Una ricerca mostra che il 30% dei passeggeri non spegne smartphone e tablet durante il volo

11 maggio 201350 commenti

Se qualche settimana fa vi avevamo riportato l'intenzione della FAA di cambiare le regole a bordo, introducendo la possibilità di utilizzare molti dei dispositivi elettronici in volo, recentemente è stata pubblicata un'interessante ricerca riguardo il numero di passeggeri che spengono smartphone e tablet.

Secondo quanto “scoperto”, il 30% dei passeggeri non spengono il proprio device, sebbene il personale a bordo lo richieda esplicitamente prima del decollo. Dopo le richieste degli assistenti, solamente il 59% dei passeggeri ha dichiarato di controllare il dispositivo (per verificare che sia spento o acceso), mentre il 21% attiva la Modalità Aereo.

Il device più utilizzato dall’oltre 30% di passeggeri che lo lasciano acceso in tutte le fasi del volo, è lo smartphone (28%), seguito da notebook (25%), tablet e MP3 (23%), per chiudere la classifica con gli eReader (13%).

La ricerca verrà presa in considerazione dalla FAA nello stilare le nuove linee guida per l’utilizzo di dispositivi elettronici in volo.

Loading...
  • Marco

    verissimo, molti quando pensano sia spento mettendolo in stand-by

    • Marco

      scusate, molti pensando sia spento mettendolo in stand-by

      • Yep

        Molti pensano di spegnerlo mettendolo in stand by. Era davvero una frase così difficile?

        • maseiserio??

          molti hanno problemi di udito, se confondono spegnere con stand-by!

  • Arnusse

    Ammazza, quindi il 70% delle persone non sa cosa sia la modalità aereo, bene! Ahahahah!

    • si spegne alla partenza ed all’arrivo, per il resto del volo si può usare S O L O in modalità aereo -.-

  • gino

    I primi a non spegnere dispositivi elettronici sono proprio loro, avete mai notato che gli hostess girano con il loro pos wireless x i pagamenti con carta di credito

    • DragonKeys

      perdonami ma i pos in aereo non sono wifi… a cosa si collegano per le autorizzazioni? che connessione sfruttano? cmq le operazioni sono off-line le scaricano quando scendono dall’aereo…

  • Non ci lamentiamo se accadono disastri

  • nexusforever

    Dovrebbero essere multati, perché mettono a repentaglio la vita altrui!!io farei una legge cosi!!e poi vediamo sede non li spengono :)

    • nexusforever

      Se non li spengono!!

    • Yep

      Io farei una legge per limitare le minchiate (abbonatemi il termine per favore) che dici. Molta meno gente rischierebbe di incazzarsi leggendo commenti come questo

      • Yep

        Ovviamente se tutto questo fosse una trollata avrei fatto una figura barbina. In tal caso scusasti

    • redondo

      Che bello vivere nella beata ignoranza e non sapere che cosa è in realtà un cellulare e quali danni irreali può provocare.
      Un danno l’ha di sicuro provocato però, al tuo cervello.

  • Patrick Smith, pilota di linea che cura l’apprezzata rubrica “Ask the Pilot” (“Chiedilo al Pilota”) su Salon:

    “Viene da immaginarsi qualche sventurato passeggero che preme il tasto
    “Invia” e l’aeroplano esplode, si ribalta o va a sbattere il muso
    direttamente a terra. In realtà, se dovesse accadere, un’interferenza
    potrebbe essere alla base di qualcosa di impercettibile, temporaneo e
    innocuo. La gente fa fatica a cogliere il fatto che un dato problema
    durante il volo non implica necessariamente una catastrofe e casi come
    questi non fanno eccezione. La struttura elettronica di un moderno aereo
    di linea è enorme, e buona parte delle anomalie non sono esattamente da
    infarto: un segnale di allarme che lampeggia per qualche momento e poi
    va via. D’altra parte poi, se davvero l’ utilizzo dei cellulari mettesse in concreto pericolo
    la vita dei passeggeri, questi verrebbero raccolti prima della partenza
    e restituiti ai loro proprietari una volta a destinazione. Questo
    significa che ogni giorno milioni di telefonini sono attivi sui voli di
    linea e, per quanto ne sappiamo, non sono alla base di ALCUN serio
    problema per la sicurezza del volo. I rischi sono minimi.”
    ERGO: non serve a un ca**o spegnere il cellulare in volo.

    • maseiserio??

      ergo non serve a niente ma lo fai lo stesso, perché è una regola che non costa nulla rispettare e non dimostra nulla non farlo.
      sono d’accordo: non serve.
      però lo faccio, perché a tenerlo accesso, non sono né
      più lavoratore degli altri, né più figo. solo più incivile

      • A me costa molto, l’accensione e lo spegnimento del telefono consuma parecchia batteria, quindi preferisco metterlo solo in modalità aereo. Poi quiando qualche aereo precipiterà a causa di un cellulare, ne riparleremo…

        • maseiserio??

          se sarà il tuo, ne dubito fortemente…
          comunque non è per questo che cadono gli aerei, ovviamente.
          ps: pessimo device, se l’accensione influisce così tanto sulla resa!
          e comunque non ne facevo una questione di sicurezza. ma di rispetto, rispetto per il 70% dei passeggeri che lo fanno, oltre che delle regole.
          e chi sono io per decidere al posto degli altri?
          quando lavorerai per la commissione sicurezza voli, ne riparleremo…

          • Per la cronaca ho un galaxy s2, ma quando viaggio non ho un caricabatterie sempre a portata di mano, e comunque possono passare diverse ore prima che possa rimetterlo in carica.
            Rispetto gli altri mettendolo in modalità aereo e tenendolo in tasca, ora dimmi tu che interferenze può causare un dispositivo completamente disattivato.

          • ManuMemy

            Questo è ridicolo! Ti costa molto spegnere e riaccendere il telefono perche si scarica la batteria? Allora scusa che lo usi a fare? Le
            chiamate, i messaggi, l’uso di internet, sono tutte funzioni che sicuramente userai e che sprecano il triplo della batteria rispetto allo spegnimento o all’accensionedi un device. Se poi l’aereo lo prendi 8 volte al giorno posso anche darti ragione. Non causerai di certo una catastrofe, ma darai piena dimostrazionedi quanto è facile fregarsene delle richieste altrui. Se questa non è inciviltà, non saprei come catalogarla.

          • lucazzo

            Non hai proprio capito il problema.
            Ti chiedono di spegnere il device perché altrimenti ci sarebbe un rompimento d’anima assoluto con vicini di sgabello che parlano dall’inizio del viaggio fino alla fine, uccidendo non l’elettronica dell’aeromobile, ma la psiche del vicino di posto.
            Inoltre la compagnia aerea non guadagnerebbe più un soldo con le telefonate di bordo con carta di credito.
            Io sono d’accordo con lo spegnimento, per il primo motivo che ho citato, un po’ come al cinema o a teatro, ma per la sicurezza del volo… io ho trasmesso con un antenna dal guadagno di 3dbi sul tetto della macchina per una vita, in 430Mhz, si certo non a 900Mhz o 1.8/9 giga, ma con potenze attorno ai 50!!! Watt e con antenne di guadagno molto elevato.
            La vettura che non ha alcuna schermatura contro la radiofrequenza non si è mai offesa, e ho usato 4 macchine diverse nel corso degli anni.
            Informati meglio sulla radio frequenza, oppure non usare più il cellulare e togli anche i pannelli dei ripetitori che hai sopra il palazzo… 25watt in 2 giga… saresti già morto.
            Informati.

          • Infatti quando sono in viaggio disattivo anche la connessione per riuscire a far durare la batteria il più a lungo possibile.. E mettere il telefono offline consuma meno batteria che spegnerlo e riaccenderlo.

          • maseiserio??

            infatti non lo so, ma non sono un tecnico ed è proprio questo il punto: mi affido a ciò che mi si dice di fare, non prenderlo come un inginocchiarsiciecamente alle regole…semplicemente è un punto di vista diverso dal tuo, ma meno invasivo: io col telefono spento in fase di atterraggio e decollo è offline per il resto, non do fastidio a nessuno, chi lo tiene accesso sempre da fastidio agli altri. che stando alle statistiche sono la maggioranza…quindi non farlo vuol dire imporre le proprie idee si più. questo è prepotente

          • maseiserio??

            un po’ di errori di digitazione, tra cui una È che dovrebbe essere una E..pardon, ero di fretta!

      • Sono d’accordo, ma se ci fosse una REALE, VALIDA e DIMOSTRATA utilità nello spegnere i dispositivi in volo, allora sarei anche d’accordo, ma dato che serve principalmente alle varie Compagnie per permettere loro di farti effettuare costose telefonate a pagamento, in caso di necessità, allora se permetti me ne sbatto, perché non é mai stato dimostrato un singolo incidente causato da interferenze di altri apparecchi elettronici, con quelli di bordo dell’aereo…
        Detto ciò, resta il fatto che a me personalmente non serve a nulla chiamare in volo, a meno che non si tratti di un volo di oltre 12 ore, cioè praticamente mai…e poi non é necessario spegnerlo del tutto, basta metterlo in modalità “aereo”, con cui viene spenta la RX/TX radio, e stai sicuro che non succede nulla all’aereo…questa regola valeva forse per gli aerei di costruzione anni ’70, che forse non avevano sufficienti schermature dalle interferenze, ma oggi é una regola stupida ed assurda che ripeto, serve solo alle Compagnie per intascare qualcosa in più…e se lo dice anche un pilota, c’é da crederci…ciao.

  • lord

    Il motivo è solo business…si devono spegnere i propri smartphone o pc per poter usare i loro a pagamento con la carta di credito..

    • Quindi, se hai fame oppure vuoi bene qualcosa… MANGI IL CELL? PURCHÈ SIA ACCESO?…

  • basta mettere la modalità aereo e fine.

  • Serfun72

    Ma avete pensato per un attimo in modo razionale e quindi statistico alla cosa. Ma vi pare che la sicurezza di un volo dipenda davvero da qualcuno che lascia acceso un telefonino. Con decine di migliaia di voli al giorno avremo decine di aerei caduti giorno. Se davvero ci fosse un qualunque problema serio di sicurezza relativo ad un telefonino acceso ti perquisirebbero, e farebbero spedire tutto il materiale elettronico in stiva in contenitori “isolati”. Evidentemente da fastidio a qualche comunicazione interna e limitano le interferenze con un messaggio che riduce il numero di quelli accesi. Ma non muore nessuno.

    • maseiserio??

      tolto che razionale e statistico non sono per forza sinonimi, pensando in modo razionale mi domando: quanto mi costa sottostare a una regola che disapprovo? Perché non mi stanno chiedendo di fucilar nessuno.
      la questione non sono gli aerei che cadono per un sms (figurati!) la questione è: davvero non riesco a tener il telefono spento per due ore??
      cosa dimostro a tenerlo accesso, che sono un super fico trasgressore? Non ho davvero bisogno di questo!
      :-)

  • goldenboy

    tnx for the info

  • dakkar

    Non si mette a repentaglio nulla sono palle… e lo sanno… e solo per evitare ciaciara….

  • dakkaro

    Sono balle che diano problemi all aereo. .. semmai agli altri se tutti si attaccano al cellulare. .

  • Marco

    Ma i telefoni non interferiscono solo con bussole, gps, radio(?), e non con i comandi manuali? Io lo spengo in decollo e atterraggio e in mod aereo in volo (comuqnue non prende) ma ni da fastidio la gente che dice che poi così succedono i disastri perché i piloti sono due così almeno uno controlla sempre l’aereo…poi è colpa loro se dormono e tengono il pilota automatico…

    • Mr loff-loffa

      Ah, charissimo

  • Mr loff-loffa

    Ok, risolto il “mistero” di Ustica: qualcuno aveva lasciato il prototipo di un cellulare acceso! Cavolo! Liberi tutti.

    • Diciamo che il tuo post è quanto meno di cattivo gusto.

  • Lodi

    Ma quale parte di “si prega di spegnere i dispositivi elettronici” non viene capito? La gente è ritardata? O sono così importanti da ricevere chiamate anche in volo? O sono dei tiraculo?

  • carlomangano

    tutte le 10000 persone che conosco non hanno idea di cosa sia la modalità aereo. la percentuale potrebbe essere molto più bassa di quella che vedete sopra il mio commento

  • gustavssonmultimedia

    La buffonata di spegnere i device radio in aereo è la più grossa cazzata del secolo.
    Gli ignorantoni bestie, non sanno neppure cosa è in realtà un cellulare, e non sanno che per causare un qualsivoglia danno anche minimale alle apparecchiature di un aereo, ci vogliono potenze paurosamente più elevate di qualsiasi cellulare in commercio.
    Ovvio che gli enti che controllano i cieli siano propensi a vietare l’uso del cellulare, per due motivi:
    1 impedire un brusio continuo con squilli rompi balle per il viaggio
    2 guadagnare una barca di soldi con i telefoni a pagamento dell’aeromobile.

    • Mr loff-loffa

      SEcondo te si riuscirebbe ad agganciare le celle in quota? Magari sopra leAlpi o sopra qualche mare? E li vietano x il brusio?scusa ma questa é una gran Cassata ;-) e comunque… rischio interferenza danno…

      • gustavssonmultimedia

        Certo che li vietano per il brusio, prova ad avere un scallapalle che continua a parlare di fianco a te per tutto il volo, con squilli e scassature di uallera.
        Io preferisco che li facciano spegnere, ma che non mi vengano a dire che è per la mia sicurezza… offendono la mia intelligenza.

        • maseiserio??

          io continuo a non capire come faccia a prendere il tuo ipotetico cellulare in alta quota….

          • Mr loff-loffa

            Essendo Multimedia ha lo startac di Chuck Norris: sono le celle a spostarsi verso di lui…

    • Ma dopo pochi minuti dal decollo non c’è più segnale.
      Quindi questo problema praticamente si elimina da solo

  • Fabio Gorla

    Ciao a tutti,
    Mi permetto di intervenire xché ho informazioni di prima mano da condividere con voi. Sono infatti un pilota di linea e so perché tutti noi dobbiamo spegnere (ma anche la funzione “in volo” va bene) il telefono.
    Anzitutto soffermiamoci a pensare che quando sono nati i cellulari avevano potenze di trasmissione radio + alte dei modelli moderni (c’erano molte meno antenne e, quindi, dovevano raggiungere distanze maggiori) e la modalità “in volo” non esisteva. Quindi, semplicemente, quando hanno fatto la regolamentazione la terminologia “modalità in volo” non si sapeva cosa fosse e, ovviamente, la regolamentazione non è mai stata aggiornata. Da qui la richiesta di spegnere i device xché è l’unica contemplata dalla regolamentazione.

    Oltretutto, contrariamente a quanto da qualcuno scritto nei messaggi precedenti, a circa 3000ft (1000mt cioè meno di due minuti dopo il decollo) il cell non prende +, quindi non si potrebbe ne chiamare ne ricevere. Il cell, xrò, andrebbe in ricerca continua di celle a cui agganciarsi. Avete mai ricevuto una chiamata o un sms quando il cell era vicino a degli speekers (tipo la radio x sentire la partita!)? Avete notato quel rumore che viene emesso dalle casse poco prima che squilli il telefono? Ecco, quel rumore io lo sento dagli speekers della radio che mi serve x comunicare con gli enti del controllo a terra. Se poi lo moltiplicate x tutti i cell lasciati accesi a bordo, vi potete immaginare la sinfonia!
    Questo è pericoloso? No nel senso che l’aereo non esplode….si nel senso che io devo farmi ripetere il messaggio dalla “torre di controllo” rubando, magari, “il tempo di trsmissione” ad un altro velivolo che magari, proprio in quel momento, è in seria difficoltà (e non x un cell acceso! ).
    Poi dipende anche su che velivolo vi trovate! Ad esempio, io piloto A330 e, nella compagnia dove lavoro, i velivoli sono equipaggiati con wifi e antenne gsm x i passeggeri (telefonate in roaming internazionale ma a prezzi da area 2 se ricordo bene….e poi se avete blackbarry, siete a cavallo), quindi i telefonini accesi non danno fastidio (o meglio, danno fastidio solo nella fase di decollo e atterraggio xché il sistema gsm di bordo viene spento in automatico e il telefono andrebbe in ricerca di una cella a cui collegarsi, creando POSSIBILI interferenze anche con il sistema di atterraggio strumentale).
    Poi ci sono i velivoli “non + giovani” tipo MD80/82/83. Tale velivolo ha i motori in coda situati circa un paio di metri + in alto rispetto alle pompe x il carburante (che sono nei serbatoi nelle ali del velivolo). Purtroppo tali pompe x il carburante sono “sensibili” alle interferenze. Ovviamente, vista la posizione dei motori, il carburante non arriva certo x gravità! Ora, è pericoloso se tali pompe smettono di funzionare? DANNATAMENTE! (Leonarda da vinci diceva “tutto quello che sale, prima o poi, deve scendere!!).
    Non allarmatevi assolutamente! Ci sono parecchie pompe di carburante e, l’eventualità che possano smettere di funzionare tutte simultaneamente (a causa di qualche decina di cell lasciato accesa) è pari a quella che io possa vincere alla lotteria (senza avervi partecipato) e che mi consegnino un HTC ONE x sbaglio (e che non ho pagato)….tutto lo stesso giorno!!
    Riassumendo…spegnete i cell o, se hanno la modalità in volo, attivatela dopo che avete salutato la mamma/moglie/fidanzate e gli avete detto che tutte le assistenti di volo sono brutte!

    Ps. Non vi dico la compagnia x cui lavoro xché non voglio usare questo spazio x pubblicità!

  • Mr loff-loffa

    Ah!, se si potessero evitare i rompicocomeri che telefonano a tutto volume in treno… Andrebbe bene qualsiasi scusa: anche l’interferenza con lo sciaccquone del gabinetto!

  • Nemo81

    Ciao a tutti,
    Mi permetto di intervenire xché ho informazioni di prima mano da condividere con voi. Sono infatti un pilota di linea e so perché tutti noi dobbiamo spegnere (ma anche la funzione “in volo” va bene) il telefono.
    Anzitutto soffermiamoci a pensare che quando sono nati i cellulari avevano potenze di trasmissione radio + alte dei modelli moderni (c’erano molte meno antenne e, quindi, dovevano raggiungere distanze maggiori) e la modalità “in volo” non esisteva. Quindi, semplicemente, quando hanno fatto la regolamentazione la terminologia “modalità in volo” non si sapeva cosa fosse e, ovviamente, la regolamentazione non è mai stata aggiornata. Da qui la richiesta di spegnere i device xché è l’unica contemplata dalla regolamentazione.

    Oltretutto, contrariamente a quanto da qualcuno scritto nei messaggi precedenti, a circa 3000ft (1000mt cioè meno di due minuti dopo il decollo) il cell non prende +, quindi non si potrebbe ne chiamare ne ricevere. Il cell, xrò, andrebbe in ricerca continua di celle a cui agganciarsi. Avete mai ricevuto una chiamata o un sms quando il cell era vicino a degli speekers (tipo la radio x sentire la partita!)? Avete notato quel rumore che viene emesso dalle casse poco prima che squilli il telefono? Ecco, quel rumore io lo sento dagli speekers della radio che mi serve x comunicare con gli enti del controllo a terra. Se poi lo moltiplicate x tutti i cell lasciati accesi a bordo, vi potete immaginare la sinfonia!
    Questo è pericoloso? No nel senso che l’aereo non esplode….si nel senso che io devo farmi ripetere il messaggio dalla “torre di controllo” rubando, magari, “il tempo di trsmissione” ad un altro velivolo che magari, proprio in quel momento, è in seria difficoltà (e non x un cell acceso! ).
    Poi dipende anche su che velivolo vi trovate! Ad esempio, io piloto A330 e, nella compagnia dove lavoro, i velivoli sono equipaggiati con wifi e antenne gsm x i passeggeri (telefonate in roaming internazionale ma a prezzi da area 2 se ricordo bene….e poi se avete blackbarry, siete a cavallo), quindi i telefonini accesi non danno fastidio (o meglio, danno fastidio solo nella fase di decollo e atterraggio xché il sistema gsm di bordo viene spento in automatico e il telefono andrebbe in ricerca di una cella a cui collegarsi, creando POSSIBILI interferenze anche con il sistema di atterraggio strumentale).
    Poi ci sono i velivoli “non + giovani” tipo MD80/82/83. Tale velivolo ha i motori in coda situati circa un paio di metri + in alto rispetto alle pompe x il carburante (che sono nei serbatoi nelle ali del velivolo). Purtroppo tali pompe x il carburante sono “sensibili” alle interferenze. Ovviamente, vista la posizione dei motori, il carburante non arriva certo x gravità! Ora, è pericoloso se tali pompe smettono di funzionare? DANNATAMENTE! (Leonarda da vinci diceva “tutto quello che sale, prima o poi, deve scendere!!).
    Non allarmatevi assolutamente! Ci sono parecchie pompe di carburante e, l’eventualità che possano smettere di funzionare tutte simultaneamente (a causa di qualche decina di cell lasciato accesa) è pari a quella che io possa vincere alla lotteria (senza avervi partecipato) e che mi consegnino un HTC ONE x sbaglio (e che non ho pagato)….tutto lo stesso giorno!!
    Riassumendo…spegnete i cell o, se hanno la modalità in volo, attivatela dopo che avete salutato la mamma/moglie/fidanzate e gli avete detto che tutte le assistenti di volo sono brutte!

    Ps. Non vi dico la compagnia x cui lavoro xché non voglio usare questo spazio x pubblicità!

    • OldMan

      Hai ragione, ma quell’interferenza di cui parli tu, ovvero un’onda portante che “entra” negli speaker, si verifica in determinate condizioni:
      primo dipende moltissimo dalla vicinanza con gli speaker o dell’apparecchiatura, si parla di un metro al massimo.
      Secondo, si verifica più che altro con speaker o apparecchiature non schermate, ovvero apparecchiature che non potrebbero neppure essere omologate per un uso aereo.
      Ti faccio un esempio empirico:
      1 watt di portante continua modulata con un tono a 1750khz, con un’ antenna 5/8 d’onda non caricato a 10 centimetri a 1.3 gigahertz, che di certo è molto di più della potenza erogata + guadagno di antenna di un telefono cellulare, a 10 centimetri di distanza da apparati audio semi professionali, non provoca neppure un rumore vagamente percettibile negli speaker o un’alternata dai finali di potenza.
      Terza cosa, se tu moltiplichi questi segnali per 100 volte, la quantità di radiofrequenza non aumenta di intensità in microvolt, resta uguale.
      Detto questo, io sono d’accordo sullo spegnerli semplicemente perché rompono le palle, in quota non si aggancia quasi mai, e non è necessario che il mio vicino di poltrona mi rompa l’anima con le sue menate telefoniche.
      Per gli apparecchi di vecchia generazione:
      sebbene fosse vero che avevano generalmente potenze più elevate, è anche vero che operavano su frequenza più basse, ovvero 164 Mhz oppure 460 Mhz.
      Poi con i 900 le potenze si sono notevolmente abbassate, e di conseguenza i disturbi.
      Io ho 6 metri di antenna in uhf, a 20 metri da una torre mista 900/1800, io esco con 100 watt e non li disturbo, idem loro, pannelli puntati sulla mia antenna, mai avuto problemi.
      Sono radioamatore da 25 anni.
      A proposito, voi siete sui 118/126 Mhz in AM, siete ben lontani da qualsiasi disturbo radio provocato dai cellulari.

      • nemo81

        Si, sono in accordo con te la vicinanaza alle casse del telefono acceso è essenziale. Comunque, sarà per fattori difficili da valutare ma il fenomeno di cui dicevamo si verifica anche con i telefono non cosi vicini come dici tu.
        Tieni invece conto che in caso di atterraggio in bassa visibilità si usa il sistema ILS per l’atterraggio questo lavora sui 90hz nella componente verticale e 150hz su quella orizzontale. È in grado di portare il velivolo al centro esatto della pista. Quando c’è parecchia nebbia e la visibilità è anche meno di 100mt, il pilota non è in grado di vedere se si trovato sulla pista oppure no, quindi si affida completamente a questo sistema. Ora, anche una minima interferenza (nelle giuste circostanze) inciderebbe sul sistema, facendo deviare il velivolo. Infatti, anche i mezzi terrestri (auto aeroportuali o aeromobili che si spostano a terra) si tengono ben alla larga dal fascio del ILS proprio per non deviarlo con interferenze date dalla massa metallica.

        Ti assicuro invece, che sopra i 1000mt i cell non prendono proprio!