Flappy Bird “torna” in versione multiplayer, mentre Google dichiara guerra ai cloni

17 febbraio 201451 commenti

Anche dopo la rimozione da Play Store da parte dello sviluppatore Dong Nguyen, che con la sua creatura riusciva a totalizzare incassi non male, Flappy Bird continua a restare sulla cresta dell'onda: negli ultimi giorni il Play Store è stato infatti preso d'assalto da titoli a lui più o meno ispirati, tanto che Google è stata costretta a correre ai ripari. E per i nostalgici, non tutto è perduto.

Big G ha deciso infatti di utilizzare l’accetta, rifiutando di mettere a disposizione su Play Store nuove applicazioni nel cui titolo sia inclusa la parola “Flappy”. Diversi sviluppatori hanno segnalato la cosa nelle ultime ore e, a quanto pare, si tratta di una politica condivisa e attuata anche da Apple.

Una decisione certamente estrema, che non tiene conto dei contenuti effettivi ma è basata unicamente sul nome dell’applicazione, resa evidentemente necessaria dall’enorme mole di cloni che si è diretta in questi giorni verso i due più importanti store.

Nel frattempo, chi sentisse la mancanza di Flappy Bird può esultare: FlapMMO trasforma infatti il gioco in un caotico massively multiplayer online, in cui dare la caccia all’high-score in compagnia di (tanti) altri utenti, da giocare via browser, anche da smartphone.

 

Loading...