Samsung Galaxy S IV, permessi di root già disponibili per la versione con chip Snapdragon

27 aprile 201325 commenti

E' ormai diventata una gara quella che mette di fronte i guru dello smanettamento mobile, che ad ogni nuovo device di richiamo in uscita si sfidano cercando di arrivare per primi al traguardo: non poteva fare eccezione Galaxy S IV, per la cui versione equipaggiata con Qualcomm Snapdragon è possibile, a tempo di record, ottenere gli agognati permessi di root.

Solitamente il circuito su cui vanno in scena simili gare è quello di xda-developers, e anche stavolta vale la regola. Scaricando Motochopper (disponibile a questo link) , un exploit creato per devices Motorola, è possibile effettuare il root seguendo questi passaggi:

  • Estrarre il contenuto del file .zip
  • Se si utilizza Windows, assicurarsi di aver installato i più recenti drivers USB Samsung.
  • Assicurarsi che la modalità Debig USB sia abilitata sul device
  • Collegare il device al PC via USB.
  • Se si utilizza Windows, aprire la cartella dei file estratti ed eseguire “run.bat”. Se si utilizza Linux or OS X, aprire la cartella in una shell ed eseguire “./run.sh”.
  • Autorizzare la connessione ADB dal PC al device.

Una procedura davvero semplice, dunque. Per maggiori informazioni fate riferimento al thread aperto su xda-developers, in attesa, e siamo sicuri sarà breve, che arrivi una guida simile anche per la versione Exynos.

417€
Samsung Galaxy S4
SU
A SOLI
  • YoDevil

    Dal titolo sembrava che lo vedessero già con i permessi di root…

    • AR64SH

      In che senso?

      • YoDevil

        Vendessero *

  • lollame

    quelli di xda mi fanno paura..

  • ezzuP oiccaF

    Sembra quasi che non vedano l’ora di perder la garanzia…. secondo me li mettono in giro direttamente quelli di zanzung il kit per fare i rutti.

    • bombzor

      il root è reversibile, lo togli, non lascia tracce e la garanzia ritorna magicamente ;)

      • http://giusepperoia.it/ Giuseppe79

        Si ma se ti muore, voglio proprio vedere come fai

        • androidiani.comdario

          sì, ma credo che se porti in garanzia un terminale “morto” riflashano il firmware da capo e perdono 5 secondi, piuttosto che stare una giornata a cercare di capire il probelma della “morta” e far ripartire il tuo firmware e controllare se aeva il root.. il tempo è denaro.. a meno che non sia proprio palese non credo perdano tempo per queste stupiddaggini per le centinaia di telefoni che gli arrivano ogni giorno

  • bibla

    Perché qualcuno non ci spiega cosa vuol dire fare il root ? Cos’é un rutto in inglese ? Dai non penso che non lo so solo io !!

    • marzapane

      dai un’occhiata qui: http://lmgtfy.com/?q=root+android

    • Luke_Friedman

      Credo che solo tu non lo sappia… Comunque è il diventare amministratore del dispositivo potendone fare quel che vuoi…

    • androidiani.comdario

      mai usato qualsiasi distro linux?

      • zio

        ahah DISTRO cosa é un addittivo per la benzina? O un nuovo TAMPAX per poter ballare con il TANGA? ahah

        • androidiani.comdario

          Che trollone che sei.. Comunque è la seconda (il tampax) ;)

    • AR64SH

      Per spiegarlo in breve, quando ti consegnano il telefono tu hai i permessi da semplice utente standard, che può però installare app nel suo spazio dati. Puoi dunque vedere soltanto la memoria che ti è stata assegnata e cioè la cartella sdcard del sistema. Con i permessi di root diventi superutente e hai la possibilità di gestire l’intero sistema e di agiri sui vari file applicando modifiche al sistema a partire da quelle grafica a finire con le ottimizzazioni software. Ad esempio la maggior parte delle volte che senti parlare di kernel, di scheduler. di governor e di rom moddate si da per scontato che tu abbia il root e che chi abbia realizzato le modifiche lo avesse già prima di te. Chi ha le competenze (non credo sia il tuo caso altrimenti non avresti posto questa domanda perciò non attuare modifiche da te ma attieniti a usare quelle che trovi già in giro realizzate da altri utenti) può agire direttamente sui file di configurazione di sistema per l’esecuzione di script all’avvio, attuare overclock del processore, ottimizzare la gestione della memoria, implementare scheduling dei processi avanzati e così via. :) Se ti servono altre informazioni chiedi pure…

  • arkaboy

    Altro motivo per prendere S4 rispetto a One che sicuramente sarà blindato e col boot loader bloccato.

    • Nicola

      Mi sembra che anche quello tramite htcdev sia stato bucato

      • Valdaster

        Aggiungerei che Htc da sempre è stato molto prolifico nell’incoraggiare Xda e comunque la community in generale; da ex possessore di One X devo dire di aver trovato la maggior quantità e qualità di Rom alternative : si comunque ha già ottenuto o permessi di root

    • http://giusepperoia.it/ Giuseppe79

      One è già stato sbloccato, non avendolo non ho provato, ma è già stato annunciato da tempo

  • http://twitter.com/Tr1sto Nicola fant87

    sammy ha donato il suo prodottino con qualcom ancora tempo addietro,notare che il metodo di root esiste già da un pezzo e da quando ancora si parlava di rumors per le versioni in italia,quindi non mi meraviglia nulla,tutta via l’unica cosa che non sopporto e la touchwiz!

  • Pingback: Aggiornamento Samsung Galaxy S3, Jelly Bean passerà ad Android … | Android news

  • Pingback: Samsung Galaxy S IV, permessi di root già disponibili per la versione con chip Snapdragon | Notizie, guide e news quotidiane!

  • imax

    Ragazzi io ho fatto partire il file run.bat poi concedo dal telefono e fa una serie di processi mi installa superuser e riavvia il cell,poi però non ho i root lo stesso quindi ne superuser ne titanium vanno,come mai? cosa sbaglio?

  • Solido

    Non funziona lo fatto ma poi quando apro superuser mi dice che c e bisogno di aggiornare quando lo faccio mi da un errore e non funziona niente come mai?

  • Solido

    Salve perche non funziona lo fatto ma poi quando apro superuser mi dice che c e bisogno di aggiornare quando lo faccio mi da un errore e e dice di contattare il responsabile del programma