Samsung mette a confronto Galaxy S5 e Galaxy S6 in un test fotografico

14 aprile 2015100 commenti

Direttamente da Samsung arriva un test fotografico realizzato tra il nuovo top di gamma Galaxy S6 e l'ormai "vecchio" Galaxy S5.

Visto l’aumento dell’interesse da parte dei consumatori per quanto riguarda il comparto fotografico del proprio smartphone, Samsung ha giustamente deciso di portare numerose migliorie in questo settore.
Con le nuove tecnologie utilizzate, in particolare OIS (Optical Image Stabilization) e AF (Phase Detection Autofocus) è stato possibile raggiungere un livello qualitativo decisamente superiore rispetto ai precedenti esemplari della serie Galaxy S.
Nel video sottostante è possibile visualizzare il test fotografico tra i due smartphone, realizzato direttamente da Samsung.

httpvh://www.youtube.com/watch?v=PDfPJuA9hVY

Hardware

Galaxy S6 dispone posteriormente di una nuova fotocamera da 16 MP con apertura del diaframma f/1.9, mentre anteriormente troviamo un’unità da 5 MP, ancora una volta f/1.9.
Montata su Galaxy S5 troviamo invece, sul retro, un’ottica sempre da 16MP, ma con un’apertura focale decisamente minore, f/2.2, mentre sul lato frontale una da 2MP con apertura f/2.4.
Il termine apertura del diaframma (o rapporto focale, o ancora apertura focale anche se quest’ultimo non esattamente corretto) potrebbe risultare sconosciuto ai più, e spiegandolo brevemente, tanto questo è minore e tanto più la fotocamera risulta in grado di catturare una maggiore quantità di luce. Ed è esattamente per questo motivo che gli scatti effettuati da Galaxy S6 risultano molto più luminosi rispetto alla controparte, specie per quanto riguarda quelli effettuati con la fotocamera frontale, dove la differenza di apertura è più marcata.
Non solo hardware però, infatti Samsung ha lavorato molto anche sulle ottimizzazioni software, permettendo all’app Fotocamera di essere lanciata quasi il 100% più velocemente, così da essere sempre pronti a immortalare qualsiasi momento.

s561

OIS – Optical Image Stabilization

Questo particolare tipo di tecnologia viene utilizzato in caso di cattura sia fotografica che video in condizioni di poca stabilità, come ad esempio mentre si è in macchina o se non si ha una mano particolarmente ferma.
OIS entra in azione quando la fotocamera rileva eccessive oscillazioni, e agisce cercando di bilanciare questo incoveniente, attraverso un metodo definito lens-shift, che permette di neutralizzare il movimento involontario della mano rendendo l’immagine meno mossa.

s562

AF – Phase Detection AutoFocus

Questa feature è presente sia su Galaxy S5 che su Galaxy S6, ma per quest’ultimo è stata applicata una nuova tecnologia più avanzata, che la rende migliore sotto tutti i punti di vista.
Per poter garantire il miglior autofocus, specie su oggetti in movimento, è necessario che la fotocamera sia molto veloce e precisa, ma non solo, anche la luce gioca un ruolo fondamentale, in quanto in base a come questa raggiungere il sensore ottico, l’AF riesce a determinare come regolare la lente per mantenere l’immagine a fuoco.
Con Galaxy S6 e il suo Phase Detection Auto Focus l’utente non deve preoccuparsi di nulla e non ha bisogno di reimpostare ogni volta il focus su un oggetto in movimento, così da poter catturare un’immagine chiara e definita in ogni singolo istante.
È stata inoltre aggiunta la modalità selective focus che permette di evidenziare l’immagine in primo piano creando un effetto sfocatura per lo sfondo.

s563

Real Time HDR

High Dynamic Range, o semplicemente HDR, è una tecnica che permette all’ottica di riprodurre al meglio gli effetti di luce, così da conferire risultati più chiari e realistici, sia in condizioni di scarsa luminosità che in caso di esposizione a una forte luce solare, comparti in cui le fotocamere generalmente non hanno esiti particolarmente positivi.
HDR in sé non è certo una novità per gli smartphone, ma finora è sempre stato utilizzato come effetto aggiuntivo post-scatto, combinando tre immagini: una sovraesposta, una sottoesposta e, infine, una con esposizione corretta, così da poter inserire, al termine, le ombre presenti nella prima fotografia, le luci presenti nella seconda e dopodiché combinarle con la terza così da avere un maggiore range di luci e ombre.
Con Galaxy S6 questo non sarà necessario, in quanto HDR è applicato in tempo reale per entrambe le fotocamere.

s564

 

L’attenzione posta al comparto fotografico di Galaxy S6 non è altro che un’ulteriore dimostrazione di come Samsung abbia voluto realizzare un dispositivo che riesce veramente a distinguersi tra i numerosi concorrenti, sia per qualità che per funzioni, cosa che non avveniva praticamente dai tempi di Galaxy S2, dove il modello successivo della gamma non introduceva innovazioni sostanziali, ma semplicemente si limitiva ad apportare migliorie hardware o software, spesso anche di dubbia riuscita, in particolare per quanto riguarda l’interfaccia TouchWiz.

255€
Samsung Galaxy S6
SU
A SOLI
Loading...