RedPhone: ecco come effettuare le chiamate criptate con Android

20 luglio 201221 commenti

Sul Google Play Store è stata rilasciata un'applicazione abbastanza particolare in grado di aumentare la sicurezza durante le chiamate. L'applicazione si chiama Red Phone e consente di effettuare chiamate sicure tramite Android.

Come funziona l’applicazione? Il concetto è abbastanza semplice e basta che i due interlocutori abbiano l’applicazione installata per consentire di crittografare in modo sicuro una conversazione.

L’applicazione già esisteva in passato ma dopo l’acquisizione di Twitter fu rimossa dallo Store. Fortunatamente sono stati rilasciati i sorgenti che hanno reso l’applicazione open source.

L’applicazione RedPhone durante il normale utilizzo crea un tunnel criptato in grado di rendere le chiamate sicure al 100%. Il suo uso in alcuni Paesi potrebbe essere vietato e la sua “vita” sul Google Play Store potrebbe essere molto breve.

Voi cosa ne pensate? Vi lascio il link per il download:


porting applicazioni iphone android

Link AppBrain | Link Google Play Store

Loading...
  • Pingback: RedPhone: ecco come effettuare le chiamate criptate con Android | Notizie, guide e news quotidiane!()

  • Giovanni Coclite

    a qualche politico italiano potrebbe servire e come!!

    • Iksls

      qualche?? Io direi che servira’ a tutti i politici, tanto sono tutti ladri

  • giulio

    Hahaha bravo giovanni

  • LookedPath

    ma richiede connessione a internet o usa la rete gsm e fa una chiamata normale? come cavolo fa a criptare una chiamata senza costi aggiuntivi per l’utilizzatore se non usa internet? mi piacerebbe approfondire…

    • elegos

      ovviamente utilizza internet, ma tramite protocollo SSH

      • ssh?!?!?!
        alla base di questa appa non c’è ZRTP?!?!

        • LookedPath

          Se fosse via ssh come fa a sincronizzare le chiavi private per decrittare? A meno che non ne abbia una uguale per tutti ma a questo punto sarebbe inutile.

        • elegos

          Sì scusa, una svista, Comunque dubito utilizzi un servizio RT, neanche i provider internet fissi riescono a dare queste i QS necessari, figuriamoci gli operatori cellulari.

  • wonderdroid

    della serie,no tranquilli non ci spiano,e intanto….

  • Bradiesel

    Ma a chi interesserebbe ascoltare le mie conversazioni? Credo che per quanto uno possa avere del tempo da perdere sarebbe davvero umiliante per lui ascoltare le mie conversazioni telefoniche.. Quindi per il momento me ne privo.. se un domani dovessi fare il politico o il narcotrafficante potrei farci un pensierino..

    • davide

      Di questi tempi i termini politico e narcotrafficante (o LADRO) vanno sempre a braccetto :)

    • dragondevil

      non bisogna essere un politico o un pezzo grosso per poter fare conversazioni “non sicure”, basta dire a telefono che 6 riuscito a non pagare l’iva su un certo scarico di merci e subito vieni rintracciato.
      che quest’app sia sicura o non sicura le conversazioni “non sicure” continueranno ad essere fatte a voci, per molto molto tempo in quanto non c’è nulla di meglio di parole che volano al vento sparendo nel successivo attimo!!

  • thanos

    non funziona!!

  • suzlapulvo

    Non male. Di fatto quì in alto adige “stranamente” spesso la linea viene interrotta dal beep delle trasmittenti e ogni tanto si sente parlare gente su citofono in dialetto locale tedesco ecc. Anche quando si è fuori italia… mah… e poi ti capita pure di capire chi ti ascolta perchè non spengino nemmeno il microfono. Non dico sia la pula ma dalle conversazioni l’idea la da…

  • Purputiello sound machine

    E’ interessante notare come gli italiani non abbiano nulla da nascondere e ci tengano in ogni momento a dire che non c’è alcun problema a farsi intercettare, salvo poi denunciare tutti quando ricevono una telefonata o una mail dalla Mediaworld per una promozione, ipocriti al massimo, io per quelli che non hanno nulla da nascondere proporrei l’operazione “massima trasparenza”: voglio sapere se gli tira, se usano le manette a letto, e ovviamente devono sentirsi liberi di dare password e dati sensibili al telefono e per e-mail, certi che anche se intercettati nessuno mai approfitterà di queste informazioni (ahahah…), che loro non avrebbero problemi a divulgare in rete, filmini genere “private” compresi. Ma fatemi il piacere…

    • Simo

      La tua stupidità,è difficilmente paragonabile a qualcosa se non alla rabbia che mi ha procurato il tuo commento e puoi non credere che io raramente in vita mia ho insultato qualcuno,ma un inutile saputello come te non merita altro trattamento.
      Se una società prende nostre informazioni a nostra insaputa commette un’illecito e per tale atto ce già una legge che non lo permette anzi punisce.
      Chi può utilizzare tue registrazioni tramite mandato è solo un’organo governativo,per cui questo programma non servirebbe a nulla perché avrebbero gli strumenti per poter utilizzare le intercettazioni.
      Ma facci il piacere tu di studiare un po’ le leggi prima di fare paragoni inutili solo per buttarla a livello politico anche se in questa circostanza non centra nulla.

      • pippo

        molte volte ce un’illecito, e magari uno vuole tutelarsi proprio da questo, anche quando a compierlo è un’organo dello stato (e naturalmente non è solo per buttarla a livello politico che non c’entra…ops, centra..). Che poi sia o meno efficace (nel senso che chi è “del mestiere” riesca comunque a decrittarla) è un altro discorso…

  • mintraspcineseFurGonCin

    il tunnel criptato è uguale al tunnel carpale ?

  • Pingback: RedPhone: ecco come effettuare le chiamate criptate con Android | Mandave()

  • pippoz

    ma usa internet o fa una normale chiamata che invia audio “criptato” che il software decripta? In tal caso qual’è la differenza tra l’usare Skype (o un qualunque voip) o questo?