Google Projected Mode: sistema in-car di Big G svelato da Mercedes-Benz in un annuncio di lavoro

3 marzo 201473 commenti

Non è una cosa di tutti i giorni scoprire nuove tecnologie mediante un annuncio di lavoro, ma è quello che è appena successo. Daimler, la casa madre di Mercedes-Benz, è in cerca di un ingegnere informatico capace di implementare il futuro sistema infotainment di Google nelle automobili prodotte dall'azienda tedesca.

Dall’annuncio scopriamo che il sistema in-car di Big G potrebbe chiamarsi “Google Projected Mode” e avrà il compito di integrare perfettamente il sistema operativo Android nel cruscotto delle automobili Mercedes di tutto il mondo.

Dunque, allo smartphone modulare Google ARA, all’ebook reader con doppio schermo, all’innovativo smartphone Tango e allo smartwatch, Google aggiungere questo nuovo progetto alla “lista delle cose da fare”.

Che cosa ne pensate?

Loading...
  • Emiliano Giuseppe Pratici

    Trovo sia un’ottima iniziativa. Sono curioso di vedere l’evoluzione.

  • lallo29

    Bello

    • numb3r

      In poche parole…GOOGLE STA DOMINANDO IL MONDO! Tra un po avremo google anche in bagno

      • Porco boia cane cattivone

        Ieri hi scoraggiato di nuovo in cucina vero? L’ho letto su google trends….

      • Ruppolo

        Nel frattempo CarPlay di Apple è già disponibile. Il dominio Google è rimandato.

  • Pingback: Google Projected Mode: sistema in-car di Big G svelato da Mercedes-Benz in un annuncio di lavoro - WikiFeed()

  • Caesar

    ma come?! ho appena letto su autoblog che mercedes avrà apple a bordo! http://www.autoblog.it/post/327155/carplay-a-ginevra-apple-sale-a-bordo-del-mondo-automotive

    • Francarso da procida

      Saranno disponibili entrambi. Nn mi sembra complicato. Casomai la domanda è come funzionerà la scelta del cliente

      • Ruppolo

        SARÀ disponibile il sistema Google, È disponibile il sistema Apple.

        • Francarso da procida

          Sì ma sarà una scelta da fare prima di comprare l’auto o facilmente cambiabile anche dopo..

  • Mat

    si infatti guarda caso la cosa trapela oggi che apple annuncia carplay…. originali!

    • Ruppolo

      Proprio un caso, eh?

  • Alessandro Tischer

    Ma…. Audi si è tirata indietro?

  • FedeC6603Z

    Tutto bello OK. PERO’…this is not the WAY

    Però vorrei che si arrivi che indipendentemente della marca di auto che uno compri poi per avere i servizi di infotainment non debba comperarmi per forza lo smartphone compatibile.
    O meglio. Vorrei che sviluppassero un sistema in-car che poi venga gestito direttamente dallo smartphone, che esso sia Android, WP o iOS. Una specie di standard di base compatibile e poi dopo l’accoppiamento con il device è quest’ultimo a gestire il tutto.

    • dubbioso…

      sarebbe possibile, ma avresti pochi servizi. I servizi sono nella specializzazione, altrimenti si finisce come android, buono in tutto, eccellente in poco. Probabilmente ti offriranno l’opzione all’acquisto di poter decidere che OS avere nel sistema in infotainment. Del resto proprio oggi Mercedes ha annunciato che mostrerà il sistema PlayCar di Apple, basato su iOS 7 su alcuni sui modelli al salone di Ginevra. Idem Volvo, Ferrari, ed alcuni altri. Non un demo, un sistema funzionante e commerciabile. Temo che sarà più difficile implementarne uno con Android, se legato al cellulare, perché ci saranno troppe variabili dovute alle personalizzazioni. Ci arriveranno, ovviamente, ma non credo saranno supportati tutti i modelli. O almeno non con la medesima capacità di contenuti. La frammentazione la paghi.

      • Francarso da procida

        Per come la vedo ora si potrebbe pensare ad un display a bordo collegato via wifi allo smartphone (android/Apple) per la connessione dati, con le sue app specifiche della casa ccostruttrice a bordo. E casomai queste app replicate anche sullo smartphone. Immagino preriscaldamento vettura d’inverno ecc. Credo che questa sia la via più facile ed universale

        • dubbioso…

          uhm.. se hai letto un poco come Mercedes e Volvo hanno implementato il sistema, direi di no. Tra l’altro, Apple non aderirebbe mai ad un progetto così “open”. Un sistema basato su standard così aperti da dover accontentare tutti, finirebbe per offrire i servizi di base. Un poco come le mense ospedaliere che offrono il medesimo brodino sciapo da bolzano ad agrigento. Se leggi alcuni report, saprai che ci sono già un centinaio di apps di sviluppatori di iOS che sono state ottimizzate per il PlayCar. Io prevedo sistemi diversi, a scelta opzionale del cliente. e qui starebbe lo svantaggio di android, perché, comunque, terminali diversi – se devono fornire servizi di un certo livello – dovranno stare la passo con gli aggiornamenti (o garantirli) altrimenti nessun sviluppatore si imbarcherebbe in progetti simili.

          • Francarso da procida

            Ok, apple nn sarà mai così open, ma le case costruttrici saranno costrette ad esserlo. Con Android al 70% del mercato, sono costrette

      • Ruppolo

        Il sistema CarPlay di Apple non prevede alcun sistema operativo a bordo del veicolo.

    • giacomofurlan

      Si chiama uConnect ed è disponibile sui brand Fiat, tra le altre case automobilistiche del mondo.

    • Alessandro Carlo Paolucci

      perchè l’esperienza sia veramente eccelsa credo ci debba essere lo stesso SO su entrambi i dispositivi…immagina interfacciare android con IOS e WP che sono più chiusi di una serranda, probabilmente il tutto si ridurrebbe ad un’applicazione sul client con 3 pulsanti (play stop pausa) che non ti permetterebbe di fare nulla di diverso dal telecomando dell’autoradio, che già puoi comprare per pochi euro…

      • Ruppolo

        Pensa invece che nella soluzione Apple CarPlay c’è un solo sistema operativo (nel senso numerico).

        • Alessandro Carlo Paolucci

          perchè “invece”???

          • Ruppolo

            Perché tu pensi a 2 sistemi operativi, invece nella soluzione Apple si usa 1 sistema operativo.

          • Alessandro Carlo Paolucci

            bhe vabè, nella macchina un qualche sistema operativo ci deve stare per forza…che poi non sia qualcosa di comunemente chiamato Android, IOS, WP non significa che non ne abbia…probabilmente è qualcosa a basso livello che espone servizi, forse un linux customizzatissimo o qualche accrocco java stile programmi della lavatrice.
            il bello sarebbe avere un sistema operativo user friendly e completo come android o chi che sia sull’auto e che sia perfettamente interfacciabile con qualunque altra cosa…per quanto secondo me non serve neanche più di tanto usarlo CON il telefono…

          • Ruppolo

            Si, ma quello che intendi tu (e che sta anche nella lavatrice) non si chiama “sistema operativo”.

            Nella soluzione proposta da Apple, la parte nella vettura è simile, per concezione, al terminale stupido: il monitor visualizza ciò che il computer invia, la tastiera invia i caratteri al computer.
            Nel nostro caso il touch (ed il volante) invia i comandi all’iPhone, e l’iPhone invia la schermata in H.264 al display della vettura.

          • Alessandro Carlo Paolucci

            vabè se è così non mi piace…alla fine monitor e tastiera più grandi non è “integrare nella vettura”

            e scusa, cosa sarebbe se non un SO quello della lavatrice o dell’elettrodomestico X?

          • Ruppolo

            Certo che è integrato nella vettura. L’integrazione deve essere funzionale al pilota, non allo smartphone. Lo smartphone è un mediatore trasparente. L’interazione è tra me e la vettura.

          • Alessandro Carlo Paolucci

            devi immaginare però la possibilità di interagire con la vettura anche nell’impostazione/visualizzazione di parametri che sono propri della vettura e cose del genere… qualcosa che esuli dal semplice mettere in pausa l’mp3

          • Ruppolo

            Questo tipo di interazione è molto pericoloso: metti che un malware prenda il controllo, cosa potrebbe accadere? Potrebbe accadere che il malware ti faccia secco, schiantato da qualche parte.
            In questo momento storico sta iniziando l’Internet delle cose, ed abbiamo già avuto il primo assaggio: un frigorifero che mandava spam a manetta. Per fortuna che il frigo al massimo può spegnersi e far marcire il contenuto.

          • Alessandro Carlo Paolucci

            sta tutto a fare le cose fatte bene…non penso che lo shuttle voli con le sicurissime schede preforate, eppure non ha mai mandato mail a casaccio a nessuno

          • Ruppolo

            Questo perché lo shuttle è tenuto ben separato dal resto del mondo, sia fisicamente che virtualmente.

          • italba

            Traduzione: La soluzione Apple impedisce a chiunque abbia un device non Apple di fare alcunchè.

          • italba

            IBM faceva proprio così con il sistema 4300 30 anni fa. Anzi, i terminali un minimo di intelligenza la avevano!

          • Ruppolo

            Ottimo, le idee buone bisogna conservarle. Un vantaggio, ad esempio, lo hai quando sono persone diverse ad usare il terminale: come accadeva 30 anni fa, facevi il login ed entravi nel tuo account, così oggi colleghi il tuo iPhone e hai i tuoi contatti, i tuoi preferiti sulle mappe, la tua musica, eccetera. Sale una persona diversa (moglie, marito, fratello, collega di lavoro, eccetera) e ha le sue cose. E in macchina non restano dati privati.

          • italba

            “Sale una persona diversa (moglie, marito, fratello, collega di lavoro, eccetera) e ha le sue cose.” Purché, ovviamente, abbia anche lui un Apple, altrimenti niente. Quanto è brava Apple a costruire sempre nuovi recinti! E qualche pecorella contenta di chiudercisi dentro la trova pure!

          • Ruppolo

            Ovvio che in famiglia ci sia una certa uniformità.
            Comunque chi può permettersi una Ferrari o una Mercedes o comunque una berlina di un certo pregio, non è certo un adolescente bisognoso di tamagotchi da accudire. Gli Android non li considera nemmeno.

          • italba

            Oh, davvero? Mercedes non considera proprio Android? Qualcosa all’inizio di questa pagina mi dice che non è proprio così… E mi spiegeresti, per favore, perchè mai una qualuinque casa automobilistica dovrebbe spendere i suoi soldi per accontentare quel venti per cento di possibile clientela che ancora va appresso ad Apple e fregarsene del rimanente 80%?

          • Ruppolo

            Vedo che confondi il soggetto con il complemento oggetto:
            L’utente è il soggetto, Mercedes il complemento oggetto.

            Il motivo per cui una casa automobilistica spreca soldi non te lo so dire. Forse per ignoranza?
            Del resto gli esempi non mancano: Fiat Blue&me.

          • italba

            Pur di evitare di rispondere sensatamente ti aggrappi anche alla sintassi. Che ipocrita! Riguardo al buttare soldi cos’è meglio, cercare di accontentare il 20% di possibili clienti o l’80%?

          • Ruppolo

            Clienti di CHI? Mercedes dovrebbe accontentare i clienti dei produttori di smartphone? E per quale misterioso motivo?
            Mercedes cercherà di accontentare i PROPRI clienti. Ed i clienti Mercedes sono costituiti per la maggior parte da clienti con buona disponibilità economica, parliamo quindi di dirigenti, imprenditori e liberi professionisti, quindi per antonomasia clienti Apple, clienti di un sistema, iOS, molto più indicato per l’attività business (come oggettivamente riportato dalle statistiche di VENDITA).

          • italba

            E ancora fai finta di non aver capito per portare il discorso dove ti pare? Sei falso come una banconota da tre euro con Steve Jobs stampato sopra! I potenziali clienti Mercedes, ovviamente, sono liberi di comprare e comprano il telefono che più gli piace, alla faccia tua e delle tue statistiche fasulle.

          • Ruppolo

            A proposito di banconote, sapevi che il prossimo anno uscirà un francobollo commemorativo dedicato a Steve Jobs?

            Ovvio che i potenziali clienti Mercedes sono liberi di comprare il telefono che più gli piace: Grigio siderale, oro o argento. Un elegante iPhone 5S 64GB, ovviamente. Ma se è donna, allora ci sono i modelli 5C eleganti e colorati.
            O forse ritieni più probabile che un cliente Mercedes possa optare per un ottimo Huawei Y300, grazie alla libertà di scelta?

          • italba

            Ma nooo! Secondo te la similitudine con la banconota falsa da dove è uscita? E non ti vantare troppo, che anche Idi Amin è finito sui francobolli. Inoltre, solo un miserabile (spiritualmente parlando, ovviamente) si sente in dovere di acquistare “quello che costa di più”. Gli altri, semplicemente, acquistano quello che è più adatto alle loro esigenze, e ci sono davvero pochissime cose che si possono fare con un iPhone ma non con un Y300. E, se proprio si vuole apparire, ci sono cellulari Android che fanno fare una figura molto “cheap” al tuo beneamato.

            p.s. Grigio, oro e argento sono in effetti i colori che vanno per la maggiore nelle rifiniture delle autofunebri, settore in cui Mercedes è fortissima. Questo potrebbe essere l’unico incentivo serio ad acquistare un iPhone da parte dei clienti Mercedes.

          • Ruppolo

            Non è questione di cosa si può fare o non fare. Anche da McDonald’s si mangia, come si mangia al Danieli di Venezia.
            È l’esperienza, che è diversa.
            Tu continui a metterla sulla questione della “figura”, dell’apparire. Invece è la sostanza, che è diversa. Ma non tutti possono permettersi la “sostanza”. Qui su Androidiani poi, ben pochi possono permetterselo, visto che son tutti ragazzini.
            Ora mi verrai a dire che uno smartphone in abbonamento 30 mesi se lo possono permettere tutti. Forse si, ma è più probabile che i genitori dicano no, ma tanto dopo non investono in software, quindi è come avere la Ferrari e poi non potersi permettere bollo e assicurazione, per non dire la benzina.

            La battuta sulle auto funebri non è diversa da quelle sugli iPhone: come non ci si può permettere l’iPhone, non ci si può permettere la Mercedes. E allora si rosica, si fanno le battute, si emula la volpe e l’uva, eccetera. Le miserie umane sono arcinote.

          • italba

            Infatti il “Danieli” ha copiato moltissimi aspetti del “Mc Donald’s” col suo nuovo sistema operativo, forse voleva migliorare un po’ l’esperienza dei suoi utenti. Inoltre guarda che i listini dei “top di gamma”, che siano Apple .
            o meno, sono ormai allineati. Se si compra un Samsung S4 anzichè un iPhone non lo si fa certo per risparmiare. Aggiungi inoltre alla lista delle miserie umane queste miserabili rappresentazioniĸkk

          • Ruppolo

            Quell’unica cosa che ha copiato è anche l’unica che ha peggiorato di colpo l’esperienza di utilizzo, ora mentre giochi capita spesso di far uscire involontariamente il centro notifiche. Purtroppo vivendo tra i malati c’è il rischio di contagio!

            Chi compra un S4 è un ALLOCCO. E ho il sospetto che tu sia uno di questi, quindi ti dedico questo filmato (non ci sono prodotti Apple, sta tranquillo):

            PS: non prestare attenzione alle parole, esse sono di uno che QUI, in questo filmato, ha il prosciutto sugli occhi.

          • italba

            Bene e allora? Indovina chi è che ha scritto due post più sopra “ci sono davvero pochissime cose che si possono fare con un iPhone ma non con un Y300”? Tranquillo, vale anche per l’S4. Per l’ennesima volta (ma hai problemi di memoria?) io NON HO UN SAMSUNG e non comprerei mai, neanche a rate (e guarda che me lo potrei permettere) un cellulare che costa il doppio di un PC! Il cellulare ideale, secondo me, dovrebbe avere il prezzo e la qualità radio dello Huawei, il processore e la dimensione schermo dell’S4 e il software del Nexus. E guarda che ci sono telefoni che ci si avvicinano molto.

          • italba

            Ossia: Sistema centrale e device stupidi invece di una rete eterogenea di device intelligenti. La scoperta dell’acqua calda!

        • italba

          E questo è un bene (per Apple, ovviamente!)

    • FedeC6603Z

      Ragazzi forse mi sono espresso male.

      1 OS in-car, poi accoppiamento bluetooth e caricamento altro OS (Android, iOS o WP) che si salva in auto.

      Tutto viene poi gestito nativamente.

  • dubbioso…
  • Pingback: Google Projected Mode: sistema in-car di Big G svelato da Mercedes-Benz in un annuncio di lavoro | Crazyworlds()

  • peicia

    Dopo audi mercedes e poi BMW

  • Pingback: Google Projected Mode: sistema in-car di Big G svelato da Mercedes-Benz in un annuncio di lavoro | Alcoolico()

  • Roscopk

    Mi domando, ma Renault monta già un sistema simile sulla captur o mi sbaglio io….

  • smirn

    Bacatoni..bacatoni ovunque

  • italba

    Lo smartphone in auto l’ha messo prima Apple! Google copiaaaaa!!!!

    • Alessandro Carlo Paolucci

      su quale auto?

      • Ruppolo

        Ferrari. Mercedes. Volvo.

        • italba

          Mercedes? Aspetta ho letto da qualche parte qualcosa a proposito di Mercedes… Fammi ricordare dove…

      • italba

        Era ironico, per chi non l’avesse capito…

        • Alessandro Carlo Paolucci

          ahahahah
          eh vabè, ironico o no però dicono che lo abbia fatto…volevo capire su cosa…

  • Pingback: Google Projected Mode: sistema in-car di Big G svelato da Mercedes-Benz in un annuncio di lavoro - HostingPost.itHostingPost.it()

  • Albig

    Ma Mercedes deve mettere un annuncio per una figura del genere? L’ingegnere non glielo fornisce google stessa?? Ma dai…

    • Alessandro Carlo Paolucci

      non immaginare squadroni della morte di 10mila programmatori a lavorare ai progetti android…google ha a stento un programmatore a tempo pieno a realizzare il kernel di un dispositivo…perchè dovrebbe dare personale ad altri?

  • Pingback: Google Projected Mode: sistema in-car di Big G svelato da Mercedes-Benz in un annuncio di lavoro | Notizie, guide e news quotidiane!()

  • alex

    E da mesi che si sa, sia per apple che google -.-”
    Riferito ai commenti.

  • accrox
  • Luca

    Non mi stupisco che da giorni rumoreggia un sistema apple basato su ios e oggi magicamente compare quello di google.
    Ormai è tutto un copiarsi a vicenda.

    • Ruppolo

      Non rumoreggia più, è stato presentato ufficialmente CarPlay da Mercedes, Volvo e Ferrari.

  • Ruppolo

    Nel frattempo Mercedes ha presentato ufficialmente CarPlay di Apple, insieme a Ferrari e Volvo.

  • cesco

    mi piacerebbe ci fosse un sistema operativo sull’auto che prescinde dal telefono perché questo può essere rubato perso rotto e con questo non voglio dover rinunciare alle funzioni dell’auto, al limite il sistema dell’auto dovrebbe poter attingere dal telefono la musica le telefonate ed eventualmente la connessione dati.