Xiaomi Pocophone F1, altro che entry-level, superati i 280mila punti su AnTuTu

6 agosto 20186 commenti

I primissimi rumor riguardo Xiaomi Pocophone F1 lo volevano come terminale entry-level. Con il susseguirsi dei leak, è parso sempre più chiaro che il Pocophone sarebbe stato invece un terminale di fascia alta. Questo, sorprendente, risultato ottenuto su AnTuTu scioglie ogni dubbio.

 


Xiaomi Pocophone F1, altro che entry-level, superati i 280mila punti su AnTuTu


Un terminale dal nome Poco F1 si è presentato oggi per mettersi alla prova attraverso il benchmark test AnTuTu, e possiamo essere pressoché certi che si tratti proprio di Xiaomi Pocophone F1.

Il test è stato superato a pieni voti, riuscendo a raggiungere l’impressionante cifra di 285302 punti, persino superiore a concorrenti dotati dello stesso processore, ovvero Qualcomm Snapdragon 845.

Xiaomi Pocophone F1 AnTuTu

Se volessimo proprio essere pignoli, non è indicato da alcuna parte quale sia materialmente il processore utilizzato dallo smartphone, ma è al limite dell’impossibile pensare che non si tratti del SoC precedentemente menzionato.

Quanto appena visto dovrebbe finalmente chiarire ogni perplessità riguardo la dotazione hardware del terminale poiché a questo punto sarà impossibile che si tratti di un entry-level.


 

Loading...
  • Doc74

    magari il processore è il tanto aspettato surge s2 o come cavolo si chiama, sarebbe una bella sorpesa.

    • sinceramente, non ci spererei troppo!

      • Doc74

        Sono d’accordo , la mia è solo un ipotesi figlia del caldo e della canicola . Però spiegherebbe alcune scelte da parte di xiaomi , come ad esempio impelagarsi con sto nuovo marchio pocophone. Per cui stiamo a vedere , tanto non ci ho scommesso sopra soldi :)

    • Tys

      Ma va la… Il Surge S1 era una chiavica, non possono aver fatto un salto così netto.

      • Doc74

        beh , nessun salto , S1 è sempre stato inteso come fascia medio/bassa e S2 come fascia medio/alta – alta

        per l’ S2 si era vociferato una CPU octa core a 16nm di TSMC, composta da un cluster ad alte prestazioni basato su 4 core Cortex-A73 a 2.2GHz e uno a basso consumo con 4 core Cortex-A53 a 1.8GHz, a cui si affianca una GPU Mali-G71 MP8, supporto alle memorie RAM LPDDR4 e UFS 2.1

        Ma sono solo supposizioni . Ora non dico di avere ragione , probabilmente mi inganno.
        Però potrebbe spiegare perchè usare un marchio differente per un cellulare di fascia alta
        che per quel poco che si sà è un po’ troppo simile al mi 8.

        La possibilità che mi viene in mente è che abbiano deciso di implementare le nuove CPU surge come marchio a parte per minimizzare il rischio sul marchio principale e differenziare il target ( nel caso poco probabile avessi ragione , ipotizzerei un prezzo minore al mi 8 grazie alla cpu più economica in quanto autoprodotta e non acquistata da terzi )

  • Amico Catopleba

    In italiano il nome non invoglia, diciamolo.