Abusare dei social network è dannoso per la nostra salute mentale

21 maggio 201817 commenti

Come riporta The Economist, diversi studi hanno messo in luce un collegamento tra utilizzo massiccio dei social network e disturbi mentali, soprattutto nei più giovani.

In un sondaggio realizzato nel 2017 dalla Royal Society for Public Health, i giovani inglesi tra i 14 e i 24 anni hanno ritenuto che i social network come Facebook o Instagram abbiano avuto effetti negativi sul loro benessere, andando ad esasperare ansia e depressione, esponendoli a fenomeni di bullismo, riducendo il tempo che dedicano solitamente al sonno e generando quella che in inglese chiamano FoMO, (Fear of Missing Out), letteralmente “paura di perdere”, intesa come quella sensazione di non star vivendo la propria vita al massimo delle possibilità, lasciandosi scappare le esperienze che i propri contatti vivono e condividono quotidianamente.

social network illness

Già nel 2014 un team di 5 neuroscienziati hanno condotto un esperimento che ha portato alla conclusione secondo la quale Facebook è capace di stimolare quella stessa area del cervello collegata a vizi come il gioco d’azzardo o all’abuso di sostanze stupefacenti. Tra il 2013 e il 2015 uno studio Americano ha osservato come in un campione di 5208 soggetti un aumento nell’utilizzo di Facebook fosse associato a un successivo deterioramento della loro salute mentale.

Completano il quadro i dati raccolti da Moment, un’app che tiene traccia delle attività svolte dagli utenti tramite i propri smartphone: il 63% degli utenti che trascorrono in media un’ora al giorno su di Instagram ha dichiarato di sentirsi infelice, mentre il restante 37%, che si dichiara felice, vi trascorre mediamente la metà del tempo.

Stando così la situazione, il consiglio che ci sentiamo di dare è, ovviamente, di trascorrere meno tempo sui social. O, perlomeno, di farne un uso responsabile, impedendogli di rubare troppo tempo al sonno o ad altre attività che potrebbero essere sicuramente più gratificanti, senza credere che quel frammento di vita altrui intravisto da una Instagram Story sia lì solo a ricordarci che ci stiamo perdendo qualcosa e che la nostra vita manchi necessariamente di qualcosa per essere davvero completa.

 

Loading...
  • L’influenza di questa pratica di comunicazione, insieme a diversi talk show e format “spazzatura” della TV , ha amplificato moltissimo il lato peggiore della specie umana…

    • Ice Queen

      Dipende sempre da soggetto a soggetto,per esempio quelli da te sopracitati non influenzano per niente,né la mia psiche né il mio comportamento verso gli altri!

      • Manco la mia… Rimanendo sui dati percentuali però, si evince la negatività del fenomeno.

        Abbiamo avuto esperienze di soggetti particolari anche qui, dove il lato caratteriale di un individuo dovrebbe esssere pertinente alla materia, ed invece si arriva ad insulti e discorsi da haters, questo identifica che alcuni soggetti, frequentano social ed affini solamente per dare sfogo ai loro istinti personali “o deficit di comportamento?” ;-)

        • Ice Queen

          Verissimo il tuo discorso,ormai é diventato uno strumento dove sfogare le proprie “frustrazioni“,invece di socializzare con le altre persone!

          • Già…
            Come è andato il test ?
            Ti è parso funzionale in relazione alle tue aspettative ?

          • Ice Queen

            Scusa,non ho capito quale test?
            Ti riferisci per caso,al discorso che abbiamo fatto qui in inglese?

          • But sure, what else? 😉

          • Ice Queen

            😂😂😂I’ve disintalled,don’t like me!

    • sanio

      No non sono d’accordo,non ė un fatto di amplificare gli istinti degli instabili ,ma mette solo in pubblico i pazzi che ci sono in giro,anche prima esistevano i rosiconi e i dementi solo che erano circoscritti ai conoscenti,ora nel web sono online in vetrina ovunque.per non parlare dei blog e i forum un recinto di sapenti tuttologi dalla conoscenza onnisciente

      • Cicia Nebia Kul

        Esatto, prima ci si sentiva i VIP del bar sport del quartiere, ora ci si sente VIP del mondo, penso comunque che se venissero ignorati dai “followers” sparirebbero immediatamente

        • sanio

          si ma molti vedendo dei pagliacci su YouTube con milioni di Visual si sono montati la testa credendo sia la gente rincoglionita che li segue….li segue perche sono dei fenomeni da baraccone non perche ridono con loro…ma di loro…w favagay trippagamer spompinato e milioni di altri down del webbe

      • Se parliamo della visibilità, sono d’accordo … Mentre diverso è il discorso legato a social, blog , o community dove per il fatto di non essere fisicamente visibili, alcuni individui ci vanno giù pesante con insulti e offese.
        Lo fanno perché dietro una tastiera è più semplice e meno rischioso.

        A volte gli dice male , quando dall’altra parte “come già accaduto” la vittima prescelta è invece una persona che ha mezzi e compiti precisi per smascherare la loro vera identità .
        Parlo di forze dell’ordine che monitorano gli episodi più gravi, ci sono in diversi social and company ultimamente …

        • Ice Queen

          E tu rispondi pure ad un individuo del genere?In primis,é lui in questo blog ad avere comportamenti anologhi,basta che leggi un pò sotto come “apostrofa/etichetta” certi Youtuber,non dovrebbe scrivere finti moralismi ma stare un silenzio!

          • Credo che ogni persona abbia sufficente capacità di autoanalisi… La mia risposta non è casuale… ;-)

  • ZannaMax

    Ecco perché ci sono se più mongoli in giro. (inteso come etnia 😂)

  • Link in dm su instagram per official discount oneplus 6

  • Fabio

    Questa si che è una NOTIZIONA !!!