Francia: da settembre 2018, gli smartphone nelle scuole saranno vietati

14 dicembre 201722 commenti

Francia: il ministro dell'Istruzione Jean-Michel Blanquer vuole dare un segnale forte per contrastare il fenomeno della dipendenza da smartphone.

Francia, niente smartphone a scuola

A partire dal mese di settembre 2018, gli studenti delle suole elementari e medie non potranno più utilizzare i loro dispositivi mobili negli edifici scolastici. Quanto detto vale sia in riferimento alle lezioni e sia in relazione agli intervalli ricreativi.

Leggi anche Gli smartphone stanno distruggendo un’intera generazione?

Francia da settembre 2018, gli smartphone nelle scuole saranno vietati

Jean-Michel Blanquer aveva garantito provvedimenti in tal senso nel corso della campagna elettorale che l’ha visto protagonista in Francia. Nello specifico, il divieto sarà indirizzato a bambini e adolescenti di età massima pari a 14-15 anni.

Francia, addio agli smartphone in classe dal prossimo anno

Facciamo un passo indietro. La restrizione, seppur differentemente configurata, ha assunto validità a partire dall’anno 2010. Fino ad ora, però, l’utilizzo dello smartphone era concesso durante l’intervallo, a pranzo e nei tempi morti fra una lezione e l’altra.

Leggi anche Social network, più li usiamo e più saremo infelici

Francia da settembre 2018, gli smartphone nelle scuole saranno vietati

L’annuncio ha generato un bel po’ di polemiche in Francia, sia tra gli studenti che da parte degli stessi genitori. Questi ultimi, in particolar modo, hanno espresso titubanze in merito alla sicurezza dei ragazzi che, in caso di emergenza, non potrebbero ricorrere al cellulare per chiedere aiuto.

Leggi anche Smartphone, i prezzi di mercato continuano a salire

Blanquer ha specificato che il divieto riguarderà l’utilizzo del telefono e non il fatto di averlo con sé. Per cui, in caso di reale necessità, potrebbe essere sfruttato. Voi cosa ne pensate di questo provvedimento? Credete che, dopo la Francia, anche l’Italia valuterà l’adozione di una simile regola?

Loading...
  • IRNBNN

    Per me é esagerato, chi non vuole seguire la lezione è meglio che perda tempo al telefono piuttosto che dar fastidio a chi vuole ascoltare. Da noi si usava cosi e ci siamo trovati sempre bene.

  • Doc74

    sinceramente mi sembra una stupidata , stando all’articolo il divieto di uso durante le lezioni era gia presente dal 2010 ( legittimo ) , questa modifica di fatto serve solo a vietarne l’uso nei tempi morti e nell’intervallo ,mentre comunque non vieta di averlo appresso ( giustamente per i casi di emergenza ) per cui a cosa serve a parte rompere le scatole durante la pausa pranzo e giustificare delle promesse elettorali ?

    • eric

      ….direi che è un’idea ben più lungimirante e saggia…..basti solo pensare a quante “azioni di bullismo” vengono postate in video sui social grazie agli smartphone …. se non puoi tirarli più fuori nelle ore di frequenza tutto questo sarà evitato … ricordo che la legge, se approvata, recita chiaramente:
      – “agli studenti sarà vietato anche di tirarli fuori dalla borsa durante le pause, l’ora di pranzo e tra le lezioni” –
      è un’ottima cosa….a questa seguirà (è già in discussione) il divieto di indossare il velo islamico … dal hijab al niqab al burqa allo chador, shayla ecc
      …ricordo inoltre che nelle scuole francesi è stato recentemente imposto anche l’obbligo di alzarsi in piedi dalla sedia per salutare i professori….
      direi che in fatto di educazione, rispetto delle regole e civiltà sono molto più avanti di noi …. dovremmo prendere esempio senza criticare ….

      • tuccio

        Liberté, Égalité, Fraternité est la devise de la République française,

        non né vero per niente,la francia é un paese da schifo.

        • disqus

          ah si? e perché?

        • eric

          ….si vede che non ci hai mai vissuto…….ma è evidente che, per chi è insofferente alle regole ed al rispetto delle leggi, è un paese che fa “schifo” ….
          Liberté non vuol dire anarchia che puoi fare quello che vuoi
          Egalité non vuol dire lasciarsi imporre simboli religiosi
          Fraternité non vuol dire accogliere chi non ne ha diritto
          …per tutto il resto c’è Kim Jong-un …..
          saluti…..schiarisciti le idee ;)

          • EVA01

            My dear,purtroppo é così non di rendono conto che uno smartphone nelle mani sbagliate é come un’arma di distruzione di massa.
            Ma cosa vuoi ne sappiano persone che la loro vita é costituita solo dai social.

          • eric

            ….hai ragione….può essere considerata “un’arma di distruzione di massa” ….. ma ancor più subdola in quanto agisce sui cervelli come “un’arma di alienazione di massa” …. dove vedi sempre più gente, anche di cultura superiore, perdere ore di tempo nella giornata davanti ad uno schermino con insulsi giochi, a farsi selfies e condividere di tutto e di più….soprattutto di più inutile :(
            mi sono permesso di allegare una “citazione fotografica” che rispecchia i nostri tempi sempre più “bui” …
            https://uploads.disquscdn.com/images/25cfcb7fa80b622148c46d1045ac061c5f0d2ff18f5dbc9a9191f9140e21759d.jpg

          • EVA01

            Come sempre le tue disamine sono perfette,purtroppo si può lasciare solo un like ai post,ne meriteresti oltre 1000 per quello che hai scritto.👏👏👏

        • Saccente

          Però forse lì avresti imparato l’ortografia.

      • Doc74

        sinceramente chi fà atti di bullismo rischiando la sospensione non credo abbia motivi per rispettare la regola del non usare lo smarthphone , visto che cmq non c’è il divieto di portarselo acceso addosso , ma solo di usarlo.
        BTW le azioni di bullismo che finiscono sui social vengono poi di solito punite proprio perchè ne rimane l’evidenza video. Quelle senza video invece no.

      • EVA01

        Concordo in pieno tutto quello che hai scritto!

  • javcio

    Per me devono vietarlo di tutto!

    • tuccio

      anche di comprarlo ?

    • Doc74

      mah, la soluzione non è il divieto , ma educarli a sapere quando e come usarlo.
      Tanto divieti del genere ( mi raccomando non usare il cellulare a pausa pranzo ) hanno la probabilità di essere rispettati tanto quanto il divieto di farsi le seghe

      • eric

        …però dimentichi una cosa importante…..la Francia NON è l’Italia…
        coi miei occhi ho visto ammanettare in metrò chi scavalcava il tornello perché privo di biglietto……….esattamente come da noi L.O.L. ;)

  • rexandrex

    Qui da noi l’uso del cellulare a scuola è già vietato,è scritto nero su bianco. Il problema è la mancanza di educazione, coi divieti non di ottiene nulla. Per il fatto che i ragazzi non siano sicuri senza telefono, ricordo che si miei (bei) tempi a 14 anni prendevo il bus alle cinque e mezza del mattino per andare alla stazione dove mi aspettava il treno per un viaggio di 40 km per arrivare a scuola. Non avevo cellulari eppure sono sempre tornato a casa sano e salvo, sono passati quaranta anni e sono ancora qui.

    • marco

      Concordo pienamente “pre smartphone” i bambini andavano a scuola lo stesso e sono cresciuti lo stesso e forse per certi versi “meglio” delle generazioni di adesso che sembra non possano vivere senza telefono.
      E poi anche la storia dei genitori che se il bambino è senza smartphone …casca il mondo!
      Ripeto una volta non c’erano e io a scuola se lo vuoi te lo tieni nello zaino spento e se solo lo accendi/usi senza motivo, sequestro telefono e per riprenderlo …viene il genitore a scuola! così magari dopo 2 – 3 volte che i genitori vanno a scuola a riprendere il telefono magari …. il bambino lo usa solo se serve veramente!

    • EVA01

      Parole sante!

  • LucaFrance Traverso

    trovo un assurdita’ tale decisione che nel 2017 non puo’ non accettare l’avanzamento delle tecnologia e dei suoi supporti.
    Sarebbe giusto invece integrare intelligentemente tale tecnologia come sono stati a loro tempo i computer, daltro canto gli smartphone sono i comuter dei nostri anni.
    Sarebbe stato ulteriormente corretto inserire magari un decalogo ed un insegnamento di come dovrebbero essere usati questi supporti, poi si sa i francesi sono tutti bastian contrario degli altri……..

    • eric

      ….peccato però che come entri in un ospedale francese TUTTI spengono il cellulare perché è vietato utilizzarlo………..proprio come da noi!!!
      …non vedrai mai qualcuno in fila davanti ad ufficio usare smodatamente il cellulare ad alta voce
      ….come non vedrai mai il furbetto che cerca di scavalcare la fila alla posta
      …trattasi di educazione e civiltà ….
      e tutto questo lo devi insegnare ai più giovani….anche con divieti pesanti…
      impariamo da chi in fatto di civiltà possa insegnarci qualcosa invece di pensare che sia un popolo di bastian contrari……e non che saremmo allora??….un popolo con oltre 40 partiti che non vanno mai d’accordo l’uno con l’altro che da dei “bastian contrari” ai cugini d’oltralpe che ne contano solo 5 ;))

    • Saccente

      intelligentemente

      Cosa vorrà dire codesta parola? Boh!