[Recensione]Rayman: Jungle Run

30 Settembre 201221 commenti

Ormai è passato quasi un anno dal lancio di Rayman Origins da parte di Ubisoft, gioco che ha ricevuto pareri molto positivi dalla critica e dagli appassionati di platform. Rayman: Jungle Run è stato rilasciato per iOS e Android da pochi giorni, e condivide con Origins il motore grafico, pur semplificando il gameplay. A seguire la recensione completa:

Scheda:

  • Sviluppatore: Ubisoft
  • Data uscita: 20 settembre
  • Prezzo: 2,39 euro
  • Download: Play Store

Rayman: Jungle Run è un gioco “Auto runner”, ovvero, il giocatore non avrà il controllo sui movimenti del protagonista. La mascotte Ubisoft infatti correrà automaticamente per tutti i livelli, e spetterà al giocatore impedirgli di cadere, di farsi uccidere dai nemici e di prendere il maggior numero possibile di lum.

Il gioco è diviso in 4 mondi, ognuno con 9 livelli + uno bonus. Nel primo mondo l’unico comando possibile sarà far saltare Rayman, mentre nei mondi successivi verrà aggiunta gradualmente la possibilità di usare l’elica, di correre sui muri e di attaccare. Tale sistema si rivela assolutamente azzeccato: i primi livelli saranno molto semplici, permettendo al giocatore di ambientarsi, e il gameplay si arricchirà man mano che si avanza nel gioco, impedendo di annoiarsi dopo i primi livelli.

La scelta di non lasciar controllare i movimenti di Rayman potrebbe essere criticata da alcuni giocatori, che magari si aspettavano un gioco più simile a Origins per PS-Vita. Tuttavia il gameplay, per quanto semplificato, è assolutamente divertente e adatto ai controlli touch.

Gli scenari sono abbastanza vari e riprendono lo stile di quelli già visti in Origins. Con la controparte per console casalinghe Jungle Run condivide anche il motore grafico e, fortunatamente, la qualità grafica, veramente di ottima fattura.  Anche la colonna sonora è purtroppo ripresa da Origins, ed è costituita da alcuni motivi piuttosto sgradevoli.

Il gioco non è particolarmente difficile, anche se alcuni livelli richiederanno di essere giocati diverse volte per essere superati, e può durare una o due ore a seconda dell’abilità del giocatore. Ma una volta completato, i giocatori dovranno rigiocare i livelli precedenti per prendere tutti i lum e sbloccare i 4 livelli bonus, impresa non semplice e che richiederà diverse altre ore di gioco.

A livello tecnico, Jungle Run è molto curato: su Galaxy Nexus non abbiamo riscontrato alcun rallentamento, nemmeno lieve, e nessun bug. I caricamenti sono praticamente immediati e la batteria non viene eccessivamente consumata.

Riassumendo:

  • Gameplay: 9. Abbastanza semplice e immediato, ma molto divertente e curato.
  • Grafica: 10. Forse il punto di forza di Jungle Run è proprio la grafica: ogni elemento è stato disegnato con moltissima cura, le animazioni sono  assolutamente fluide e gli sfondi molto curati ed artistici.
  • Longevità: 7. Per portare a termine il gioco servono meno di 2 ore, che possono salire se si tenta di sbloccare i livelli bonus. Potrebbe sembrare una grossa limitazione, ma bisogna tener conto che, se il gioco durasse molto di più, rischierebbe di stufare i giocatori prima di essere portato a termine.

Giudizio finale:

  • 9/10: Rayman Jungle Run è uno dei migliori titoli disponibili su Play Store, e non può mancare sul telefono di un appassionato di platform. L’unico difetto potrebbe essere la longevità, ma tenendo conto del prezzo molto basso, è perdonabile.

 

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com