Foxconn licenzia 50.000 lavoratori, IPhone non vende

18 gennaio 2019Nessun commento

Foxconn ha licenziato 50.000 lavoratori stagionali, che secondo le ultime stile avrebbero dovuto collaborare per molti altri mesi. I primi tagli erano già avvenuti nel mese di ottobre, periodo fondamentale per la commercializzazione dei nuovi modelli Apple.

Foxconn è da molti anni l’assemblatore principale di Iphone, i principali licenziamenti sono avvenuti nello stabilimento di Zhengzhou uno dei più importarti per la realizzazione di smartphone e Iphone.

Una situazione simile si sta verificando anche presso la Pegatron e molti altri fornitori minori Apple. L’azienda ha annunciato un fatturato inferiore dell’8% rispetto al previsto per il mese di dicembre.

Tim Cook ha diretto quasi tutte le sua attenzioni sul mercato cinese, ma il crollo di vendite dei nuovi modelli di Iphone si è fatto sentire proprio in Cina. A questo si aggiunge un mercato altamente competitivo e un consumatore più consapevole.

Loading...