store, mi è venuto in mente che era da molto tempo che volevo creare una sorta di sondaggio per scoprire se i lettori di Androidiani spendono regolarmente soldi sullo store, oppure no.

Qualcuno di voi ha avuto la (s)fortuna di provare/avere un iPhone 2G o un iPhone 3G (con firmware inferiore al 2.0)? Vi ricordate la sofferenza nell’avere un telefono che costa mezzo, o più, stipendio con giusto due funzioni in croce?
Fortunatamente in seguito è arrivato l’App Store… così come poi l’Android Market, che ora tutti conosciamo come Google Play Store (Android Market era più figo come nome).

Ormai chiunque abbia veramente la minima dimestichezza con gli smartphone Android, non può fare certo a meno di installare e usare il Play Store, così da avere accesso ai milioni di applicazioni contenute al suo interno.

Inutile negare che il Google Play Store è stato costantemente messo in comparazione con il suo diretto concorrente, l’App Store di Apple (gente che si scanna su internet per chi ha fatto l’acquisto migliore, chi l’avrebbe mai sospettato che potesse accadere!?).
Infatti, da parecchi anni in tutti i blog esistenti c’è sempre l’articolo sulla nuova battaglia dell’eterna guerra Apple VS Google, per cercare di dimostrare (secondo me, inutilmente) quale dei due sia meglio.
Ora vi allego un’immagine trovata a caso su Google per fare da esempio:

Active-apps-and-devs1-710x355

Uno dei punti principali del contenzioso, non mostrato qui sopra, è sempre stato il fatto che gli utenti Android preferiscono scaricare le applicazioni gratuite, mentre quelli Apple non si fanno problemi a tirare fuori i soldi (insomma, non sono dei poveracci come noi).
Di conseguenza, i developers che sviluppano su entrambe le piattaforme, rendono disponibili le app gratuitamente su Android, ma con la presenza della pubblicità, mentre per iOS impostano un costo solitamente inferiore al singolo dollaro.

Proprio per dare ragione al fatto che chi usa Android è povero, oggi mentre valutavo se acquistare o meno GuitarPro all’enorme cifra di 6€, mi sono ovviamente dovuto fare due conti in tasca, perché poi non sapevo se ci stavo a mangiare per il resto della settimana.
Infatti alla fine non l’ho scaricato.

Comunque, passo ora la parola a voi. Date ragione alle statistiche che ci danno dei barboni che non vogliono tirare fuori nemmeno 1€ per avere delle app (e non sono voluto entrare nel discorso jailbreak o apk crackati…) oppure acquistate con regolarità dal Play Store?
Insomma, la domanda di oggi è…

SEI UN POVERACCIO ANCHE TE oppure esci i soldi?

 

Loading...
  • Paolo Armadoro

    Io esco i soldi solo agli sviluppatori che li meritano, e a whatsapp. In fondo, penso che se hanno fatto un buon lavoro, avendo speso molto tempo e fatica, si meritano più di quei soldi delle pubblicità. Il vantaggio degli .apk che si trovano su internet è che in quel modo posso provare le app e verificare se vale la pensa spendere.

    • Tizz

      Ormai è da un bel po’ di tempo che non è più necessario fare ciò, puoi provare un’ app a pagamento per un massimo di due ore e poi chiedere un rimborso. Basta andare nella pagina dell’ app è selezionare rimborsa, ci metti meno di un minuto, sicuramente più veloce di scaricare un apk dal web ;)

      • Michele Renzullo

        Si infatti e magari ti fai un backup dell’apk ahahahahahah

        • Simone

          È quello che faccio quando pago per le app

      • Paolo Armadoro

        Non l ho mai fatto per evitare di incappare in qualche problema legale per il rimborso, ma se mi dici che il rimborso è assicurato al 100%, grazie mille del consiglio!?

        • Tizz

          Prego ;)

        • PIERO SEVOLTA

          Si, io l’ho fatto un paio di volte

    • Pignolatore®

      Ahah mi piace il fatto che tu metta da un lato gli sviluppatori meritevoli e dall’altro whatsapp! ?
      (Comunque la penso come te)

      • Paolo Armadoro

        Ehehehehe speravo che qualcuno lo notasse!?

        • Pignolatore®

          Scritto fatto. ?

  • Dipende dalle applicazioni… personalmente ritengo sia giusto pagare l’impegno dello sviluppo di una applicazione, a patto che sia davvero ben fatta.
    Non vedo in alcun modo l’ombra del “ghetto” tra android ed iOS di apple, anzi trovo assurdo considerarlo!
    Mentre sono in disaccordo con alcune soluzioni ad abbonamento annuale (esclusi gli antivirus) sulla questione “pubblicità” il discorso è diverso, contesto in assoluto quelle ingannevoli e poco lecite, che spesso causano problemi e noie di non poco conto, magari per una semplice distrazione?!
    Queste dovrebbero essere bandite insieme ad un supporto per la tutela dei consumatori.

    • Alberto LXI

      Sono d’accordo con te, mi piacerebbe sapere quanto guadagna in percentuale lo sviluppatore rispetto a BigG.

      • Il proprietario della giostra ha la fetta più grande, proprio per questo dovrebbe curarsi di più della sicurezza di chi sale sulla giostra…

  • Ruggio95

    Io li ESCO se non mi piace faccio il rimborso.

    • Pignolatore®

      No, scusa, ma l’italiano è importante…si dice:
      io li esco e se non mi piace me li faccio ritornare
      ?

  • matteo0026

    Io sinceramente non ho mai comprato app dal play store, secondo me perche si sta utilizzando un device che comunque rende poco, ad esempio te compri un gioco android che finisci in 3-4 giorni… Eh io preferisco pagare un gioco per console che un giochetto, peggio che peggio gli acquisti in app ed ecco perche sono ricorso piu volte a store alternativi o internet per avere app gratis o in qualche gioco anche gli acquisti in app. Comunque le statistiche secondo me non rispecchiano perfettamente la realta, si sa che a un bambino però non dai un iPad ma un tablet scrauso android da 100€ o meno

    • Pignolatore®

      Sì, beh, comunque i giochini non solo le uniche app a poter essere acquistate!

      • matteo0026

        Parlo cosi perche scarico soprattutto giochi ma anche le app xD

    • Michele Renzullo

      Si ma considera che i bambini sono una fetta piccola degli utilizzatori Android non certo grande

      • matteo0026

        Lo so si ma un iPhone lo compri solo se o hai soldi o ti serve per lavoro (scelta ovviamente non obbligatoria)

  • Ovviamente io da povero pesente che sono ho acquistato un Galaxy Note 4, smartphone da 2 euro come meritiamo noi androidiani, poi per le app ne ho tante acquistate, da whatsapp a Sygic (20 € ), Stellarium 4 euro, Mobile Observatory 3 euro, tra tante altre, ma ovviamente siamo dei barboni e quindi mi resta ancora un paio di anni senza mangiare la cena per pagare le mie app. Hehehehehhe ?????

    • Fai sicuramente bene a non mangiare per il Note 4!

    • teob

      C’è gente che si è lamentata qui x 89 cents annui di whatsapp e non erano pochi

  • cesco

    Io compro le applicazioni ogni volta ritengo mi servano, tanto su una piattaforma quanto sull’altra.

    • simoneusala

      Ehy! Hai problemi di doppia personalità quindi?! Se hai sia Android che iOs… XD

      • cesco

        Ahahah! Può essere!

  • Alessio

    Io fino ad ora ho pagato solo un’applicazione.
    POWERAMP
    Per chi non sa cosa sia è un player di musica(in poche parole).
    L’ho pagata perché merita sul serio!
    E basta.
    Poi vabbe Whatsapp, ma penso sia escluso.

    • Anche per me PowerAmp è stato il primo acquisto! Però ora preferisco JetAudio

      • Roby Biuty

        Primo acquisto anche per me PowerAmp, finché non ho conosciuto Neutron Player. Non c’è gara a livello audio, ma proprio non c’è gara. A livello interfaccia poi il gap si è quasi colmato…audio 32 bit, equalizzatore parametrico etc etc. Per il resto Total launcher (anzi, SSlauncher prima e poi Total) e poi altre app se valeva la pena. no giochi a pago, che siano in app o meno, perché giocare è una cosa seria ed uso solo PC

  • Simone

    Io sono un barbone (studente) che scarica quasi sempre gli apk craccati da internet (pago solo i giochi più belli e i meno costosi)

  • MJ

    Per molto tempo è stato Tasker il mio “primato” di costo con 5 euro. Ultimamente ho comprato Roaming Control perché ne avevo bisogno e non c’era alternativa. Sulle applicazioni mi faccio meno scrupoli, perché se ho bisogno di usarle non vedo perché non ripagare lo sviluppatore che c’è dietro.
    Sui giochi sono sempre stato più restio perché mi interessano meno, ma ecco che qualche mese fa ho sborsato *addirittura* 6 euro per badland. E il mese scorso comprato anche Monument Valley.
    Come in tutto, se c’è qualità val bene la pena pagare. C’è dietro tanto lavoro e dubito davvero che solo con la pubblicità si possano ripagare..

  • Matteo

    Compro abbastanza spesso da play store, ora che ci penso credo di non aver mai scaricato un apk crakkato. Alla fine, a parte sygic, tutte le altre app sono costate 1 o massimo 2 euro, una sciocchezza.

  • Io esco i soldi solo se veramente mi piace un app, e comunque non supero mai una certa cifra (metti massimo massimo 3 euro toh), però mi è capitato di uscire tanti soldi per gli acquisti in app! Per esempio, questo mese, senza neanche farci caso, sono andata a spendere sui 100 euro per le carte di Hearthstone. Li mortacci mia!

    • teob

      Ma non ha senso porsi un limite così basso per le app e poi buttate cento euro per delle carte;-)
      Io sono per l’abolizione degli acquisì in-app

      • Milla

        No no infatti te hai ragione, sono d’accordo con te! Non ha alcun senso… Solo che io non me ne sono proprio accorta di aver speso così tanto.. Tra l’altro prima di ciò non li avevo mai fatti gli acquisti in app, neanche a me fanno impazzire, in teoria ?

  • CF

    quello che merita e mi serve lo pago (es: camscanner)

  • Lorenzo Zaccomer

    Io non ho problemi ad acquistare app sul Play Store.
    Se lo sviluppatore segue la sua applicazione merita di essere ricompensato per il lavoro che fa, scaricare illegalmente da altri market lo considero un furto per lo sviluppatore, e sopratutto un danno all’utente stesso che:
    – Ad ogni aggiornamento deve cercare l’apk aggiornato e quindi uno deve perdere tempo.
    – Apk molto probabilmente è stato modificato e quindi l’applicazione con una modifica dei permessi può accedere a dati sensibili dell’utente.

    Scaricare illegalmente non ha proprio senso!
    Ho acquistato più di qualche app, per esempio:
    Orari Treni Pro, SD Maid Pro, ElectroDroid Pro, ecc, …
    Poi molto dipende da quanto è disposto a spendere, per esempio per SD Maid Pro, il cui costo equivale a 2€ e qualcosa li ho spesi perché ciò che proponeva in più valeva la pena spendere quella cifra, però ci sono molte applicazioni, per esempio i classici navigatori, i quali propongono mappe a cifre molto più alte, e quindi no, non spendo 20 e passa euro per delle mappe offline, poi ognuno ha le sue necessità, e per le mie esigenze, anche per tratti abbastanza lunghi, Google Maps ha sempre funzionato egregiamente!
    Che la versione Pro di una app che uso ogni giorno, offra funzioni plus o semplicemente sia senza pubblicità, preferisco pagare qualche cent in più per fare un gesto di cortesia allo sviluppatore, e a me stesso, così mi tolgo il problema di smadonnare per colpa delle pubblicità!
    Ognuno ha il proprio budget, e io il mio limite massimo l’ho fissato 2-3€, di più non spendo e preferisco cercare altre alternative (con tutte quelle che offre il Play Store!), e se proprio non ci dovessero essere … pazienza la compro e mi metto il cuore in pace!
    Per i giochi il discorso è diverso, non sono un giocatore accanito (ma anche se lo fossi) e quindi 5€ per un gioco di corse o di sparatutto non li spenderei proprio, aspetto le classiche offerte del Play Store per fare al massimo qualche acquisto! Per esempio NFS Most Wanted, veniva proposto a 5€ (anche se adesso mi pare a meno), io l’ho acquistato a 50cent un anno fa.

  • andreabode

    Sono utente Android da 4 anni, ho uno scassato Galaxy s advance, e in 4 anni ho speso 35 euro sul play store, solo per app e mai per in-app.
    Da poco ho anche un Amazon Fire 2015, sono sicuro il più barbone su questa discussione, ho scaricato apk, ma sempre per provare con calma, tutto ciò che provo craccato se ne valeva la pena ho sempre comprato, penso che un euro o meno per un App non siano niente, se ci semplifica la vita o ci diverte.

  • Gianlu Frizzantino

    Io compro tutto quello che mi serve non mi piace non avere scaricata alternativamente diciamo che non bado a spese se mi interessa un app

  • eric

    …ho sempre e solo acquistato le App che mi necessitano … prevalentemente quelle riguardo produttività, office, navigatore e qualcosa di specifico per fotocamera e musica … non credo di aver superato i 120€ in totale negli ultimi 2 anni
    …mi vergogno invece dei “furbastri” (è un complimento per non dire peggio) e sono molti più di quelli che immaginiamo, che scaricano crack vari di Apk anche da soli 0.99 centesimi … non li definisco “barboni” perchè questi ultimi hanno almeno una dignità ;)

  • Apk crackato = rogna costante. Preferisco pagare, decisamente. Una politica che adotto anche su pc. I giochi li acquisto originali. Molto meglio. Sullo Store mi è capitato di spendere anche 10/15€ per acquistare launcher / giochi. Se lo merita, pago la cifra volentieri.

  • MattD

    Categoria barbone!
    Mai pagato per un’app, e se proprio mi serve… Cerco un’alternativa che sia gratis! asd

  • teob

    Io comprò spesso tranne quando leggo acquisiti in-app…. per me un furto

  • Fabio Voffi Rossi

    Io compro spesso,l’ultima NINE per poco meno di 10euro…farei volentieri a meno di pagare l’app ufficiale della f1 per non dare soldi al vecchio bernie ma non posso seguire le gare senza intertempi

  • marco

    Penso che sia nato tutto dal fatto che, su android, hackerare le app è molto più facile. Piano piano, si è arrivato a questo compromesso, in cui gli sviluppatori guadagnano dall’utilizzo delle proprie app e se si vuole rimuoverle, si compra lo sblocco come acquisto in-app (che su android è molto più difficile da hackerare)

  • undertherain

    Una volta pensavo di avere le mani bucate (a cena tutti i fine settimana, belle auto, etc.), poi ho conosciuto dei colleghi d’ufficio fighetti con Apple, Audi/Mini, Gucci, etc. ed ho capito che è meglio essereessere “barbarbonelli”.
    Un conto è non star a guardare tutto e vivere (se uno può), un conto è comperare cose costosissime quasi sempre senza capire un casso ma solo perché di moda fighetta.
    In miniera… ;)

  • tornadof5

    io non le pago?

  • Realtebo ✔ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ

    Io qualcosa l’ho comprato. Un singolo gioco, alcune app di produttività, alcune utility e almeno un modulo Xposed

  • Marco Assini

    Spendo il credito di
    Google Opinion Rewards