Corning Gorilla Glass 3: resistenza ai livelli del predecessore

29 aprile 201317 commenti

Shen Ye, certamente non molto conosciuto per alcuni utenti, è un celebre sviluppatore conosciuto nel panorama del nostro amatissimo robottino verde. Ye è stato spesso vicino ad Android grazie a molti progetti su XDA-Developers, oltre ai celebri RootzWiki e VillainROM, e perciò possiamo certamente far affidamento sulla sua esperienza e sui suoi test condotti sulla nuova soluzione di Corning, ovvero il Gorilla Glass 3. Secondo quanto riportato in un post su Google+, il Gorilla Glass 3 sarebbe resistente tanto quanto il suo predecessore.

Shen Ye ha confrontato il Gorilla Glass 3 con il suo predecessore arrivando alla conclusione precedentemente facendo anche affidamento sulla documentazione ufficiale rilasciata da Corning.

Secondo il modulo di Young (modulo d’elasticità), la differenza di fragilità tra le due soluzione di Corning è del 3% (punteggio inferiore maggiore resistenza).

  • Gorilla Glass 3 – 69.3 GPa
  • Gorilla Glass 2 – 71.5 GPa

Il coefficiente di Poisson, ovvero lo stress assiale, è rimasto praticamente invariato con un valore di 0.22 e 0.21. Invece per quanto riguarda la resistenza alla frattura, ovvero quanto una frattura si propaga, abbiamo un valore inferiore al predecessore: 0,68 a 0,66 MPa m^0.5, che praticamente suggerisce che la frattura potrebbe espandersi il 3% più velocemente sulla nuova soluzione.

Infine, per quanto riguarda la durezza del vetro il risultato è il medesimo, quindi un Gorilla Glass 3 si graffia come un Gorilla Glass 2.

Detto ciò, Shen Ye conclude che la scelta tra le due soluzioni non dovrebbe portare alcun sostanziale cambiamento e quindi non dovrebbe influenzare la scelta di uno smartphone.

Ovviamente non ci resta che attendere la risposta di Corning, magari con test più approfonditi per provare nuovi risultati.

 

Loading...
  • Arnusse

    Che tristezza…per quanto mi riguarda, sarà ben gradito il ritorno alla plastica.

    • voodoonet

      Plastica? ma qui parliamo del vetro degli schermi di gran lunga più resistenza ai graffi, affetto blobbing, lucentezza brillantezza, feedback, tutto dove la plastica veramente non può arrivare!

      • Arnusse

        Me ne sbatto della resistenza ai graffi e di tutto il resto se il telefono mi cade di faccia e si CREPA DI BRUTTO. Nexus5 e Note 3 con ogni probabilità avranno lo schermo in plastica e saranno infrangibili, godo.

        • gianlu55

          no zio ma dove vivi scusa… uno schermo in plastica… ma ti rendi conto di cosa vai blaterando !??!?

          • Arnusse

            Bella zio, yeah, troppo fashion.

          • maseiserio??

            “ma dove vivi” “ti rendi conto di cosa vai blaterando”
            esistino già, gli schermi in plastica, non li monta nessuno ma esistono già…
            bella figura di melma che ti saresti risparmiato con un po’ meno arroganza!
            hai perso un’ottima occasione per stare zitto, zio.
            -.-‘

          • Gli schermi in plastica esistono e sono montati. Sono interamente in plastica e sono quelli di molti dispositivi non-touch .-.

        • … Certo, uno schermo che se cade non si disintega va bene, ma vuoi uno schermo in plasticaccia che se lo tocchi con l’unghia si riga tutto, che sembrerà opaco se si sporca, che si creperà se premi troppo forte a differenza del vetro.. Poi Note 3 sono solo rumor e poi non vogliono tutto il pannello di vetro ma solo in una zona più interna per evitare che ci sia il riflesso probabilmente sto sparando stupidaggini perchè l’articolo l’ho letto mesi fa e non mi ricordo), invece per il Nexus 5 non l’ho mai letto…

          • Fede er mejo

            l’aritocolo era della settimana scorsa qui di androidiani rotfl rotfl comunque si volevano prendere una parte in plastica all interno e al di fuoremettere il gorilla glass xk occpupa meno spazio e quindi più spazsio per la batteria ma sopra emttere il gorilla glass…

          • Si scusa, però io lo avevo letto molto tempo fa su altri blog :) Quindi mi sembrava inutile rileggerlo. Contento almeno di non soffrire di Alzheimer e ricordare bene xD

      • hai ragione, ma per i graffi posso mettere una pellicola.
        se mi si rompe il vetro sono ca..i.
        Preferirei avere un pò meno delle cose che giustamente hai citato tu per l’infrangibilità.
        Mia opinione :)

        • Arnusse

          Tranquillo, il 90% delle persone a livello mondiale la pensa come te e come me, per fortuna :) Questa è l’Italia, ci piace metterci a 90 gradi, ma non a tutti per fortuna :) Nel 2015 tutti i top avranno lo schermo in plastica e nessuno fiaterà, lo sappiamo già tutti che andrà così :)

      • Diciamo che lo stesso principio non vale solo per lo schermo! xD

  • cicciocappuccio

    La cosa che più mi spaventa è che usciranno terminali con questo vetro e lo venderanno a chissà quale prezzo solo perchè fra le specifiche ci sarà il Gorilla Glass 3, sai che affare!

    • Infatti la vera truffa è questa. Esattamente come è successo per il GS3 mini VS GS2. Il secondo è migliore e costa di meno, ma siccome il primo ha il 3 al posto del 2 ti fa pensare che sia un passo avanti.

  • saver

    L’ articolo ha degli errori:
    Il coefficiente di poisson indica la proprietà di deformazione trasversalmente al carico, cioè in proporzione quanto si accorcia lungo l’asse perpendicolare a quello al quale un carico assiale venga applicato facendo allungare lo schermo. E cmq tra .20 e .21 la differenza c’è ed è tanta visto che il max sarebbe 1.00

    • saver

      Il sigma indica a quale sforzo assiale resiste lo schermo prima di rompersi. Da qui si può anche ricavare lo sforzo di rottura a flessione. In uno schermo per cellulari per me ha poco importanza perché non capita mai di tirarlo assialmente e se si piega cede prima il case sottostante.

      Quello che davvero importa sono la resilienza e la capacità di opporsi alla propagazione della frattura. Ma il cinese non ne parla anzi confonde il sopra citato sigma con gli stress intensitiv factor.
      Non conosco questi dettagli ma credo che di sicuro siano stati migliorati.
      Tornando al cinese, mi sa che gli brucia il fatto che un componente cosi importante venga prodotto in occidente e protetto da brevetto