QHD, FHD, PPI, dimensione… Quali sono le vostre preferenze in ambito display smartphone? – JSQ I

10 Maggio 2015146 commenti

Come potete notare da questa simpatica immagine, quello del display è sempre stato, per ovvie ragioni, uno degli aspetti principali di un qualsiasi cellulare. L'idea di fondo è sempre la stessa, ossia cercare di installarne uno il più voluminoso possibile mantenendo al minimo le dimensioni. Inutile aggiungere che ultimamente ciò non è più così e anzi, molto spesso, la compattezza viene sacrificata in favore di un pannello dalle misure maggiori.

Quello dei display è un argomento che da sempre risulta molto acceso tra i possessori di smartphone, che a loro volta principalmente si suddivisono in due fazioni contrapposte: quella dei phablet e quella dei compact (e chi sta in mezzo).
Indubbiamente negli smartphone odierni si sta dando sempre più risalto allo schermo, e fino a pochi anni fa veramente in pochi si sarebbero aspettati di vedere sui cellulari pannelli di anche 6, o addirittura più, pollici. Se però le case si stanno muovendo in questa direzione, è perché la maggior parte dei clienti a cercare terminali con queste caratteristiche.

Come se ciò non fosse abbastanza a creare l’ennesima frattura tra gli utenti (che si sa, sui blog e sui forum si attaccano per ogni minima cosa), un’altra variabile sta man mano raggiungendo una posizione sempre di più di rilievo, quella della risoluzione.
La sfida attualmente più in voga è QHD vs FHD. Il punto cardine della questione è che, secondo la maggioranza, la differenza visiva tra QHD e FHD non è sufficiente giustificare le esose richieste hardware necessarie per muovere un’interfaccia in risoluzione QHD, mentre l’altro gruppo, affascinato dall’impatto visivo di questa risoluzione, è disposto a sacrificare, in parte, fluidità e accettare un più elevato consumo di batteria.

Oltre a quanto brevemente detto, ci sarebbe un’ulteriore variabile da tenere in considerazione, ossia quella dell’utilizzo della tecnologia AMOLED o LCD, però in questo articolo non verrà trattata.

Per quanto riguarda la dimensione, personalmente, ho avuto modo di testare schermi di un po’ tutte le taglie, a partire dai 3.5″ di iPhone 3G fino ai 6″ di Huawei Ascend Mate 7. Proprio quest’ultimo è stato quello che più mi ha colpito poichè, nonostante il suo evidente volume, è un device molto ben ottimizzato nello spazio e con cornici molto compatte che, nel complesso, non lo rendono particolarmente ingombrante. Certo, l’utilizzo a una mano non è di facile attuazione, e proprio per questo motivo, aumentare ulteriormente le dimensioni risulterebbe in un terminale molto scomodo da maneggiare, per cui lo considero come il limite massimo da non superare.

Passando invece a parlare di risoluzione, come molti di voi già sapranno, la mia scelta ricade sul FHD. Questo non tanto perché ritengo il QHD inutile, come invece fanno molti altri, ma semplicemente perché non reputo i SoC attuali in grado di gestire al meglio l’esorbitante risoluzione di 2560×1440 pixel. Quasi sicuramente, tuttavia, questa risoluzione si imporrà come standard per gli smartphone attesi entro fine anno e in quelli successivi, con la speranza che i prossimi chip riescano a gestire il tutto al meglio, garantendo un’esperienza fluida in ogni momento e non troppo energivora.

Gli utenti di Androidiani cosa ne pensano?

Quali sono le vostre preferenze in ambito display per smartphone?

Loading...
WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com