Lo sviluppatore di Minecraft ha violato alcuni brevetti

25 luglio 201214 commenti

Periodo nero per i videogames Android; dopo i problemi di pirateria relativi al celebre Dead Trigger di Madfinger Games, in queste ultime ore un'azienda specializzata in tecnologie anti-pirateria, cioè Uniloc, ha citato lo sviluppatore di Minecraft, Mojang, con l'accusa di aver violato un brevetto collegato ad Android, chiamato “System and Method for preventing unauthorized access to electronic data”, cioè sistemi e metodi per preventivare l'accesso non autorizzato di dati.

Nel documento scritto da Uniloc possiamo leggere come Mojang stia violando uno o più brevetti tramite il proprio videogame Minecraft:

“facendo, usando e offrendo in vendita, vendendo e/o importando applicazioni Android che richiedono la comunicazione con un server per effettuare un controllo di licenza per prevenire l’uso non autorizzato di dette applicazioni, incluso, ma non limitato, Minecraft”

Appresa la notizia si sono susseguite alcuni dichiarazioni di Markus Persson, creatore di Minecraft, e Ric Richardson, fondatore di Uniloc. Eccole:

“I brevetti software sono pura malvagità. L’innovazione nel software è fondamentalmente gratuita, e sta crescendo molto rapidamente. I brevetti la rallentano e basta.”

 

“Mi meraviglia come le persone si lamentino di dover pagare una royalty per una tecnologia che impedisce di andare perse a causa della pirateria fino ad un terzo delle vendite delle software house. Che stai dicendo? “Che è corretto rubare da Uniloc fintanto che impedisce ai pirati di rubare a me? … Ho dovuto spendere 40.000$ nel 1992 per proteggere la mia idea. Non è stata una cosa insignificante per me… è stata la differenza tra versare un acconto per una casa e avere in mano un brevetto.”

Uniloc chiede a Mojang di pagari i danni relativi all’utilizzo di questi brevetti ed anche le future royalties che potrebbe essere decise in caso di mancati cambiamenti di linee di codice. Purtroppo i brevetti software creano questi problemi e potrebbero crearli anche ad altre grandi software house.

Il problema relativi a questi brevetti è una grande problematica per ogni sviluppatore. Voi da che parte state?

 

Loading...
  • Matteo De Carlo

    richiedono la comunicazione con un server per effettuare un controllo di licenza per prevenire l’uso non autorizzato di dette applicazioni

    Hanno brevettato questo???? Ma che si vergognino!!! Manco fosse il pizzo della mafia…

  • Ex.

    Ok, per una volta ammetto che android ha esagerato.

    • __–__

      Android? chi è Android?
      Android è un sistema, la cazzata l’ha fatta lo sviluppatore
      e la denuncia di violazione l’ha fatta la Uniloc, che mi centra Android?!?!

      Se due tizi si sparano e s’ammazzano la colpa è dell’aria
      che respirano e gli permette di vivere e fare cavolate?

      Mah…

      • Ex.

        SVEGLIA!!! Abbiamo brevettato la comunicazione con un server per effettuare un controllo di licenza per prevenire l’uso non autorizzato di dette applicazioni!!! Ti sembra normale brevettare il poter controllare in un database? Allora se nessuno potrebbe usare questo sistema i produttori farebbero prima a regalare le app!

        • Mauro Zuccato

          Non so se essere d’accordo o meno alla tua risposta.

          I pro: condivido appieno che sia assurdo brevettare lo scambio client-server per la verifica di licenza.

          I Contro: come __–__ diceva, Andy e la sua creatura nella bagarre non ci entra nemmeno di sfuggita… quindi, il tuo commento alla base “android ha esagerato” non ha senso, ed il tuo attuale post non è fine a scusarti col dire “volevo dire Uniloc, hai ragione” ma specificando ulteriormente cosa non condividi. Concordiamo (penso) tutti su questo, ma né il primo post, né la risposta, hanno un senso.

          • Ex.

            Secondo me brevettare lo scambio client-server per verificare una licenza è un’esagerazione. Uniloc ha fatto il suo lavoro, e cioè far rispettare i brevetti, è android che ha esagerato creando quel brevetto

          • Mauro Zuccato

            @Ex. Ma lo hai letto l’articolo? Hai letto il PDF a corredo? Sì? No?
            Ti faccio una lettura veloce. Numero di volte che compare Uniloc nel brevetto: hmmm una decina, credo. In qualità di? Brevettante e parte lesa. Numero di volte in cui compare il nome Android? UNA. In qualità di? Esposizione del tipo di piattaforma su cui il brevetto è registrato.

            E’ come se ti lamentassi con Microsoft su un brevetto.. chessò… dell’interfaccia proprietaria di Mass Effect nel porting che BIOWARE ed Electronics Arts hanno fatto sui computer.

            Nel mio esempio, Microsoft e Windows sarebbero innocenti… come lo sono Google ed Android (tra parentesi…. nuovamente… Android non può brevettare nulla, come non può Windows… prenditela con Andy o con Google, se proprio… un software non può auto-brevettare dei suoi componenti)

  • Rainoldo

    Purtroppo fino a che permetteranno di brevettare l’idea e non il modo di realizzarla solamente continueranno ad esserci porcate come questa e come le varie cause Apple-Samsung per un bordino in metallo o un vetro ricurvo.
    Brevettiamo il mezzo non l’idea e vedremo che i problemi spariranno.
    Magari vado a brevettare un’idea… una scatola con un vetro davanti dove posso vedere tante cose… (così che dsia un monitor, un televisore, un videogame o un telefono mi pagano tutti l’utilizzo del brevetto!)

  • Giovanni Coclite

    su app e giochi mi sembra che android si stia sempre più facendo la fine di nokia…tanta roba demo..tante copie…e soprattutto troppa troppa pubblicità!speriamo in un cambio marcia

  • ideosforme

    Certo che se oggi dovesse presentarsi un discendente di colui che inventò il “nascondino” e decidesse di presentarlo ci ritroveremo tutti a dover pagare delle royalties….

    • ideosforme

      * brevettarlo!

  • S_m_b

    Se continua cosi’ sta storia dei brevetti, l’evoluzione dell’uomo e’ pressoche’ finita.

  • elegos

    Molti software utilizzano un sistema di controllo licenza online, non per questo pagano royalty alla Uniloc. Evidentemente il codice utilizzato da Minecraft è stato copiato dal sistema antifurto proprietario… quindi ben gli sta! Una cosa è implementare il proprio sistema, un’altra è utilizzare un sistema ideato da altri… vogliamo parlare dell’app Androidiani lato forum?

  • Ehol

    Non credo che abbiano brevettato l’idea, ma le modalita con cui farlo. Ovvero non le linee di codice esatte ma le linee guida, come dire, le specifiche dell’implementazione.
    Se di fatto, per incompetenza, dolo o casualità, tu implementi la cosa (in questo caso il sistema di controllo online) seguendo linee guida uguali a quelle descritte nel brevetto … beh, c’e poco da fare.
    Il punto semmai è perchè si possano brevettare delle modalità generiche e non la specifica precisa.
    Ma comunque, visto che di righe di codice si tratta, penso che non ci voglia granchè per modificare il codice per fare una cosa uguale ma fatta in modo diverso dal brevetto, così da sgonfiare il tutto in una bolla di sapone (cosa ben diversa da una implementazione hardware … stronzate a cui la Apple si attacca per mantenere la propria posizione sempre più messa in crisi da superpotenze come Samsung e/o Google …)