Chainfire ha già effettuato il root di Samsung Galaxy S III

19 Maggio 201216 commenti

Dal notissimo forum di XDA-Developers rimbalza una notizia che farà felici i futuri possessori di Galaxy S III: Chainfire, uno dei più famosi sviluppatori della scena Android, ha infatti annunciato di aver messo a punto un kernel in grado di garantire i permessi di root agli utenti del terminale, sebbene il Galaxy S III non sia ancora sul mercato.

Dunque un nuovo caso che vede un device “rooted” ancor prima del suo arrivo ufficiale nei negozi (era successo di recente con HTC One X). Ma la notizia, che in sè potrebbe avere una limitata rilevanza, porta con essa anche altre succose anticipazioni.

Nella circostanza infatti è stato rilevato che Samsung ha adottato per il kernel del nuovo Galaxy S III il formato standard boot.img in sostituzione dello zImage utilizzato per i primi due Galaxy S e per il Galaxy Note. Chainfire ha inoltre precisato che  la recovery è installata in una partizione propria, dunque kernel e custom recovery potranno essere installati separatamente.

Sebbene il firmware finito nelle mani di Chainfire sia una versione Release Candidate, e dunque c’è possibilità che prima dell’uscita ufficiale qualcosa cambi, la situazione non dovrebbe comunque scostarsi di molto da quella descritta.

Precisiamo infine che Chainfire non ha condiviso il kernel con la comunità, in quanto, secondo lui, avrebbe messo a rischio il “leaker”

I am not able to share the “insecure” kernel with you at the moment, because of fears it is traceable to the leaker

Per seguire la discussione su xda-developers utilizzate questo link

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com