Frammentazione Android:Acer Liquid ci aiuta a fare il punto della situazione!

14 gennaio 201034 commenti

Ciao a tutti, non sono nuove le voci che vedono android penalizzato rispetto a Web OS, o iPhone OS,  a causa della sua forte frammentazione,esso vanta infatti terminali con differenti versioni dello stesso OS, con differenti architetture, e differenti schermi,tutte cose che possono costituire una forte limitazione alla fruizone e allo sviluppo del market! Nel settembre 2009 è stato lanciato da HTC il primo terminale android con una risoluzione differente dall'HVGA, montata su HTC G1,Magic e Samsung Galaxy, questi era il Tatoo, e per poter supportare la risoluzione QVGA, il produttore ha dovuto inserire una versione successiva a quella dei terminali usciti fino ad allora, la 1.6 (Donut) che supporta schermi con risoluzioni diverse dai canonici 320x480pixels! Da allora tutti gli sviluppatori hanno provveduto ad ampliare la compatibilità delle loro applicazioni, aggiungendo tale supporto, che viene ampiamente spiegato nella documentazione android, precisamente a questo indirizzo: LINK Come sarà la situazione a distanza di 4 mesi dall'uscita del primo terminale con risoluzione differente?

Premettiamo prima del test che i problemi maggiori si hanno con terminali a risoluzioni minori di quella HVGA piuttosto che con quelli con risoluzioni maggiori, ma non avendo un Tatoo disponibile per il test, l’abbiamo effettuato su un Acer Liquid dotato di Android 1.6 e schermo da 3.5″ con risoluzione WVGA.

Per far questo test abbiamo provato oltre 70 applicazioni, tra le più scaricate dal market, ne citiamo alcune:

  • Comunicazioni: Androidiani Chat, Handcent SMS,Dolphin Browser, Hi AIM Beta,eBuddy IM, twidroid, chompSMS, ecc
  • Consultazione: Google Sky Map, Free Dictionary, WikiMobile Encyclopedia, Wapedia, ecc
  • Finanza: Currency Converter, Tip Calculator, Finance, ecc
  • Intrattenimento: Backgrounds,Ringtones,Movies and Showtimes,ecc
  • Multimediali: Shazam, PicSay, i Music, Ringdroid,imeem Mobile,ecc
  • Notizie e Meteo: The Weather Channel, Androidiani Rss Reader, ecc
  • Produttività: Advanced Task Killer, AD Notepad, Astro File Manager, Voice Recorder ecc
  • Salute: Calorie Counter
  • Shopping: Barcode Scanner, ShopSavy, ecc
  • Sociale: Facebook for Android, Drinking Games, ecc
  • Strumenti: Compass, Scientific Calculator, Google translate, ecc
  • Viaggi: Google Maps, Places Directory, ecc

Come vedete la lista delle applicazioni provate è veramente lunga, e queste appartengono a categorie molto differenti tra loro, tuttavia non ho riscontrato un solo  problema di visualizzazione o di comportamento in esse, ne per quanto riguarda la modalità verticale, che quella in orizzontale!

Non contento dell’esito del test, deciso a trovare almeno un esempio di applicazione penalizzata dalla frammentazione di android, ho provato a testare un tipo di applicazioni che speravo mi avrebbe aiutato a documentare qualche artefatto grafico dovuto a questo tipo di problema!

Così ho scandagliato la lista dei giochi disponibili sul market (alcuni gratuiti e alcuni a pagamento) per vedere se essi mi avrebbero dato problemi su un terminale con risoluzione differente da quella della prima release di android:

Abduction

Questo gioco ha lo scopo di far saltellare una mucca su delle aiuole fino ad arrivare in cima

Breaktheblock

Classico gioco della pallina che deve rompere i blocchi di mattoni

Texas Hold’Em

Pocker alla Texana online

Briscola

Classico gioco della briscola

Jewellust Xmas

Scambia e muovi i segni per eliminare simboli dello stesso colore

Labyrinth

Famoso gioco in cui bisogna arrivare a destinazione, senza far cadere la pallina nei buchi.

Solitaire

Classico solitario

Spades

Presente anche su windows

Ed ecco una tabella riassuntiva sul loro comportamento:

Come vedete a parte Texas Hold’Em che non ha funzionato, continuava a dare errore di connessione sia in Wifi che in 3G, e Breaktheblock il quale funzionava correttamente, tuttavia mostrava una striscia grigia in basso, tutti gli altri giochi si sono comportati correttamente, ed insieme alle applicazioni precedentemente testate, vanno a smontare la tesi secondo la quale la frammentazione in Android è un grosso problema!

Loading...
  • Fedefox

    Dovremmo provare a fare lo stesso test con il tattoo, ma sono sicuro che i risultati sarebbero simili, per adesso tutte le applicazioni che ho scaricato io dal market vanno perfettamente e non mi creano nessun problema! certo non ne ho provate cosi tante ma credo che il risultato non si discosterebbe troppo da questo! ottimo articolo!

  • Andrea1Liquid

    Peccato che molte delle applicazioni nominate non siano presenti sul amrket del tattoo e che altrettante non vengano visualizzate bene! La situazione è tutt’altro che rosea per il tattoo..! Magari lo sarà per il Liquid ma per il “piccolino” di HTC non lo è :(

  • Andrea1Liquid

    Peccato che molte delle applicazioni nominate non siano presenti sul amrket del tattoo e che altrettante non vengano visualizzate bene! La situazione è tutt’altro che rosea per il tattoo..! Magari lo sarà per il Liquid ma per il “piccolino” di HTC non lo è :(

  • E come funziona androidiani chatbox? eh ? :P

    Purtroppo credo che sia inevitabile una minima frammentazione. Per fortuna c’è qualcuno che revisiona tutte le versioni di android e che controlla che non ci siano margini di errori enormi

  • E come funziona androidiani chatbox? eh ? :P

    Purtroppo credo che sia inevitabile una minima frammentazione. Per fortuna c’è qualcuno che revisiona tutte le versioni di android e che controlla che non ci siano margini di errori enormi

  • Fedefox

    Dovremmo provare a fare lo stesso test con il tattoo, ma sono sicuro che i risultati sarebbero simili, per adesso tutte le applicazioni che ho scaricato io dal market vanno perfettamente e non mi creano nessun problema! certo non ne ho provate cosi tante ma credo che il risultato non si discosterebbe troppo da questo! ottimo articolo!

  • Cohiba7

    Ho appena preso il netbook della Acer che monta sia WIn7 che Android.

    Il boot di android avviene in circa 15 secondi.

    Si vede perfettamente che l’OS é derivato dai telefoni, infatti sono presenti gli applicativi per gli sms, in alto c’é fisso l’indicatore del segnale, quando si entra nel menu impostazioni ci sono anche tutte le voci relative alla rete mobile, ma la cosa che mi ha stupito é:

    copiando i file apk degli applicativi che ho sui vari telefoni Android in mio possesso (Milestone e Liquid) nella directory Download sotto Android (accessibile come disco fisso da Win7), questi ultimi sono installabili senza problemi, funzionano perfettamente, e la loro risoluzione si adatta automaticamente alla nuova risoluzione dello schermo (1024*600).

    Qualcuno, tipo Backgammon, tiene la finestra di gioco delle stesse dimensioni dei telefoni ma la posiziona al centro dello schermo, altri (vedi facebook, RSS e a d esempio e-buddy) la risoluzione viene automaticamente incrementata fino ad occupare tutto lo schermo sfruttandolo interamente.

    Gli unici applicativi che hanno dei problemi sono quelli che lavorano sui processi del sistema.

    Quindi, non solo in effetti cé una compatibilità relativa agli schermi, ma anche i programmi funzionano tranquillamente su piattaforme totalemnte differenti….(mi ricorda Windows con WM6.5….HEHE)

    Ciauz

  • Cohiba7

    Ho appena preso il netbook della Acer che monta sia WIn7 che Android.

    Il boot di android avviene in circa 15 secondi.

    Si vede perfettamente che l’OS é derivato dai telefoni, infatti sono presenti gli applicativi per gli sms, in alto c’é fisso l’indicatore del segnale, quando si entra nel menu impostazioni ci sono anche tutte le voci relative alla rete mobile, ma la cosa che mi ha stupito é:

    copiando i file apk degli applicativi che ho sui vari telefoni Android in mio possesso (Milestone e Liquid) nella directory Download sotto Android (accessibile come disco fisso da Win7), questi ultimi sono installabili senza problemi, funzionano perfettamente, e la loro risoluzione si adatta automaticamente alla nuova risoluzione dello schermo (1024*600).

    Qualcuno, tipo Backgammon, tiene la finestra di gioco delle stesse dimensioni dei telefoni ma la posiziona al centro dello schermo, altri (vedi facebook, RSS e a d esempio e-buddy) la risoluzione viene automaticamente incrementata fino ad occupare tutto lo schermo sfruttandolo interamente.

    Gli unici applicativi che hanno dei problemi sono quelli che lavorano sui processi del sistema.

    Quindi, non solo in effetti cé una compatibilità relativa agli schermi, ma anche i programmi funzionano tranquillamente su piattaforme totalemnte differenti….(mi ricorda Windows con WM6.5….HEHE)

    Ciauz

  • Fatal1ty

    @Andrea: se leggi ho scritto che queste non danno il minimo problema, quindi anche androidiani Chat funziona bene, a parte il fatto che la tastiera non mi suggerisce le parole, quando ti decidi a metterla? :(
    @Andrea1Liquid: purtroppo non avendo un Tatoo non ho potuto provare, comunque immaginavo che su schermo più piccolo era un attimo più incasinato adattare automaticamente la risoluzione :D

  • Fatal1ty

    @Andrea: se leggi ho scritto che queste non danno il minimo problema, quindi anche androidiani Chat funziona bene, a parte il fatto che la tastiera non mi suggerisce le parole, quando ti decidi a metterla? :(
    @Andrea1Liquid: purtroppo non avendo un Tatoo non ho potuto provare, comunque immaginavo che su schermo più piccolo era un attimo più incasinato adattare automaticamente la risoluzione :D

  • Andrea1Liquid

    @Fatality: se vuoi io posso fare i test delle app (ovviamente se mi passi gli apk) sul tattoo.

  • Andrea1Liquid

    @Fatality: se vuoi io posso fare i test delle app (ovviamente se mi passi gli apk) sul tattoo.

  • Il problema sul tattoo non è tanto che gli applicativi non vanno (unica eccezioni i giochi 3d o altri giochi che tagliano la parte sotto, ma pochi)… il problema è che proprio non ci sono nel market, che a stima sarà castrato quasi del 50% rispetto al normale…

    Comunque se serve una mano ho già testato molte delle applicazioni da te elencate, quindi posso dare una mano per un articolo sul tattoo ;)

  • Il problema sul tattoo non è tanto che gli applicativi non vanno (unica eccezioni i giochi 3d o altri giochi che tagliano la parte sotto, ma pochi)… il problema è che proprio non ci sono nel market, che a stima sarà castrato quasi del 50% rispetto al normale…

    Comunque se serve una mano ho già testato molte delle applicazioni da te elencate, quindi posso dare una mano per un articolo sul tattoo ;)

  • astromario

    Io ho il tattoo e posso confermare diverse cose: è un ottimo prodotto, lo uso davvero per fare tutto e le tante applicazioni che ho provato sono state tutte ampiamente valide, sia dal punto di vista funzionale che estetico (grafico).
    Unica pecca, come avete già detto, il market è molto limitato. Da quanto ho letto in giro è colpa degli sviluppatori, che nelle prime righe del codice delle loro applicazioni non scrivono esplicitamente che sono stati testati i piccoli schermi (come quello del Tattoo), quindi il Market non li seleziona per niente.

    Io ad esempio ho dovuto cercare manualmente diverse applicazioni tra cui: Facebook for android, Google Goggles, Barcode scanner, Fring, Giornali etc..

    La qualità del telefono HTC comunque è indiscutibile ;-)

  • Dream

    Secondo me la frammentazione di Android non si riscontra tanto in problemi di visualizzazione o display, facilmente aggirabili, ma nei problemi di performance estremamente diverse tra i dispositivi che rischiano di creare nel market o dei “ghetti” per i cellulari meno aggiornati, oppure c’è il rischio di bloccare lo sviluppo per evitare di tagliare fuori G1/G2 & co….

  • Dream

    Secondo me la frammentazione di Android non si riscontra tanto in problemi di visualizzazione o display, facilmente aggirabili, ma nei problemi di performance estremamente diverse tra i dispositivi che rischiano di creare nel market o dei “ghetti” per i cellulari meno aggiornati, oppure c’è il rischio di bloccare lo sviluppo per evitare di tagliare fuori G1/G2 & co….

  • Io ho il tattoo e posso confermare diverse cose: è un ottimo prodotto, lo uso davvero per fare tutto e le tante applicazioni che ho provato sono state tutte ampiamente valide, sia dal punto di vista funzionale che estetico (grafico).
    Unica pecca, come avete già detto, il market è molto limitato. Da quanto ho letto in giro è colpa degli sviluppatori, che nelle prime righe del codice delle loro applicazioni non scrivono esplicitamente che sono stati testati i piccoli schermi (come quello del Tattoo), quindi il Market non li seleziona per niente.

    Io ad esempio ho dovuto cercare manualmente diverse applicazioni tra cui: Facebook for android, Google Goggles, Barcode scanner, Fring, Giornali etc..

    La qualità del telefono HTC comunque è indiscutibile ;-)

  • Fedefox

    il tattoo è anche un telefono uscito a settembre se non sbaglio…. non credo sia fattibile pretendere un market pieno zeppo di applicazioni immediatamente no? diamo il tempo materiale di aggiornare le gia esistenti o di crearne di nuove….

  • Fedefox

    il tattoo è anche un telefono uscito a settembre se non sbaglio…. non credo sia fattibile pretendere un market pieno zeppo di applicazioni immediatamente no? diamo il tempo materiale di aggiornare le gia esistenti o di crearne di nuove….

  • Bell’articolo…condivido le preoccupazioni per il Tattoo pur non possedendone uno.
    Da sviluppatore cerco nel possibile di adattare le applicazioni alle diverse piattaforme “fisiche”, ma non è poi così semplice.
    Ne ho avuto prova con un’apk “conto-terzi” :P che sul Magic andava stupendamente (essendo per la 1.5), ma sul Milestone cominciava simpaticamente ad andare un po’ tanto terribilmente in termini di grafica…

    Se a questo si aggiunge il fatto che ci sono anche le lingue e quindi occorrerebbe tradurre i testi ma anche i pulsanti (nel caso si usino immagini ad esempio per “ACCETTA”), l’apk finale comincia ad essere sia complessa che pesante.
    E fare apk diverse “localizzate” forse è la cosa migliore…ma poi ti trovi con N apk della stessa applicazione in realtà….

    Per chi vuole provare sul Tattoo ho un’apk free che trovate anche sul market: PhoneInfo.
    Se non sbaglio dal market non dovreste trovarla, ma se siete in vena di buone azioni vi posso passare l’apk (nuovo :P) e mi potete far avere un feedback.

    C’è un thread nel forum per PhoneInfo, così da non andare off-topic qui :)

    Grazie :)

  • Bell’articolo…condivido le preoccupazioni per il Tattoo pur non possedendone uno.
    Da sviluppatore cerco nel possibile di adattare le applicazioni alle diverse piattaforme “fisiche”, ma non è poi così semplice.
    Ne ho avuto prova con un’apk “conto-terzi” :P che sul Magic andava stupendamente (essendo per la 1.5), ma sul Milestone cominciava simpaticamente ad andare un po’ tanto terribilmente in termini di grafica…

    Se a questo si aggiunge il fatto che ci sono anche le lingue e quindi occorrerebbe tradurre i testi ma anche i pulsanti (nel caso si usino immagini ad esempio per “ACCETTA”), l’apk finale comincia ad essere sia complessa che pesante.
    E fare apk diverse “localizzate” forse è la cosa migliore…ma poi ti trovi con N apk della stessa applicazione in realtà….

    Per chi vuole provare sul Tattoo ho un’apk free che trovate anche sul market: PhoneInfo.
    Se non sbaglio dal market non dovreste trovarla, ma se siete in vena di buone azioni vi posso passare l’apk (nuovo :P) e mi potete far avere un feedback.

    C’è un thread nel forum per PhoneInfo, così da non andare off-topic qui :)

    Grazie :)

  • Markisha1979

    @ Fedefox
    Avresti ragione se ci fosse un “ente unico” responsabile dell’aggiornamento di tutte le app, ma la situazione più verosimile è che su 20000 apps nel market ci siano dietro 5000 sviluppatori (ipotizzando che ogni programmatore abbia fatto più di un programma).
    Se ognuno di essi si preoccupasse di aggiornare i suoi 3-4 apk non credo ci vorrebbe poi molto.
    Io ho un G1, la mia ragazza il tattoo, vi assicuro che la percentuali di app che non si trovano nel market del tattoo è proprio alta (secondo me anche più del 50%).

  • Markisha1979

    @ Fedefox
    Avresti ragione se ci fosse un “ente unico” responsabile dell’aggiornamento di tutte le app, ma la situazione più verosimile è che su 20000 apps nel market ci siano dietro 5000 sviluppatori (ipotizzando che ogni programmatore abbia fatto più di un programma).
    Se ognuno di essi si preoccupasse di aggiornare i suoi 3-4 apk non credo ci vorrebbe poi molto.
    Io ho un G1, la mia ragazza il tattoo, vi assicuro che la percentuali di app che non si trovano nel market del tattoo è proprio alta (secondo me anche più del 50%).

  • @markisha1979
    Condivido, pur da sviluppatore.
    Il problema secondo me è stato che, una volta messa sù l’apk, gli utenti (es del Tattoo) non se la trovano, ma non è detto che lo sappiano. Mi spiego: un conto è una mail che mi arriva e mi dice che non funziona (in modo + o – gentile :P), un conto è il silenzio che non dice nulla.
    Ovviamente ci si deve informare, non sto cercando scuse.

  • @markisha1979
    Condivido, pur da sviluppatore.
    Il problema secondo me è stato che, una volta messa sù l’apk, gli utenti (es del Tattoo) non se la trovano, ma non è detto che lo sappiano. Mi spiego: un conto è una mail che mi arriva e mi dice che non funziona (in modo + o – gentile :P), un conto è il silenzio che non dice nulla.
    Ovviamente ci si deve informare, non sto cercando scuse.

  • astromario

    Infatti la cosa migliore sarebbe che l’utente, ad esempio del Tattoo, che non si ritrova l’applicazione desiderata nel Market, lo faccia presente (gentilmente) allo sviluppatore.

    Il problema è che non tutti gli utenti sono “smanettoni” e, non trovando l’applicazione nello store o la ignorano del tutto oppure arrivano alla conclusione che il Tattoo e di conseguenza l’O.S. Android… e questo mi dispiace tanto :(

  • Infatti la cosa migliore sarebbe che l’utente, ad esempio del Tattoo, che non si ritrova l’applicazione desiderata nel Market, lo faccia presente (gentilmente) allo sviluppatore.

    Il problema è che non tutti gli utenti sono “smanettoni” e, non trovando l’applicazione nello store o la ignorano del tutto oppure arrivano alla conclusione che il Tattoo e di conseguenza l’O.S. Android… e questo mi dispiace tanto :(

  • Gianni

    sono un felice possessore dell’HTC Tattoo da un mese circa… portiamo pazienza, il prodotto ma ancora di piu’ Android è ottimo ed è cio’ che fa la differenza con altre piattaforme. Sono riuscito a mollare Nokia ed iSync per Macosx. Mi sento piu’ … libero! :)
    PS: giusto per non essere fuori dal topic … Robo Defense si riesce a giocare anche se lo schermo nasconde parte dei dati del gioco (energia e denaro). Ovviamente l’apk non è presente su Market.

  • Gianni

    sono un felice possessore dell’HTC Tattoo da un mese circa… portiamo pazienza, il prodotto ma ancora di piu’ Android è ottimo ed è cio’ che fa la differenza con altre piattaforme. Sono riuscito a mollare Nokia ed iSync per Macosx. Mi sento piu’ … libero! :)
    PS: giusto per non essere fuori dal topic … Robo Defense si riesce a giocare anche se lo schermo nasconde parte dei dati del gioco (energia e denaro). Ovviamente l’apk non è presente su Market.

  • @Gianni
    Grazie per le info :)
    Inoltre, stiamo lavorando su PhoneInfo 2.5 e conto di metterci (oltre ad altre :P) la compatibilità con il Tattoo. Ti interessa provarlo in anteprima?
    L’apk è free :)

  • @Gianni
    Grazie per le info :)
    Inoltre, stiamo lavorando su PhoneInfo 2.5 e conto di metterci (oltre ad altre :P) la compatibilità con il Tattoo. Ti interessa provarlo in anteprima?
    L’apk è free :)

  • vincent

    Non capisco il problema.. io programmo su Windows Mobile da anni e anche lì vi sono schermi di varie fogge e risoluzione….

  • vincent

    Non capisco il problema.. io programmo su Windows Mobile da anni e anche lì vi sono schermi di varie fogge e risoluzione….