Google Play Libri: adesso è possibile caricare file fino a 100MB

2 marzo 201426 commenti

Durante le ultime ore il colosso di Mountain View ha rilasciato un nuovo ed interessante aggiornamento per Play Libri che modifica ed amplia alcune novità dell’applicazione Android. Con quest’ultimo update sarà possibile caricare file sul sistema Play Libri fino ad una grandezza massima di 100MB, raddoppiata rispetto ai precedenti 50MB.

Google non ha ufficialmente rilasciato alcun aggiornamento dato che il cambiamento sarà automatico per tutti gli utenti che utilizzano Play Libri.

Adesso lo spazio per l’upload di libri è raddoppiato fino ad un massimo di 100MB e ricordiamo che i file ufficialmente supportati sono:

  • PDF (senza DRM)
  • ePub

L’upload potrà essere effettuato sia tramite web che dalla stessa applicazione Android, perciò sarà possibile avere sempre i nostri libri preferiti a portata di mano.

Tramite il seguente badge potrete scaricare l’app di Google Play Libri:


Google Play Libri
Google Inc.
Gratuito
1.000.000.000-5.000.000.000
Link Google Play Store
Loading...
  • Pingback: Google Play Libri: adesso è possibile caricare file fino a 100MB | News Novità Notizie Trita Web()

  • Pingback: Google Play Libri: adesso è possibile caricare file fino a 100MB - WikiFeed()

  • Alessandro

    Google ascolta gli utenti, era partita male come app, io finché non hanno implementato il caricamento ero costretto ad usare kobo, con Google però ora ho i miei libri in cloud per sempre con tanto di segnalibro!

    • Hibs0099

      Libri acquistati o piratati? :-D

      • ciabbi

        Fa differenza?

        • Hibs0099

          Beh si, quelli scaricati per vie traverse ti fanno risparmiare diversi soldini, che di questi tempi non è male

          • Ruppolo

            Hai scaricato il manuale dei Giovani Ladri?

          • Hibs0099

            So come la pensi su questo argomento xke ti seguo anche su punto informatico, ma per me avere file craccati non equivale a rubare, x il semplice fatto che è tutto da dimostrare che uno scaricamento illegale corrisponde a un mancato acquisto

          • Ruppolo

            È irrilevante dimostrare o meno che uno scaricamento illegale corrisponde ad un mancato acquisto. Prova ad andare in un supermercato nell’ora di chiusura, riempire il carrello di prodotti che scadono quello stesso giorno e uscire senza pagare, tanto è ovvio che quella merce non potrà mai essere venduta, dimostrarlo è banale. Secondo te il giudice ti darà ragione?

            Ma al di là delle questioni legali, tu stai prendendo una cosa che non ti appartiene senza avere il diritto di prenderla. Dov’è il rispetto per il prossimo? Senza contare che stai rubando il lavoro di qualcuno. Vuoi tirar fuori il discorso dei beni immateriali? Anche un operaio fornisce un bene immateriale all’azienda per cui lavora, quindi l’azienda potrebbe fare a meno di pagarlo? Potrebbe dire “a te non ho preso nulla, sei uguale a quello di stamattina quando sei entrato”?

          • Luke_Friedman

            Ruppolo, per la prima volta siamo d’accordo. C’è del lavoro dietro un libro, dietro una app, dietro un disco. Sarebbe un dovere morale, oltre che giuridico, pagare quel lavoro.

          • Alessio

            Grande! ;-)

          • Bernard

            Come dice Hibs, se si cracca un file,un libro o altro si risparmiano molti soldi. Con la crisi di questi tempi non fa male risparmiare un po’…..

          • MJ

            Caro Bernard, che lavoro fai? Oppure, se non lavori (ancora), che lavoro ti piacerebbe fare?

            Potrei proporti un lavoro da muratore. Però nella mia ditta non ti pagherò. Sai, “Con la crisi di questi tempi non fa male risparmiare un po’…..”.

            (Se non ti va bene il muratore, posso proporti qualsiasi altro lavoro. Però non pagato, visto che “Con la crisi di questi tempi non fa male risparmiare un po’…..”).

            Cordiali saluti!

          • Golfirio Masturloni (ex Tizio)

            risparmiare è una pratica “nobilissima” che ogni buon padre e madre di famiglia adotta… ma non centra assolutamente nulla con quello che dici tu. tra l’altro il libro non è un genere di prima necessità.
            che poi l’ebook ha un prezzo spropositato rispetto al cartaceo è un altro discorso, ma il “ladrocinio” non deve essere “tollerato” e “contrabbandato” per risparmio.

          • IssaM89

            Mbè? Non mi hai convinto. Scarico lo stesso.

          • Ruppolo

            Se bastassero le parole a far desistere i ladri, vivremmo in un mondo onesto. Ma così non è, per questo esistono le polizie, i tribunali, le sanzioni e i carceri.

          • IssaM89

            Italiani, preoccupatevi dei vostri politici. Quelli sono i più grandi ladri e non chi scarica l’ultimo film di De Sica.

          • Golfirio Masturloni (ex Tizio)

            ma non può essere una questione di “quantità”, tu in realtà li stai giustificando, e fai la stessa identica cosa, solo in scala ridotta.

          • Ruppolo

            “Quelli” sono italiani come te, me e tutti gli altri italiani. Tu rubi film, loro rubano soldi: ognuno ruba ciò che può.

            “Voi siete figli del diavolo, che è vostro padre, e volete fare i desideri del padre vostro. Egli è stato omicida fin dal principio e non si è attenuto alla verità, perché non c’è verità in lui. Quando dice il falso parla di quel che è suo, perché è bugiardo e padre della menzogna”.
            Sono le parole, tradotte in italiano, di un giovane morto circa duemila anni fa, giustiziato pur essendo innocente. Il suo nome era Gesù. Era in suo potere salvarsi, ma decise di dare la sua vita per qualcosa di molto importante: la salvezza di molti di noi, anche me, te e quei politici che in questo momento stanno rubando soldi. Molti, non tutti: per avere la salvezza, infatti, occorre fare qualcosa. Se vuoi saperne di più puoi leggere alcune pagine della Bibbia, ad esempio i libri di Matteo e Giovanni, due personaggi che raccontano cose piuttosto interessanti e decisamente utili. Il passo che ho citato sopra lo trovi in Giovanni, al capitolo 8, versetto 44.

          • Daniele

            Se un app costa tot. soldi e tu momentaneamente non li hai, non sei autorizzato a rubare! Semplicemente aspetti che accumuli quella cifra e compri l’app !

          • Porco boia cane cattivone

            Si, rubare è male. Per la seconda volta sono d’accordo con ruppolo. Non chiedermi qual’è la prima perche non me lo ricordo mica…

        • Ruppolo

          Fa molta differenza.

    • Alessandro

      Io intendevo gli epub comprati da altri portali…che polverone xD

  • Pingback: Google Play Libri: adesso è possibile caricare file fino a 100MB | Crazyworlds()

  • Pingback: Google Play Libri: adesso è possibile caricare file fino a 100MB - HostingPost.itHostingPost.it()

  • Pingback: Google Play Libri: adesso è possibile caricare file fino a 100MB | Notizie, guide e news quotidiane!()