Google dona 17.000 Nexus 7 alla gente di New York colpita dall’uragano Sandy

31 ottobre 201318 commenti
È passato quasi un anno da quando l'uragano Sandy ha colpito più di 20 Stati membri e causato danni stimati per oltre 68 miliardi di dollari. Il processo di ricostruzione, come potete immaginare, è difficile e procede lentamente. Così ogni cosa aiuta e Google sta facendo la sua parte in un modo decisamente Google.

Il governatore di New York Andrew Cuomo ha annunciato, tramite un comunicato stampa, che il colosso di Mountain View ha donato circa 17.000 Nexus 7 ai newyorkesi colpiti dall’uragano.

“Google è orgogliosa di collaborare con il Governatore Cuomo e il New York State Community Action Agencies con la donazione di 17.000 tablet ” ha detto Susan Molinari , VP of Government Relations di Google. “Crediamo che la tecnologia possa e debba svolgere un ruolo importante nella ricostruzione delle comunità per renderle più resistenti e forti. Sempre più persone stanno utilizzando la tecnologia e internet per educare se stessi o provvedere alle loro famiglie. La nostra speranza è che questi device possano rappresentare una risorsa per fare proprio questo.”

Ancora non sappiamo se i tablet in questione siano Nexus 7 2013 o, invece, la versione dell’anno scorso mentre è noto che il loro valore complessivo sia di circa 2,7 milioni di dollari.

Per quanto molti di voi (me compreso) possano dubitare dell’effettiva utilità della donazione effettuata da Google, siamo sicuramente lieti di vedere aziende del calibro di questo colosso che si impegnano per una buona causa. E voi, apprezzate il gesto del produttore?

 

212€
Asus Nexus 7
SU
A SOLI
  • macciocapatondo129

    neanke mezzo in italia?

  • Gardy

    Ovvio che per Google sia più facile donare dispositivi però persone che magari hanno perso tutto che se ne fanno di tablet del valore di 250$??? mah…. ho idea che siano stati donati a chi non ha subito molti danni… forse….

  • Pingback: Google dona 17.000 Nexus 7 alla gente di New York colpita dall’uragano Sandy | Crazyworlds

  • Fabio Gilè

    Mettiamola così:
    A voler pernsar male, hanno altri 17.000 utenti su cui gadagnare con i loro servizi (del resto google vive di questo), e se ho la casa distrutta del Nexus7 non me ne faccio niente.
    A voler pensar bene, me lo rivendo e ci guadagno qualcosina per ristrutturami la casa (qualche finestra, ecc).

    Dipende da come si vede il bicchiere, se mezzo pieno o mezzo vuoto :)

    • 8eloah8

      Certo che se l’uragano mi avesse fottuto la connessione o il computer potrebbe tornare utile per comunicare o consultare google per qualsiasi informazione che possa riguardare le forniture di tutto ciò che mi occorrerebbe per ricostruire ciò che è andato distrutto,di certo non è che uno che si ritrova la casa devastata si mette a perdere tempo a giocare con Real racing 3 o dead trigger 2.

    • http://www.webtribe.it/ Emiliano Giuseppe Pratici

      Meglio che regalarli, senza offesa, agli atleti della Olimpiadi stile Samsung. (al di la di come si veda poi il bicchiere)

  • Elektrosphere

    Marketing. Nulla di più.
    Indubbiamente l’iniziativa fa piacere, ma è solo pubblicità.

  • Ennio

    Potevano destinare loro l’equivalente in denaro del costo dei tablet..
    Avranno ancora altri pensieri x la testa gli sfollati piuttosto che utilizzare il tablet..

  • Pingback: Google dona 17.000 Nexus 7 alla gente di New York colpita dall’uragano Sandy - WikiFeed

  • Erry

    Gesto sicuramente nobile ma è come se la FIAT ci avesse regalato dopo il terremoto 17.000 cric della Panda.

  • momentarybliss

    a cosa serve un tablet ai newyorkesi se magari non hanno nemmeno più la casa o le risorse economiche per un abbonamento internet? va beh che negli stati uniti gli hot spot sono dappertutto, ma davvero sembra una manovra pubblicitaria o, peggio, per svuotare i magazzini magari della giacenza del vecchio modello e detrarre il controvalore in dollari dalle tasse

  • barth142

    Che cosa cazzo se ne fa uno che ha perso tutto casa lavoro ecc di un nexus 7!

    • mr verdicchio

      Avrà perso anche il cellulare o il tablet se li aveva.
      È un piccolo aiuto, meglio di niente.
      È come dire a cosa serve donare un euro in beneficenza, che ci comprano? Se sei google regali 3 milioni in tablet, se sei un ristorante, qualche pranzo gratis, se sei uno qualsiasi doni un euro.
      Ognuno fa quello che può

  • http://blog.wly.it William

    Soliti commenti critici.
    In America non esiste assistenzialismo sociale. O perlomeno non ai livelli italiani.

    Google è una società privata, produce dispositivi e regala quelli; perché mai avrebbe dovuto donare quasi 3 milioni di dollari?
    Molto probabilmente, oltre ad aver perso una casa, molti avranno perso cellulare, computer eccetera.
    Ricevere un tablet non ti cambia la vita, ma può aiutarti nella ripresa.

    In effetti è meglio in Italia dove gli operatori telefonici ricaricano il cellulare ai terremotati. Ma dai.

    • AndroiZz

      Hai ragione concordo!

  • VeroOpinionista

    Bel gesto.. o per lo meno ci hanno provato a farlo! Ma a cosa potrebbero servire?

  • cesco

    Se io fossi uno sfollato e avessi perso anche tutti i miei mezzi informatici e ricevessi un tablet in regalo ne sarei felice, se non altro per non sentirmi tagliato fuori da tutto, bisogna tenere presente che in America a differenza che in Italia on line si fa quasi tutto dagli acquisti al rapporto con la pubblica amministrazione, fra non avere alcun mezzo di comunicazione ed avere questo tablet secondo me fa la differenza e in questo trovo utile questo gesto di Google

    • AndroiZz

      Hai ragione pure tu concordo.