HTC: bootloader sbloccati tramite web tool

4 agosto 201132 commenti

Direttamente dalla pagina ufficiale di Facebook, l'azienda taiwanese ci aggiorna riguardo la questione dello sblocco del bootloader per i suoi smartphone Android. In breve, questo avverrà tramite un tool web based e i primi device a godere di tale procedura saranno HTC Sensation e EVO 3D, a seguire.


Ma vediamo più nel dettaglio, i punti “salienti” del comunicato di HTC:

– I nuovi dispositivi continueranno a essere commercializzati con bootloader bloccato.

– Questo mese, la versione globale di HTC Sensation riceverà un aggiornamento, seguito subito dopo da EVO 3D. Questo, non sbloccherà effettivamente il bootloader, ma getterà le “basi” per farlo.

– Lo sblocco bootloader effettivo avverrà tramite un web tool. Sarà necessario registrare un account con e-mail valida e dichiarare di sapere cosa si sta facendo e che ciò andrà ad invalidare la garanzia.

– Successivamente, bisognerà collegare il cellulare al PC con Android SDK installato, così da ottenere un codice identificativo che dovrà essere inserito nel tool per ricevere su email la chiave di sblocco.

– La chiave consentirà l’avvio della procedura sullo smartphone.

In sostanza, HTC continuerà a commercializzare smartphone con bootloader “blindato“, lasciando però agli utenti più esperti la libera scelta di procedere allo sblocco. A seguire il comunicato ufficiale.

Dopo il nostro ultimo aggiornamento molti hanno chiesto in che modo potrà essere praticato lo sblocco e, in particolare, perché gli smartphone rilasciati più di recente hanno ancora il bootloader bloccato.

Intanto vi assicuriamo che sostanziali progressi sono stati fatti verso l’obiettivo di rilasciare entro agosto il primo update software che renda praticabile la procedura su HTC Sensation. Lo sblocco del bootloader offre il pieno controllo del dispositivo, ma proprio per questo può causare inconvenienti nel funzionamento, nella sicurezza e nell’esperienza d’uso; continueremo pertanto a distribuire smartphone con bootloader “chiuso”, offrendo all’utente la possibilità di praticare autonomamente lo sblocco tramite un nuovo tool basato su Web.

Come funziona il Web tool che verrà rilasciato questo mese? Lo strumento richiederà innanzitutto la registrazione di un account con email valida e l’accettazione della dichiarazione di responsabilità sul rischio di invalidare in tutto o in parte la garanzia. Sarà quindi necessario collegare il dispositivo ad un computer con Android SDK installato, così da ottenere un codice identificativo che dovrà essere inserito nel Web tool per ricevere su email la chiave di sblocco. La chiave consentirà l’avvio della procedura sullo smartphone.

Siamo entusiasti di rendere disponibile lo sblocco del bootloader a sviluppatori e appassionati; crediamo che il nuovo Web tool sarà capace di soddisfare le vostre esigenze e garantire ulteriormente una migliore esperienza d’uso. Grazie alla community HTC per il sostegno!

Loading...