Mika Mobile abbandonerà lo sviluppo su Android, colpa della frammentazione

11 marzo 201280 commenti
Forse non tutti conoscerete il team Mika Mobile: si tratta di sviluppatori di giochi mobile che ha portato su Android due importanti titoli, ovvero Battleheart e Zombieville. Questi sviluppatori hanno comunicato che non svilupperanno più per questa piattaforma in quanto poco conveniente a causa delle difficoltà di sviluppo.

Il problema dello sviluppo di Android è dettato non solo dalle differenze tra le GPU dei vari telefoni, ma anche da differenze software che portano a difficoltà nella conversione dei giochi. La dichiarazione ufficiale è

We spent about 20% of our total man-hours last year dealing with Android in one way or another – porting, platform specific bug fixes, customer service, etc. I would have preferred spending that time on more content for you, but instead I was thanklessly modifying shaders and texture formats to work on different GPUs, or pushing out patches to support new devices without crashing, or walking someone through how to fix an installation that wouldn’t go through. We spent thousands on various test hardware. These are the unsung necessities of offering our apps on Android. Meanwhile, Android sales amounted to around 5% of our revenue for the year, and continues to shrink. Needless to say, this ratio is unsustainable.

Abbiamo passato più o meno il 20% delle nostre risorse, lo scorso anno, lavorando sul porting per Android, in un modo o nell’altro. Avrei preferito spendere quel tempo per creare nuovi contenuti, mentre ero occupato a modificare li shaders e il formato delle texture, per farle funzionare sulle diverse GPU, o a fornire supporto per i nuovi dispositivi senza crash, o cercando di far andare un’installazione che non andava. Abbiamo fatto migliaia di di vari test hardware. Questo è il prezzo da pagare per offrire le nostre app su Android. Nel frattempo, le vendite su Android sono del 5% dei ricavati annuali,e continuano a calare. Niente da aggiungere, questo rapporto spesa/guadagno è insostenibile.

Insomma, la piattaforma Android costa molto e rende poco. Lo sviluppatore non ha tutti i torti, considerando le difficoltà da parte di molti altri produttori.

[via]

  • http://www.twitter.com/XRedShark XRedShark

    Brutta botta per il mondo android, spero che gli altri non comincino a pensarla così…

  • http://www.facebook.com/serzzo Sergio Anselmo

    Non mi mancheranno i suoi stupidi giochi

    • Stefano

      Mai visti neanche lontanamente questi giochi..e poi si vede una società seria come gameloft che li produce anche per android i giochi

      • Pierfrancesco

        Non puoi confrontare una società ricca come gameloft con tanti dipendenti a questa qui…

        • Stefano

          Ma chi se ne frega..possono chiudere anche bottega..a me non mi cambia niente

    • Roccoaa24

      Se gli vanno dietro altri sviluppatori, poi voglio vedere se la pensi cosi.

      • http://www.facebook.com/people/Ufo-Foscolo/100001534562805 Ufo Foscolo

        Se devo basarmi sui giochini idioti per smartphone per scegliere un prodotto sono proprio alla frutta. Preferisco avere un sistema senza giochi e cmq aperto e di diffusione su molteplici hardware per un implementazione nel mondo della domotica che un giochetto deficiente che al massimo ci passo 10 minuti della mia vita. 

        • Andrix

          non è che sei proprio alla frutta… dipende da chi sei tu (inteso “tu” come l’acquirente)… come se ti mettessi a dire “cosa mi serve un telefono così” davanti ad un telefono con i tasti di 2×2 cm… ogni prodotto è indirizzato verso un certo target… i telefoni con i tasti grossi per i vecchi, le consolle mobile per i ragazzi/accanniti giocatori… i giochini scaricabili dallo store di applicazioni non son certo indirizzati al business-man…

        • Jay

          allora dovresti prenderti un dispositivo windows embedded handled, decisamente più diffuso in quel campo, certo non ci posso sentire la musica, ma chi è che si sceglie uno smarphone per ascoltare due canzoni?

    • Lorenzo82

      Ciao sviluppo sia x android che per iOS…. I primi programmi che ho scritto per iPad 1 girano perfettamente su iPad 2 e sul nuovo iPad. Idem per iPhone.

      Con android stendiamo un velo pietoso….. La cosa brutta non é che objective c sia meglio di android… Il problema come tutti sappiamo é la frammentazione dei dispositivi android.

      L unica soluzione per google a mio avviso é di comprare samsung e di fare il proprio googlefonino esattamente come Apple ha fatto… Non vedo altre possibilita.. Peccato perché se non fa in fretta Microsoft ruberà gran parte del mercato di android.

      • Elena

        Ciao,

        ti scrivo xchè sto cercando uno sviluppatore di applicazioni per 2 progetti.Dove ti posso rintracciare? scrivimi a : prorsumitalia@libero.it
        Grazie,Elena

  • Giovanni

    nulla di nuovo…

  • Walter

    Vsbbé, finché lo dicevo io, poteva lasciare il tempo che trova.Ma visto che lo dicono una serie di sviluppatori importanti nel panorama mobile, fossi in Google ci ragionerei e correrei ai ripari: la frammentazione hardware ci può stare, del resto c’è anche su Windows. Ma se il rapporto investimenti-profitto è così sfavorevole, è chiaro che solo i pubblisher più grandi possono reggere questa condizione. Per gli altri, conviene di sicuro sviluppare solo su iOs (e magari in un prossimo futuro anche su WPX che è una discreta via di compromesso), piuttosto che sbattersi per ottimizzare su Android.

    • StriderWhite

      importanti sto ciufolo! Se Rovio, Gameloft, Madfinger o addirittura Glu Mobile abbandoneranno Android, allora ne riparleremo!

    • Marletto Cazzone

      La via esiste Walter, e si chiama Flash.

      Guarda un po’ qui come gira la 3.2 di Air.

      Il problema principale per gli sviluppatori non è la frammentazione ma la pirateria.
      Qualunque applicazione Android la puoi trovare piratata e se questo va bene per i ragazzini (o i furbi) non va proprio per nulla bene per gli sviluppatori.

      Flash per lo meno ti permette di fae un porting in 2 secondi dell’app che hai sviluppato per iOS anche per Android e allora il gioco vale la candela, soprattutto se magari su Android non fai pagare l’app e ci metti i banner.

      • Walter

        No, ragazzi qua o vogliamo fare finta che il mercato non ha già preso una certa direzione, o parliamo solo da fanboy.

        Flash è morto. Siamo in una fase di transizione verso html5 ed entro un paio d’anni Flash (che è un mostro affamato di risorse) ce lo dovremo dimenticare in via definitiva. Non a caso lo sviluppo della versione mobile per Android è già cessato e si fermerà al supporto dell’ultima release rilasciata, senza progressi. A breve Adobe mollera anche la versione web. Non serve veramente più.

        Per la questione dei publisher invece, vi ricordo che la fortuna di Apple l’anno fatta gli sviluppatori Indie e non le grandi multinazionali. Sarò un caso sui generis, ma io non ho mai comprato nulla che fosse Gameloft, EA Mobile o altro. Compro prodotti interessanti, di sviluppatori indipendenti, a prezzi per altro modici.

        Se questa moltitudine di realtà molla Android per i motivi di cui sopra, sarà tutto a vantaggio di Apple.

        • Marletto Cazzone

          Walter mi dispiace, stai parlando per frasi fatte.

          Non parlo di Flash nel browser, parlo di Flash utilizzato per lo sviluppo di applicazioni.
          Hai visto il link al filmato che ho postato?

          Inoltre la prossima suite CS6 di Adobe permetterà di esportare direttamente in html5 utilizzando le librerie EaselJS.
          Quindi su browser si esporterà in questa maniera mentre per le app nella solita.
          E l’utente manco saprà che il contenuto è stato generato usando Flash.
          Toh qui c’e’ l’altro link dove se ne parla:
          https://plus.google.com/u/0/108881838127752282181/posts/jdtPGabyhPw

          Ah poi riguardo la pesantezza in sè del flash player… lo sai che si potrà utilizzare l’Unreal Engine con Flash?
          Guarda un po’ qui:
          http://epicgames.com/community/2011/10/unreal-engine-3-support-for-adobe-flash-player-announced/

          Quindi la prossima volta prima di scrivere per sentito dire, prima informati.
          Grazie

          P.S. Inoltre probabilmente non sai manco questo, ma hai mai visto Doom girare sul Flash Player? Non riscritto ma COMPILATO dai sorgenti originali in C tramite una tecnologia sperimentale di Adobe chiamata Alchemy e che adesso stanno integrando a livello di opcode nel compilatore normale.
          http://flashdoom.com/

          P.P.S. Scusa se sono polemico ma sinceramente mi sono proprio rotto le palle di chi parla a vanvera su Flash solo perchè un giorno tal Jobs si è svegliato dando la sua versione dei fatti per motivi che non c’entrano nulla con il flash player in sè: leggiti la biografia di Jobs e poi mi dirai.

          • Walter

            Guarda i processi e le gogne non mi piacciono, per cui la chiudo qua. Ne riparleremo a bocce ferme e vedremo chi ha ragione: tu parli di questioni strettamente tecniche, io ti parlo di strategie che prescindono da questo aspetto. Il mercato lo fa il marketing e non i tecnici.

            Che tutto possa essere scaturito da un delirio di Jobs o meno, poco importa. Importa che se non si capisce il mercato, non gli si sta dietro.

            Vedremo. Passo, e chiudo.

          • Marletto Cazzone

            Bene, lo vedremo.
            Ricordati che per il marketing è cruciale poter proporre una cosa che funziona ovunque piuttosto che dover alzare i prezzi per il porting su vari dispositivi.

            Ti hanno mai chiesto di fare dei preventivi per un’app su vari dispositivi?
            La voce “sviluppo client” viene moltiplicata per 2 come costo se lo vuoi nativo, mentre rimane singola se sviluppi in flash.
            Saluti.

        • Caronte

           lol flash è morto? HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
          HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
          HAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAAH
          HAHAHAHAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAH
          HAHAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
          HAHAHAHAHAHAHAHAAAHAHAHAHAH
          HAHAHAHAAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
          HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

          ok dopo aver riso per bene a questa enorme cazzata ti rispondi dicendoti che nel 92% dei siti internet è presente la tecnologia flash, se mi dici che lo vogliono abbattere perchè non puoi controllare è un conto ma darlo per morto solo gli applefags seguaci del cadavere di jobs possono farlo, tu hai il santino di jobs accanto al letto?

  • Federico Menegozzo

    E io che speravo ancora in una nuova versione di Battleheart….

  • Jk Italiano

    Forse e il caso d ammettere che android cosi non sta in piedi,il valore aggiunto di android e proprio il market o meglio google play….di questo passo avremo sempre piu app di merda e poca qualita.

    • Caronte

       giusto per farti capire quanto vale il tuo commento, quelli che hanno deciso di non fare giochi per android facevano giochi di merda, parlano della frammentazione veramente a sproposito in questa situazione, significa che o non sanno programmare o volevano un po di visibilità

      • JJ

        Ammesso che tu abbia anche ragione, è del tutto legittimo che le case produttrici (di software) vadano a scegliere gli ambienti dove ci sono meno rogne. Se dovessi fare una classifica, Android ha l’ambiente di sviluppo meno comodo fra tutti ad esempio…

  • Marletto Cazzone

    Avranno preso soldi da Apple.

    • Sergio

      ma tu…. riesci per una volta a non parlare male di Apple??? ma li capisci gli articoli tu? che cavolo c’entra Apple??

      • Marletto Cazzone

        Parlare male di Apple mi serve per fare abboccare all’amo gli applefan come te.
        Ce la metto la scorzetta di limone Sergio?

        • StriderWhite

          Funziona sempre! XD

        • Wolfenstein84

          Premetto che non sono un fan di Apple ma loro hanno un punto di forza che difficilmente Android raggiungerá. Un terminale solo straottimizzato e supportato per anni…..il 3gs lo è ancora.
          Giá solo questa cosa è enormemente appetibile perchè non devi smadonnare su quale terminale scegliere e sperare che lo aggiornino.

          Android lo adoro ma la strategia vincente ce l’ha sempre la Apple or ora e anche Microsoft sta seguendo la stessa scia. Quindi una svegliata bisogna darsela perchè se la frammentazione continua la vedo dura a rimanere a galla :(.
          Linux vuole combattere contro MS ma non combina nulla o quasi perchè ci sono 400 stupidissime distro di cui alcune vere e propri aborti :( ed è logico che MS abbia un netto dominio.

          • Caronte

             si ma tu lo compreresti oggi un 3gs a 400 euro che non regge il confronto con un galaxy ace da 100 euro? anche se la cagata apple è supportata?

        • Sergio

          vedi quanto stai messo male?? io ho un galaxy note.. secondo me devi fare più spesso una pausa dal tuo cervello.. o farci pace

          • Marletto Cazzone

            E allora amico, il dissociato sei tu, non io che sono un semplice troll.

        • Caronte

           applefags, si chiamano applefags non applefans, bisogna denigrarli ed umiliarli ogni volta che è possibile personaggi come sergio

          • Marletto Cazzone

            Caronte mi schianti ahahaha!
            Sparisci per un po’, poi torni su Androidiani e decidi di visionare qualche commento…
            Qundi ti fomenti in 2 secondi e fai fuoco selvaggio su tutti i commenti che non ti vanno a genio!
            Ahahahahaha mi stai superando nel livello di trollaggine, ho solo da imparare da te mon ami!
            *chapeau*

          • Caronte

             /kneel

    • baloonaloon

      Non hanno preso i soldi da apple ma dalla loro utenza visto che confermano che sulla piattaforma di Google non hanno utili mentre con altri OS continuano a lavorare
      Forse è proprio un problema di android:è seguito da troppa gente come te e quindi si degrada quotidianamente

      • Caronte

         o probabilmente vengono dal mondo apple dove ci stanno idioti come te disposti a spendere per ogni cagata ed hanno fatto dei giochi di merda su android dove nessuno li caga, cosi visto che non sanno programmare e non intendono imparare (come gli applefags) sparlano di android, guarda angry bird che hanno dovuto chiedere anche scusa quando hanno detto che avevano un problema di frammentazione quando invece era il loro tool che non era scritto bene, e lo dice chiaramente l’ideatore di angry bird, capito applefag?

  • https://www.facebook.com/JamesCarnevale James Carnevale

    BOH! Non che in molti ne sentano la mancanza…

  • Pogio

    Peggio per loro…

  • Renato Ugoni

    Effettivamente è fastidioso dover ottimizzare per ogni dispositivo… Sarebbe più facile se Google almeno obbligazioni gli aggiornamenti del sistema operativo

  • StriderWhite

    Un grosso problema è anche che molti idioti NON pagano le app ed i giochi che scaricano, poi ci credo che gli sviluppatori se ne vanno! Hai voglia poi a dire: è colpa della frammentazione, è colpa di Google, è colpa degli sviluppatori…
    Ciascuno si prenda la propria colpa da dividere in parti proporzionali!

    • Siiiiiiiiimone

      La gente che non paga le app c’è anche su Apple eh, però li le app rimangono ,anzi, nascono praticamente sempre prima per loro e poi dopo molto tempo per Android. Questo è un loro punto di forza mica da poco eh..

      • StriderWhite

        Ho idea che la pirateria su Android sia almeno il doppio (se non il triplo!) rispetto a quella su Apple!
        Il fatto che certi giochi appaiano prima su iOS e poi su Android è ininfluente…

        • marko68

          Il discorso é diverso, l’80% degli utilizzatori di iPhone non sa nemmeno come si usa iPhone al di là di telefonare messaggiare e scaricare qualche app…..figurati se sa come fare un jailbreack o cos’è la pirateria….

        • Caronte

           a dirla tutta scrivere app per apple ti costringe ad una tangente annuale previo acquisto di un computer apple per usare l’sdk, ti costringe ad usare le api di apple e a non avere nessun modo di uscire dai binari prestabiliti, ti faccio un esempio, vuoi legare il tuo gioco alla app di facebook per pubblicare i risultati, vuoi legare la tua app per fare disegni a g+ per pubblicarli, vuoi legare la tua app per fare foto con effetti speciali per pubblicarle su picasa album, sono cose che non si possono fare perchè il sistema delle app di apple è monolitico e non consente che le app “parlino” tra loro, poi un’altra cosa fighissima è il fatto che tu puoi perderci anche un anno di lavoro dietro una app e poi non te la pubblicano fornendoti come motivo “non segue le linee guida per developpers” una genialata eh? pensa come si puo sentire un programmatore nel castrato e castrante mondo apple, io sono d’accordo, agli idioti piace quel mondo perchè hanno 2 pensieri, respirare e mangiare, il resto del mondo  però che caxxo ci fa in casa apple? diventa come gli applefags?
          l’unico motivo per cui mi sta bene il mondo apple è che comprano ogni porcheria che gli propongo, veramente, perfino una app che ogni volta che tappi mette a schermo una citazione famosa mi hanno comprato, sono proprio idioti

          • StriderWhite

            Capisco, alcune di queste cose mi erano già note, altre un pò meno…diciamo che gli svantaggi di sviluppare per Apple vengono abbondantemente coperti dai vantaggi (maggiore disponibilità e volontà di esborso monetario da parte degli utenti, minori problemi di compatibilità tra dispositivi…). Certo è che se gli sviluppatori su Android non solo devono barcamenarsi tra decine di dispositivi diversi, ma si vedono anche privati della giusta ricompensa per il loro lavoro, allora forse è naturale che tanti comincino a chiedersi: “chi ce lo fa fare”?

          • Caronte

             alla fine dell’anno guadagno di più coi banner delle app su android che coi le vendite su ios, senza contare che è indubbiamente più divertente visto che posso spaziare molto di più, sia scrivendo i giochi dove posso sfruttare direttamente l’hardware fregandomene del sistema operativo o facendo semplici app legate alle api del sistema , l’unico vero limite che trovo per un programmatore in android è l’impossibilità di avere drivers open source, avendo sorgenti e specifiche il mercato delle app con drivers ad alta resa sarebbe fantastico considerando tutti i dispositivi in commercio, comunque, alla fine parlare di limiti del sistema per i programmatori non ha senso, il vero problema sono quelli che si spacciano per tali e trovano serie difficoltà nello sviluppare ciò che hanno in mente

      • baloonaloon

        Ti sei risposto da solo noi in Apple siamo i primi tutti gli altri vengono dopo compratevi anche voi fissati un iphone e i vostri problemi sono finiti
        Aggiornamenti software e app di qualità garantite sempre altrimenti continuate a rotolarvi nel fangoso mondo android dove terminali tipo il note non sono ancora aggiornati ad ics
        Questo è tutto dire

        • Caronte

           voi in apple usate la vaselina ogni volta che aprite itunes ed ogni volta che entrate in un applestore, non fai testo visto che essendo un cliente apple non capisci un cazzo

      • Caronte

         ma dai non la puoi pensare così, della serie, prima spenniamo gli idioti del mondo apple e poi la mettiamo gratuita per android,
        angry bird docet

  • marko68

    L’ho sempre detto da quando é nato android, troppa frammentazione…..e piano piano iniziano gli abbandoni…….speriamo bene che non siano in molti a seguirli!

  • http://theupwind.blogspot.com HostFat

    Scusate ma c’è una leggera differenza fra frammentazione di Android in quanto “versioni differenti” ( che è quello per cui, fino ad ora, ci si è lamentati ) e la differenza fra diversi dispositivi, diverso “hardware”.

    E’ la stessa cosa che sviluppare su console o su Windows tanto per dire.
    Su Windows, pur avendo una versione nuova ogni morte di papa, c’è chi preferisce sviluppare su console … perchè l’hardware è solo uno e rimane quello per diversi anni.

    Ripeto, quello per cui ci si lamentava sempre era la frammentazione di versioni di Android, e qui non mi pare che ci si citi questo problema.

    • Ildaz

      Ti pare che la frammentazione hw sia poca cosa?

      • http://theupwind.blogspot.com HostFat

        Mi pare una cosa “OVVIA” che c’è sempre stata.

        Ci sono sempre stati Nmila modelli di cellulari, l’unica differenza è che ora è più facile svilupparci sopra grazie alla diffusione dei vari market e grazie alle potenzialità hardware offerte e in evoluzione.Come dire appunto, sviluppiamo su console perchè su computer c’è troppa frammentazione.
        Al che l’articolo scritto qua avrebbe intitolato:
        “Mika Mobile abbandonerà lo sviluppo su Windows, colpa della frammentazione”

        Android, secondo quanto scritto … non c’entra una fava.
        A mio parere l’articolo è invalido.

        • Wolfenstein84

          Purtroppo ogni 6 mesi si sfornano troppi terminali e cio giova alle casse dei produttori ma se si continua cosi aumebterá la frammentazione e di conseguenza anche la bonta dei sistemi Android per non parlare degli aggiornamenti che diventano utopia.

        • Metallaro

          prima di tutto l’articolo non c’entra, la dichiarazione riportata mica ce la siamo inventata noi. E poi ti sbagli, la frammentazione ha non è l’unico problema. La frammentazione software non riguarda solo le differenze tra una relase e l’altra di android, ma anche i firmware buggati, personalizzati, brandizzati. Spesso un gioco funziona su un telefono e da problemi su un altro a causa delle differenze sa, nonostante i due telefoni abbiano la stessa CPU.

      • Caronte

         si ma spiegami cosa potrebbe provocarmi la frammentazione hardware a parte il non riuscire a far partire un gioco che richiede potenza grafica, le api di google sono retrocompatibili fino alla 1,5 di android quindi spiegami questo problema della frammentazione

  • http://www.facebook.com/The.Master.it Antony ︻╦╦╧─ TheMaster

    Auf Wiedersen! Almeno personalmente, non ne sentirò la mancanza!

  • Wolfenstein84

    Che serva da esempio per darsi una mossa a eliminare il problema della frammentazione.

    Ios e windows phone sono veloci e affidabili e non hanno questo problema. Google deve fare uguale, un sistema puguale per tutti e qualche lieve personalizzazipne o app da parte dei produttori STOP

  • Pingback: Mika Mobile abbandonerà lo sviluppo su Android, colpa della frammentazione | buonaguida.com

  • Reevy

    Ci credo per ios ci sono 6 dispositivi in tutto

    Per android è tutta colpa dei produttori con 1000 modelli all’anno di smartfone con ottimizzazione da cani, aggiornamenti che non risolvono un tubo in ritardo di 10 mesi.
    Per non parlare anche di quelle inutili brandizzazioni.

  • Beppe Cola

    Inizieranno a fare in tanti cosi…android è troppo frammentato…colpa dei produttori come samsung che pensa solo al guadagno…ma alla fine cosa cazzo possiamo farci…tanto loro hanno il monopolio…decidono loro punto!
    Peccato perche io credo in android nonostante alcune lacune…
    Giuseope gs2

  • http://twitter.com/dert86 dert

    possono tranquillamente dedicarsi all’ultimo firmware 4.0 lasciando stare quelli precedenti…

  • baloonaloon

    Questo articolo conferma che il disordinato mondo android presto andrà a rotoli e si auto distruggerà siete ridicoli con i vostri aggiornamenti che non arrivano mai e le vostre app di pessima qualità

    • GCamp

      Questo articolo conferma solo che sei patetico…

    • Marletto Cazzone

      Provo a risponderti non da troll.
      Ti invito a riflettere solo su una cosa e cioè che a tendere il numero di dispositivi Android surclasserà quelli Apple.
      Non perchè Android sia meglio di iOS e neppure per il contrario… il problema della Apple è che ci sono troppi concorrenti e quindi finirà per assestarsi ad una certa quota di mercato magari alta ma inferiore alla totalità di quote dei concorrenti.
      Quindi sebbene frammentato, Android sarà lo stesso appetibile per gli sviluppatori.
      Quello che non va di Android è la “pirateria” ed è secondo me il problema principale per uno sviluppatore soprattutto se indie.

      • Jurgen Kalaja

        Lo sai vero che in questo momento Apple è vicina vicina a Google come quote di mercato?? E che nemmeno due mesi fa aveva meno della metà delle quote di Google? 

    • http://www.facebook.com/people/Ufo-Foscolo/100001534562805 Ufo Foscolo

      sinceramente se devo giocare uso altro, a me basta vedere android sui frigoriferi nuovi, lavatrici, televisioni, lettori multimediali, automobili ecc… e con uno smarphone piloto e controllo tutto questo che avere un giochetto idiota su un sistema chiuso dove al massimo ascolto 2 canzoni. Sinceramente togliessero tutti i giochi non me ne accorgerei nemmeno visto che cmq 90% sono tutti giochi idioti dove hanno una longevità di 10 minuti, cessphone compreso. 

  • GCamp

    Se non sono capaci a programmare è giusto che abbandonino android… potrebbero anche cambiare mestiere…
    Addio, non ci mancherete!

  • MGONLINE

    Che Mika Mobile non avesse un bacino di utenza tale da influenzare più di tanto il mercato con la propria scelta lo si sa però che dietro a questa storia ci sia un fondo di verità è innegabile. Android è un gran bel sistema operativo forse, anzi per me quasi sicuramente, migliore di IoS 5 e successive varianti però il fatto che sia il sistema operativo che tutte le volte si deve adattare ai vari smartphone, e non viceversa, e che, per questo motivo, i programamtori devono spendere un sacco di tempo per modificare le proprie applicazioni affinchè siano compatibili con tutti i device o quasi, soprattutto nell’aspetto grafico, è veramente allucinante. Questo è sempre stato un punto a favore di Apple.
    Ovvio però che così almeno può garantire un po’ di concorrenza tra più case produttrici perchè se Google decidesse di sanapianta di farsi un proprio smartphone, come già ha tentato di fare, bloccherebbe il mercato come ha fatto Apple.
    Tra le due cose, cioè evitare che si perdano programmatori che facciano app per il nostro smartphone soprattutto quelle gratuite o avere più mercato, preferisco la seconda. Non so voi.

  • Roccoaa24

    Sono catastrofico, in questo modo si vedra la fine di android.

  • Gastons

    …..e kissene….

  • Ste

    a non tutti interessa solo giocare con lo smartphone.

  • Pierfrancesco

    Come sono fastidiosi quelli che commentano dicendo che non glie ne frega niente…non hanno ancora capito che android é troppo frammentato, ci sono troppi dispositivi e troppi ne stanno uscendo…io per questo motivo preferisco apple …ma quelli hanno un sistema così chiuso che ti fanno passare la voglia

  • Linkin_dna

    A me piace battleheart, è l unico gioco che ho apprezzato per tanto tempo sui miei device. Duro colpo per Android…ero i primi segni di “cedimento”.

  • Elektrosphere

    credo che sia una cosa ovvia! Esistono centinaia di dispositivi con Android!
    Come possono programmare giochi per così tante tipologie di prodotti!?

    Molto semplice!
    Google dovrebbe obbligare i produttori a rispettare 3 fasce di mercato.
    Bassa – Media – Alta.

    Ogni prodotto appartenente ad una o all’altra fascia di mercato deve rispettare specifiche tecniche ben precise, con valori minimi ben fissati per ogni categoria.

    Queste categorie ogni anno dovrebbero essere aggiornate e riviste.

    Facendo in questo modo, i produttori di software/giochi e simili, si potrebbero orientare molto meglio e decidere se produrre per fascia alta con certe caratteristiche o meno.

    Stessa cosa per il market che sarebbe molto più ordinato.

    • StriderWhite

      Se riesci a mettere d’accordo i diversi produttori, tanti auguri…E poi chi decide se nella fascia alta devo metterci un Tegra3 o un S4? Temo che la cosa, seppure auspicabile, non sia nella realtà fattibile!

  • http://www.facebook.com/gigitarallo Luigi Tarallo

    sarebbe ora che google vada anche incontro agli sviluppatori, e non più solo ai costruttori….potranno anche essere degli incapaci loro a programmare, ma c’ho non toglie che sarebbe meglio semplificare la vita che complicarla inutilmente….

  • Caronte

    ok parliamone, un gioco per android di buona qualità è completamente slegato dal sistema operatico, viene scritto direttamente in “c”  o c++ o altri linguaggi di basso livello che permettano di interfacciarsi direttamente all’hardware sfruttandone le risorse al meglio eliminando i vari layer del sistema, in pratica quando giochi è totalmente ininfluente il sistema operativo visto che viene bypassato dall’architettura del gioco stesso, quindi, le domande che ci si pone sono varie, o queste persone non sanno programmare e dicono cazzate tirando fuori storie come la frammentazione del sistema (ininfluente visto che i giochi di un certo calibro bypassano totalmente il sistema operativo) o vogliono solo visibilità per proporre cagate di giochi come quelli che producono

    attendo un applefag che mi venga a smentire perchè cosi parlo dell’impossibilità di accedere direttamente alle risorse hardware nel mondo apple costringendo gli sviluppatori ad appoggiarsi alle api di apple castrate come chi utilizza roba apple

  • Pingback: Nuove polemiche sui 15 minuti di rimborso per le app su Google Play – Androidiani | Androidiani.com