Nexus 6P soffre di bootloop? Google e Huawei rimborsano fino a 400$ gli utenti negli USA

12 Aprile 2019Nessun commento

L'ultimo Nexus della storia potrebbe rivelarsi più caro del previsto per le due aziende produttrici: moltissimi utenti, infatti, hanno riscontrato problemi di bootloop con spegnimento improvviso del telefono e conseguenti danni alla batteria. Tutto ciò ha provocato un'azione legale collettiva contro Google e Huawei che, negli USA, dovranno rimborsare fino a 400$ gli utenti querelanti.

La causa sostiene che le due aziende hanno violato gli accordi di garanzia, dato che erano perfettamente a conoscenza del problema e non l’hanno sistemato, continuando invece a vendere il dispositivo difettoso. Se il tribunale, all’udienza del prossimo 9 Maggio, dovesse confermare la cosa, molti utenti che hanno acquistato il terminale dal 25 settembre 2015 in poi, potranno richiedere un rimborso.

nexus 6p

 

Secondo l’accordo raggiunto in fase preliminare da Google e Huawei, gli acquirenti che presenteranno la documentazione necessaria per i problemi di bootloop saranno risarciti fino ad un massimo di 400$. Coloro che, invece, hanno già ricevuto un Pixel XL in cambio del 6P difettoso in seguito ad un programma di sostituzione, potranno comunque richiedere fino a 10$. Infine, quelli che non hanno i documenti necessari a dimostrazione del difetto, potrebbero essere idonei ad un rimborso fino a 75$.

Non è la prima volta che Google subisce un’azione legale, dato che gli stessi problemi erano stati riscontrati anche sul Nexus 5X prodotto in collaborazione con LG.

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com