Google Maps Navigation presto con navigazione offline?

9 giugno 201118 commenti
Google potrebbe presto fare seria concorrenza a colossi come TomTom e Garmin, se un'indiscrezione proveniente dal sito olandese All About Phones si rivelasse vera. Pare infatti che l'azienda di Mountain View stia preparando un aggiornamento, previsto durante il corso di quest'estate, per Google Maps Navigation, in modo tale da renderne, finalmente, possibile l'utilizzo anche in modalità offline.


Ad oggi, infatti, è possibile soltanto salvare in memoria le mappe di un percorso prestabilito, ma per inserire una nuova destinazione è necessario collegarsi alla rete dati. Problematico all’estero.

Se dovesse arrivare però questo aggiornamento sarebbe possibile memorizzare sul proprio telefono tutte le mappe desiderate, ed utilizzarle comodamente, sempre e in modo totalmente gratuito.

Questa mossa permetterebbe così a Google di entrare in competizione diretta con Ovi Maps di Nokia, ma anche con i produttori di navigatori satellitari come TomTom, Garmin e Navigon.

Via

  • kirkoff

    Primo ad usarlo quando sarà off-line…

  • franzuso

    MagarA!!!

  • NAME

    con questa mossa metterebbe fine all’unico vero punto di forza dei cellulari nokia. Il navigatore offline gratuito, sempre aggiornato e super efficace.  Spero arrivi presto l’aggiornamento.

  • Anonimo

    Presuppongo che la notizia sia falsa o in ogni caso priva di fondamento, in quanto se fosse vera ai grandi produttori di dispositivi e software di navigazione GPS (Tom Tom, Garmin, ma anche i produttori di CoPilot, Navigon, ecc.) questa storia non piacerebbe molto. Le mappe di Google, per quello che le ho provate, sembra essere veramente ottime, di conseguenza speriamo in questa nuova versione software offline.

    • Maurizio Rossi

      E quindi? Se questa storia non piace a TomTom allora la notizia deve essere per forza falsa? Mi sfugge il nesso…

    • Max

      …sapessi quante cose non mi piacciono molto, ma vengono fatte lo stesso… la notizia puo’ benissimo essere vera, e in questo caso ai vari tomtom, garmin e co. non rimane che inventarsi in fretta qualcosa di innovativo da proporre al mercato, o chiudere bottega.

      Il mercato corre, chi pensa di avere in mano il prodotto definitivo e pensa solo a venderlo senza innovarsi… beh, muore.

    • Johnuopini

      Molta gente vuole un navigatore anche se ha uno smartphone, se usi spesso la macchina è molto più comodo, senza considerare i navigatori inclusi nelle auto. Inoltre il vero problema ora è Microsoft, Nokia aveva le mappe offline perchè nokia POSSIEDE navteq il secondo produttore di mappe del mondo (l’altro è teleatlas che è quello che le vende a google).

      Vedrai quando escono i telefoni nuovi WP7 se non cè OVI+Bing maps offline

  • La fine dei navigatori stand-alone…

  • Null6139

    Troppo bello per essere vero e poi finirebbe il mercato dei navigatori, tutti comprerebbero un cellulare con Android e a tutti gli altri produttori (prima fra tutte Apple) non sarebbero per nulla contenti

  • Smb

    Beh, Beh….
    La differenza tra i “superblasonati” e GMap non e’ solo l’online/offline. Gmap dalla sua dovrebbe avere mappe piu’ aggiornate (certo se le aggiorna google, senno’…) con i POI presi da piu’ fonti sempre da Google e con numerose informazioni annesse, per non parlare poi dello streetview che pero’ ora come ora viene usato al 50% dato che ad esempio non fa vedere nulla nei punti di svolta ma solo quando arrivi a destinazione. 
    PERO’ gli altri navigatori hanno gli AUTOVELOX che piacciono tanto (non a me, non me ne frega proprio niente…) e un’interfaccia grafica decisamente piu’ adeguata all’uso in macchina.

    • Johnuopini

      Le mappe di google (almeno in europa) non sono di Google, sono di navteq

  • phast

    Ottima cosa, direi. Quando avevo Nokia utilizzavo OVI mappe per muovermi a piedi in città che non conoscevo e sto attendendo di poterlo rifare con Google mappe. Non penso che sia troppo grave per le altre compagnie di navigatori satellitari. io utilizzerò sempre il mio navigon per muovermi in auto per luoghi tragitti, poiché tramite antenna integrata al navigatore ho sempre le condizioni sul traffico e mi nuovo con molta più tranquillità. Mentre ovviamente con Google dovrei avere la connessione dati sempre attiva

  • Raffaele bertin

    speriamo speriamo…spettacolo !

  • Raffaele bertin

    speriamo speriamo…spettacolo !

  • Giuseppe Califano

    Mah.. si continua a parlare di fronzoli per un navigatore che potenzialmente e per come si interfaccia in modo complementare con tutti gli altri programmi su android sarebbe il migliore rispetto a tutti gli altri navigatori (utilizzo di streetview automatico a destinazione raggiunta e il naviga verso possibile da tutti i programmi su installati e viene richiamato in automatico).

    Premesso ciò, però, c’è un dettaglio che lo rende INUSABILE, a prescindere dalle SXXXXXXXE che gli appiccicano su. Per un motivo ben preciso: l’assenza di POI veri e propri e soprattutto l’avviso per gli stessi (per autovelox etc.).
    A tutt’oggi sono costretto ad usare google e il mio vecchio symbian con tomtom e poi presi dal famoso sito, aggiornati diciamo quasi in tempo reale.
    Si potrà dire, io non adopero gli autovelox.. Ok, ma quante volte sovrapensiero nei punti autov.fissi magari ci passate a 55 invece di 50, ad esempio? Dovrei castrarmi il cervello nel pensare ad ogni metro di strada (ci sono certi tratti assurdi anche con autovelox con 30Km/h di limite). Sono ultra diligente ma a volte capita che sei su per 5-6km/h in piu (basta un secondo che non guardi sul contachilometri) ela frittata è fatta. Oramai se uno fa la solita tratta a ce serve il navigatore? A nulla, se non fosse per la sicurezza di avvisi per quei punti “pericolosi” dove anche un millesimo in più può costarti giorni di lavoro.

    Altra cosa fondamentale per me, i distributori metano (assenti o iper introvabili in Gmap). Alla fine sempre con 2 telefoni devo girare.. mah..

    Dato che tutti i navigatori, da qualche amese a questa parte, stanno facendo tutti i furbi ricattando e obbligando (secondo la loro testa bacata) l’utente ad adoperare SOLO i loro POI, TomTom in primis con l’ultima versione che toglie completamente ogni supporto poi esterno, sygic da qualche mese ha seguito la stessa politica, Navigon.. etc etc.. Solo Garmin, per il momento, pare lasciare piena libertà (ma non credo ci sia per android).

    Mi chiedo ora, possibile che google non sfrutti questo momento ricattatorio raccogliendo il malcontento degli utenti di altri navigatori? Cosa ci vuole per seguire già la politica “gratuita” dando la possibilità di caricare SEMPLICI CSV e prevedere un semplice avviso per poi? Ha quasi creato il mondo, google, questa stupidagine è ora il problema?

    Azzererebbe in un sol colpo TUTTA la concorrenza.. Non capisco proprio il motivo di tale assurdità da parte gella grande G.

    • Ciao Giuseppe
      e’ vero , la mancata integrazione di POI personalizzabili e’ sempre stata la sua pecca . ma per gli autovelox ora abbiamo redardroid che ad un prezzo contenutissimo , nella versione PRO segnala Autovelox , pattuglie , FlashRed e molto altro. Certo non abbiamo la nostra icona a dirci con precisione dove ma fino ad ora mi ha avvisato sempre e ogni volta con riscontro positivo . 
      Se posso aggiungerlo Android o meglio BigG sta aumentando ogni giorno di piu’ il gradimento verso noi clienti con agg. e App sempre piu’ performanti. quindi diamogli tempo .

      Ciao a tutti
      Vololiberoo

  • Lucascionen

    Io vorrei capire bene prima in che modalità di visualizzazione dovrebbe funzinare offline. Ho letto di persone che sperano in streetview. Io ne dubito fortemente…e dubito che funzionerebbe anche la versione satellite e lo zoom. Funzionerebbe esclusivamente la versione strada secondo me…altrimementi le mappe da scaricare sarebbero decine e decine di giga…e non lo credo possibile!

    • Smb

      Ma non c’e’ nemmeno da chiederselo, ovviamente sulla visualizzazione classica di tutti i navigatori fino ad oggi….