HTC Nexus 9: La Recensione

25 febbraio 201532 commenti

A pochi giorni dal Mobile World Congress, vi proponiamo la recensione di HTC Nexus 9, il nuovo gioiellino che va a prendere il posto di Nexus 7 per quanto riguarda l'omonima gamma di prodotti. Si tratta senza dubbio di un oggetto "diverso", in linea con la tendenza premium che ha caratterizzato l'ultimo telefono di BigG. Sulla carta un "mostro" in prestazioni, ma nella pratica riuscirà a soddisfarci veramente?

HTC Nexus 9 sarebbe dovuto essere il “Tablet del riscatto” di Google, in grado di aggredire il mercato e mostrare il nuovo OS di BigG all’opera su un Hardware di tutto rispetto. Perché, sì, la grande novità è sicuramente Lollipop. C’è però, il rischio che anche questo prodotto sia destinato a seguire lo stesso fato che ebbero i precedenti Tablet di HTC, che si rivelarono uno dietro l’altro un fallimento costante.

UNBOXING

La confezione non stupisce più di tanto, aperta la vistosa scatola, ci troviamo di fronte ad una dotazione standard, per quanto riguarda il settore dei Tablet, comprensiva di cavo USB-microUSB, un alimentatore da 1.5A ed un piccolo manuale.

il dispositivo

IMG_20150221_100934

La parte frontale del dispositivo è caratterizzata da un display da 8.9 pollici, con una risoluzione di 1536 x 2048 pixel ed una densità di circa 281ppi, che va ad occupare circa il 73,5% della della superficie disponibile. Lo spazio rimanente interessa una coppia di speaker stereo nella parte alta e bassa e la fotocamera anteriore da 1,6MP oltre ai sensori di luminosità e prossimità.

IMG_20150219_141311 IMG_20150219_141320

Il lato sinistro è privo di pulsanti, che sono situati sul destro. Sia il pulsante d’accensione che il bilanciere del volume sono in metallo, ma la qualità costruttiva non è delle migliori, al punto che a forza di premerlo, il lato inferiore del bilanciere si è leggermente infossato rispetto al lato superiore. Inoltre la posizione in cui sono collocati, non è ottimale, e difatti, bisogna abituarcisi. Situato vicino all’angolo superiore, troviamo invece, il secondo microfono.

IMG_20150221_100818 IMG_20150221_100844

Sul lato inferiore troviamo l’ingresso per la microUSB ed il primo microfono, mentre il bordo superiore è caratterizzato semplicemente dall’ingresso per il jack da 3,5mm.

IMG_20150221_100827

 

IMG_20150219_141510

La scocca posteriore è realizzata in plastica gommata ed è caratterizzata dall’ormai classico fregio con il logo Nexus. In alto a sinistra è poi riposta la fotocamera da 8Mpx con flash LED, che si alza dallo smussamento del bordo per circa un millimetro.

IMG_20150221_100906

Per quanto riguarda la qualità costruttiva, si nota l’influsso di HTC nella presenza del profilo metallico, che sicuramente influisce positivamente sulla resa visiva (ma negativamente sul peso, che ammonta a 425 grammi per la versione WIFI). La scocca gommata, invece, pur offrendo un ottimo grip, nella colorazione bianca tende a trattenere eccessivamente lo sporco, e non comunica quella sensazione di “qualità premium” che tipicamente ci si aspetterebbe da un device che porta il marchio della casa Taiwanese.

D’altro canto, potremmo dire che offre una qualità costruttiva “tipica di un Nexus“, poiché a maneggiarlo, vi ricorda esattamente Nexus 5. Non mancano i classici scricchiolii della scocca, soprattutto sul lato sinistro. Particolarmente evidente è invece il difetto della cover nella parte centrale, che si rivela essere notevolmente sensibile alla pressione, con un margine di circa un millimetro. Le dimensioni del device lo rendono perfetto da trasportare e comodo da maneggiare sia in portrait che landscape.

n9-bounce

Per quanto riguarda l’analisi Hardware, Nexus 9 monta un processore Tegra K1, che, sulla carta, dovrebbe essere un mostro, sia nella riproduzione di contenuti multimediali, che nell’uso quotidiano d’ufficio, così come nel reparto gaming. In particolare K1 presenta due CPU Nvidia Denver (2,3GHz) e una GPU Kepler (architettura che si trova anche sulle schede video dei PC) con 192 shader core. Tra i vanti di questo processore c’è sicuramente il supporto completo all’openGL 4.4, alla DirectX 11 e per finire all’Unreal Engine 4. Se ci aggiungiamo il fatto che si tratta di un processore a 64-bit che smuove un sistema nato per questa tecnologia, non potremmo che esserne estasiati. Quanto a RAM, la dotazione è conforme agli standard attuali, che prevedono una configurazione da 2GB, anche se, in questo caso, vista la potenza del processore e il fatto che si tratta di un prodotto premium destinato a “durare”, forse 3GB non sarebbero stati troppo azzardati.

Attualmente in vendita ci sono due varianti del Nexus 9. Quella da me testata è la versione da 16GB senza modulo LTE. Vista la potenza del Tablet, è quasi scontato che la memoria venga riempita facilmente. Ebbene, dopo aver ripristinato il backup delle apps ed installato Real Racing 3, Asphalt 8 ed un paio di giochi più semplici, lo spazio disponibile si è esaurito in poco tempo. Si sente dunque la mancanza di uno slot per la MicroSD, così come del supporto all’USB-OTG.

Di seguito le Specifiche:

Sistema Operativo Android OS, v5.0 (Lollipop)
Processore  Nvidia Tegra K1, Dual-core 2.3 GHz Denver
GPU Kepler DX1, 192 Cores, 950MHz
RAM 2GB
Memoria Interna 16-32GB  (a secondadella versione)
Display 8.9 pollici IPS
Risoluzione 1536 x 2048 pixels (~281 ppi)
Fotocamera posteriore 8 Megapixel
Fotocamera anteriore 1.6 Megapixel
Batteria 6700 mAh
Dimensioni 228.2 x 153.7 x 8 mm
Peso 425 g (Wi-Fi) / 436 g (3G/LTE)

teardown

I colleghi di iFixit, come di consueto, hanno effettuato un teardown completo di HTC Nexus 9, che ha ottenuto un voto di 3/10. Ne avevamo già discusso in un precedente articolo, ma è bene rammentarlo, nel caso qualcuno volesse ripararlo personalmente. Se, infatti, la back cover è facilmente rimovibile, perché saldata alla parte in metallo con delle semplici clip, ad essere poco “user friendly” è la disposizione delle componenti all’interno. HTC ha veramente abusato per quanto riguarda l’utilizzo di nastro, fili, e soprattutto della colla. C’è colla ovunque, soprattutto sul display che risulta praticamente inseparabile dalla parte frontale. L’unica nota positiva è la presenza di componenti modulari, che però, come si è visto, non saranno facilmente sostituibili.

display

IMG_20150219_141537_logo

Grande novità per quanto riguarda la gamma dei Tablet Nexus, è sicuramente il passaggio dai 16:9 ai 4:3, un rapporto che si distacca dai classici device che eravamo abituati a vedere. Ebbene, la risoluzione QXGA in 4:3 è davvero eccellente. I colori sono intensi e ben calibrati, quasi naturali. Una piccola pecca dovuta ai pannelli LCD è quella dei “light bleed” che si verificano sui bordi. Nexus 9 non è esente da questi problemi, e, anzi, il fenomeno è presente e si nota soprattutto quando utilizzate un background scuro. Ottima la luminosità, così come l’angolo di visuale. La densità dei pixel, inoltre, permette di sfruttare a pieno il device anche per la lettura dei testi.

IMG_20150219_222828

fotocamera

Screenshot_2015-02-21-10-15-23

Personalmente non sono un amante delle fotografie scattate con i “padelloni”. Ma qualcuno potrebbe aver bisogno della fotocamera del proprio Tablet in situazioni di emergenza, pertanto ho provato a realizzare alcuni scatti giusto per testarne la qualità.

Nexus 9 è dotato di due fotocamere, quella frontale da 1,6Mpx e quella posteriore da 8Mpx (f2.4). La buona notizia è che il device, come ci si aspetterebbe, monta la fotocamera stock di Google, che tutti sembrano amare, accompagnata da tutte le features che la caratterizzano. La cattiva notizia è che continuano ad essere fotocamere piuttosto mediocri. In condizioni di luce perfetta, potreste riuscire a strappare qualche scatto accettabile, ma in caso contrario il rumore prenderà il sopravvento. C’è da dire, però, che sono un filo sopra la media rispetto ai Tablet che ho potuto provare fin’ora, soprattutto la camera frontale, che può tranquillamente essere usata per una video-chiamata. La fotocamera posteriore supporta i video fino a 1080p (720p per l’anteriore) ma anche in questo caso, opterei per non farci affidamento.

software

Screenshot_2015-02-21-14-41-54_modificata

Android 5.0, così come si presenta su Nexus 9, è praticamente identico a quanto trovate su nexus 6 o Nexus 5. Finalmente, infatti, troviamo un design unitario, che si differenzia solamente per piccoli accorgimenti quali, la visualizzazione delle impostazioni su più colonne, o la modalità landscape nella home-screen, o l’adattamento delle applicazioni per migliorare l’esperienza d’uso su schermi di grandi dimensioni. Trattandosi di un device Nexus, la dotazione software è abbastanza scarna, ma potrete trovare tutto ciò di cui avrete bisogno sul PlayStore.

La navigation bar è stata completamente rivista, ed in particolare, il pulsante dedicato al multitasking è in realtà una vera e propria lista di tutte le applicazioni recenti che non si azzera nemmeno allo spegnimento del Tablet.

Screenshot_2015-02-14-20-24-39

Cambia anche la Status-bar: con un primo swipe si accede alle notifiche, con il secondo (o con due dita direttamente) abbiamo a disposizione alcuni toggle rapidi che ci consentono di gestire il comparto reti, la rotazione, la torcia, la luminosità automatica e accedere rapidamente a orologio, statistiche della batteria e impostazioni.

Screenshot_2015-02-12-20-03-11

Anche la schermata di sblocco è stata rimodellata. Compare, infatti, lo shortcut rapido alla fotocamera, posto in basso a destra, così come le notifiche che appariranno direttamente sotto l’orologio, e potranno essere comodamente visualizzate con uno swipe verso il basso.

Se impostiamo un PIN, una sequenza o un qualsiasi metodo di sblocco schermo che non sia il semplice swipe, potremo salvare alcuni “dispositivi bluetooth fidati” i quali, se connessi allo smartphone, bypasseranno il blocco consentendoci di accedere direttamente alla home del telefono. Questa opzione è denominata Smart Lock e funziona anche con luoghi vicini o volti conosciuti.

Il launcher ormai lo conoscete, è quello stock di Google comodamente scaricabile dal PlayStore. Tenendo premuto al centro della Home si accede alla selezione degli sfondi, dei widget (scomparsi dall’App Drawer) e alle impostazioni di Google Now. La griglia delle app è ora un 5×6 a sfondo bianco con scorrimento orizzontale.

Da menzionare anche il nuovo metodo di gestione delle notifiche, che vi permetterà di settarne alcune come riservate, gestirne la priorità o bloccarle completamente. Dal mio punto di vista trovo scomoda la mancanza del profilo silenzioso, ma una volta abituati al nuovo sistema, si può anche soprassedere a questa perdita.

Belli anche i cambiamenti attuati alle interfacce di alcune Gapps come Gmail e Calendar, che in modalità landscape assumono una connotazione “smart”, ideale per l’utilizzo da Tablet. Apprezzabile soprattutto l’integrazione di quest’ultimo con le mail, feature che vi permetterà di non perdere appuntamenti e impegni presi per posta.

Screenshot_2015-02-21-15-15-28 Screenshot_2015-02-21-14-58-15

Per quanto concerne le prestazioni, non ho nulla da criticare sul reparto gaming. Vista la potenza della CPU e della rispettiva GPU, mi sono divertito a sperimentare con RR3 e Asphalt 8 le prestazioni di questo device e ne sono rimasto piacevolmente colpito. Sia nei giochi 3D complessi, che in quello 2D non ho notato nè rallentamenti nè lag di alcun tipo. Ottima è anche la gestione di app pesanti come Google Earth (sono pochi i device che non laggano con quest’applicazione) e del multitasking aggressivo.

Sorprendentemente i problemi sorgono nell’uso quotidiano. Non mancano, infatti, i force close di alcune apps, gli sporadici caricamenti della home o i micro lag sporadici nelle animazioni. Insomma, Android 5.0 Lollipop ha ancora bisogno di alcune migliorie per essere godibile a pieno.

Infine, è giusto ricordare che il device tende a scaldarsi non poco nella zona che circonda la fotocamera. Anche nelle operazioni più semplici, infatti, dopo alcuni minuti di utilizzo, Nexus 9 tende a surriscaldarsi notevolmente, e se anche non arriverà a bruciarvi come una tazza di caffè, state sicuri che lo noterete. Ora come ora, questo potrebbe diventare un problema nel caso in cui vogliate cimentarvi nel modding e proviate a “overcloccare” il processore. perchè sì, qualcuno sicuramente ci proverà.

Parlando di audio, Nexus 9 si difende bene grazie alla dotazione. E’ dotato, infatti, di un doppio altoparlante stereo. Non aspettatevi la qualità che potreste trovare su One M8, ma comunque l’impatto è sicuramente buono, soprattutto se paragonato ai classici Tablet che presentano un singolo altoparlante. La godibilità del comparto stereo durante i giochi o la visione dei video è assoluta.

batteria

Con un uso intenso, non potrete certo andare oltre la giornata. Se, invece, utilizzate il Tablet come un Tablet, ovvero per navigare, sfogliare i sociale e occasionalmente guardare qualche video, allora Nexus 9 vi accompagnerà tranquillamente per una giornata e mezzo e forse, anche due. Ma vista la dotazione Hardware, sembrerebbe quasi uno spreco non sfruttare tutta questa potenza. In tal caso sarà facile raggiungere la linea rossa in circa 6 ore.

conclusioni

Trarre delle conclusioni per quanto riguarda questo dispositivo non è affatto facile. Fin dai primi test è nato un rapporto di amore-odio al pari di quello Catulliano. Si tratta di un device che si distacca dai precedenti per il prezzo e la dotazione Hardware. Comprare Nexus 9 è sicuramente un investimento, e quando si fanno investimenti importanti, si vogliono certezze. Punto di forza è senza dubbio Android 5.0, proprio grazie al fatto che si adatta perfettamente al Tablet. Ma le incertezze legate ad un software non ancora del tutto maturo sono sempre presenti e possono portare a dubitare fortemente dell’acquisto. In fondo parliamo di una fascia di prezzo che va dai 390€ ai 590€. Se ve lo consiglio? Se avete un buon budget e non amate particolarmente l’ambiente Apple, allora questo device ha le carte in regola per essere un buon pezzo d’hardware; in caso contrario, forse è meglio rivolgere lo sguardo altrove.

Cosa ci è piaciuto:

  • Il display
  • Android L ed il supporto software
  • Altoparlanti frontali
  • Hardware di tutto rispetto

Cosa non ci è piaciuto:

  • Battery life
  • Performance imprevedibili
  • Qualità della costruzione
  • Prezzo

HTC NEXUS 9 – 399€ SU AMAZON

 

489€
HTC Nexus 9
SU
A SOLI
Loading...