Google: quali sono gli annunci che determinano il ban dal Play Store?

1 dicembre 20173 commenti

Google non transige e, in maniera molto specifica, ribadisce quali sono i criteri che potrebbero causare il ban di una determinata applicazione dal Play Store.

Le “regole” di Google

Come la stessa Big G sottolinea, per garantire la migliore esperienza utente è necessario che tutti gli sviluppatori si attengano a particolari norme. Di seguito riportiamo un elenco di ads che bisognerebbe assolutamente evitare.

  • annunci che imitano l’interfaccia utente di un’app;
  • annunci che simulano una notifica di sistema;
  • annunci che occupano tutto lo schermo, che interferiscono con il normale utilizzo dello smartphone o che non è chiaro come poter ignorare;
  • annunci che vengono mostrati all’esterno dell’app in cui sono pubblicati;
  • annunci che vengono attivati dal pulsante Home o da altre funzioni ideate espressamente per uscire dall’app;
  • annunci inadatti al pubblico a cui l’app si rivolge;
  • annunci che invadono la schermata di blocco del telefono.

Leggi anche Play Store, il sistema di controllo è davvero così efficiente?

Quante volte vi è capitato di trovarvi di fronte ad annunci che, al contrario di quanto appena precisato, violano “i comandamenti” di Google?

Loading...
  • ⓇⒻ➊❾✔ᴮᴱᴸ¹⁹ᵛᴱᴰ

    Bravi.
    Così scompariranno quegli annunci che coprono l’app e parte un video che non si può chiudere….

  • vampucio

    uno sterminio

  • Niccolo Tagliaferri

    Allora tutte le app tipo Clean Master e ES File Explorer (che mostrano pubblicità sulla schermata di blocco mentre il dispositivo è in carica) o la maggior parte delle lockscreen alternative (che sono piene di pubblicità)