Google: arriva la guida per gli sviluppatori

14 gennaio 20122 commenti

Sicuramente, la questione della compatibilità delle applicazioni sviluppate, è di fondamentale importanza per i programmatori. Mentre chi crea software per iOS ha meno problemi di frammentazione, quelli che si cimentano con android ne hanno fin troppi perchè....

…se la devono vedere sia con diverse versioni del robottino verde, che con device con hardware diverso, il che rende ancora più problematica la gestione della compatibilità con tutti i dispositivi.

In particolare, esistono device android con display piccolissimi ed altri, come i tablet, che arrivano ad avere 10 pollici e più, tanto che anche la gestione della UI diventa difficoltosa con android.

Google conosce bene questa problematica, tanto da aver deciso di rilasciare una guida per la progettazione delle interfaccie che include, in questa prima versione, informazioni relative ai font, alla tavola dei colori, ai modelli, stili, principi di progettazione, etc etc; ed il BigG ha fatto sapere che verrà ancora ampliata.

We’re introducing Android Design: the place to learn about principles, building blocks, and patterns for creating world-class Android user interfaces. Whether you’re a UI professional or a developer playing that role, these docs show you how to make good design decisions, big and small.

Nel frattempo i programmatori possono consultarla a questo indirizzo.

 

Loading...
  • Peccato che il 90% dei componenti che consigliano di usare vanno solo dalla 3.0 in poi e il 98% dei device in circolazione è su 2.x. Per i fragments ci sono alcune compatibility libs ma è comunque scomdoo e sono limitate. Hanno cambiato tutto dalla 4 e ora stanno dicendo “adeguatevi” almeno apple fa uscire la beta di ios per gli sviluppatori 8-10 mesi prima che esca sui device cosi la gente si allinea… Poi chi lo sa magari da android 5.x cambiano tutto di nuovo e siamo da capo. La frammentazione è anche un po’ colpa loro.

    • Luigi Notaro

      Per non parlare della documentazione…fino a poco fa c’erano ancora i tutorials con gli screens della 1.6, eravamo ancora shakerati dal passaggio dal grigio fino-a-froyo al nero-post-ginger, poi di botto siamo tutti alla 4.x. Peccato che il mondo sia alla 2.x, a parte i dipendendi Google e una manciata di comuni mortali e smanettoni custom sparsi nel mondo.
      Ah, però non è frammentato, è differenziato o giù di lì. Google, io ti adoro e lo sai: però non te ne uscire con queste “genialate” ti prego -__-