CEO Razer: Jack rimosso in favore di maggiore autonomia e molto altro

27 novembre 20177 commenti

Min-Liang Tan, CEO di Razer, dichiara quali sono le motivazioni ufficiali che hanno portato alla rimozione del jack da 3,5mm sul flagship RazerPhone.

RazerPhone, ingresso jack è d’intralcio

Molti manufacturer stanno lentamente iniziando ad abbandonare il supporto alle cuffie wired sui propri smartphone, rimuovendo l’ingresso jack da 3,5mm.

Questa decisione non è stata apprezzata dall’utenza, che in gran voce ha reclamato la necessità di tale ingresso sui propri terminali.

Nonostante le lamentele, le varie case continuano a produrre smartphone non dotati di ingresso jack, come infatti è accaduto per RazerPhone, il flagship destinato al gaming.

Le motivazioni dietro questa decisione sono oggi state rese pubbliche da Min-Liang Tan, CEO di Razer, in un post su Facebook.
Secondo quanto dichiarato, la rimozione del jack ha permesso un aumento della capienza della batteria di circa 500 mAh, ridotto potenziali problemi legati al surriscaldamento e molto altro ancora (non viene però menzionato cos’altro ancora).

Inoltre, l’azienda non ha ignorato gli interessi di chi utilizza cuffie wired, ed ha dotato RazerPhone di adattatore DAC ad alta qualità in grado di fornire una superiore esperienza audio rispetto a quella garantita dal vecchio ingresso da 3,5mm.

Per questi motivi appena elencati, quella della rimozione del jack è una strategia che secondo Razer beneficia contemporaneamente manufacturer e clienti.
Siete d’accordo con queste parole?

L’intero post pubblicato da Min-Liang Tan è disponibile a questo link

____________________________________

Loading...