Grana per Google: problemi di burn-in per alcuni Pixel 2

24 ottobre 201714 commenti

I nuovi Google Pixel sono da poco arrivati sul mercato e hanno ricevuto un'accoglienza generalmente positiva da parte della critica. Tuttavia, nelle ultime ore è stata segnalata su Twitter la comparsa di fenomeni di burn-in (ovverosia uno scolorimento permanente di alcune aree dello schermo) particolarmente estesi.

Il primo tweet a riportare questo problema

Le cause di tale problema non sono ancora state rese note, ma Google ha riconosciuto il problema e ha dichiarato di essere già al lavoro per risolverlo.
Nel caso che vi abbiamo appena segnalato il danno allo schermo è assolutamente evidente, ma non possiamo escludere la possibilità che si verifichino anche episodi di “ghosting”, per cui immagini precedentemente visualizzate rimangono impresse su schermo anche dopo che si cessa la loro visualizzazione.

Per questo, per verificare l’integrità dei nostri display, possiamo aiutarci visualizzando un’immagine totalmente nera o rossa a schermo intero, e controllare se in qualche zona del pannello (in particolare vicino al bordo inferiore e a quello superiore) notiamo qualche strano alone.
Ricordiamo, infine, che qualora qualche utente dovesse decidere di acquistare l’ultimo smartphone di Google e riscontrare questo problema, la via più sicura è certamente l’assistenza del produttore, evitando l’utilizzo di applicazioni che promettono miracoli o il ricorso a possibili rimedi casalinghi.

Potete trovare qui allegate, per comodità, le due immagini di cui sopra

Loading...
  • Francesco Bacchini

    Com’è che si dice? Alcuni pixel bruciati?

    • Phill

      Ahahahah appropriatissima

  • Sempre meglio!
    Top di gamma dal prezzo elevato perché l’hardware di primissima qualità costa molto, insieme ai materiali pregiatissimi e le costosissime ricerche in campo tecnologico… Ma fateci il favore di andare a…

    • rexandrex

      verissimo: mio huawei g6, 90 € 3 anni fa ,vittima di una chiusura accidentale nella portiera dell’auto,piegato a banana e raddrizzato tutti i pixel ancora vivissimi e brillanti :)

      • Una lauta componente di fortuna? 😂👌

        • Dark!tetto

          Stessa situazione, ma con un P8lite, chiuso nella portiera, raddrizzato a mani nude e come risultato vetro rotto ma funziona alla grande e nessun pixel morto/bruciato.

          Ah non era la portiera ma il baule :D

  • Nembolo

    Certo che è proprio sfig@… un device con quel nome i pixel li deve avere tutti perfetti.
    Comunque samsung sugli OLED sta ancora davanti a LG, ho scaricato le due immagini e a schermo pieno e massima luminosità il mio note4 dopo tre anni di uso intensissiml non mostra il minimo effetto ghost o burn…

    • Ryder_173

      Non è che i samsung sono o c’hanno delle galassie 😄

  • Emiliano Giuseppe Pratici

    La grana per Google sono i Pixel 2.

  • Marco 1979

    La causa è LG, come sempre. Prodotti ottimi come caratteristiche ma pessime come progettazione/qualità costruttiva. Basti vedere con il G4 come è andata a finire…

  • EVA01

    Niente male però per uno smartphone che costa quasi 1000€,prima il bug degli sms,adesso il burn-in del display come si dice”Chi ben comincia,é a metà dell’opera”…

  • Andrea Domenici

    Perché state consigliando di verificare il burn in su un OLED con immagini nere (pixel spenti) e rosse, quando i subpixel rossi hanno emivita di 10.000 ore e il problema è dato esclusivamente dai subpixel blu (emivita 1.000 ore)?

    Il burn in è dato da una degradazione dei subpixel blu che è dieci volte più rapida di quelli rossi e verdi, pertanto le aree sempre luminose risulteranno più spente col passare del tempo, quelle sempre scure invece daranno colori brillanti, se attivate.

    Guardate una immagine blu o grigia per verificare il problema…

    • Niccolo Proietti Savina

      Alzo le mani, non sapevo di questo aspetto più tecnico, grazie per avermelo fatto notare! Ad essere sincero ho fatto alcune ricerche, e alcune fonti consigliano di visualizzare immagini con i colori primari, altre suggeriscono invece il nero, e ho dovuto operare una scelta, che in questo caso è ricaduta su una immagine nera e una rossa. La prima dovrebbe appunto restituire uno schermo perfettamente nero e privo di pixel tendenti al bianco o al grigio, idem per il rosso: nessun alone e pixel uniformi. Il consiglio viene da Android Central, un portale che considero molto attendibile, ma farò i dovuti approfondimenti tenendo presente il tuo commento, e se dovessi avere la conferma di aver riportato una stupidaggine provvederò subito a correggere l’articolo :)

      • Claudio Bacchiani

        Effettivamente Andrea ha ragione, se lo schermo è OLED/AMOLED l’immagine nera non dovrebbe dire niente, se non pixel il cui driver è rotto in posizione accesa. Forse l’ideale sarebbe un’immagine bianca, così qualsiasi deviazione di colore viene individuata.