Grazie a GameMaker studio chiunque potrà diventare sviluppatore Android

5 Marzo 201253 commenti

  GameMaker studio è un tool di sviluppo, ancora in versione Beta, assolutamente innovativo. I due principali pregi di tale tool sono la possibilità di compilare i giochi comodamente per tutte le principali piattaforme esistenti (Windows, Mac, iOS, Android, PSP, HTML5) senza dover perdere tempo a convertirli, e la facilità di utilizzo, tale da rendere questo sistema ottimo per aspiranti programmatori che non hanno tempo o voglia di apprendere complessi linguaggi di programmazione come Java (principale linguaggio per le app android) o C++. La portata di un tool del genere è enorme, ma andiamo con calma:

 Per iniziare: Cos’é Game Maker?

Game Maker è un tool di sviluppo per Windows e recentemente anche per Mac.  Fu creato inizialmente dal professore Mark Overmars, e nel corso degli anni è stato molto sviluppato. Ora si è giunti alla versione 8.1 e lo sviluppo è nelle mani dell’azienda YoYoGames.

Game Maker è particolarmente indicato per sviluppare videogiochi, come avrete intuito dal nome, ma nulla vieta di utilizzarlo per sviluppare altri tipi di programmi. Si tratta infatti di un tool potentissimo: un’interfaccia grafica basata su icone e sul drag and drop permette a chiunque di creare semplici giochi in brevissimo tempo e senza conoscenze specifiche. Per chi vuole passare ad un livello più avanzato, è possibile utilizzare un linguaggio di programmazione appositamente creato, GML (Game Maker Language). La sintassi del GML è basata su quella del Basic, del C e del Java, ma semplificata fino all’inverosimile, tanto che può essere appreso completamente in pochi giorni. Per fare alcuni esempi:

  • Per creare una variabile in gml basta digitare nomevariabile = valorevariabile;  Non è necessario inizializzare le variabili, o specificarne il tipo (string, Int…), se ne occuperà GameMaker.
  • Il GML è un linguaggio ad oggetti. La gestione di questi è affidata all’interfaccia grafica che permette di gestire anche progetti grandi in modo comodo. Per facilitare lo sviluppo di un gioco ogni oggetto ha già predefinite variabili come x e y, ovvero la sua posizione, sprite, ovvero la sua immagine, eccetera.
  • Sono disponibili comandi appositamente creati per facilitare lo sviluppo di videogiochi. Funzioni come collision, che automaticamente riconosce se due sprite (immagini su schermo) si toccano; oppure funzioni come move, che spostano automaticamente un oggetto su schermo.

Se non avete mai programmato in vita vostra e queste cose vi confondono, tranquilli, il linguaggio è così semplice che si impara in poche ore. Se siete programmatori più esperti e storcete il naso, liquidando Game Maker come semplice giocattolo, sappiate che il linguaggio GML pur essendo molto semplice da usare è molto completo e consente di creare importanti applicazioni. Grazie al supporto a dll esterne poi le sue possibilità sono tendenti all’infinito.

Un tool del genere purtroppo ha anche dei limiti che sono:

  • Impossibilità di gestire le risorse manualmente: la gestione delle risorse e della memoria RAM in Game Maker viene gestita automaticamente. Questo semplifica tantissimo lo sviluppo delle app ma le rende anche meno efficienti in quanto a prestazioni.
  • Linguaggio interpretato:  GML è un linguaggio interpretato. Questa cosa ha dei pro e dei contro, per avere maggiori informazioni vi rimando a Wikipedia.  Altrimenti vi basti sapere che di nuovo le prestazioni sono inferiori rispetto a quelle di un linguaggio compilato, anche se l’interprete di GM dalla versione 8 in avanti è molto migliorato in quanto a velocità.
  • Poco 3D: lo sviluppo di giochi 3D è particolarmente alieno a GM. Le funzioni 3d sono poche e se volete sviluppare giochi tridimensionali dovrete usare DLL esterne, rendendo il tutto un po’ più difficile.

Game Maker 8.1 ha un costo di 17 euro. Per i novizi è disponibile una versione Lite gratuita, comunque piuttosto completa. Vi consiglio anche di provare alcune versioni vecchie del Tool (dalla 6 in avanti), che sono gratuite o più economiche e comunque ottime.

E’ disponibile anche Game Maker HTML5 che permette appunto di compilare i giochi per Web in HTML5. Il costo purtroppo è di ben 99 euro.

Se la cosa vi interessa vi lascio alcuni link utili che vi permetteranno di imparare ad usare questo splendido tool:

  • Il sito ufficiale di YoyoGames, dove potete trovare ogni informazione utile, provare alcuni giochi sviluppati con GM e scaricare il tool.
  • La documentazione ufficiale di GM
  • Era disponibile un PDF con l’intera documentazione di Game Maker in Italiano, molto utile per chi deve imparare da zero. Purtroppo è stato rimosso dal sito ufficiale, ma è possibile sia ancora in circolazione sul web.
  • GameMakerItalia, un sito dedicato al tool in questione dove potrete trovare un sacco di documentazione e di guide in italiano, giochi sviluppati da altri, potrete caricare le vostre creazioni ed entrare in un forum.
  • Per rendere l’idea della potenza del tool vi linko due giochi particolarmente belli a mio parere: Echos,  Frozzd.

 

Game Maker Studio:

Il progetto GameMaker studio è attualmente una Beta privata. Questa è la pagina ufficiale: http://www.yoyogames.com/gamemaker/studio

L’idea è quella di compilare i progetti di GameMaker in diversi linguaggi e quindi diverse piattaforme:

  • Windows, MAC: C++. Permette quindi migliori prestazioni rispetto a Game Maker tradizionale.
  • Web: HTML5.
  • Android
  • iOS
  • PSP

GameMaker studio per ora è ancora piuttosto buggato, e non si sa quando sarà disponibile per tutti. Non si sa nemmeno il costo che difficilmente sarà contenuto, considerando la portata del tool.

In ogni caso, ci sono già applicazioni Android sviluppate con Game Maker, come Reflexions.

 

Chi di voi è interessato a diventare sviluppatore Android con questo tool?

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com