Il caricabatterie wireless per device Nexus è ora disponibile in Italia

11 dicembre 201336 commenti
Google ha da tempo annunciato il suo caricabatterie wireless compatibile con i tre dispositivi Nexus più recenti: i due smartphone Nexus 4 e Nexus 5 ed il Nexus 7 2013. Oggi l'accessorio è disponibile all'acquisto anche nel bel paese, andando così ad ampliare la gamma di prodotti Google disponibili sul Play Store Devices italiano.

L’unica colorazione disponibile per il caricabatterie, di forma quadrata (60 x 60 x 12,5 mm) e dal peso di 125 grammi, è quella nera, lucida ed elegantemente decorata con l’immancabile logo Nexus.

Il costoso accessorio ha un prezzo di 39,99 euro, con disponibilità immediata e spedizione entro 1-2 giorni lavorativi (i tempi di consegna sono sconosciuti).

Che ne pensate dunque? Avete trovato il regalo perfetto da fare/ farvi per Natale o il prezzo, forse troppo elevato, vi ha fatto desistere?

378€
LG Nexus 5
SU
A SOLI
  • Pingback: Il caricabatterie wireless per device Nexus è ora disponibile in Italia | News Novità Notizie Trita Web

  • Pingback: Il caricabatterie wireless per device Nexus è ora disponibile in Italia - WikiFeed

  • Sam

    Quale sarebbe l’utilità di tale accessorio?

    • MaxDragonheart

      “Il caricabatterie wireless per device Nexus…”
      c’è scritto nel titolo….

      • Antonio Novelli

        credo che l’utente sam intendeva mettere in dubbio l’utilità di un caricatore wireless

    • Enrico

      Almeno un rischio inferiore di rompere la presa usb del terminale

      • MJ

        Non vuole essere polemica, ma: “quante prese usb hai rotto in vita tua”?

        Per come la vedo io (e ognuno può pensarla come vuole), lo comprerei al volo se non costasse più di 10 euro: è wireless solo di nome, e – di solito, di questo non trovo le specifiche – carica a 500-750 mAh, così la ricarica è pure lenta.
        Quindi:
        “Quale sarebbe l’utilità di tale accessorio?”
        “Dare soldi a Google!”

        • davide

          Io ho rotto due porte USB per colpa dei caricabatterie. Non é che perché un oggetto sembra inutile a te sia effettivamente inutile…

          • MJ

            proprio per quello chiedevo.
            nella mia esperienza non ho mai visto una porta usb rotta/rovinata, quindi mi confronto con altre persone.

            Comunque l’avevo scritto anche sopra che l’oggetto è inutile per come la vedo io ma ognuno è libero di pensarla come vuole.

        • Alberto

          tra me e amici ho contato 4 prese usb andate, device che cadono perchè prendi dentro il filo dal comodino, figli maldestri che spingono l’usb in senso opposto mentre tu non te ne accorgi, sportellini (per i telefoni che ne sono dotati) che dopo qualche mese di utilizzo si deteriorano, connettori ossidati che rendono impossibile ricaricare causa ambienti umidi o sporchi (dopo che gli sportellini protettivi sono saltati via causa troppo uso).

          • MJ

            Grazie.

    • adriano salvato

      Lo sarà in futuro se troveranno uno standard universale. Sarebbe utile se fosse integrato sul cruscotto dell’automobile, sul bracciolo della poltrona del cinema, sul tavolo di un MacDonald etc.

    • Alberto

      Non collegare e scollegare il cavo usb una media di due/tre volte ogni giorno.

      Appoggiare lì il telefono sulla scrivania e averlo sempre carico.

      Avere un porta telefono in auto che toh, te lo carica anche, senza avere il filo in mezzo alle scatole (applicazione futura)

  • Pingback: Il caricabatterie wireless per device Nexus è ora disponibile in Italia | Crazyworlds

  • Mone

    potrebbe avere una qualche utilità se solo permettesse di caricare contemporaneamente più devices.. Quindi – ad esempio – la sera vai a letto, e appoggi sul tavolino tutti i device compatibili, e così si ricaricano.

    Ma sinceramente non so se lo faccia o no.

    Ma soprattutto, il fatto di tenere attaccato tutta la notte un device Wi-fi che spara onde a caso non è che mi faccia impazzire (va beh che poi ho il router che fa la stessa cosa.. ma almeno non sommiamo onde su onde – come diceva il compianto alex baroni).

    • Andrea N4

      non spara onde a caso e non è wi-fi, funziona per induzione .-.

      • mone

        no infatti… Io intendevo “almeno ci fosse modo di caricarne più di uno contemporaneamente” ma immaginavo che non si potesse fare..

  • mvrk79

    Beh la questione non e dare soldi a google o a qualcun ‘altro visto che già altre aziende fabbricano dispositivi del genere, ma più che altro e l’utilità che mi lascia perplesso. Se il prezzo fosse più basso forse anche lo comprerei più che altro x la novità del congegno in se, ma spendere 50€ per fare qualcosa che riesco già a fare con un cavo USB mi sembra una pazzia

  • DadoPX

    Confermo. Non serve a nulla e le prestazioni sono inferiore all’alimentatore classico. Non buttate i soldi solo per fare i fighetti.

    • Alessandro Carlo Paolucci

      ci credo, ma affermazione basata su cosa?

  • acuvue

    A me serviva per i miei cell (nex4 e nex 5) e considerando che almeno qui c’è una garanzia data da Big G di 24 mesi l’ho preso con “tranquillità”…per l’utilità dico solo che in passato mi è capitato di danneggiare le porte microusb dei miei cell e stessa cosa mi stava capitando proprio ieri con i nexus visto che tra il 4 ed il 5 le porte sono invertite e ,caricandoli spesso e volentieri assieme, stavo combinando un bel danno!

    • Frank’s neXus

      Ma basta fare un segnetto ( o un goccio di colla) sul plug in e cosi ti orienti sul verso in cui inserire il cavetto.. Penso sia alquanto inutile comprare un aggeggio scomodo solo perché non riesci a inserire un cavetto nel giusto verso XD

      • acuvue

        Ma scomodo per chi?
        forse per te!
        Ho già utilizzato caricatori wireless a casa di amici e non hai idea della loro comodità…quindi se tu ti trovi bene ad usare il cavetto con segni e colle XD non sindacare gentilmente chi ne può fare benissimo a meno! ;)

        • Frank’s neXus

          Ma io infatti non ho nessun problema nel mettere il cavetto nel senso giusto! era solo una possibile alternativa al tuo problema! Poi se ti trovi comodo con il caricabatterie wireless fai pure xD Semplicemente credo che sia meglio fare attenzione nel mettere un cavetto e poterlo continuare a usare anche durante la carica (a letto,nel divano, nella poltrona) piuttosto che lasciarlo li fisso in una scrivania o in un comodino per più tempo, senza poterlo usare comodamente!
          In più credo che ben presto vedremo cavetti inseribili in entrambi i sensi (come quello di iPhone 5)!

          • acuvue

            Frank è coke dici tu…io mi trovo infinitamente meglio ad usare il caricatore wireless ;)
            Spero anch’io che in futuro tutte le case adottino un connettore simile a quello dell’iPhone che è al momento l’unica cosa che invidio ai possessori della mela morsicata XD

          • saassf

            Vabbe’, ma tieni in conto che il cavetto è fatto così per andare incontro alle ridotte facoltà mentali (cit.) degli appliani.

        • DanieleMnn

          È inutile e scomoda la ricarica wireless, oltre ad essere più lenta non si può usare il telefono in certi modi ad esempio giocarci.

          • acuvue

            De gustibus….a me garba :)

        • Ale Lanzi

          fino a che distanza può essere utilizzato?

  • Zio Sam

    se ne trovano di altre marche da 10 / 15 / 20€.

  • Frank’s neXus

    Ora pero voglio sapere a cosa mi serve avere un caricatore wireless ma essere obbligato a tenerlo in una base senza poterlo toccare?? Il cavo sarà ingombrante.. Ma sicuramente più funzionale e credo anche più veloce come tempo di ricarica

  • steinge

    Leggo oggi l’articolo quanto ieri ho ricevuto quello delal RAV Power che con soli 10€ in più ha anche una batteria da 4800 mA che in caso di emergenza mi permette di ricaricare altri telefoni o il navigatore.

    • Simone

      Ciao potresti darmi il link del sito da dove hai acquistato?? Grazie

      • steinge

        Cerca Rav Power con batteria da 4800 mA in amazonia, adesso è esaurito

  • Pingback: Il caricabatterie wireless per device Nexus è ora disponibile in Italia | News | Senza Limiti