Simula i lampeggianti della polizia con il suo smartphone: arrestato!

19 marzo 201116 commenti

“C’è un app praticamente per tutto”, come recita una famosa pubblicità di Apple. E lo deve aver pensato anche Alexander A. Welch, un giovane americano di ventun anni che è stato arrestato per aver imitato in auto i lampeggianti della polizia con il suo fidato smartphone Verizon.


Il ragazzo di Boise, Idaho, ha utilizzato infatti un’applicazione sul suo telefonino per simulare luci e sirene di una pattuglia per far accostare un auto avanti a lui e allontanarsi indisturbato.

Un fantastico scherzo, riuscito! Non tanto, perchè una volta che Welch si è allontanato, i conducenti delle altre vetture hanno provveduto a segnalare alla polizia (quella vera) che un’automobile si era allontanata in tutta fretta utilizzando i lampeggianti blu e rossi.

Il giovane è stato così subito rintracciato ed accusato di esercizio illegittimo della funzione di ‘ufficiale di pace’, punibile, secondo le vigenti leggi dell’Idaho, con una pena fino a 5 anni di carcere.

Via, 2

Loading...