Google-Apple è guerra!

2 febbraio 201035 commenti

Come sapete nei giorni scorsi Steve Jobs ha avuto una uscita abbastanza aggressiva nei confronti di Google (Don't Be Evil è una stronzata :D). Beh la risposta di Google non si è fatta attendere e suona molto di vendetta nei confronti di Apple. In una sola giornata infatti, prima è apparso sul sito del progetto Chromium un concept di tablet Google, (strano eh?) e poi la notizia del rilascio del primo update OTA per Nexus One! Del tablet Google per ora si ha solo un concept, ma si sa che disporrà di multitasking e, speriamo noi, molto altro... Per quanto riguarda l'update Nexus, succose novità: fix per il problema 3G, nuovo Maps 3.4 e Goggle Goggles preinstallato. Ma sopratutto, multitouch nel browser, galleria e in Maps. L'apparente tregua riguardo al multitouch è quindi saltata. Ecco il link per l'Update: http://www.androidiani.com/forum/nexus-one-generale/9270-update-ufficiale-ere27-pinch-zoom-inside.html Non può che essere un bene per noi! Che ne Pensate?

Come sapete nei giorni scorsi Steve Jobs ha avuto una uscita abbastanza aggressiva nei confronti di Google (Don’t Be Evil è una stronzata :D). Beh la risposta di Google non si è fatta attendere e suona molto di vendetta nei confronti di Apple.

In una sola giornata infatti, prima è apparso sul sito del progetto Chromium un concept di tablet Google, (strano eh?) e poi la notizia del rilascio del primo update OTA per Nexus One!

Del tablet Google per ora si ha solo un concept, ma si sa che disporrà di multitasking e, speriamo noi, molto altro…

Per quanto riguarda l’update Nexus, succose novità: fix per il problema 3G, nuovo Maps 3.4 e Goggle Goggles preinstallato.

Ma sopratutto, multitouch nel browser, galleria e in Maps. L’apparente tregua riguardo al multitouch è quindi saltata.

Ecco il link per l’Update: http://www.androidiani.com/forum/nexus-one-generale/9270-update-ufficiale-ere27-pinch-zoom-inside.html

Non può che essere un bene per noi! Che ne Pensate?

Loading...
  • Exedeb

    Ragazzi, è appena arrivato il 3.1.3 per iphone.
    che schifo di aggiornamento!
    non modifica niente! IO da 5 mesi che aspetto un aggiornamento e viene questo?
    il 3.2 è fatto e non lo aggiornono? ma che sò pazzi? cioè è come se compriamo un cellulare, ma tutte le azioni li fa Apple!
    non posso farci niente! >_>
    Comunque, il tablet della Apple non è male, molto semplice, anche se assomiglia all’Iphone, allora non lo prendo.
    Spero che il Google tablet sia più figo.
    Per andare un secondo OT: Oggi a scuola avevo tutti i compagni dietro perchè ascoltavo la musica con l’Iphone….cioè, è una cosa pazza! caz*o!

  • Exedeb

    Ragazzi, è appena arrivato il 3.1.3 per iphone.
    che schifo di aggiornamento!
    non modifica niente! IO da 5 mesi che aspetto un aggiornamento e viene questo?
    il 3.2 è fatto e non lo aggiornono? ma che sò pazzi? cioè è come se compriamo un cellulare, ma tutte le azioni li fa Apple!
    non posso farci niente! >_>
    Comunque, il tablet della Apple non è male, molto semplice, anche se assomiglia all’Iphone, allora non lo prendo.
    Spero che il Google tablet sia più figo.
    Per andare un secondo OT: Oggi a scuola avevo tutti i compagni dietro perchè ascoltavo la musica con l’Iphone….cioè, è una cosa pazza! caz*o!

  • FunkyPorcini

    I’m lovin’ it… :D
    E comunque le potenzialità offerte da Google sono notevolmente superiori a quelle offerte da Apple. Google produce un S.O., Apple produce dei terminali. Un S.O. ben strutturato può essere molto più pervasivo rispetto ad un singolo prodotto di un singolo brand. Dalla sua Apple ha la forza si un brand “elitario”, rivolto a delle categorie ben definite di end-users. Apple ha un fascino irresistibile, che spesso e volentieri annebbia gli occhi dei clienti con un carisma ed una forza che porta all’acquisto. Chi ha un iPhone percepisce di avere in mano un oggetto speciale, nonostante sia nelle mani di molte persone (e quindi nonpiù un oggetto “esclusivo”), e nonostante non abbia niente di sostanzialmente particolare da giustificare il suo prezzo. E’ il solito problema: preferire l’immagine alla sostanza. Potrei prendere come esempio la Mini: un coupè che non offre nulla che abbia un valore sostanziale tale da giustificare il suo prezzo (eccetto per il fatto che è prodotta da BMW). Eppure è un oggetto cult, e vende.
    Allora bisogna capire le macrofamiglie in cui si dividono gli acquirenti. Sostanzialmente 3 (anche se è molto riduttivo):
    gli acquirenti smaliziati, quelli che principalmente hanno un occhio di riguardo alle “capacità” del prodotto che stanno per acquistare, indipendentemente dal prezzo, e comunque sempre tenendo conto delle proprie esigenze.
    gli acquirenti che si lasciano coinvolgere dal brand, e acquistano quello che fa tendenza a prescindere dalle capacità intrinseche o dalle reali necessità che hanno.
    gli acquirenti che guardano esclusivamente ciò di cui hanno bisogno, e cercano di stare distanti dai nuovi bisogni generati dal mercato. Oppure si lasciano coinvolgere marginalmente da questi nuovi bisogni.
    infine c’è una quarta classe, che con le nuove generazioni verrà a sparire: quella degli ignoranti totali. A questa classe potenzialmente si può vendere qualunque cosa, sempre e comunque in base alle loro tasche.
    Allora il discorso da fare è un altro. Ai clienti del primo e terzo tipo (non cito il quarto perchè l’acquisto di un prodotto piuttosto che un’altro è dettato dalle capacità del venditore), sarà più attrattivo un prodotto Android (non parlo degli altri s.o. perchè nessun s.o. è paragonabile a Android, eccezzion fatta per Apple), che si posiziona su una fascia di prezzo molto ampia (presto avremo un LG da 199 € con Android) cioè dai 200 ai 600€.
    Rimangono i clienti di secondo tipo. A questi clienti non frega un cazzo di quello che viene dato loro in mano. Gli basta essere sulla cresta dell’onda, e poter fare i fighi sia con gli sbarbati che con gli smaliziati. Sono quelli della Mini.
    Facciamo molta attenzione noi “addetti ai lavori”, un cliente del secondo tipo non comprerà mai un Nexus perchè a parità di prezzo offre più caratteristiche di un iPhone. iPhone è, e resta iPhone, ossia trend. Noi stiamo lì a paragonare in continuazione i prodotti Apple con altri prodotti che a parità di prezzo offrono prestazioni superiori. E’ un paragone inutile. Perchè sono prodotti destinati a clienti di tipologie diverse.
    Concludo aggiungendo che attorno ad iTunes è nata una comunità di utenti sconfinata, che acquista e ascolta musica legalmente. E qui si crea un vincolo simbiotico con l’end-user, che si nutre di ciò che gli viene offerto quotidianamente sul suo programma di gestione dell’iPod. E’ difficile da credere, ma molta gente che conosco è passata da scaricare la musica illegalmente, ad acquistarla su iTunes. Semplicemente perchè è stata obbligata ad utilizzarlo da quando ha acquistato il suo iPod/iPhone.
    Attenzione a Google, paradossalmente può diventare molto più pericolosa di Apple, visto che conosce esattamente tutto ciò che ricerchiamo quotidianamente sul nostro palmare/netbook. Ovviamente questo fa parte di una conoscenza approfondita dei propri utilizzatori, che consente di sviluppare strategie di vendita basate su statistiche molto accurate.
    Avendo milioni di ricerche al secondo, possono ottenere la conoscenza degli interessi globali, secondo per secondo.
    Però questo Nexus One è una figata, sono sbronzo marcio, e non so quante cazzate ho scritto finora :D
    Fanculo merdeEEEE!

  • FunkyPorcini

    I’m lovin’ it… :D
    E comunque le potenzialità offerte da Google sono notevolmente superiori a quelle offerte da Apple. Google produce un S.O., Apple produce dei terminali. Un S.O. ben strutturato può essere molto più pervasivo rispetto ad un singolo prodotto di un singolo brand. Dalla sua Apple ha la forza si un brand “elitario”, rivolto a delle categorie ben definite di end-users. Apple ha un fascino irresistibile, che spesso e volentieri annebbia gli occhi dei clienti con un carisma ed una forza che porta all’acquisto. Chi ha un iPhone percepisce di avere in mano un oggetto speciale, nonostante sia nelle mani di molte persone (e quindi nonpiù un oggetto “esclusivo”), e nonostante non abbia niente di sostanzialmente particolare da giustificare il suo prezzo. E’ il solito problema: preferire l’immagine alla sostanza. Potrei prendere come esempio la Mini: un coupè che non offre nulla che abbia un valore sostanziale tale da giustificare il suo prezzo (eccetto per il fatto che è prodotta da BMW). Eppure è un oggetto cult, e vende.
    Allora bisogna capire le macrofamiglie in cui si dividono gli acquirenti. Sostanzialmente 3 (anche se è molto riduttivo):
    gli acquirenti smaliziati, quelli che principalmente hanno un occhio di riguardo alle “capacità” del prodotto che stanno per acquistare, indipendentemente dal prezzo, e comunque sempre tenendo conto delle proprie esigenze.
    gli acquirenti che si lasciano coinvolgere dal brand, e acquistano quello che fa tendenza a prescindere dalle capacità intrinseche o dalle reali necessità che hanno.
    gli acquirenti che guardano esclusivamente ciò di cui hanno bisogno, e cercano di stare distanti dai nuovi bisogni generati dal mercato. Oppure si lasciano coinvolgere marginalmente da questi nuovi bisogni.
    infine c’è una quarta classe, che con le nuove generazioni verrà a sparire: quella degli ignoranti totali. A questa classe potenzialmente si può vendere qualunque cosa, sempre e comunque in base alle loro tasche.
    Allora il discorso da fare è un altro. Ai clienti del primo e terzo tipo (non cito il quarto perchè l’acquisto di un prodotto piuttosto che un’altro è dettato dalle capacità del venditore), sarà più attrattivo un prodotto Android (non parlo degli altri s.o. perchè nessun s.o. è paragonabile a Android, eccezzion fatta per Apple), che si posiziona su una fascia di prezzo molto ampia (presto avremo un LG da 199 € con Android) cioè dai 200 ai 600€.
    Rimangono i clienti di secondo tipo. A questi clienti non frega un cazzo di quello che viene dato loro in mano. Gli basta essere sulla cresta dell’onda, e poter fare i fighi sia con gli sbarbati che con gli smaliziati. Sono quelli della Mini.
    Facciamo molta attenzione noi “addetti ai lavori”, un cliente del secondo tipo non comprerà mai un Nexus perchè a parità di prezzo offre più caratteristiche di un iPhone. iPhone è, e resta iPhone, ossia trend. Noi stiamo lì a paragonare in continuazione i prodotti Apple con altri prodotti che a parità di prezzo offrono prestazioni superiori. E’ un paragone inutile. Perchè sono prodotti destinati a clienti di tipologie diverse.
    Concludo aggiungendo che attorno ad iTunes è nata una comunità di utenti sconfinata, che acquista e ascolta musica legalmente. E qui si crea un vincolo simbiotico con l’end-user, che si nutre di ciò che gli viene offerto quotidianamente sul suo programma di gestione dell’iPod. E’ difficile da credere, ma molta gente che conosco è passata da scaricare la musica illegalmente, ad acquistarla su iTunes. Semplicemente perchè è stata obbligata ad utilizzarlo da quando ha acquistato il suo iPod/iPhone.
    Attenzione a Google, paradossalmente può diventare molto più pericolosa di Apple, visto che conosce esattamente tutto ciò che ricerchiamo quotidianamente sul nostro palmare/netbook. Ovviamente questo fa parte di una conoscenza approfondita dei propri utilizzatori, che consente di sviluppare strategie di vendita basate su statistiche molto accurate.
    Avendo milioni di ricerche al secondo, possono ottenere la conoscenza degli interessi globali, secondo per secondo.
    Però questo Nexus One è una figata, sono sbronzo marcio, e non so quante cazzate ho scritto finora :D
    Fanculo merdeEEEE!

  • Asd.. Io amo google, odio motorola e apple.

    Voglio il nexus 2

  • Asd.. Io amo google, odio motorola e apple.

    Voglio il nexus 2

  • Sei MARCIO XD

  • Sei MARCIO XD

  • FunkyPorcini

    Sono sempre marcio seba. Mi aiuta a sopportare voi merde”! XD

  • FunkyPorcini

    Sono sempre marcio seba. Mi aiuta a sopportare voi merde”! XD

  • tra l’altro la notifica mail del tuo commento funky dal liquid sono stato mezz’ora a leggerla :)

  • tra l’altro la notifica mail del tuo commento funky dal liquid sono stato mezz’ora a leggerla :)

  • FunkyPorcini

    Beh rileggendola ora, non ho scritto molte cazzate! Anzi, quoto quello che ho scritto!! :D

    • Lol … sei proprio malato

  • FunkyPorcini

    Beh rileggendola ora, non ho scritto molte cazzate! Anzi, quoto quello che ho scritto!! :D

    • Lol … sei proprio malato

  • Thevoyager

    A mio modesto parere si dovrebbe smettere con questo tono di superiorità che deriva dal fatto di conoscere (o credere di conoscere) un po’ di elettronica di consumo e qualche concetto di informatica; il fatto che molti utenti ignorino volutamente cosa ci sia dietro un telefonino non li squalifica ne autorizza alcuno a considerarli una massa di persone inconsapevoli che compra su impulso del marketing le peggio cose, io non ho iphone, ne intendo comprarmelo perchè ha dei limiti che, per le mie personalissime esigenze, lo rendono inadatto, ma questo non significa che non possa essere perfetto per altri che non siano semplicemente il sentirsi figo e alla moda, questo perchè ognuno ha il suo campo d’interesse e magari l’esigenza di poter chiamare e navigare facilmente in rete possono essere le uniche cose che interessano un utente.
    Del resto, se passasse da queste parti un esperto di marketing o un analista finanziario e scrivesse un post in chi ride in faccia alle baggianate stellari sul marketing e sulla finanza che si leggono puntualmente nei forum informatici come la prenderebbero molti?
    Pur essendo un cosiddetto “addetto ai lavori” visto che me ne occupo per lavoro da molti anni, ho sempre rifiutato l’atteggiamento di molti colleghi o conoscenti “geek” che usano toni sprezzanti nei confronti dei “babbani”, che sanno giudicare un oggetto solo misurandone i megabytes e i gigahertz e che il più delle volte dimostrano di non riuscire a capire nemmeno le più evidenti innovazioni solo perchè non rientrano nei loro schemi e preconcetti.
    Oltretutto qualcuno è in grado di spiegare come mai, nonostante i megahypersuper strumenti di analisi su tutto quello che facciamo, al lancio del Nexus non sono riusciti nemmeno ad avvicinarsi lontanamente ai successi commerciali del primo iphone (che tutto aveva fuorchè un sistema maturo e realmente funzionale)?

  • Thevoyager

    A mio modesto parere si dovrebbe smettere con questo tono di superiorità che deriva dal fatto di conoscere (o credere di conoscere) un po’ di elettronica di consumo e qualche concetto di informatica; il fatto che molti utenti ignorino volutamente cosa ci sia dietro un telefonino non li squalifica ne autorizza alcuno a considerarli una massa di persone inconsapevoli che compra su impulso del marketing le peggio cose, io non ho iphone, ne intendo comprarmelo perchè ha dei limiti che, per le mie personalissime esigenze, lo rendono inadatto, ma questo non significa che non possa essere perfetto per altri che non siano semplicemente il sentirsi figo e alla moda, questo perchè ognuno ha il suo campo d’interesse e magari l’esigenza di poter chiamare e navigare facilmente in rete possono essere le uniche cose che interessano un utente.
    Del resto, se passasse da queste parti un esperto di marketing o un analista finanziario e scrivesse un post in chi ride in faccia alle baggianate stellari sul marketing e sulla finanza che si leggono puntualmente nei forum informatici come la prenderebbero molti?
    Pur essendo un cosiddetto “addetto ai lavori” visto che me ne occupo per lavoro da molti anni, ho sempre rifiutato l’atteggiamento di molti colleghi o conoscenti “geek” che usano toni sprezzanti nei confronti dei “babbani”, che sanno giudicare un oggetto solo misurandone i megabytes e i gigahertz e che il più delle volte dimostrano di non riuscire a capire nemmeno le più evidenti innovazioni solo perchè non rientrano nei loro schemi e preconcetti.
    Oltretutto qualcuno è in grado di spiegare come mai, nonostante i megahypersuper strumenti di analisi su tutto quello che facciamo, al lancio del Nexus non sono riusciti nemmeno ad avvicinarsi lontanamente ai successi commerciali del primo iphone (che tutto aveva fuorchè un sistema maturo e realmente funzionale)?

  • Pingback: Androidiani: Unboxing Nexus One! | google, nexus one, unboxing()

  • FunkyPorcini

    Che cazzo hai scritto?
    XD

  • FunkyPorcini

    Che cazzo hai scritto?
    XD

  • nk02

    non ho capito a che cavolo serve il tuo commento. a noi utenti frega un cazzo del marketing o di questo o di quell’altro, se un terminale è anni luce avanti, c’è poco da fare.

  • nk02

    non ho capito a che cavolo serve il tuo commento. a noi utenti frega un cazzo del marketing o di questo o di quell’altro, se un terminale è anni luce avanti, c’è poco da fare.

  • freakness51
  • freakness51
  • minkia ma perchè la gente parla sempre di iphone, comparando il successo commerciale che ha avuto, con il successo(evidentemente) inferiore degli smartphone android?
    Se a me un prodotto piace, anche se ha venduto 2 pezzi, lo compro lo stesso.
    Una cosa è la qualità del prodotto, una cosa è la riuscita nel mercato.

  • minkia ma perchè la gente parla sempre di iphone, comparando il successo commerciale che ha avuto, con il successo(evidentemente) inferiore degli smartphone android?
    Se a me un prodotto piace, anche se ha venduto 2 pezzi, lo compro lo stesso.
    Una cosa è la qualità del prodotto, una cosa è la riuscita nel mercato.

  • Il commesso del negozio TIM vicino a me nel mese di Giugno dello scorso anno mi ha detto:
    “da quando è uscito il DREAM ne ho venduti 3 (praticamente 1 al mese), in compenso, questa settimana che hanno reintrodotto la pubblicità televisiva di iPhone, ne ho venduti 12 in tre giorni”
    Dove lavoro io in ufficio siamo una quarantina, io sono l’unico con un telefono android contro 8 iPhone. Questi 8 appartengono a tutte le categorie di utenti che ha citato FunkYPorcini.
    Altra osservazione: io ho “rootato” il mio dream dopo 3 giorni in quanto il firmware di M***A che aveva installato TIM rendeva il mio dream a livello di un nokia 6630, forse anche meno. Ora, che ho installato una DONUT stabile ho un telefono stabile, veloce, con multitouch sul browser, le mappe e la galleria, ho accesso ad una marea di programmi liberi o gratuiti che gli utenti iPhone devono pagare dopo 3 giorni di trial… Ma parliamoci chiaro, senza scomodare le categorie di utenti, ma considerando semplicemente l’utente medio che compra un dream oppure un magic con un software handicappato è in grado di fare tutte le operazioni per fare il root prima e mettere le varie rom dopo? oppure, ne ha la voglia? o peggio quello che entra per esempio nel forum dei TEMI e senza curarsi delle regole, chiede come C***O si fa a mettere questa o quell ROM pretendendo la risposta subito ed incazzandosi se non riceve tutte le risposte immediatamente.

    Google ha “buttato” la commercializzazione del NEXUS in un modo vorrei dire alquanto “strano” che sinceramente non ho capito. Innanzitutto il fatto che ha reso possibile la vendita solo in pochissimi paesi, poi non ha avuto il “coraggio” di mettere da subito il supporto MM per chissà quale motivo, mentre noi tutti sappiamo bene che funziona anche sul G1; poi il prezzo, se proprio ci voleva stupire avrebbe dovuto accontentarsi del doppio del suo costo $ 350.00

    Alla fine di tutto questo disarticolato discorso mi chiedo:
    non è che siamo noi androidiani 4 smanettoni che, si hanno un bel telefono con tanti bei programmi e tante belle funzioni, ma che alla fine rapprensentiamo solamente una piccolissima nicchia nel variegato mondo degli utenti telefon-maniaci?

    PS sento parlare un gran bene di Maemo, dicono che installarci un debian al suo interno sia un gioco da ragazzi, dicono sia veloce, stabile…. mahhhh

  • Il commesso del negozio TIM vicino a me nel mese di Giugno dello scorso anno mi ha detto:
    “da quando è uscito il DREAM ne ho venduti 3 (praticamente 1 al mese), in compenso, questa settimana che hanno reintrodotto la pubblicità televisiva di iPhone, ne ho venduti 12 in tre giorni”
    Dove lavoro io in ufficio siamo una quarantina, io sono l’unico con un telefono android contro 8 iPhone. Questi 8 appartengono a tutte le categorie di utenti che ha citato FunkYPorcini.
    Altra osservazione: io ho “rootato” il mio dream dopo 3 giorni in quanto il firmware di M***A che aveva installato TIM rendeva il mio dream a livello di un nokia 6630, forse anche meno. Ora, che ho installato una DONUT stabile ho un telefono stabile, veloce, con multitouch sul browser, le mappe e la galleria, ho accesso ad una marea di programmi liberi o gratuiti che gli utenti iPhone devono pagare dopo 3 giorni di trial… Ma parliamoci chiaro, senza scomodare le categorie di utenti, ma considerando semplicemente l’utente medio che compra un dream oppure un magic con un software handicappato è in grado di fare tutte le operazioni per fare il root prima e mettere le varie rom dopo? oppure, ne ha la voglia? o peggio quello che entra per esempio nel forum dei TEMI e senza curarsi delle regole, chiede come C***O si fa a mettere questa o quell ROM pretendendo la risposta subito ed incazzandosi se non riceve tutte le risposte immediatamente.

    Google ha “buttato” la commercializzazione del NEXUS in un modo vorrei dire alquanto “strano” che sinceramente non ho capito. Innanzitutto il fatto che ha reso possibile la vendita solo in pochissimi paesi, poi non ha avuto il “coraggio” di mettere da subito il supporto MM per chissà quale motivo, mentre noi tutti sappiamo bene che funziona anche sul G1; poi il prezzo, se proprio ci voleva stupire avrebbe dovuto accontentarsi del doppio del suo costo $ 350.00

    Alla fine di tutto questo disarticolato discorso mi chiedo:
    non è che siamo noi androidiani 4 smanettoni che, si hanno un bel telefono con tanti bei programmi e tante belle funzioni, ma che alla fine rapprensentiamo solamente una piccolissima nicchia nel variegato mondo degli utenti telefon-maniaci?

    PS sento parlare un gran bene di Maemo, dicono che installarci un debian al suo interno sia un gioco da ragazzi, dicono sia veloce, stabile…. mahhhh

  • Pingback: Unboxing Nexus One! | iLoveAndroid()

  • Pingback: Google-Apple è guerra! | android inside()

  • Thevoyager

    @Nk02 e pierissimo: quello che ho scritto nel mio messaggio riguarda l’atteggiamento di superiorità che molti geek hanno nei confronti di chi non si interessa di tecnologia o semplicemente usa le cose per quel che fanno, ho citato l’esempio dell’economista che si farebbe sane risate leggendo le fesserie che i non esperti di economia come esempio per far capire che sarebbe sterile atteggiarsi a superiori con chi non sa, per fartene un altro mi sembra come quei cantanti frustrati che vanno nei locali di karaoke per umiliare quelli che cantano solo per divertirsi con gli amici oppure Giovanni che si esalta per aver battuto il bambino a braccio di ferro in “tre uomini ed una gamba”, adesso rispondimi pure che non ve ne frega un cazzo nemmeno del karaoke o del braccio di ferro ;-P
    La mia provocazione sul mancato successo commerciale del Nexus era in risposta a chi diceva che Google ha mezzi e competenze immense, del successo commerciale me ne frego relativamente (sebbene il successo commerciale significa anche sviluppo futuro, maggiore possibilità di informarsi e longevità del prodotto, tutte cose che non ci fanno schifo), ho solo messo in evidenza che anche Google ha i suoi punti deboli e che uno di questi è aver sottovalutato aspetti come distribuzione e marketing, mgari i danni maggiori li pagherà HTC ma questo è un altro discorso.

  • Thevoyager

    @Nk02 e pierissimo: quello che ho scritto nel mio messaggio riguarda l’atteggiamento di superiorità che molti geek hanno nei confronti di chi non si interessa di tecnologia o semplicemente usa le cose per quel che fanno, ho citato l’esempio dell’economista che si farebbe sane risate leggendo le fesserie che i non esperti di economia come esempio per far capire che sarebbe sterile atteggiarsi a superiori con chi non sa, per fartene un altro mi sembra come quei cantanti frustrati che vanno nei locali di karaoke per umiliare quelli che cantano solo per divertirsi con gli amici oppure Giovanni che si esalta per aver battuto il bambino a braccio di ferro in “tre uomini ed una gamba”, adesso rispondimi pure che non ve ne frega un cazzo nemmeno del karaoke o del braccio di ferro ;-P
    La mia provocazione sul mancato successo commerciale del Nexus era in risposta a chi diceva che Google ha mezzi e competenze immense, del successo commerciale me ne frego relativamente (sebbene il successo commerciale significa anche sviluppo futuro, maggiore possibilità di informarsi e longevità del prodotto, tutte cose che non ci fanno schifo), ho solo messo in evidenza che anche Google ha i suoi punti deboli e che uno di questi è aver sottovalutato aspetti come distribuzione e marketing, mgari i danni maggiori li pagherà HTC ma questo è un altro discorso.

  • kinto

    @sim64one: condivido molto di quello che hai scritto. Maemo cmq è una debian. Non è che ce la devi installare dopo… Spero in una mossa seria di Nokia per il 2010 che lanci definitivamente maemo e un successore dell’ N900. Poi sarà davvero difficile scegliere…

  • kinto

    @sim64one: condivido molto di quello che hai scritto. Maemo cmq è una debian. Non è che ce la devi installare dopo… Spero in una mossa seria di Nokia per il 2010 che lanci definitivamente maemo e un successore dell’ N900. Poi sarà davvero difficile scegliere…