Sony Xperia T3: la recensione

9 settembre 201439 commenti

Di rientro da Berlino in occasione dell'IFA 2014 dove Sony ha annunciato i nuovi dispositivi per l'inverno, abbiamo avuto la possibilità di testare per qualche giorno il nuovo Xperia T3, un dispositivo di fascia media da 5,3 pollici venduto ad un prezzo di listino di circa 400€ (prezzi inferiori a fine articolo).

unboxing

2014-08-30 18.40.21wtmk

La confezione di vendita di Xperia T3 riprendere le ultime dello stile Sony con apertura sul retro. Al suo interno troviamo subito lo smartphone e, nei vari scompartimenti, gli auricolari standard di buona fattura (non in-ear purtroppo), il cavo USB/Micro USB, l’alimentatore da parete da solo 850ma (implica tempi di ricarica decisamente lunghi) e, piacevole sorpresa, un cavo OTG per il collegamento delle periferiche USB standard alla porta micro USB del telefono.

2014-08-30 18.42.17wtmk

Il dispositivo

Sony mantiene ancora una volta il design lanciato con il primo Xperia Z: sottile, squadrato e con ampi spazi frontali inutilizzati. Se i primi modelli erano davvero troppo squadrati, quasi appuntiti, nell’ultimo anno i nipponici hanno reso più tondeggiante e confortevole la scocca dei dispositivi Xperia senza nulla togliere allo spessore che, anche in questo caso, è veramente ridotto: solo 7 mm.

2014-08-30 18.44.33wtmk

 

Frontalmente troviamo l’ampio display da 5.3 pollici HD Triluminos con tecnologia BRAVIA Engine 2 con una risoluzione dunque di 1280x720p. Nonostante non si tratti di un Full HD è quasi impossibile distinguere i pixel; unica pecca è lo scarso (per non dire – forse – assente) trattamento contro le ditate che rimangono impresse con troppa facilità.

La parte frontale riporta anche una fotocamera da 1.1 MP, un LED di notifica RGB posizionato sotto allo speaker e i vari sensori di prossimità e luminosità. Quest’ultimo funziona correttamente se non per un bug software che non mantiene l’impostazione manuale della luminosità se è attivata la gestione automatica.

Ricco il lato destro che è composto dagli slot per Micro SIM e Micro SD, pulsante accensione, bilanciere del volume e pulsante dedicato alla fotocamera (con due livelli per la messa a fuoco). Il bilanciere è posizionato nella parte inferiore del dispositivo e in questo Sony va contro i competitor che lo posizionano solitamente nella parte superiore o nel lato opposto al pulsante di accensione; apprezziamo questa scelta in quanto comoda durante le chiamate, un po meno nell’utilizzo quotidiano.

2014-08-30 18.43.31wtmk

Il lato sinistro presenta soltanto la porta Micro USB.

2014-08-30 18.43.56wtmk

Nella parte inferiore troviamo il microfono per le chiamate.

2014-08-30 18.45.05wtmk

In quella superiore l’uscita jack da 3.5mm.

2014-08-30 18.44.17wtmk

Posteriormente è situato l’altoparlante mono (audio che viene ovattato se appoggiamo il dispositivo su una superficie piana, sarebbe sufficiente situarlo pochi mm più in basso per evitare ciò), la fotocamera da 8MP con Exmor RS, il flash LED e il secondo microfono per la riduzione dei rumori di sottofondo. Evitabile a mio avviso il logo NFC stampato sul retro. La scocca posteriore è molto piacevole al tatto in quanto ha un effetto gommato tendente al vellutato.

2014-08-30 18.42.48wtmk

2014-08-30 18.43.09wtmk 2014-08-30 18.43.03wtmk

Specifche tecniche

Sistema operativo Android 4.4.2 KitKat
Processore Qualcomm Snapdragon 400 Quad-core da 1.4GHz
RAM 1GB
Memoria interna 8GB espandibile con Micro SD
Display 5.3 Pollici LCD IPS
Risoluzione HD (1280×720) – 277 ppi
Fotocamera posteriore 8 Megapixel
Fotocamera anteriore 1.1 Megapixel
Batteria 2500 mAh
Dimensioni 150.7 x 77 x 7 mm
Peso 148 g

display

Il display da 5.3 pollici IPS LCD ha una risoluzione di 1280×720 per un totale di 277 ppi. Buoni i colori (regolabili – RGB – dalle impostazioni) anche se se con un display così ampio sarebbe stato meglio un Full HD ed una trentina di ppi in più. Abituato al G3 è tutta un’altra storia ma parliamo di dispositivi e fasce di prezzo completamente differenti.

2014-08-30 18.44.43wtmk

Dalle impostazioni possiamo inoltre attivare la modalità Bravia Engine 2 per una migliore qualità delle immagini in video e foto, settare il controllo controluce smart per mantenere lo schermo acceso anche se non lo stiamo utilizzando con le mani ma lo striamo guardando e aumentare la sensibilità per l’utilizzo con i guanti.

Credo che si sarebbe potuta sfruttare maggiormente la superficie del display viste le dimensioni della cornice importanti che troviamo.

Fotocamera

Xperia T3 dispone di una fotocamera posteriore da 8 Megapixel attivabile direttamente dalla schermata di blocco o dal pulsante dedicato posizionato sul lato destro; quest’ultimo consente anche messa a fuoco e scatto. Complessivamente buona soprattutto nelle macro, forse un po sbiaditi i colori. Abbiamo trovato serie difficoltà nel fotografare una rosa, sembra aver mandato completamente in tilt il sensore (vedi foto allegate).

La fotocamera anteriore, essendo dotata di un sensore da soli 1.1 Megapixel, risulta con molto rumore; sufficiente comunque per effettuare videochiamate.

Software

Sony Xperia T3 viene commercializzato con a bordo Android 4.4.2 KitKat che verrà sicuramente aggiornato in futuro. L’interfaccia utente non varia da quella che abbiamo visto sino ad oggi sui dispositivi del 2014 che abbiamo provato, non mancano le classiche applicazioni proprietarie per la gestione di immagini, video e musica (da sempre ottime e ricche di funzionalità).

Il processore Qualcomm Snapdragon 400 quad-core da 1.4GHz non fa sentire la mancanza di RAM (solo 1GB) e dona fluidità al sistema. Tradizione Sony vuole che una volta saturata la memoria volatile, le applicazioni recenti vengano chiuse per liberare spazio; questo viene incontro all’utente finale ma si rivela un autogoal in certi casi in quanto i dati delle applicazioni aperte vengono azzerati.

Batteria e autonomia

Ho dovuto apportare qualche accorgimento sulla batteria in quanto l’applicazione Facebook per Xperia, in termini nostrani, “beve come un cammello” e registravo un calo di percentuale estremamente alto. Mi è bastata disattivarla in toto per ottenere regimi di autonomia ottimi grazie alla batteria da 2500 mAh. Come già anticipato, l’alimentatore è un tasto dolente in quanto ha un output molto basso, 850ma, che implica tempi di ricarica non certo rapidi.

Conclusioni

Xperia T3 si è dimostrato un ottimo terminale sotto praticamente ogni punto di vista.  Buona l’ergonomia a cui Sony tiene sempre di più grazie anche al peso che è veramente ridotto. Per la fascia di prezzo che occupa, è sicuramente consigliato.

Come al solito i prezzi più bassi li troviamo su Techmania (269€) e Gli Stockisti (259€) Amazon.

517€
Sony Xperia T3
SU
A SOLI
Loading...