Play Store vs App Store: Google vince per download ma gli introiti maggiori sono di Apple

19 aprile 201485 commenti
Oltre la sfida tra sistemi operativi, Google ed Apple si sfidano anche a colpi di applicazioni, download, introiti e popolazione degli store. Un’ultima analisi su questo mercato ci è stata fornita durante gli scorsi giorni da App Annie Intelligence, azienda specializzata nella ricerca e raccolta di dati in questi mercati. I risultati del primo trimestre del 2014 confermano la dura lotta tra i due store.

Da quest’analisi sono emersi molti dettagli interessanti, derivanti maggiormente dalla grande diffusione di Android, che ormai può contare una massiccia presenza sul mercato.

Durante l’ultima analisi del Q1 2014 i dati del Play Store sono di gran lunga superiori rispetto a quelli del rivale Apple, seppur si parla solamente di download. Infatti lo store di BigG è riuscito a superare il rivale del 45% in numero di downloads.

image01-Store-Download-Revenue-Charts-520x212

Questi risultati sono stati possibili grazie ai nuovi mercati emergenti nei quali Android si sta ampiamente diffondendo, come Russia, Messico, Brasile e Turchia.

Purtroppo il Play Store è superiore al suo rivale solo per numero di download, infatti, come da sempre è stato, gli introiti per l’App Store di Apple sono superiori rispetti a quelli del rivale. Quest’ultimi sono di oltre l’85% superiori rispetti a quelli registrate dalle app Android.

In questo ultimo periodo, un mercato chiave per Apple è stata la Cina, grazie all’introduzione delle nuove reti LTE. La sfida è molto aperta e serrata e per ora possiamo considerare la sfida un vero e proprio pareggio.

 

  • stefano

    Penso sia la quarta volta in un anno e mezzo che leggo questo titolo lol

  • Stone

    Ci vuole un bel coraggio per chiamarlo pareggio

  • Pingback: Play Store vs App Store: Google vince per download ma gli introiti maggiori sono di Apple | mobilemakers.org()

  • anonimous

    Il divario che c’è tra download gratuiti e guadagni è il risultato della diffusione degli apk su internet secondo me, può essere?

    • googleizer

      Un motivo è sicuramente quello. Su iPhone “puoi farlo” solo con jailbreak mentre su android può farlo tranquillamente chiunque. E secondo me anche per il fatto delle gift card. Non tutti voglio associare la carta ad un account e con iTunes puoi usare le gift card. Secondo me con l’arrivo delle gift card del google play gli “introiti” aumenteranno di molto. Non so, io la vedo così

      • Massimo Parisi

        Non serve per forza il jailbreak per avere app pirata su iOS

    • googleizer

      Aggiungo anche che su play store molte app sono gratis ma con in-app purchases mentre su Apple le paghi e poi basta. Secondo me questi dati non sono presenti in questi risultati (ma non posso saperlo) e se ci fossero stati, probabilmente, il divario tra i due sarebbe MOOOOOOOOLTO minore.

      • Lorenzo Soannini

        Veramente anche nell’app store ci sono molte applicazioni con acquisti in-app

    • Golfirio Masturloni

      da quello che leggo il confronto viene fatto dagli store apple vs google, quindi sistemi pirata o altri store (samsung/amazon) non entrano nel computo.

      • sir.carmn

        si, ma se puoi scaricarti un apk gratuitamente di una app a pagamento, vedi che entrano eccome nel computo..
        capisciamme

        • Elias Koch

          mmm no! Visto che sono presi in conto “solo” i download dai due store.

          • Emanuele Cannone

            Non hai capito…. Uno potrebbe scaricare una app a pagamento al di fuori del playstore, quindi quel guadagno viene a mancare

          • Elias Koch

            Pienamente d’accordo ma non rientrerebbe in quei dati. Qui si analizzano i guadagni e i download dei due store principali, poi anche io penso che amazon faccia qualche numero,e magari anche Samsung..forse… certo sommare tutti gli store farebbe un panorama più veritiero per Android, secondo me i ricavi non sono così bassi ma Wiii si commentano questo dati e basta

          • marco

            Te lo spiego io molto semplicemente, se sul Play store, un app che costa 2.99€, vende 3 unità e altre 25 vengono piratate, c’è un mancato guadagno di 25 unità. Mentre su apple store, siccome è molto più complicato scaricarle abusivamente, 27 la comprano . Quindi, si, la larga diffusione e la facilità d’installazione delle apk di app a pagamento, inficia il guadagno anche dello store stesso.

          • Elias Koch

            Sono tristemente assolutamente d’accordo.se si potesse evitare il problema lasciando la libertà di installare quel che si voglia sarebbe perfetto, ma ogni piccola libertà in più porta anche a questi problemi. Certo è che segna questa possibilità si ucciderebbe una vivissima parte di programmatori che può sperimentare le proprie apk senza dover chiedere il permesso a nessuno.motivo per cui ciò avviene su Android e non su ios

        • Golfirio Masturloni

          ma… io ho capito che contano i download dai server di google ed apple, se così è… non entrano.

          • Federica De Ronzo

            Ma infatti, da quello che ho capito io, non vogliono farle entrare in questa “sfida”. Si precisava soltanto che su android è possibile bypassare il play store scaricando direttamente l’apk dell’app. Se invece si fosse costretti a passare dal play store, come accade con iOS, sarebbe tutt’altra storia anche per i guadagni, visto che si usa l’apk soprattutto per non pagare l’app!

          • Golfirio Masturloni

            quello dello scarico “illecito” dell’app è sicuramente un fenomeno da prendere in considerazione ai fini di questa statistica, ma sarei molto curioso di conoscere i download degli altri store “regolari” quali amazon store e samsung apps

    • Massimo Parisi

      non so se con la stessa facilità ma anche per le app per iOS esistono vari canali di approvvigionamento a scrocco

  • Andy

    Una cosa che non mi piace di Google,e’ che se scarico un film a pagamento su apple store lo posso vedere dovunque,su play store no.Sono in Belgio ora,e qui niente di niente.

    • Elias Koch

      spiegati, se compri il film sei costretto a guardarlo nel paese di acquisto? anche se lo scarichi sul dispositivo?

      • Andy

        Beh,prima vivevo a Barcellona,dove già’ da tempo c’era google movie(dico da tempo,che da quanto ne so’,in Italia c’e’ da poco) e mi ero scaricato 2 film.Un giorno sul treno(in Belgio),ho voluto accedere a uno di quei film,non ho potuto,e usciva un avviso con su scritto ”nel tuo paese non e’ possibile accedere a questo servizio” o qualcosa del genere.Ci provai pure a casa,e niente.Poi ho notato che i film che mi ero scaricato sul Mac da Itunes movie si che si potevano vedere.

        • Emanuele Cannone

          Forse perche ancora devono attivare questo servizio in Italia…. Siamo indietro di 10 anni sul fattore tecnologico/informatico

          • Andy

            Purtroppo…

          • Ikaro

            scusa ma se parli di Spagna e Belgio (per sapere la casa di cui parli stà in Belgio?) che centra la situazione tecnologica italiana?

        • Elias Koch

          :O
          Situazione simile..sperimento e poi scopro..

  • falcom

    Era più interessante sapere quante app sono gratuite e quante a pagamento da entrambe i fronti, questo spiegherebbe molte cose. In più valutare cosa si intende per “gratis” per ios. Ho smartphone android e aimè un tablet apple. Con android posso contare su un numero considerevole di app free, se cerco un app che fa una determinata cosa posso scegliere fra centinaia di app e per la maggiore sono free, raramente sono stato costretto a comprare un app. Su android chi sviluppa si accontenta anche di un banner pubblicitario nell’app e a pagamento senza pubblicità. Tutto cambia quando mi butto sull’app store, trovo molto meno scelta e anche per le app free a volte non lo sono veramente, direi piu trial oppure con metodi che costringono a comprarla per forza se la si vuole utilizzare senza problemi. La apple se potesse mi farebbe pagare anche l’aria che respiro. A mio parere ecco che si spiegano questi risultati…

    • Sorinzl

      Dimmi 10 applicazioni che su play Store sono free e su Apple Store sono a pagamento

      • Mufasa

        Occhio, ora ti dirà whatsapp !

    • http://giusepperoia.it/ Giuseppe79

      Fai degli esempi cortesemente???
      Anche io uso sia android che iOS è questa enorme differenza non l’ho vista.
      Minima si, ma si riesce anche con qualche ricerca a sopperire

    • Walter

      Hai fatto un’analisi campata in aria, senza domandarti quali siano le top app sulle due piattaforme e paragonando le mele con le pere. Il 99% delle app “gratuite” a cui fai riferimento sono scam o poco ci manca: Cloni e surrogati di app popolari che imitano “l’originale” in maniera spesso mediocre e nascondendo non poche insidie sia in termini di bug e vulnerabilità che di malware vero e proprio.

      La verità è che le app che contano sono distribuite (salvo rare eccezioni) usando lo stesso modello di business su entrambe le piattaforme. Questo non vale quando la controparte Android di alcune app best seller su iOS non è disponibile, e purtroppo ancora oggi non è raro non trovare la versione Android di app molto utili. E questo è frutto di una politica aggressiva, ma efficace da parte di Apple. Onore al merito.

    • Callea

      Non condivido una virgola.

      -In entrambi gli store ci sono sia app a pagamento che gratuite.

      -Su App store ci sono maggiori offerte, spesso basta mettere un’app in wish list su Appshopper e prima o poi va in offerta.
      Inoltre si possono sfruttare le varie offerte delle iTunes card nelle catene e alla fine si va a pagare un’inezia quello che su Play Store si pagherebbe di più.

      -Le app a pagamento costano un’inezia, lamentarsi di pagare uno o due euro per un’app che si ritiene utile è da luridi taccagni spilorci quando poi si è speso 500 euro per il telefono.

      -Su app Store c’è molta più scelta di app valide e sono molte più app degne di essere pagate. Io utilizzo entrambe le piattaforme e la qualità delle app su IOS sono superiori.

      • Elias Koch

        e aggiungerei, essendo quello degli iphone infinitamente piccolo..se lo riempi di banner non rimane spazio per altro

      • super

        MA lo sai che sei penoso?

    • fra

      Ok, stiamo parlando di Google Play e App Store, ma dando una guardatina in generale dei due OS, Android è aperto ed ha quindi la possibilità di acaricare applicazioni quali Aptoide, ovvero market in cui c’è tutto gratis… Su iOS questo non lo si può fare

  • little lake

    Meglio avare “poche” app ma buone piuttosto che l’85 % in più di cazzate!!!

    • Elias Koch

      ma le poche appa ma buone le hai anche se ci sono le cazzate, ma se non hai le cazzate (e tutto quello che il padre Mela decide che non vuole, in ultimo anche le app dedicate a Steeeeeeve) e basta, beh, chiedi ai russi quanto era bello andare al market sotto il regime rosso! c’era uno spazzolino, un dentifricio, una marca di pasta, un fornitore di verdura…é come l’accoglienza genovese ( per cena pasta e ceci o piglala in c**o, la pasta e ceci è finita!)

  • ilvanni

    E per forza, lì si paga pure l’aria….

    • http://giusepperoia.it/ Giuseppe79

      Mi fai degli esempi di app gratuite su android e a pagamento su App Store ???
      Tra l’altro in numero assoluto sono ci sono app gratuite su App Store

  • cerico76

    Come sotto. Su Apple Store molte app che su Play Store sono free sono a pagamento. In più’ trovare un apk e’ molto più’ semplice… In questo credo che Apple sia più’ “furba”.. Passatempi il termine…..

    • cerico76

      Passatemi…. :-)

    • Sorinzl

      Dimmi 10 applicazioni che su play Store sono free e su Apple Store sono a pagamento

  • Mufasa

    Questi commenti da fanboy sono SPASSOSISSIMI :D
    Nessuno parla di app spazzatura di cui android è il re incontrastato (visto che pubblicano app cani e porci)
    Nessuno parla dei dozzamiliardi di app dichiarate “free”, ma che di free hanno solo l’introduzione, poi si fa tutto con acquisti in app.
    Nessuno parla di come gli ads siano invasivi e fatti pure male (layout a cazzo di cane ecc..)
    Nessuno parla della pirateria, di cui android è il re incontrastato e di come possa sentirsi uno sviluppatore nel vedere il suo lavoro sparso su i vari siterelli warez
    Nessuno parla dei dozzamiliardi di app clone di altre app.

    Nessuno è buono manco a insultare “la apple se potesse fare pagare anche l’aria !111QqQqQQQQ” perchè a far pagare sono gli sviluppatori terzi, non la apple.

    Ah, io ho un android e il play store avrà anche 92 papermilioni di app, ma quelle di qualità so’ poche, deal with it. Ed ora downvotate.

    • Elias Koch

      sono convinto che l’incipit della tua perifrasi intendesse anche te nel numero. E l’ultima frase gioca in pareggio con tanti commenti ipocriti.
      Ritengo che valutando i download si calcolino “i download”, poi il revenue prende in conto oltre le vendite all’atto del download anche gli acquisti in app, da ambo i market. Pertanto sebbene ogni commentatore tiri fuori dal cilindro il mitico “purtroppo google play non guadagna quanto app store” io come utente ci vedo solo vantaggi nel trovare un sistema che tiene viva la competizione e le app a pagamento per vivere sono meno care del negozio del vicino.

      • Mufasa

        Il numero di download non ha proprio senso… è come dire che si vendono più gommose goleador che BMW (??)

        Diverso target, diverso numero di dispositivi, diverso range di prezzo, troppi elementi disomogenei per fare un confronto.

        • Elias Koch

          Beh, se tu mastichi il volante e digerisci le portine il tuo ragionamento fila. Ma poche di parla di app per smartphone, purtroppo i tuoi dubbi non hanno cagione di esistere. Sono due store dedicati pressoché identici, uno ha app per 10 dispositivi, l’altro per migliaia, unica differenza.Non vedo dove trovi tutte queste differenze, spiegami.

          • Mufasa

            Io MI GIOCO LE GONADI che il bambino di 8 anni a cui viene regalato lo smartphonetablet mediacom, per farlo contento, scaricherà mezzo play store, invece il 40enne, che usa il suo iPhoneiPad per lavoro, ne scaricherà qualche decina massimo.

            So’ proprio curioso di sapere dove li prendono sti pseudo ingegneristatistici

          • Elias Koch

            Allora, io sono ingegnere, seppure non quarantenne e uso un nexus, comunque ho sempre preferito Android dopo aver provato i due so, mio fratellino che ha 14 anni,e i suoi amici sono maniaci di iphone e vivono su fb e su instagram facendosi i selfie. T garantisco che in un anno spendo di più io che questa decina di ragazzini messi assieme, e i dati di download, ti ripeto, dicono solo quanto il market è usato, non idownload procapite. La tua generalizzazione dimostra solo il tuo fanboyismo e la tipica leggerezza di giudicare sistemi che non conosci.ed è inutile che t copri di umiltà dicendo che hai un Android non meglio specificato. Sii onesto, così mantieni un minimo di credibilità altrimenti diventi come Ruppolo

          • Mufasa

            Premettiamo che: il tuo titolo e la tua dialettica non mi fanno impressione manco pe’ niente, in più aggiungo che della tua vita privata, francamente, non mi interessa sapere niente.

            “e i dati di download, ti ripeto, dicono solo quanto il market è usato, non idownload procapite.” quindi in quest’articolo si dice che il mondo android, scarica di più.

            Meh, tanto piacere a stokauser, so’ di più, ci sono più bambini che scaricano 100k di app spazzatura, bella news davvero. Non me lo aspettavo.

            Per quanto riguarda i post di Ruppolo, ultimamente non ne vedo molti, ma me li ricordo argomentati, un po’ da fanboy, ma argomentati seriamente, non con “c’ho mio fratello di 14 anni che si fa i selfie nel bagno”

          • Elias Koch

            Ok iSheep, passo e chiudo. Ma per curiosità tutta personale che minchia vieni a commentare su un blog dove non si esalta la mela?

          • teob

            Ah bhe giusto invece è bellonavere un blog di commentatori tutti di parte dove obiettività è pari a zero. Si sentono certe sparate di gente che per difendere e giustificare quei 5/600 spesi che fanno rabbrividire

          • Mufasa

            E tu non sei un fanboy, ma un ingegnere (perchè lo fai presente ?) grande, maturo e neutrale.

          • Ruppolo

            Eh certo, io non sono credibile quando posto link a riprova di ciò che dico…

          • Elias Koch

            rieccotiii Caprolo! Ci mancavi.

            Per chiarezza ho riguardato i link che mi hai mandato, uno era del 2012, quindi eliminiamo,
            uno mostrava che su flickr gli utenti ios sono piú frequenti di quelli android (in un blog di fotografi postare roba fatta col telefono é discretamente ridicolo),
            uno mostrava l´uso di twitter tra i vari so, senza numeri ma con geolocalizzazione degli accessi, ma su sfondo bluscuro avevamo in viola scuro BB (invisibile e in penultimo layer in sovrapposizione) in grigio WP (scarsamente visibile, ultimo layer in sovrapposizione), in cyano Android (con il layer stranamento posizionato sotto Iphone) e Iphone in rossofuoco (in primo piano). se accendevi i layer uno alla volta Andr e IOs erano pressoché uguali ma tutti assieme ios era posizionato a tappo sugli altri,
            ultimo link, uso del browser. Che beh, dimostra che su ios non ci sono app dedicate visto che si fa tutto tramite browser mentre su android ogni cosa ha una sua app dedicata ;) o almeno gli utenti le usano.

            Quidni quello che dici sempre é che ios é piu usato in internet di Android, ma i link che metti dicono che ios é piu usato sui browser. Quindi non sei credibile con asserzioni totaliste.
            senza contare il tuo matrimonio con la mano destra che fotograferai da un iphone e mille altre sparate :D
            ma ci piaci cosí

          • Ruppolo

            “Per chiarezza ho riguardato i link che mi hai mandato, uno era del 2012, quindi eliminiamo,”

            Giusto eliminare le cose fastidiose :-)))

            “uno mostrava che su flickr gli utenti ios sono piú frequenti di quelli android”

            Mostra, non mostrava. I dati vengono infatti costantemente aggiornati.

            ” (in un blog di fotografi postare roba fatta col telefono é discretamente ridicolo)”

            Ridicolissimo:

            http://proof.nationalgeographic.com/2013/10/07/capturing-the-aura-of-the-scottish-highlands-with-the-iphone-5s/

            “uno mostrava”

            Mostra, non mostrava. I dati vengono infatti costantemente aggiornati.

            “l´uso di twitter tra i vari so, senza numeri ma con geolocalizzazione degli accessi, ma su sfondo bluscuro avevamo in viola scuro BB (invisibile e in penultimo layer in sovrapposizione) in grigio WP (scarsamente visibile, ultimo layer in sovrapposizione), in cyano Android (con il layer stranamento posizionato sotto Iphone) e Iphone in rossofuoco (in primo piano). se accendevi i layer uno alla volta Andr e IOs erano pressoché uguali”

            Pressoché uguali?

            E dimmi, come fa il 78,1% di Android a produrre un risultato “pressoché uguale” al 17,6% di iOS? (dati di mercato IDC riportati su questo blog in Febbraio 2014)

            “ultimo link, uso del browser. Che beh, dimostra che su ios non ci sono app dedicate visto che si fa tutto tramite browser mentre su android ogni cosa ha una sua app dedicata ;) o almeno gli utenti le usano.”

            Infelice arrampicata sugli specchi, perché di app dedicate ce ne sono sempre state, ce ne sono e sempre ce ne saranno PIÙ su iOS che su Android. Tutto viene sviluppato PRIMA per iOS e POI per Android (SE viene sviluppato, perché a volte non viene sviluppata la versione Android, dato che non è remunerativa, come questo articolo ci evidenzia).

            “Quidni quello che dici sempre é che ios é piu usato in internet di Android, ma i link che metti dicono che ios é piu usato sui browser.”

            No, non solo sui browser, anche su TUTTI gli altri servizi. Ma se si in grado di smentirmi anche con UN SOLO ESEMPIO, prego…

            “Quindi non sei credibile con asserzioni totaliste.”

            TU non sei credibile, infatti non hai postato 1 solo link a confutazione dei miei.

            “senza contare il tuo matrimonio con la mano destra che fotograferai da un iphone e mille altre sparate :D ma ci piaci cosí”

            Il mio matrimonio verrà immortalato da una serie di iPhone 5/5S, e non da me. Ma le foto non verranno postate sul National Geographics, anche perché io, a differenza di Jim Richardson, non lavoro per quel “blog di fotografi”.

          • Elias Koch

            Grazie di esistere, mi stai relegando la pausa pranzo, e pertanto non mi dilungo. Io non potrei mai confutare un tuo commento, al massimo smentire, e per far ciò dovrei sprecare tempo su Internet a cercare dati, ma visto che le mia vita vale di più, lascio che sia tu a fare questo lavoro a favore della apple, che t pagherà il pranzo di sicuro per il tuo impegno. In ultimo a differenza tua, se mai la apple o wp facessero un telefono che reputo migliore di quello che ho ora, io cambierei senza rimorso, visto che è la mia felicità e non l’ha mia religiosità che mi fanno stare bene.. cheers capra

          • Giardiniere Willy

            e i bimbi con l’ipad e l’iphone non li conti quando scaricano mezzo app store? no, perché la apple vende prodotti per gente matura e diligente…. ù.ù

          • Mufasa

            NO, ma un mediacom costa 80, un iDevice a caso 800.

            Se tu avessi un bambino di 8 anni che vuole a tutti i costi un cosetto per giocare, nel caso volessi farlo contento, gli affideresti un mediacom o un iPad da 600€?

          • Io

            Un iPad, certamente.
            Ma non li vedi Dio Santo sti bambinelli tutti “Fighetti xD ke kazzo le selfie nel cesso xP” che han tutti gli iPhone ecc.. solamente perchè va di M O D A. Io mai visto bambini che si fanno le selfie con un mediacom. (l’ultima frase, ovviamente, è “ironica”)

          • Mufasa

            Io parlo di bambini piccoli, sotto i 10 anni.

            Ci sono i genitori che gli regalano un iPad di 600€, ma per ognuno di loro, 10 coppie di genitori regalano un mediacomgalaxy randomTab da 100€.

          • roberto85

            Ma tu sei malato…. cambia Blog vai via tanto qua le mele smorzicate le diamo ai porcci… cmq ho visto più bambini con ipad che con mediacom…. e poi quelli sotto i 10 anni cavolo gli do un sapientino nn un tablet. Ciao.

          • Elias Koch

            ricordiamoci cosa successe in america per la gestione degli acquisti inapp dei giochi..La classaction per farsi rimborsare delle spese effettuate dai “bambini” erano tutte su IOS, quindi a sti quarantenni lasciamogli il diritto di scegliere il sistema che preferiscono, poveretti

          • ArcheoGian

            Guarda che ci sono pure bambini di 8 anni a cui viene regalato l’ipad e 40enni che usano telefoni/tablet per lavoro fedelissimi ad android.

          • Davide

            E le perderesti!! per prima cosa i tablet cinesi fino a poco tempo fa NEPPURE LO AVEVANO IL PLAY STORE.. se tu non lo sai android è free, ma le google apps, no. Quindi molti tablet cinesi usavano android senza gapps, ma con pseudo market alternativi. E anche quelli che ce l’hanno non possono mica generare tutti questi download perchè la maggior parte di applicazioni sul playstore sono incompatibili, e poi con lo spazio che hanno questi tablet che gli metti?
            E i guadagni sull’apple store da chi derivano? Davvero pensi che il 40enne che usa il tablet per lavoro vada a spendere centinaia di euro in app sull’apple store? Ma dai.. al massimo quello compra quel paio di applicazioni che gli servono, sia che abbia un ipad piuttosto che un galaxy note.

    • teob

      Su tanti altri blog sono usciti i dati una ricerca che metteva l accento su quante app spazzatura ci siano. App tra le prime 5 proposte dalla ricerca ed alcune anche in prima pagina nello storie.app che non altro che pubblicità o peggio malvare. Ma qui pare vietato parlare male di queste cose

    • lol

      Mufasa, ma non eri morto o.o ???

  • fabio

    Adesso passero una pasqua serena dopo aver letto cotanta notizia che nella mia vita quotidiana mi sarà di vitale utilità !!!!! Puahhhh banda di cornuti

    • Giardiniere Willy

      adesso che so questo sarò anch’io molto più felice!!!!!
      Ora a parte scherzi, se la ritieni inutile, zitto e rispetta chi non la pensa come te (perché sottolineando la sua inutilità, hai indirettamente criticato chi l’ha commentata)

  • LoSbronzo

    È anche vero che chi vende un rene per prendersi iPhone e iPad non si fa troppi problemi a comprare un’app da 2€

    • http://giusepperoia.it/ Giuseppe79

      Invece chi compra s5, one o experia z 2 euro non ce li ha?

  • bartweb mitiko

    È normale! Il s.o. apple è chiuso quindi se vuoi 1 app decente lo devi pagare. l’android essendo un sistema aperto e avanti riesce ad avere malta app valide create da utenti x. Altrimenti non vrebbe avuto questo successo

    • http://giusepperoia.it/ Giuseppe79

      Il numero di app gratuite è superiore su App Store che su google play.
      Questi risultati si devono solo al numero di dispositivi.
      Poi non so se contano le app che un nuovo telefono android scarica in automatico appena lo accendi, se no la forchetta si ridurrebbe moltissimo.
      In fine, le app buone sono poche sia da una parte che dall’altra

  • pirata_1985

    scaffali virtuali

  • Andrea

    Io invece molto spesso trovo app di seconda scelta molto valide su android invece su ios non trovo una mazza…

  • Ikaro

    non vi sembra di aver scritto un articolo un pò di parte?
    Secondo voi a Google, Apple e sviluppatori cosa interessa? il numero di download o gli introiti…
    bisogna avere anche un pò di coscienza critica :) sennò poi ci si ritrova con gente che si chiede perchè le app arrivino prima in Ios…
    dire finisce con un pareggio dopo aver detto che l’apple store ha l’85% di introiti in più del google play, è una castroneria che non stà in piedi almeno mascheratelo meglio :D

  • http://giusepperoia.it/ Giuseppe79

    Prima cosa una domanda, le app che si scaricano in automatico appena attivi un dispositivo, si contano o no???
    Poi pareggioooooooooo???????
    Ma voi preferite avere conto pubblicità sul sito e guadagnare 100 o avere 50 pubblicità e guadagnare 200???
    Per cortesia, anche se siamo su un forum dedicato ad android, cercate di essere obiettivi oppure non passate notizie sfavorevoli cercando di farle passare per positive

    • robby0070

      Hai ragione sull’aspetto del guadagno ma io preferisco di molto il play Store perché ci sono tantissime app gratuite e comunque costano sempre meno che in ios…. Quindi per me questa battaglia la vince Android

      • Sorinzl

        Mi fai degli esempi di applicazioni gratuite su Play Store e a pagamento su Apple Store?

        • robby0070

          Di app che sul play Store sono gratuite e che sull’app Store siano a pagamento non credo che c’è ne siano ma solitamente su Android costano meno.. Esempi ora Non ne vengono in mente anche perché ho solo device Android

      • http://giusepperoia.it/ Giuseppe79

        In numero assoluto ce ne sono di più su App Store.
        Mi fai degli esempi?
        Oppure parli così perché lo dicono tutti?

  • Lorenzo Bri

    Ma era ovvio!! Su eppol store la maggior parte delle applicazioni sono a pagamento!

    • Federica De Ronzo

      Non è per quello…su android invece di pagare ti scarichi l’apk e via. È ovvio che poi ne risentano i guadagni

  • Walter

    Visto che né Apple né tanto meno Google vivono per la gloria, questo dato è determinante, perché fa capire come il mercato dei profitti sia ancora in mano ad Apple. Google ha fatto grossi sforzi per far diffondere Android, ma a conti fatti ciò che ne ha ricavato indietro non è ancora paragonabile a quello che Apple guadagna con decisamente meno sforzo, visto che vende in “monopolio” il suo prodotto e con una catena del valore più efficace, visto che produce di fatto solo due prodotti, in poche varianti che differiscono solo per la memoria disponibile o per la presenza di un paio di antenne, nel caso di iPad.

    Insomma: I profitti per Apple sono ancora maggiori ed è su questo terreno che si gioca (e si vince) la battaglia. Android potrà essere anche sull’ottanta percento dei device mondiali, ma di per se non significa niente e questo report lo dimostra ancora una volta.

    Google diffonde Android di fatto gratuitamente, Apple invece guadagna dalla vendita del proprio hardware con in bundle i proprio software.

    La battaglia sugli app store è ancora una volta vinta da Apple.

    Google domina il segmento ADV e quello della ricerca in maniera schiacciante. Tutto come 5 anni fa.

  • Luca Savoja

    Ci credo, ho amici che con iphone spendono 100-150 euro all’anno in app, io se ne spendo 5-10 è tanto :|

  • Ruppolo

    Pareggio? Android perde su entrambi gli aspetti considerati. Perde anche sul numero di download. Non so voi, ma a me le proporzioni sono state insegnate alle scuole medie inferiori. Se 100 utenti Android fanno 80 download e 10 utenti iOS fanno 8 download, c’è parità di download.