I nuovi termini di Instagram permettono di consultare le nostre immagini per sempre [UPDATE]

19 dicembre 201222 commenti
Di ciò che leggerete purtroppo non possiamo dare la colpa al celebre social network Facebook, poichè, essendo un'azienda pubblica,ha l'obbligo di poter dare la possibilità ad i suoi azionisti di far molti soldi. Non parliamo degli annunci tanto chiacchierati nei scorsi giorni ma di qualcosa che potrebbe anche riguardare Instagram, il celebre social fotografico. I nuovi Terms of Service di quest'ultimo concedono a Facebook o agli azionisti di poter utilizzare nostri elementi per i propri profitti.

Le nostre fotografie potranno essere utilizzate senza ripercussioni da qualsiasi azienda o organizzazione collegata a Facebook in modo tale da poter essere utilizzate per pubblicità e per produrre profitto. Una concessione di licenza senza bisogno di permessi.

Gli unici che non riceveranno niente da ciò ovviamente saremo noi, gli utenti. Ma per evitare ciò basterà cancellare il proprio account Instagram entro il 16 Gennaio, termine dal quale entreranno in vigore i nuovi termini di servizio.

Per salvare le vostre fotografie su Instagram potrete utilizzare Instaport, il quale salverà i vostri file in un unico ZIP. Instagram non è indispensabile e sul Play Store potrete trovare tante altre applicazioni, per esempio Flickr.

Il termine “licenza limitata” è stato sostituito da “trasferibili” e “sub-licenza“, permettendo così a Facebook di cedere in licenza le foto degli utenti qualsiasi società o organizzazione. Insomma gli utenti Instragram arrabbiati non potranno nemmeno agire in class-action in caso di fotografie prelevate senza permessi.

Voi cosa farete adesso? Certamente potrete utilizzare altri servizi di foto-sharing, quale utilizzerete?

 

[UPDATE]

Osservando le interpretazioni dei nuovi termini di servizio Instagram ha voluto chiarire la propria posizione, rassicurando tutti gli utenti con un intervento sul proprio blog ufficiale:

“Instagram users own their content and Instagram does not claim any ownership rights over your photos. Nothing about this has changed. We respect that there are creative artists and hobbyists alike that pour their heart into creating beautiful photos, and we respect that your photos are your photos. Period.”

“Our intention in updating the terms was to communicate that we’d like to experiment with innovative advertising that feels appropriate on Instagram. Instead it was interpreted by many that we were going to sell your photos to others without any compensation. This is not true and it is our mistake that this language is confusing. To be clear: it is not our intention to sell your photos. We are working on updated language in the terms to make sure this is clear.”

“Nothing has changed about the control you have over who can see your photos. If you set your photos to private, Instagram only shares your photos with the people you’ve approved to follow you. We hope that this simple control makes it easy for everyone to decide what level of privacy makes sense.”

 

Kevin Systrom, co-founder and CEO, Instagram”

Adesso è tutto molto diverso.

 

  • claucas

    il problema non mi tocca più di tanto….ho sempre utilizzato instagram per ritoccare al volo le foto e aggiungerci qualche effetto carino, ma non ne ho mai uploadata nessuna sui loro server…

  • Pol

    Account cancellato immediatamente, la proprietà intellettuale sarà anche astratta, ma è una delle più legittime e sensate. Cì sono molti altri mezzi.

  • Claudia-cipi

    faccio pessime foto e non ho alcuna intenzione di ricavarne profitto, se vogliono usarle che lo facciano pure. le foto che non voglio vengano condivise senza il mio permesso non le metto certo in rete (e non solo su instagram o facebook, ma proprio in rete in genere, che chiunque la veda può potenzialmente rubarsela e riutilizzarla come più gli piace).

    • Antonio

      Non l’ho mai usato e ora con questi nuovi termini ai possono anche andare ad ammazzare…

    • Pieza

      sono d’ accordo, in genere su FB non mi frega granchè delle foto che pubblico o pubblicano in cui ci sono anche io, perchè non faccio niente di “compromettente”.
      il discorso cambia parecchio nel caso di foto che faccio per passione fotografica, e che in effetti TUTTI, ma proprio tutti tutti nel mondo, potrebbero copiare in un click e utilizzare a loro piacimento (mi è successo).
      Ammiro le foto di chi usa Flickr ad esempio, o i disegni di chi usa DeviantArt… ma è tutto materiale che dai in pasto agli sciacalli.
      Purtroppo in internet è quasi impossibile far valere ragioni sul copyright (e che ne sai se stanno usando una tua foto in Indonesia per un sito locale?), ma dichiarare pubblicamente di farlo è un colpo basso.

      • Pieza

        Ok ho letto il comunicato ufficiale e c’è stato un malinteso, sembra. Mi pareva molto strano che un’ azienda decidesse di autodistruggersi in questo modo… magari hanno gettato l’ esca e appena hanno visto il numero di account disattivati hanno fatto marcia indietro “ops scusate tanto, abbiamo scritto male un documento ufficiale e ve ne siete accorti, scusate ora lo facciamo riscrivere alla cattiva segretaria! cativa cativa!”

  • http://www.facebook.com/m.arnone9 Marco Arnone

    aggiornatevi, instagram ha smentito tutto, non verrà realizzato niente di tutto ciò

  • http://twitter.com/NeapolisFilm Antonino Di Giglio

    Giusto per dire, che ieri è uscito un comunicato sul blog di instagram, in cui fanno capire che sono stati mal interpretati i nuovi termini, e che pertanto li stanno riscrivendo. In sostanza la propietà intellettuale e legale delle foto è e resterà degli utenti, quindi non ci sarà nessuna “vendita” senza permesso e senza profitto, a meno che non sia lo stesso utente a farlo per fatti suoi. Quello ke sarà invece accessibile sono i follower per migliorare la pubblicità (loro unico mezzo di introiti). Comunque potete leggere tutto qui: http://blog.instagram.com/post/38252135408/thank-you-and-were-listening

  • Pieza

    indiscutibile che l’ azienda sia loro e debbano inventarsi un modo per farla fruttare, ma questo è il genere di cose che fa allontanare la gente.
    Questa cosa va contro ogni regola più basilare del copyright, nemmeno un credit sul proprietario, in pratica è un furto legalizzato (poi possiamo discutere sulle foto caricate, di certo non professionali).
    ma non mi fa tanto paura il fatto che usino fotografie di altre persone per “guadagnarci”, piuttosto il fatto che possano usare le foto in cui sono riprese persone che non hanno dato l’ autorizzazione.
    La mia sensazione è che i social network finiscano per scoppiare in una bolla di sapone, perchè alla fine non rendono nulla… appena la gente si renderà conto di questa cosa: non gliene frega niente a nessuno fino a quando non gli dici “lo sai che qualcuno guadagna sulle tue foto e tu non prendi nulla?” :)

  • Dario

    Mh che meraviglia diventare gratuitamente e senza preavviso testimonial di rimedi contro l’impotenza… Non vedo l’ora.
    cancello subito l’account.

    • Dario

      Edit: instagram ha smentito, perchè non verificate gli update di una news prima di pubblicarla? Non lo cancello piu. Vorrei anzi cancellare il commento precedente ma l’ho scritto da non loggato.

  • sbrotfl

    Nooooooo ora non si possono cancellare tutti i pranzi fotografati :(

  • Pingback: I nuovi termini di Instagram permettono di consultare le nostre immagini per sempre - Android Blog()

  • a

    Troveremo le nostre facce sui cartelloni pubblicitari di questo mondo xD

  • boss_drum

    Ah beh dopo la smentita di Instagram sì che possiamo stare tranquilli……
    Facebook è rinomata per la sua etica intransigente in materia di gestione dei dati personali ….

  • Pingback: I nuovi termini di Instagram permettono di consultare le nostre immagini per sempre [UPDATE] | Notizie, guide e news quotidiane!()

  • Pingback: I nuovi termini di Instagram permettono di consultare le nostre immagini per sempre [UPDATE] | FunkySheep il Web Donna()

  • Pingback: I nuovi termini di Instagram permettono di consultare le nostre immagini per sempre [UPDATE] | FunkySheep il Web Donna()

  • Vincenzo

    Non capisco la necessità di avere questa applicazione che in molti hanno. Per modificare le foto utilizzo picsart e per pubblicarle direttamente dall’app di facebook. A mio parere è un applicazione inutile

  • Pingback: Instagram si aggiorna alla versione 3.4.0 – Androidiani | Androidiani.com()

  • anzhen

    i9300 Phone? niente di meglio di questo. così perfetto:http://955.cc/axe2