Samsung: crollo del mercato smartphone in Cina

27 Luglio 201716 commenti

La Cina è uno dei mercati più remunerativi per quanto riguarda gli smartphone, ma a quanto pare Samsung sta incontrando non poche difficoltà per ritagliarsene una fetta.

La maggior parte dei problemi che Samsung deve affrontare nella sua corsa al mercato cinese deriva proprio dai produttori “casalinghi”: le tensioni politiche tra Cina e Corea del Sud di certo non aiutano in questo caso.

Gli ultimi dati arrivati da una ricerca di Counterpoint Research mostrano che la quota di mercato detenuta da Samsung in Cina nel secondo trimestre del 2017 è pari soltanto al 3%. I produttori di smartphone cinesi detengono saldamente la grande maggioranza del mercato: combinando le vendite di Oppo, Huawei, Vivo e Xiaomi si arriva infatti ad una percentuale pari ad 87%.

Huawei e Vivo sono i brand che sono cresciuti maggiormente nel secondo trimestre, seguiti a ruota da Xiaomi e Oppo, che continuano a recuperare terreno a scapito di Samsung ed Apple, che rappresenta l’unica compagnia straniera con uno share di mercato accettabile, seppur in decrescita (8.2%).

Apple infatti è passata da 8.5% dello scorso anno all’attuale 8.2%, mantenendo più o meno la posizione. Samsung invece è passata dal 7% detenuto nello stesso periodo dell’anno scorso all’attuale 3%. La compagnia sudcoreana ha chiaramente bisogno di rivedere le proprie strategie per il mercato cinese: nemmeno l’arrivo di Galaxy S8 è riuscito a risollevare le sorti dell’azienda in Cina, dove il mercato preferisce gli smartphone di fascia medio-bassa ai top di gamma.

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com