Google spiega il motivo del cambiamento delle linee guida del Play Store e Facebook si scusa

29 aprile 201312 commenti

Da tempo siamo di fronte ad una vera e propria diatriba riguardante il download degli aggiornamenti delle applicazioni presenti sul Play Store. Il tutto è nato quando Facebook decise di proporre ai propri utenti di scaricare l'update direttamente dall'interno dell'applicazione e non più tramite lo store online di Google.

Come risposta a tale azione, qualche giorno fa l’azienda di Mountain View ha modificato le proprie linee guida, ricordando a tutti gli sviluppatori che è assolutamente vietato un simile comportamento. Google, dopo aver saputo della decisione di Facebook e modificato le linee guida, ha affermato che l’azienda del social network deve “aver frainteso il contratto stipulato; tuttavia il loro atteggiamento è una diretta violazione di alcuni punti fermi del Play Store. Comportandosi in questo modo, gli utenti andrebbero a scaricare applicazioni di cui non conoscono l’origine, e sarebbe molto pericoloso“.

Ad oggi, “una applicazione scaricata da Google Play non può modificare, sostituire o aggiornare il proprio codice binario APK utilizzando un qualsiasi diverso meccanismo di aggiornamento di Google Play“.

Dal canto suo, Facebook si è scusata del proprio comportamento, ricordando che non era loro intenzione violare le condizioni del Play Store, ma solamente riuscire a raggiungere tutti gli utenti in rapidità e semplicità. 

Loading...
  • Al3xDroid

    ma certo, ci crediamo tutti che i tecnici di una azienda quotata in borsa abbiano avuto una svista :)

    • Luke_Friedman

      Con fior fior di avvocati!

  • Stefano Spadaro

    Ma… per capire: gli aggiornamenti tramite playstore non raggiungono già tutti in rapidità e semplicità? O solo a me ogni giorno fa aggiornamenti?
    Facebook forse voleva proporre aggiornamenti ogni 8 ore?
    Mha… Google ha fatto solo il suo dovere.

  • AR64SH

    Esistono ad ogni modo altre App che fanno aggiornamenti fuori dal PlayStore. Edempio, Whatsapp2Date che aggiorna Wapp all’ultima versione in fase di sviluppo. In questo modo non avvengono i controlli del Google Play Store ma in ogni caso se l’aggiornamento viene fatto dai server del produttore….. non vedo cosa ci sia di male! A questo punto se proprio si devono fare dei controlli va bloccato a monte del sistema qualsiasi tipo di aggiornamento che non passi per il PlayStore e non semplicemente a livello contrattuale.

    • Technotronic

      Apple docet…
      Non vogliamo questo vero?

      • AR64SH

        Certo che no, ma quantomeno far si che l’utente possa scegliere. Disattivando le origini sconosciute si passa solo da PlayStore e si bloccano aggiornamenti in-app e da altre app che fanno riferimento ai porpri server. Attivandolo invece l’utente è libero di scegliere… Se poi succede qualcosa ai dati e al device quantomeno l’utente può incolpare solo se stesso…..Quando serve attiva e disattiva…!!!

        • Luke_Friedman

          Vabbè, mettiamo che qualcuno di malintenzionato corrompa i files dell’aggiornamento con un malware che invia le tue chat al server Facebook: questo è preoccupante, no? E poi chi è meno informato e si fida ciecamente di FB, non credi che spunterebbe subito le origini sconosciute?

          • AR64SH

            Certo ma in tal caso le conseguenze le paga Facebook! Non più Google che con il suo origini sconosciute e le clausole di contratto si para da possibili danni. Altrimenti l’unica soluzione alternativa sarebbe attuare una politica simil Apple decisamente squallida e limitante. Tu utente devi essere consapevole di ciò che fai e di ciò che utilizzi. Così come quando si usa qualsiasi sistema Linux. Di certo non mantieni l’utente SuperUser attivo ma al momento giusto lo utilizzi! Sta a Facebook mantenere in sicurezza i suoi aggiornamenti se vuole attuare una politica simile!

        • Technotronic

          Si ma sottolineavi il fatto di bloccare a monte eventuali aggiornamenti, se non proprio l’applicazione stessa installata fuori dal playstore.
          Le fonti sconosciute se vuoi le puoi bloccare anche adesso…

          • AR64SH

            Io stavo criticando la politica contrattuale! Non è per nulla vincolante visto che esistono altre app che fanno la stessa cosa. Stavo esplicando un estremismo! Non è certo una clausola che vincola gli sviluppatori che finchè la passano liscia continuano. Le origini sconosciute puoi disattivarle per l’installazione di Apk esterne. Un’app già installata che effettua solo una modifica ai file interni senza effettuare installazioni, in uno spazio dati utente, non è soggetta alle restrizioni se non ricordo male…. Mi informo meglio e ti faccio sapere ad ogni modo.

          • Technotronic

            Mmmm mi fai venire un dubbio..potresti aver ragione.
            Onestamente non ci ho mai fatto caso, anche perché è stata una delle prime opzioni che ho spuntato :p
            Eppoi cosa c’è di più bello di beccarsiun bel virozzo, che ti da quella scarica di aadrenalina e quuel senso di secchezza alle fauci! Haha :)

          • Technotronic

            PS: mi scuso se ho mal interpreta il tuo intervento ;)