CyanogenMod App Store: presto sarà realtà?

20 gennaio 20126 commenti

Ne avevamo parlato qualche giorno fa, ed oggi sembra che il Team Cyanogen sia convinto a voler aprire un proprio App Store, come Cydia per iOS, dal quale gli utenti Android potranno reperire migliaia di applicazioni. Allora a comunicare la straordinaria idea era stato Koushik Dutta, famoso membro del celebre team di sviluppatori, ed anche stavolta a pubblicare una prima bozza di come potrebbe essere l'App Store di CyanogenMod è sempre lui sul proprio profilo di Google+. Chissà come accoglieranno questo nuovo, probabile, market gli utenti del robottino verde.

Dopo il rifiuto di Amazon, il team Cyanogen cercò di puntare sempre più sforzi nella realizzazione di un proprio App Store dal quale poter reperire applicazioni per la piattaforma mobile di Google, magari specializzato in applicazioni root o bannate dal market ufficiale.

Ecco una prima immagine di ciò che dovrebbe essere l’interfaccia web dell’App Store di Cyanogen durante la fase di upload di una nuova applicazione:

Clicca per ingrandire

Come potete vedere, troviamo le varie sezioni “Titolo”, “descrizione”, “opzioni di pubblicazione” e tante altre voci che serviranno allo sviluppatore per specificare al meglio la nuova applicazione che si sta per caricare.

Molto probabilmente questa non sarà l’interfaccia finale dell’App Store, ma, come detto prima, è solamente una prima bozza per aumentare l’interesse dell’utente.

Finora tutto promette bene e speriamo di poter presto comunicarvi nuove informazioni su quest’interessante market Android alternativo.

 

Via

Loading...
  • Virtvs

    La concorrenza si fa dura…meglio per noi, utenti finali ;)

  • Ma sarà un app store solo per la Cyanogenmod o anche per rom stock?

  • Santi

    Potrebbe essere un’ottima novità. Darà l’opportunità di reperire app non presenti nel market ufficiale in tutta sicurezza. Inoltre potrebbe aiutare a far calare i prezzi, a volte esosi, delle app.

  • Robertodardini

    E’ un’ottima idea quella di creare un market alternativo, però credo che ci sia il problema della frammentazione dell’utenza che si troverà sempre più confusa.
    Un pò quello che accade anche nel mondo Linux nel quale a parte Ubuntu non esiste un vero standard. Questo del resto è sempre stato il punto di forza e il tallone di Achille di tutte le applicazione Open Source.

    • Anonimo

      …sono già diversi i market alternativi disponibili, quindi il problema, se c’è, non nasce ora e credo si “complichi” di poco..

  • Pnsandra

    Interessante! Speriamo un esito positivo al più presto!!