Smartphones e radiazioni, un’infografica mette a confronto alcuni modelli

20 luglio 201232 commenti

La tematica sulla dannosità delle radiazioni emesse dai dispositivi mobili è sempre attuale, con studi e ricerche a supporto dell'una o dell'altra ipotesi. Vi proponiamo oggi un'interessante infografica che confronta i livelli di radiazioni emesse da alcuni tra gli smartphones più famosi.

Lo staff di Tawkon, un’applicazione che monitora il livello di emissioni di un dispositivo e che vi linkiamo in fondo all’articolo, ha infatti rilasciato un’infografica mettendo a confronto i dati relativi a Samsung Galaxy S III, iPhone 4S, Blackberry 9700, HTC Evo e Motorola Droid 4. In particolare è misurato il SAR, Il tasso di assorbimento specifico che esprime la misura della percentuale di energia elettromagnetica assorbita dal corpo umano quando questo viene esposto all’azione di un campo elettromagnetico a radiofrequenza. Ovviamente, minore è la misura, minore è l’esposizione a radiazioni.

Come vediamo, tra questi devices il più “radioattivo” è il modello di casa RIM, seguito da iPhone 4S. Ultimo in classifica il Galaxy S III, con un tasso pari ad un terzo di quello del rivale Apple.

C’è da dire che l‘applicazione Tawkon è stata accusata da Apple di non mostrare i dati corretti relativamente ai propri dispositivi, e in seguito rimossa dall’Apple Store. Ciascuno si faccia la propria idea in merito.

Qual è il tasso registrato sul vostro device?


tawkon |Tracker di radiazioni
tawkon
Gratuito
100.000-500.000
Link Google Play Store

 

Loading...
  • exagon2000

    Apple frigna sempre come un moccioso quando le cose non sono come vuole lei. Che squallida e grottesca che è diventata.

    • Purtroppo riesce a farle andare sempre come vuole ;)

    • lurik

      La cosa ridicola è che ha rimosso l’app..come dei dittatori!

  • iRidicule

    Ten years ago we had Steve Jobs, Bob Hope and Johnny Cash.
    Now we have no jobs, no hope and no cash.

  • ciccategon

    Che sfigati quelli della Apple…sempre pronti a lamentarsi quando c’è qualcuno migliore di loro!

  • bahsp

    ottimo però potevano inserire più telefoni in questo confronto.

  • elegos

    Sono curioso di sapere come facciano a calcolare la potenza… non credo esistano API di sistema, devono sfruttare un qualche sensore.

    • crissstian96

      Ma nemmeno credo ci sia qualche rilevatore per le radiazioni tra i sensori, va bene che ormai gli smartphone fanno anche il caffè, ma non esageriamo.
      Comunque ricordo una legge che diceva che, sulle scatole dei cellulari, dovesse esserci scritto il quantitativo di radiazioni emesse. Io al momento non ho la scatola del mio smartphone, però potreste controllare.

    • non sono un esperto, ma da quello che ho sentito dire/mi sembra di aver letto, il cellulare aumenta la potenza di emissione più distante è dalla cella….dipende dunque da com’è regolato il “sensore di distanza” penso!!

      • elegos

        Più che altro mi chiedevo come facesse a rilevare tale potenza, non tanto come funzionino i cellulari :)

        • djpalmis

          Lo si legge dal manuale di istruzioni, questo sconosciuto.

          • elegos

            E secondo te questa applicazione va a leggersi il manuale d’istruzioni del tuo cellulare? -.-

          • reverendo

            minchia adesso capisco perché l’Italia è messa così male..

      • djpalmis

        ..Il “sensore di distanza” si chiama antenna..

        • No caro…l’antenna è un filo e basta (e su questo niente dubbi)….ci sarà un chip che controlla la potenza e l’attenuazione del segnale…e quel chip non so come si chiama….per cui l’ho definito impropriamente (e questo lo so, visto che l’ho virgolettato) “sensore di distanza”…….

          • djpalmis

            Facciamo un patto: Io ti svelo il nome del chip http://en.wikipedia.org/wiki/Baseband_processor ma tu in cambio mi prometti di non definire più una antenna di un cellulare “Un filo e basta”.. Perchè su quello avrei MOLTISSIMI dubbi..

    • djpalmis

      Vengono fatti dei test in laboratorio ed ogni produttore è tenuto a:
      – Tenere i valori di SAR al di sotto dei 2 W per Kg.
      – Dichiarare i valori di SAR del proprio modello

      Piccola nota a margine: Quando ho telefonato per la prima volta con l’S3 sono rimasto senza parole! Mi sembrava di aver fatto una telefonata con un telefono fisso.
      Il mio vecchio LG dual mi faceva venire un mal di testa dopo solo 10 minuti..

    • Ex.

      Penso che i dati siano nel loro database internet .-.

  • Hem ma a me sul mio gsIII non funziona mi dice che è incompatibile.
    ???

    non so mica se funziona cosi bene for se Apple ha ragione?

    Ma come hanno fatto a misurare il gs3 se non va?

    • djpalmis

      Non misura: Legge semplicemente un database.

  • Antonio

    “l‘applicazione Tawkon è stata accusata da Apple di non mostrare i dati corretti relativamente ai propri dispositivi, e in seguito rimossa dall’Apple Store.”
    Non ho più parole per descrivere Eppol…

  • GordonFreeman96

    Sicuramente sfrutta un servizio come sardatabase per mostrare i livelli ufficiali, nulla di rilevato tramite sensori et similia..

  • fab

    Sul libretto del galaxy s i9000 il SAR massimo è limitato a 2.0 W/kg. C’è anche scritto che durante i test il valore massimo è stato di 0.238 W/kg e che normalmente è di molto inferiore a tale valore (0.238 W/kg) poichè dipende dall’energia necessaria al segnale per raggiungere la stazione base più vicina.

  • Pingback: Smartphones e radiazioni, un’infografica mette a confronto alcuni modelli | Notizie, guide e news quotidiane!()

  • MI sto sempre più rendendo conto di quanto la dittarella di Cupertino stia perdendo credibilità…ma è diventata un asilo?

  • Luca Ciabini

    per non parlare dell’experia u che ha il sar superiore a tutti

  • ginosman

    Ahahah la politica di Apple. Ti crasha un’app e si chiude senza comparirti nulla e tu credi che l’hai chiusa per sbaglio, almeno android lo comunica che l’applicazione si è chiusa in modo anomalo. Ogni volta che mando un messaggio con whatsapp ai miei amici con iphone 4s, se questi non hanno aperto l’app di recente, non ricevono nessuna notifica. Con il mio g nexus è sempre attiva e chissà perché, non mi sembra che consumi più di un iphone. Ora qualcuno rivela la verità e Apple toglie l’app dall’Apple Store. Apple gruppo di frignoni e mafiosi!

  • Giammy

    La Apple non accetta la verità perc credono di essere sempre la migliore e anche quando vedono dati importanti REALI e non finti l’unoca cosa che fa è ritirare dal mercato l’applicazione, che schifo dopo Steve Jobs Apple sta cadendo veramebte in basso

  • galaxy4ever

    E certo quando qualcosa loda le capacita dei device apple allora bisogna prendere le cose come oro colato, se cosi non e allora sono eresie.. di stanno comportando come bambini..

  • Pingback: Smartphones e radiazioni, un’infografica mette a confronto alcuni modelli | Mandave()

  • 0.34

  • Cheope

    “Come vediamo, tra questi devices il più “radioattivo” è il modello di casa RIM”
    Un mio amico diceva di aver smagnetizzato in un solo giorno sia il Viacard che il Bancomat perché li aveva accidentalmente appoggiati sopra al suo Blackberry.
    Adesso comincio a credergli…