Recensione Samsung Galaxy S II

27 Giugno 201180 commenti

Tutt'oggi, uno dei telefoni più desiderati (e più venduti) nel mondo Android è il Samsung Galaxy S II, che brilla per una serie di caratteristiche all'avanguardia. Si presenta come uno smartphone di fascia altissima, con il chiaro obiettivo di battere iPhone, e di batterlo sul suo stesso terreno, superandolo da tutti i punti di vista. Avendolo provato per diversi giorni, ecco la recensione:


Design, materiali ed ergonomia:

L’aspetto del Galaxy S II è in parte ispirato a quello dell’iPhone 4, anche se definirlo copiato mi sembra un’esagerazione. Il telefono è piuttosto squadrato, completamente nero e molto sottile (solo 8.5 mm), il che gli da un’aspetto molto elegante. Parlando di materiali, a coprire lo schermo troviamo un vetro Gorilla Glass, quindi in teoria molto resistente. Purtroppo come segnalano diversi utenti, il vetro non è così robusto, può bastare una sola caduta per romperlo. Questo probabilmente è causato dalla sottigliezza del vetro, necessaria per rendere sottile tutto il telefono.

La scocca invece è in plastica nera e opaca. Si incastra perfettamente nel telefono (anche troppo, toglierla non sarà facile) per cui non sentiremo alcuno scricchiolio. Anche questa, come il vetro, è molto sottile, ma la scelta di materiali di alta qualità la rende molto flessibile e, quindi, robusta.

La scelta di costruire il telefono interamente in materiali plastici potrebbe far storcere il naso a qualcuno, ma alla fine dei conti, il Galaxy S II risulta molto robusto e, proprio grazie alla plastica, leggero: pesa infatti solo 116 grammi.

Hardware:

All’interno del Galaxy S II si nasconde un chip Exynos, prodotto da Samsung stessa, composto da una CPU dual-core da 1.2 Ghz e una GPU Mali. Questo processore è molto performante, forse il più performante attualmente in commercio per cellulari, e in effetti la potenza di calcolo si nota nell’uso del dispositivo. Anche la parte grafica è all’altezza: alcuni benchmark grafici affidabili la classificano ben di sopra rispetto alla GPU del chipset Tegra 2.

Un difetto di questo chip invece è la tendenza a scaldare: spesso utilizzando giochi 3D complessi il telefono scalderà molto. La cosa è aggravata da un bug nel software, per cui a volte il telefono si metterà a scaldare esageratamente, consumando molta batteria. In attesa di un aggiormamento che risolva il problema, in questi casi è consigliabile riavviare il dispositivo.

Oltre a questo troviamo 1 Gb di RAM e 16 GB di memoria interna. Ovviamente è presente lo slot per micro sd. Ottima la qualità della fotocamera (da 8 Mpx), che ovviamente dispone anche di flash, e degli speaker, anche se il volume potrebbe essere più alto. Presente anche fotocamera frontale. Mancanza invece fastidiosa è il led di notifica.

Schermo:

Lo schermo è un Super AMOLED Plus da 4.3″ con risuluzione WVGA, prodotto da Samsung stessa.

La qualità è più che eccellente: il contrasto è molto elevato, i neri sono perfettamente neri, tanto che con uno sfondo scuro faticherete a capire dove finisce lo schermo e inizia la scocca. I colori sono molto vivi e l’immagine molto luminosa. Ben visibile anche alla luce del sole, e la qualità non peggiora inclinandolo. Si tratta forse del miglior schermo in circolazione su smartphone.

Anche i consumi sono contenuti: grazie alla tecnologia OLED, lo schermo risparmierà molta batteria sull’illuminazione, in particolare con immagini scure. Qualcuno potrebbe obiettare che sarebbe stato meglio mettere una risoluzione qHD. Non sono d’accordo: la corsa ad aumentare la risoluzione serve solo al marketing e ad aumentare i costi di produzione e i consumi di batteria. La risoluzione wvga su uno schermo da 4.3 pollici è più che sufficiente.

Anche il touch screen non ha alcun problema a riconoscere più dita in contemporanea, e risulta molto veloce e preciso.

Software:

Il device monta attualmente la versione 2.3.3 di Android, con alcune personalizzazioni di Samsung. Non siamo grandi fan dell’interfaccia Touchwiz, ma è innegabile che Samsung abbia lavorato bene per migliorare l’esperienza utente di Android. Per esempio, la funzione di selezione del testo e di copia e incolla è stata notevolmente migliorata, e ora è al livello di iOS e di HTC Sense.

In generale il software è ben programmato e risulta molto veloce e fluido. Non si può dire lo stesso dell’ottimizzazione della batteria: tutti questi software preinstallati (alcuni inutili) tendono ad aumentarne il consumo. In generale il firmware è molto avido di batteria e vedendo i consumi tra le informazioni del dispositivo, la voce sistema Android, che normalmente negli altri dispositivi è sul 20%, arriva a volte al 40%.

Software – Launcher e GUI:

Touchwiz come ben sappiamo è una copia abbastanza spudorata di iOSD. Per fortuna questa volta Samsung ha deciso di metterci qualcosa di proprio. Per cominciare, sono state tolte quelle cornici intorno alle icone nell’app drawer, che ricordavano troppo iPhone. La home può essere personalizzata scegliendo il numero di pagine, e Samsung ha migliorato ulteriormente il sistema di drag and drop di Android. L’app drawer purtroppo non dispone automaticamente le applicazioni in ordine alfabetico, come con tutti gli altri drawer, bensì lascia all’utente la scelta di organizzarle. Interessante anche la possibilità di creare cartelle anche nel drawer, altra cosa che ricorda iOS.

Software – Browser:

Samsung ha finalmente implementato l’accelerazione grafica nel browser. Risultato? La velocità di caricamento è aumentata notevolmente mentre la fluidità non ha pari negli altri dispositivi Android e per la prima volta raggiunge (se non supera) iPhone 4.

Software – App Samsung:

Samsung ha deciso di aggiungere molte applicazioni a quelle di base di Android. Alcune di queste possono essere utili: ad esempio è stato migliorato il player della musica (anche se continua a non essere all’altezza di alcuni player che si trovano sul Market), sono state aggiunte app come photo editor, un file manager, dei comandi vocali in italiano ottimi, e sono state migliorate applicazioni stock come messaggi o rubrica. Purtroppo sono anche state aggiunte applicazioni piuttosto inutili come i vari Hub, che consumano solo batteria.

Software – Comandi vocali:

Come forse saprete, Android implementa dei comandi vocali che permettono, con l’ausilio della voce, di compiere azioni come chiamate, invio di messaggi, ecc. Purtroppo questa funzione è riservata ai cugini inglesi e americani, mentre in italiano le funzioni sono molto limitate.

Fortunatamente Samsung ha deciso di regalarci dei comandi vocali in lingua italica, che funzionano molto bene e non hanno nulla da invidiare a quelli di iOS.

Software – Brand TIM:

Purtroppo una nota negativa è riservata ai SGS II brandizzati dal gestore italiano Tim.

Infatti Tim ha deciso di mettere mano pesantemente al firmware, e purtroppo ha lavorato molto male: la GUI è stata peggiorata notevolmente, e in particolare le icone di base sono state sostituite con altre icone veramente brutte. Tim ha anche riempito il telefono di applicazioni spazzatura, inutili.

Il mio consiglio è: non comprate il SGS II brand TIM, o se lo comprate eseguite subito la procedura di debrand (per informazioni: il nostro forum).

Autonomia:

La batteria è abbastanza capiente e non faticherete ad arrivare a fine giornata. Si potrebbe anche aspirare a qualcosa in più, se non fosse per il firmware mal ottimizzato da questo punto di vista. Eseguendo il root al dispositivo, eliminando alcune app Samsung e flashando una ROM cucinata, l’autonomia migliorerà ulteriormente permettendoci di fare anche due giorni di uso medio/alto.

Prezzo:

600 Euro prezzo ufficiale, si trova anche a 550 su Internet. Sono cifre in linea con la concorrenza: certo, 50 Euro in meno avrebbero aiutato, ma il telefono vale i soldi che chiede.

Conclusioni:

  • Design, materiali ed ergonomia: 9. Il telefono è molto elegante, sottile e leggero. Forse sarebbe stato meglio se lo schermo fosse un minimo più resistente.
  • Hardware: 9. Il processore è molto performante, e la dotazione è di tutto rispetto. Le uniche due cose che si fa mancare sono il led notifica e l’uscita micro HDMI (si può utilizzare un cavo micro usb/hdmi prodotto da Samsung per ovviare al problema).
  • Schermo: 10. Di sicuro la miglior caratteristica del dispositivo. Lo schermo è di qualità eccellente, difficile chiedere di meglio.
  • Software: 8. La GUI non è il massimo, ma si può cambiare semplicemente installando un launcher diverso. Ottima invece la decisione di Samsung di andare a migliorare vari aspetti di Acome il copia e incolla, i comandi vocali e alcune applicazioni come browser, messaggi ecc. Una migliore ottimizzazione per quanto riguarda la batteria, e sarebbe perfetto.
  • Autonomia: 7. Arriverete a fine giornata anche con un uso massiccio. Ma si potrebbe aspirare a ben di più se il software fosse più ottimizzato.
  • Prezzo: 8. In linea con i concorrenti. Essendo il SGS II migliore dei concorrenti, avere il prezzo uguale a loro significa avere un buon prezzo.
  • Voto finale: 9. Galaxy S 2 è a mio parere il miglior dispositivo in commercio e l’unico che si avvicina veramente alla perfezione. Samsung ha deciso di battere iPhone sul suo stesso terreno e ci è riuscita perfettamente. Ci sono alcuni dettagli che sono stati trascurati, come il led notifiche, o il fatto che scaldi; altrimenti il voto sarebbe stato un 10.
Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com