LG G7 ThinQ ufficiale: IP68, Display super luminoso e tanta Intelligenza Artificiale

2 maggio 201813 commenti

Il nuovo top di gamma della casa coreana LG G7, è stato finalmente presentato oggi a New York. Le sue caratteristiche principali sono dimensioni interessanti, intelligenza artificiale, notch "a scomparsa" e comparto multimediale al top.

LG affina il design del suo nuovo top di gamma, introducendo uno schermo più ampio di quasi mezzo pollice rispetto al G6, mantenendone però la stessa larghezza e manegevolezza. Lo smartphone è composto principalmente in vetro Gorilla Glass 5, sia nella parte frontale, sia nella backcover e con un frame metallico ai bordi. Presente anche la certificazione IP68 (resistenza ad acqua e polvere), che ha superato ben 14 test MIL-STD 810G (sono definiti dall’esercito americano per valutare il funzionamento dei dispositivi nelle condizioni più ostili).

Le specifiche di LG G7 ThinQ sono le seguenti:

  • Schermo: 6,1” FullVision QHD+ (1.440 x 3.120 pixel, 19,5:9, 564ppi), 1.000 nit massimi, 100% DCI-P3 Gorilla Glass 5
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 845 con GPU Adreno 630
  • RAM: 4 / 6 GB
  • Memoria interna: 64 / 128 GB UFS 2.1 espandibile (con microSD fino a 2TB)
  • Fotocamera posteriore: dual camera da 16 megapixel f/1.6, FOV 71° +  f/1.9, FOV 107° (grandangolo)
  • Fotocamera frontale: 8 megapixel, f/1.9
  • Connettività: LTE, Wi-Fi 802.11 ac (2,4 e 5 GHz), Bluetooth 5, GPS, NFC, USB Type-C 2.0
  • Batteria: 3.000 mAh con Quick Charge 3.0 e ricarica wireless
  • Dimensioni: 153,2 x 71,9 x 7,9 mm
  • Peso: 162 grammi
  • Certificazioni: IP68, MIL-STD 810G
  • OS: Android 8.0 Oreo
  • Chipset: piattaforma mobile Qualcomm® Snapdragon™ 845 con I.A.
  • Display: FullVision da 6.1 pollici con tecnologia Super Bright Display (3120 x 1440 / 564ppi)
  • Memoria: RAM 4GB LPDDR4x / ROM 64GB UFS 2.1 / supporto MicroSD (fino a 2TB)
  • Fotocamera:
    – Posteriore: doppia fotocamera 16MP super grandangolo (F1.9 / 107°) / 16MP OIS (F1.6 / 71°)                                                                                                                     – Anteriore: 8MP grandangolo (F1.9 / 80°)
  • Batteria: 3000mAh con ricarica wireless
  • Sistema operativo: Android 8.0 Oreo
  • Dimensioni: 153.2 x 71.9 x 7.9mm
  • Peso: 162g
  • Connessione: Wi-Fi 802.11 a, b, g, n, ac / Bluetooth 5.0 BLE / NFC / USB Type-C 2.0 (compatibile con 3.1)
  • Colori: New Aurora Black / New Moroccan Blue
  • Altro: Super Bright Display / New Second Screen / AI CAM / Fotocamera Super Bright / Riconoscimento vocale a lungo raggio / Speaker Boombox / Google Lens / AI Haptic / Hi-Fi Quad DAC / Suono Surround 3D DTS:X / Certificazione IP68 per la resistenza all’acqua e alla polvere / Conformità MIL-STD 810G (14 test) / HDR10 / Tasto Google Assistant / Riconoscimento del volto / Sensore per le impronte / Tecnologia Qualcomm® Quick Charge™ 3.0  / Radio FM

Una delle caratteristiche più interessanti è sicuramente il display. Lo schermo FullVision da 6,1″ con rapporto 19,5:9 e risoluzione QHD+ (3120 x 1440 pixel) ha permesso di ridurre di quasi il 50% le cornici rispetto al predecessore e la sua buona qualità è confermata dalla presenza della Tecnologia Super Bright Display che consente al pannello LCD di raggiungere un livello di luminosità da record con ben 1.000 nit. A seconda del tipo di contenuto, il display può essere impostato su sei diverse modalità di visualizzazioneAuto, Eco, Cinema, Sports, Game ed Expert. In modalità Auto, il telefono analizza automaticamente il contenuto di foto e giochi per ottimizzare il display e il consumo energetico. L’utente può inoltre perfezionare ulteriormente l’immagine regolando la temperatura dei colori e i singoli livelli RGB.


Leggi anche: 

LG V30 ThinQ: La Recensione


Il notch (chiamato da LG New Second Screen), a detta dell’azienda serve per visualizzare le notifiche senza togliere spazio ai contenuti e può essere personalizzato secondo i propri gusti. Il display può essere allargato completamente per un look pressoché senza bordi, o può essere impostato con uno stile più tradizionale con le notifiche su sfondo nero o su un altro colore per ottenere un effetto più “personale”.

LG G7 ThinQ riprende inoltre il sistema di fotocamere potenziato con l’intelligenza artificiale introdotto da LG V30. la fotocamera anteriore  è da 8 MegaPixel, mentre quella posteriore è basata su due moduli da 16 MegaPixel abbinati ad un’ottica super grandangolare e ad una standard. Gli algoritmi della AI, permettono di ottenere, a detta di LG, ottimi scatti anche in condizioni di scarsa luminosità. L’azienda coreana afferma infatti che, grazie alla Super Bright Camera, è possibile ottenere immagini sino a quattro volte più luminose. Sono inoltre presenti le modalità Live Photo (la cam acquisisce anche il secondo prima e dopo lo scatto, per creare micro filmati) Stickers e la modalità ritratto.

Altra interessante feature di LG G7 ThinQ è che sarà uno dei primi smartphone ad avere un tasto dedicato all’attivazione di Google Assistant e Google Lens. Quest’ultimo è disponibile all’interno di Google Assistant e Google Foto, fornisce maggiori informazioni su luoghi di interesse, piante, animali e libri, oltre a riconoscere il testo. Per avviare le funzioni di IA dello smartphone è sufficiente premere il tasto dedicato situato appena sotto quelli del volume, nelle seguenti modalità:

  • Un singolo tocco del tasto avvierà l’assistente Google, mentre per
  • Due rapidi tocchi attiveranno Google Lens
  • Tenere premuto il tasto per iniziare a parlare subito con l’Assistente Google come fosse un walkie-talkie.

Il colosso coreano ha inoltre inserito nello smartphone un sistema di riconoscimento vocale a lungo raggio grazie al microfono altamente sensibile dello smartphone, Google Assistant è in grado di riconoscere i comandi vocali fino a cinque metri di distanza. Questa funzione rende LG G7 un’ottima alternativa a un altoparlante di IA domestico anche con del rumore di sottofondo che viene completamente isolato.

L’impegno di LG per questo smartphone viene confermato dal comparto audio, è disponibile per la prima volta un device, uno speaker Boombox che utilizza lo spazio interno del dispositivo come cassa di risonanza per raddoppiare la diffusione dei bassi e offrire un suono potente da “stereo portatile” senza la necessità di altoparlanti esterni. Quando viene posizionato su una superficie piana, lo smartphone utilizza la sua cassa di risonanza per amplificare ulteriormente l’effetto dei bassi. LG G7 è anche il primo smartphone a offrire DTS:X per garantire un suono 3D virtuale per tutti i contenuti, fino a 7.1 canali audio con cuffie. LG G7 è anche dotato di un Quad DAC Hi-Fi, rendendolo sulla carta uno il punto di riferimento per l’audio su dispositivi mobili.

LG afferma che il suo nuovo top gamma sarà disponibile in Corea del Sud già nei prossimi giorni, la distribuzione proseguirà nel resto del mondo tra la fine di maggio e l’inizio di giugno ad un prezzo di 849,99 euro.

 

 

Loading...
  • David Santini

    I soliti prezzi impossibili…

  • Ice Queen

    Con una risoluzione del genere e una batteria così esigua,alle 12 si spegne?

  • Cicia Nebia Kul

    L’iPhone x dei bavboni! Mi sembra un vorrei ma non posso , ottime specifiche ma personalità in mano zero a mio parere

    • teob

      Vorrei ma non posso a 850 euro ? Posso capire una copia iPhone a basso prezzo ma cosi no

      • Cicia Nebia Kul

        Ciao, specifiche e prezzo sono al top, non discuto questo, il mio problema è Che quando lo guardo non penso ” ooohhh wow un LG! ” ma penso ” che è? IPhone?”, parlo lato design

        • teob

          Questo è verissimo LG poi dopo g2/g3 non si è espressa bene in design. Pero oggi si sono adeguati tutti All iPhone style … Anche il p20 Asus tutti uguali e tutti con il notch

    • Ponch89

      bastava evitare quell’inutile notch….

  • ice.man

    il telefono ha piccoli difetti, ma sarebbe OTTIMO
    il motivo per cui io (e molti altri ) non lo compreranno è lo stesso motivo per cui il Mate 20PRO sta avendo tanto successo
    una batteria da 3.000mAh è una presa in giro, sopratutto su un flagship che tecnologicamente (anche grazie a Project treble) potrebbe rimanere al passo coi la fascia media per almeno 3 anni
    LG (e Samsung) devono sapere che non siamo piu dipossti a comprare flagship con batterie ridicole alla nascita e che tra 18 mesi non permetterano di arrivare neppure a mezzogiorno (anhce perchè con una batteria piu piccola sei costretto a fare piu cicli di ricarica al giorno e di conseguenza ad accelerare il degrado della batteria stessa)

  • Dave

    Brava LG che continua la strada del grandangolare, molto più utile delle classiche doppie cam. Speriamo che il DAC arrivi stavolta anche in Italia (non come per G6), peccato solo per dimensioni e batteria, un 5,5″ con 3300mah sarebbe stato il top.