Smartphone: è aperta la sfida sul riconoscimento vocale

12 ottobre 201128 commenti

Prima c'era il Symbian con il suo riconoscimento vocale, poi si è aggiunta Google con l'applicazione Voice ed ora è scesa in campo anche Apple con il Siri, ma questi software facilitano veramente la vita degli utenti ?

Per quanto mi riguarda, da anziano utilizzatore prima Symbian ed ora Android, non sono ancora riuscito a trovare un software che faccia al caso mio.

Onestamente non conosco il motivo di questa difficoltà, sarà forse per la mia voce orrenda, o per la mia “erre” moscia, o forse per il fatto che li uso sempre in auto con il rumore, l’unica cosa che sò, è che siamo ancora lontani dalla dettatura senza errori o dal far eseguire al telefono operazioni particolari senza che si perda il doppio del tempo….

Siri, l’applicazione della Apple, promette di ridurre al minimo gli errori,  perchè combina riconoscimento vocale, intelligenza artificiale ed si integra perfettamente con le altre applicazioni integrate nell’iPhone di Apple.

Ma c’è un software che, a detta degli utilizzatori, batte tutte le aspettative e cioè il Trulyhandsfree Voice Control 2.0 – di Sensory che, nonostante il nome così complicato, viene definito “impressionante” per il suo funzionamento.

Ecco infatti cosa dice Michael Morgan dell’ABI Research di New York :

Gli sviluppatori devono aver usato qualche “magia” per fare in modo che le istruzioni possano essere impartite allo smartphone anche in ambienti particolarmente rumorosi.

Questo software, diversamente da Google Voice, Vlingo e Siri, resterebbe sempre “in ascolto” essendo addirittura capace di discernere i comandi a lui destinati dalla voce destinata ad altre persone o dai rumori circostanti.

L’applicazione di Sensory è per momento compatibile solo con i telefoni Android. Se qualcuno l’ha provata ci faccia sapere se effettivamente è così straordinaria come dicono.

Via

 

Loading...
  • Skeith

    Se sapessi dove trovarla la proverei. o_ò

  • ignazio giannossi

    ho provato a cercarla,ma non la trovo ..

  • ignazio giannossi

    ho provato a cercarla..ma non la trovo nel market :S

  • gerry

    sul market non c’è? qualcuno sa dove reperirla?

  • Thp71

    Si tratta di software embedeed, l’abbiamo tutti sull’S2…. ….è la parte di soft che attiva i comandi vocali con il “ciao galaxy” ….

    • Pippo

      Non centrano nulla con quello di cui parli tu!!!

  • gerry
    • Skeith

      Si ok, ma non c’è da scaricare.

  • Acmatteo

    È straordinaria!
    La usava il capitano kirk ;-)

    La trovate sul enterprise app store

    :-D

    • Daniele

      Asp voglio un link che sto app store mica lo trovo D:

  • Pegasopit

    A me i comandi vocali non sono mai serviti

  • Dario Amico

    a me tanti anni fa il nokia 6120 non sbagliava un colpo, riuscivo a chiamare chiunque SOLO
    premendo il pulsantino della cuffietta bluetooth e dicendo il nome !
    ma che magia !
    p.s. era utile eccome, quelli che dicono che non serve a nulla sono fra quelli che smanettano il cellulare in auto e causano gli incidenti !

    • MK1

      Caro Amico…se questi software si limitassero solo a fare quello che dici tu nel commento ….non ci sarebbe NESSUNA rivoluzione tecnologica. 

  • maurizio ascione

    scusate ma se lo volessimo mettere su galaxy s dove si trova? grazie

  • Massimiliano Zaghi

    Io sto usando Cyberon, che se la cava bene nel riconoscimento, un pò meno nell’avvio dell’app da BT.

  • polonord

    imho siri rivoluzionerà il riconoscimento vocale

    • Daniele

      Si, vedremo una massa di idioti per strada a bestemmiarsi verso le tasche perché l’iPhone invece di chiamare Lara fa partire la “Lightsaber” xD

  • Al  momento, secondo me, nessun riconoscimento vocale è più veloce e pratico della digitazione…

  • Pippo

    Provandola a scaricare viene fuori un malware!!!! come al solito è un casino istallare robba su android!!!!!

    • Smb

      Ah si’? Da dove la scarichi?

    • Gattestro_ridicolo

      grazie al piffero! Se si passa per canali non ufficiali è un casino per tutti i sistemi operativi!!!!!

  • Motaro

    Ragazzi questo software non è un’APP, per questo non la trovate sul market! è una tecnologia che i costruttori di hardware e gli svillupatori possono comprare per integrarla nei loro prodotti.

    “Companies including BlueAnt, Mattel, Kensington, Plantronics, Motorola, and Samsung have already adopted TrulyHandsfree Voice Control to improve the user interface in their products including smartphones, Bluetooth headsets and car speakerphones, and toys. The enhancements to Truly Handsfree 2.0 will incent even more manufacturers to tap voice control capabilities.”

    ad esempio è stata integrata nell’S2 come diceva giustamente Thp71.

  • Paranoia mode on: Mi immagino un prossimo futuro in cui i nostri cellulari, come se non bastassero già la triangolazione gsm ed il gprs a renderci localizzabili con un metro di scarto, diventeranno anche delle microspie sempre accese, al servizio dei giganti dell’industria, di tutti gli inserzionisti pubblicitari, degli enti di Stato ecc ecc.

    Neanche Orwell è riuscito a prevedere tanto, col suo “1984”… 

    Paranoia mode off.

    • Andrea Pettinau

      mammaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!

  • Smb

    Stronzate inutili, tranne che per fare una chiamata (il classico “chiama casa”)

  • Mi sembra ma non sono sicuro… Samsung gS2 – non ha qualcosa di particolare mi sembra una copia di VLINGo nient altro, e sinceramente non funziona un gran che secondo me e ci provo veramente, visto che sono straniero e mi fa comodo una funzione che coregge i spagli ;-)

  • Mad

    Io lo uso quotidianamente, quello di Google. Non sbaglia mai, nemmeno in macchina con il rumore.
    Utilizzi: provate a digitare un indirizzo con il navigatore di google… bha… lo pronuncio e ci metto mezzo secondo. 
    Anche per parlare con google talk o scrivere mail, se devo esprimere concetti brevi ok, ma se devo fare frasi più lunghe… parlo ed è fatto

  • Non sono Dante Alighieri ma…

    Comunque la prima persona del verbo sapere all’ indicativo presente è io so, non sò… Almeno per i 150 anni di Italia scriviamolo un articolo senza errori di ortografia.