HTC e il suo futuro incerto

11 febbraio 2014127 commenti

Questa settimana abbiamo deciso di soffermarci a riflettere su HTC, azienda che negli ultimi mesi sta vivendo un periodo tutt’altro che idilliaco.


Innanzitutto, High Tech Computer è una compagnia decisamente importante per tutti gli appassionati di Android. Infatti, è stata la prima a commercializzare uno smartphone basato sul nostro amato robottino verde. Proprio per questo motivo, dobbiamo ammettere di essere decisamente tristi nel vedere i suoi recenti risultati finanziari.
Tuttavia, non tutto è perduto a nostro parere. C’è ancora un’ultima possibilità.

[PREMESSA: Questo articolo esprime pareri puramente personali, quindi voglio chiedere scusa in anticipo se questi non andranno a genio a tutti quanti.]

Un po’ di… matematica!

htcone-820x420

Prima di tutto, dilettiamoci con un po’ di matematica.
Sono usciti da poco i risultati del Q4 del 2013 di HTC. L’azienda taiwanese è riuscita ad evitare il secondo trimestre consecutivo di perdite, ma c’è anche da rilevare un calo nelle entrate. Quest’ultime, infatti, sono state pari a 42,9 miliardi di dollari taiwanesi (se la conversione non è errata, attorno a $1,4 miliardi), in calo rispetto ai NT$60 miliardi (circa $2 miliardi) del Q4 del 2012, con un utile netto di solo NT$310 milioni (circa 10,2 milioni di dollari). L’EPS (earnings per share) è di NT$0,38, mentre il margine lordo è pari al 17,8%. E’ quasi una boccata d’aria fresca per HTC, ma i risultati non sono proprio esaltanti.

Proviamo a fare un paragone con le “migliori della classe”.
Apple ha avuto entrate per $57,6 miliardi, con profitti pari a $13,1 miliardi e con un EPS di $14,08Samsung ha invece avuto entrate totali per $55,13 miliardi, con profitti pari a $7,73 miliardi. E’ vero, queste sono le aziende che fatturano di più nel campo della tecnologia, ma ci permettono comunque di analizzare i risultati finanziari di HTC in un contesto ben preciso.

Il fallimento dell’HTC One

htc one

Capiamoci, l’HTC One non è stato un totale fallimento. Anzi. E’ stato, infatti, fortemente acclamato dalla critica generale e molte persone a stretto contatto con il mondo tecnologico l’hanno definito come il miglior smartphone Android.
Nessun dispositivo con a bordo il sistema operativo di Google, prima dell’HTC One, aveva mai avuto una così elevata qualità costruttiva, andando a sfidare direttamente Apple.

Tutto questo, però, non è bastato.
Sebbene lo stesso CEO di HTC, Peter Chou, avesse aspettative altissime per questo smartphone, il mercato ha parzialmente dato una risposta negativa, preferendo i top di gamma di Samsung o di Apple.

In parte, il problema è stato certamente il marketing. Come hanno affermato di recente gli stessi dirigenti di HTC, il marketing non è mai stato importante per la compagnia. “Male” è la prima cosa che ho pensato. Sebbene un prodotto non dovrebbe (mai) dipendere strettamente da quanto viene pubblicizzato, viviamo purtroppo in un mondo in cui la verità è questa.

Perchè Samsung e Apple vendono bene? Sì, producono ottimi prodotti, ma la pubblicità gioca un ruolo chiave. Sarà un caso che spendono miliardi e miliardi di dollari in marketing?

Ovviamente per un’azienda che naviga in cattive acque finanziarie, è difficile “sperperare” soldi in marketing, ma è quello che dovrà assolutamente fare HTC con il successore del One. Non può permettersi un altro fallimento.

Ci sono stati anche altri problemi con l’HTC One, ma sono per lo più “personali”, cioè che variano da persona a persona. A mio parere, ad esempio, la fotocamera (anche se l’idea degli Ultrapixel è ottima) aveva veramente molti limiti. Diciamo che se HTC riuscisse a migliorare la fotocamera e la batteria, si avrebbe finalmente fra le mani un vero gioiello.

Un HTC Nexus?

htc-one-google-play-edition-aa-front-standing

Ci sono stati alcuni rumors, di recente, che vedrebbero HTC produrre un tablet Nexus (ci sono sia voci per un 8” che per un 10”). Saremmo contenti di vederne uno? Certo. Sarebbe conveniente per HTC? Non proprio.

Ammettiamolo, i dispositivi Nexus non fanno guadagnare “valanghe” di soldi ai produttori, sia perchè mirano ad una ristretta cerchia di utenti (seppur questa si stia allargando negli anni) sia perchè Google punta a creare un qualcosa di potente, ma ad un prezzo accessibile a tutti.

Il “programma Nexus” serve a Big G per mostrare quanto possano essere avanzati i dispositivi Android e per mostrare quale dovrebbe essere la “strada” da intraprendere (o meglio, questo era l’obiettivo iniziale), ma serve anche ai produttori per mettersi in mostra e, magari, farsi anche qualche piccolo fan.

Tuttavia, secondo noi, non sarebbe conveniente per HTC. Sì, è vero, sogniamo un Nexus prodotto dall’azienda taiwanese con materiali eleganti ed un’ottima qualità costruttiva, ma se guardiamo alle finanze, tutto questo sarebbe un rischio.
La domanda è semplice e vi invito a dare una risposta sincera: perchè disperdere energie per produrre un dispositivo che rende “poco” all’azienda, quando possono impegnarsi per produrre il loro top di gamma/futuri smartphone che porterebbero anche profitti maggiori?

Ecco il motivo per cui, secondo noi, HTC non dovrebbe fare un Nexus.
Non sicuramente quest’anno, magari più avanti.

L’HTC M8: la grande speranza di HTC

HTC M8 One 2_

Il successore dell’HTC One è cruciale per l’azienda. CRUCIALE. Non mi piace essere catastrofista, ma, a mio parere, se HTC sbaglia anche con questo smartphone (in termini di vendite), potrebbe rischiare anche di chiudere.

Ci sono alcune voci, confermate anche da Jerry Hildebrand di Android Central nell’ultimo loro podcast (episodio 170), che affermano che ci sono molti dirigenti/ingegneri di HTC che hanno già preparato un piano B, perchè temono di trovarsi in una nave che sta affondando.

Non si tratta di una sentenza o di un fatto assolutamente certo, anzi. Tutto è ancora da decidere, perchè l’azienda taiwanese potrebbe avere un asso nella manica: l’HTC M8. Potrebbe davvero essere lo smartphone del cambiamento, quello che venderà anche bene. Alcuni indizi potrebbero, infatti, preannunciarlo.

Partiamo dalle (presunte) specifiche tecniche:

  • Display da 5” con risoluzione 1080p
  • Doppia fotocamera da 6/8 Ultrapixel
  • 2 (o più) GB di RAM
  • Sense 6.0

Non ne sappiamo moltissimo, è vero, ma, come scritto in precedenza, se manterranno una qualità costruttiva simile all’HTC One (quasi confermato), migliorando la fotocamera e, magari, migliorando anche la batteria, potrebbe essere potenzialmente un “mostro” di smartphone. Aggiungiamoci una sana dose di marketing e il gioco è fatto.

Altro punto a favore di HTC: secondo alcuniimportanti blog americani che parlano di tecnologia, l’interesse verso il Galaxy S5 potrebbe essere decisamente scemato se confrontato all’interesse mostrato l’anno scorso per l’S4 (hanno confrontato le visualizzazioni delle notizie e dei rumors sull’S5 con quelle dell’S4). Se questo si rivelasse vero, e cioè che meno gente è interessata ad acquistare un top di gamma Samsung, sarebbe un’ottima opportunità per HTC e non solo per “fare soldi”. E vi spieghiamo anche perchè nel prossimo paragrafo.

Creare “fiducia”

HTC-Butterfly-S-8

Un altro dei motivi per cui Samsung ed Apple “vincono” è perchè gli utenti sono “virtualmente fidanzati” con loro. Se andate a controllare le statistiche che periodicamente fanno uscire su quale sarà la marca del prossimo smartphone che andranno a comprare i clienti americani, 7/10 dicono Apple, il resto Samsung (ovviamente è una stima esagerata, ma diciamo che dà l’idea).

HTC deve riuscire a coinvolgere gli utenti, a guadagnare la loro fiducia. E’ una cosa incredibilmente complicata, che non si può compiere dalla sera alla mattina, ma che si potrebbe cominciare a sviluppare a partire dal prossimo top di gamma. HTC dovrà dimostrarsi capace di produrre smartphone di altissima qualità, sbalordendo chi vorrà acquistare nei prossimi mesi un nuovo dispositivo top di gamma.

Altro passo fondamentale: non dovrà deludere i possessori attuali di HTC One, “dimenticandosi” di loro.

La fiducia verso il marchio “HTC” è un grosso problema, al pari del marketing, forse. Conosciamo molte persone che non acquistano più HTC per problemi con gli aggiornamenti, ad esempio, i quali arrivano in ritardo rispetto agli smartphone delle altre aziende o, peggio, non arrivano proprio.

Questo è una specie di consiglio ed appello ad HTC: guarda Motorola. E’ vero, non è un gran esempio di azienda con profitti elevati, ma è riuscita (almeno temporaneamente) a creare fiducia attorno al proprio marchio. Molti hanno acquistato Motorola perchè è diventata sinonimo di aggiornamenti rapidi e assicurati.

Come ci sono riusciti? Arriviamo al prossimo paragrafo.

“Stock” Android

htc-one-vs-google-play-edition-aa-featured

[PREMESSA: Dopo aver letto i vostri commenti, ci tengo a precisare che con questo paragrafo non voglio assolutamente dire che la Sense sia una pessima skin, anzi. Voglio solamente portare alla luce alcune ragioni per cui, secondo il mio parere, farebbe bene a basarsi su altro.]

La Sense non è la peggiore delle skin proprietarie, lo ammettiamo. Tuttavia, HTC dovrebbe completamente abbandonare Sense e buttarsi su “stock” Android, cercando di aggiungervi alcune delle funzioni per cui gli utenti amano il software di HTC.

I motivi sono svariati. Innanzitutto, basarsi su “stock” Android significherebbe andare a velocizzare tutto quel lunghissimo procedimento per aggiornare il robottino verde all’ultima versione, favorendo anche l’attaccamento dei clienti al marchio e permettendo ad HTC stessa di “mantenere” più a lungo i telefoni rilasciati nel mercato.

Eh già, perchè non lavorare ad una skin proprietaria significherebbe anche poter impiegare in maniera “più intelligente” le proprie risorse ed i propri ingegneri, focalizzandosi su (poche) funzioni utili per l’utente che andrebbero a migliorare l’esperienza “stock” e permettendo anche di collocare una parte delle forze al mantenimento degli smartphone “più anziani”.

Ovviamente, tutto questo è una teoria personale, ma che non dovrebbe discostarsi troppo dalla realtà. L’esempio lampante è (stato) Motorola.

Probabilmente, molti appassionati di Android si butterebbero a capofitto su uno smartphone simile, non credete?

[CONCLUSIONE: Credo che molti stiano interpretando nel modo sbagliato le mie parole. Vorrei che HTC si basasse su “stock” Android e che lo andasse a perfezionare con le migliori applicazioni e funzioni di Sense. Vorrei che HTC “costruisse” sulle fondamenta di Android stock, migliorandolo con le buone funzionalità della Sense, e non che le demolisse completamente per sviluppare la sua skin proprietaria. Spero di essermi fatto comprendere.] 

La strategia mid-range

htc_desire_501_01-520x292

Presentando i risultati del Q4 2013, la co-fondatrice di HTC, Cher Wang, ha affermato che “il problema dell’azienda taiwanese è stato concentrarsi solamente sull’HTC One” e che ovvieranno a questo problema “introducendo dispositivi “mid-range” durante il 2014″.

La prima volta che abbiamo letto questa notizia, la reazione è stata: “meh”.

Sebbene logicamente non sia del tutto errato, quello non è stato l’unico problema di HTC nel 2013, e personalmente non sono nemmeno un grande appassionato della strategia “alla Samsung” di attaccare il mercato con dispositivi di qualunque genere e di qualsiasi fascia di prezzo, senza avere un piano ben preciso. Non vuol dire che sarà anche questo il caso di HTC e “la storia” ci insegna che si possono creare ottimi dispositivi a basso costo, come ha fatto Motorola con il Moto G.

Sì, c’è un grande mercato low/mid-range là fuori, ma questa fascia è diventata molto aggressiva e spietata se non si ha un’idea ben strutturata e solida. Infatti, andare a produrre smartphone a basso costo “anonimi” potrebbe, alla lunga, danneggiare più che aiutare HTC.

L’azienda taiwanese dovrebbe trovare la giusta formula per produrre dispositivi che riescono a distinguersi dalla massa. Dovrebbe dotarli di caratteristiche migliori rispetto ai concorrenti della stessa fascia di prezzo, che possono trattarsi di una migliore batteria o fotocamera, oppure piccole aggiunte dal lato software.

Andare alla rinfusa in un mercato delicato come questo, ampiamente dominato da Samsung o da varie aziende cinesi, potrebbe causare parecchi danni all’economia di HTC, soldi che potrebbero essere spesi (forse) meglio.

La sorpresa: i dispositivi indossabili

HTC-Smartwatch-Konzept-(inoffiziell)-1382469997-0-0

Personalmente, sono certamente convinto che il futuro convergerà tutto sui dispositivi indossabili (i cosiddetti wearables) e, quindi, sono rimasto contento e curioso quando Cher Wang ha affermato che arriverà un dispositivo indossabile HTC prima di Natale e che, soprattutto, avrebbero risolto il grosso problema della batteria.

Ecco, la batteria. Questo mi ha reso VERAMENTE curioso. Risolvere il problema dell’autonomia per uno smartwatch, ad esempio, potrebbe ipoteticamente andare anche a beneficiare gli smartphone. Ben vengano batterie con tecnologie migliorate e che durano di più.

Torniamo ai dispositivi indossabili dopo questa breve divagazione. Anche qui, sarà difficile per HTC distinguersi dato che davvero tutti stanno producendo qualcosa, ma uno smartwatch con un’ottima batteria, un design premium (come quello dell’HTC One) e che si connetta a tutti i dispositivi Android (vi prego, non solo a prodotti HTC), potrebbe vendere anche abbastanza bene. Specie se accompagnato da offerte (e, sì, lo stiamo per dire, marketing) come quelle di Samsung con il Galaxy Gear.

Il futuro

PeterChou

Cara HTC, purtroppo il futuro non è rosa e fiori, ma tutto in salita.

Non sarà facile per l’azienda taiwanese rialzarsi da un periodo simile, soprattutto perchè in molti la danno già per spacciata.

Non è così, però. Con un piano preciso e con mosse decise nei momenti giusti, stando particolarmente attenti a non fare passi falsi, allora potremmo vedere il primo produttore Android rialzarsi e distinguersi da una marea di altri smartphone.

Il destino è tutto nelle tue mani, HTC.

(Fateci sapere nei commenti quali sono i vostri pensieri, se siete d’accordo o in cosa non lo siete. Ogni opinione è DAVVERO apprezzata!)

Loading...
  • Pingback: HTC e il suo futuro incerto | Crazyworlds()

  • nemo

    Che soddisfazione alzarsi la mattina e leggere un articolo così.. Bravo Nicholas!

  • Pingback: HTC e il suo futuro incerto - WikiFeed()

  • Pingback: HTC e il suo futuro incerto | News Novità Notizie Trita Web()

  • silvergdb

    purtroppo i risultati non pagano, ma HTC è superiore a Samsung (adesso tutti mi odieranno) sotto ogni punto di vista ed inoltre penso che la sense sia la miglior esperienza d’uso su uno smartphone, io incrocio le dita per HTC, la migliore!

    • Simo

      Io ritengo che biaogna dire perché è migliore, la Ferrari è migliore di un furgone, per i materiali, la velocità, ma io devo trasportare merce che me ne faccio di una Ferrari???
      Io sono anni che voglio provare Htc ma ho bisogno che la batteria si possa sostituire, ho bisogno di un display molto ampio e Htc invece punta su un’altro tipo di mercato, per te è la migliore per me non lo è. ..

      • silvergdb

        punti di vista…ognuno ha i suoi!
        Io quando dico che è la migliore e perchè conosco HTC dai tempi di Windows Mobile, quando Android non esisteva e posso assicurarti che ha sempre prodotto con cura i suoi articoli, purtroppo altri marchi nel tempo, hanno puntato più sulla quantità, tralasciando la qualità sui modelli di fascia bassa, cosa che invece non succede con HTC, ma ripeto ognuno può vederla come meglio crede.

        • asd

          Ancora sbagli punto di vista: La qualità di una Ferrari non si discute, ma a lui (Simo) serve un furgone (Batteria rimovibile, forse memoria espandibile, etc…). Spendere 500-600 euro e non poter nemmeno cambiare batteria, nel mondo Android, è semplicemente inammissibile!! Gli aggiornamenti, poi, non li puoi posticipare “ad libitum”. Se hai l’appeal di Apple e la fidelizzazione dei loro clienti, puoi persino far credere che un processore a 64bit sia un plus da non farsi sfuggire…e ho detto tutto!

          • l’808 cerca il futuro

            la tua ultima frase vale meno di una cicca attaccata alla suola, perché? beh detto da uno che cerca la batteria intercambiale anziché un più performante….

          • claudio62

            Perché ti sembra poco il poter cambiare la batteria quando vuoi senza portarlo in assistenza? ?

          • asd

            Si vede che tu hai capito tutto, davvero.

          • mr verdicchio

            Hai centrato il problema.
            Se avesse sd e batteria rimovibile io, ad esempio, oggi avrei un one.
            Poi le chiacchiere stanno a zero: Samsung non vende solo per marketing, ma per strategia, cioè fa prodotti adatti alle varie esigenze (serie s, note, mid e Low vari) aggiorna i top e fa una politica di assistenza decente (il display del gs3 completo di vetro e cornice in assistenza ufficialelo cambiano con 120€ e il guscio posteriore si trova a 10€ sul web)
            Checché ne dicano, addirittura gli Applefag sarebbero contenti di poter espandere la memoria dei loro cosi

      • l’808 verso nuovi orizzonti

        anche per il trasporto c’è di meglio

      • DJOKER

        Perfettamente d accordo, infatti temo che per htc l unica chance di risollevarsi quest anno sia di fare un furgone ferrari :D

    • Lorenzo Bri

      Hai ragione al 200%

    • Maurizio Redstone

      Ma figurati, chi ti dovrebbe odiare.. su questo blog sono praticamente tutti anti-Samsung

      • Giardiniere Willy

        Sai di aver detto la più grande c@zzata del 2014 vero? Vero?!!

    • g.luca

      Perche dovrebbe odiarti qualcuno anzi 22+ hai ricevuto e tu pensa, nessuno di questi hanno HTC, danno il voto solo perché hai detto che HTC e’ meglio di Samsung, tutti dispiaciuti per HTC ma nessuno lo compra alla fine le scelte vanno tutte per Samsung, celere negli aggiornamenti, prezzo in linea con altri telefoni e qualità senza compromessi e tanti sviluppatori che si danno da fare per nuove ROM.

      • S

        Ma per favore…. M siete capaci a non fare i fanboy? Ecchec@zzo

    • Armando

      D’accordo con te della superiorità di HTC sui SAMSUNG ma eviterei di affermare cose simili su Sense in quanto è un opinione soggettiva e dire che HTC sia la migliore… È ottima a livello di design e materiali, discreta in prestazioni ma c’è di meglio ad un prezzo eguale. Potenziale leader nel settore ma ancora nella media. Secondo me gli esempi da seguire sono le linee “ZOPO” e “XPERIA”.

  • me

    Come si fà a parlar male della Sense?La miglior personalizzazione Android che ci sia sul mercato… Secondo me lei non ha mai usato un HTC e per usato intendo quotidianamente non mezz’ora per fare la recensione.Per cortesia smettiamola di dire castronerie, molti utenti (compreso me) acquistano HTC anche per la Sense e voi dite di toglierla…

    • Nicholas

      Io non sto parlando male della Sense e non è nemmeno il mio obiettivo. Sto solamente dicendo che, per le ragioni scritte, io mi baserei su stock Android se fossi in HTC.
      Opinione puramente personale, ovvio. :)

    • Latttina

      Si però è anche vero che a molti altri non frega una “beneamata minchi@” della sense…. ad esempio a me.

    • Pignolatore

      Parlare male di una cosa significa affiancare io nome di questa ad epiteti e concetti poco edificanti.
      Lei ha visto fare questo? No, ha solo letto un consiglio di dismissione argomentato da solide basi… condivisibili o meno, ma solide.
      Posso comprendere anche che lei abbia deciso di usare un registro poco confidenziale per darsi un tono, ma il punto non cambia: sicuramente non ha capito ciò che l’autore intendeva. E, escludendo i 3 + sul suo commento, direi che è stato l’unico.
      Per cui, col consiglio di rileggere sempre le cose, al fine di assicurarsi una maggior comprensione possibile, le lascio la citazione di una filastrocca che mi ha insegnato alle medie la professoressa di lettere, si chiama regola delle 10:
      PRIMA PENSA, POI PARLA, PERCHÉ PAROLE POCO PENSATE PORTANO PENA.

      un saluto :)

  • pgp

    Secondo me il discorso degli update è fondamentale: Io non credo che avrei scelto con così tanta convinzione il Nexus 5 come successore dell’HTC Desire HD, se non fossi rimasto così scottato dall’esperienza col supporto sw di HTC. Lavorassero come fa Google, in questo senso, ossia aggiornamenti regolari per un intervallo di tempo garantito (anche con 6 mesi di ritardo rispetto alle release di Google per elaborare l’interfaccia proprietaria), assicurando ad un acquirente di un HTC con Android 4.1 che il suo telefono vedrà la release 4.4, secondo me la fiducia verso il marchio potrebbe aumentare.
    O almeno, per quanto mi riguarda sarebbe così.

    • moffolo

      Concordo, ma non con i 6 mesi di ritardo!

    • Amy

      Le fette di mercato di certo non si guadagnano proponendo aggiornamenti costanti. Questa scelta può fidelizzare te, me o altri pochi appassionati di smartphone.
      Se la chiave fosse quella, perché allora i Nexus (che rispondono a quei requisiti) nessuno se li fila?
      Stiamo parlando di un utente medio che già è tanto se conosce il nome dell’OS del proprio device.
      Un utente medio che anche quando gli consigli valide alternative rimane scettico.
      Un utente medio che non sa neanche cosa siano i mah di una batteria..
      Si deve giocare sui numeri: abbondate megapixel, ram, core, anche senza differenze qualitative/prestazionali evidenti e daranno per scontato che il prodotto sia migliore..ma il tutto deve essere BEN PUBBLICIZZATO E VALORIZZATO.. proprio come ha fatto Samsung con quella porcheria di air gestures.
      Sarà anche per questo che non ottimizza la TouchWiz e le sue app… chi vuoi che se ne accorga? Per loro l’esperienza standard di uno smartphone è quella lì.
      “Nexus, AOSP, HTC… chi li conosce?”
      Bisogna ragionare in modo superficiale perché l’utente medio è superficiale. tutto qua.

  • Liuk

    Davvero bell’articolo, sono solo in disaccordo sulla Sense, che è ottimizzazione allo stato puro ed è pure elegante e con funzioni utili ( non come touchwiz)… comunque spero riescano a farsi valere quelli di HTC, meritano il successo a mio parere

  • me

    Dimenticavo, Samsung fattura miliardi perché produce decine di modelli da 50€ con Android e ne vende a vagonate mentre HTC si limita ai top di gamma.Samsung può permettersi di spendere miliardi in marketing perché i suoi introiti non derivano solo dai telefoni…Sostanzialmente le differenze sono queste,se poi aggiungiamo che il 90% di chi possiede un iPhone o un S4 non sa neanche che processore ha “sotto al cofano” oppure che versione di Android è installata sul proprio terminale capirete che l’acquisto è stato fatto perché spinti dalla moda o dal proprio operatore telefonico che magari ha degli accordi con Apple o Samsung…

    • Nicholas

      Esattamente. Il marketing sarà (purtroppo) fondamentale per il prossimo HTC M8.

    • mik

      in un giorno s4 ha venduto piu htc one in tutta la sya produzione. E mi sembra che s4 sua un top di gamma,molto migliore di one,per via dekla fotocamera superiore e memoria espandibile.

      • Gabrielet92

        Tieni in mano HTC one per una settimana provalo in tutte le circostanze e poi dimmi se l s4 è migliore. Non vi basate su frasi già fatte.

        • Latttina

          Potrei dirti le stesse identiche parole però scambiando i soggetti… :)

      • me

        Samsung i soldi non li fà con S4 fidati, ma con le porcherie che vende a 50€.La fotocamera migliore secondo te,per quanto mi riguarda è più che sufficiente mai avuto problemi con le foto,la scorsa estate ho visitato un po’ di capitali europee e sono venute fuori foto godibilissime (viste su un plasma da 50 pollici)…Memoria espandibile???32Giga non ti bastano?E che ci devi fare con il telefono?Io dopo un’anno ho installato 70 applicazioni fra cui ci sono un paio di giochi pesanti,150 mp3 e 1700 fra foto e video fatte in giro per l’Europa.Dopo tutto questo ho ancora 7 Giga liberi…Io quando ho in mano il telefono devo avvertire solidità non scricchiolii e mi fermo quà,anzi no aggiungo un’altra cosa l’amoled Samsung mi fà schifo il telefono si usa all’aperto non è normale che per leggere cosa c’è scritto sullo schermo bisogna cercarsi zone d’ombra senza contare che è meno definito per via della matrice pentile…

      • Cicci

        Non sai quello che dici…. E come la maggior parte va per sentito dire o è Palagiano dalla pubblicità , altrimenti col cavolo che comprerebbe Samsung

      • Amy

        Il problema è che se pure s4 e htc one avessero avuto le caratteristiche invertite (in fotocamera, memoria espandibile, batteria estraibile) la stragrande maggioranza avrebbe comunque preso l’s4 per moda, marketing…
        Non sto dicendo che uno è migliore di un altro, ma che l’utente medio non valuta un terminale dai suoi pro e i suoi contro (salvo esigenze specifiche).

        • mr verdicchio

          Ho paura che ti sbagli…
          Fai un breve sondaggio tra i possessori di Samsung vari di un certo livello: tutti o quasi montano una sd.
          Quindi è un aspetto che è stato valutato nell’acquisto

          • DJOKER

            Verissimo, nemmeno io pensavo che un supporto lento e obsoleto del genere fosse ancora così in voga.

          • mr verdicchio

            Sarà lento, ma ha la giusta velocità per la musica, i filmati e le mappe del navigatore.
            È bello sapere che puoi fare video in viaggio con elevata autonomia, o che ti puoi portare sempre appresso tutta la tua raccolta musicale.
            personalmente non comprerò mai un cellulare senza scheda sd

    • E non c’è niente di male in questo. Non tutti devono essere per forza esperti.

      • me

        Certo ma bisogna almeno informarsi,invece si comprano i telefoni per moda o perché il Samsung è Octacore (si certo) o perché ha il display retina oppure perché il commesso (per vendere) ti dice che stai comprando il meglio quando in realtà stai comprando uno dei tanti e magari non ti propone altri marchi solo perché non li ha a magazzino o perché i premi (sulle vendite) di Samsung o Apple sono maggiori.Bisogna informarsi prima di fare un’acquisto importante perché poi magari ti ritrovi con un display Amoled che non ti si vede sotto al sole e pensi che tutti siano così.

        • niso

          Ma tu che telefono hai??

          • me

            Felicissimo possessore di un HTC One.Il miglior telefono mai fatto (poi parlo per quelle che sono le mie esigenze).Display che si vede sotto al sole,sensazioni al contatto fantastiche (ancora oggi dopo un’anno è come se fosse il primo giorno.Poi ci sono tutti quei dettagli della Sense che nell’uso quotidiano ti aiutano veramente tanto.BoomSound e tanto altro ancora…Se fallisse HTC andrei di nexus e basta,Samsung o Apple dei miei soldi non ne vedranno mai!Dimenticavo l’assistenza perfetta per quanto riguarda la mia esperienza passata…

          • niso

            E il venditore non ti ha detto che stavi comprando un telefono di una ditta che non aggiorna i propri device e sulla soglia del fallimento? Potresti informati meglio prima invece di fare acquisti sbagliati.

          • me

            Io non mi affido al venditore perché spesso ne capiscono meno dei consumatori ma giro per i forum.Fin’ora il mio One ha avuto 3 aggiornamenti e non mi posso lamentare

    • Maurizio Redstone

      Il fatto è che Samsung vende molto nella fascia bassa ma vende molto anche nei top di gamma.. infatti tutti i top di gamma android con i numeri di vendita più alti nella sua categoria (es. GS4 come top-smartphone e Note 3 nel settore phablet) sono Samsung. Non si può nacondere una realtà, i numeri sono numeri. Poi possiamo fare tutte le considerazioni che vogliamo, ovviamente

  • antonio

    Complimenti Nicholas, articolo ben scritto e argomentato.
    Non ho un HTC ma ho molta stima del marchio, purtroppo il prezzo elevato del One mi ha portato a scegliere un Nexus, ad una cifra più abordabile il One sarebbe stato lo smartphone più appetibile

  • Umberto Rubino

    ho un Htc wildfire s ed anche se ho avuto qualche problema(screenshot ROM e fotocamera interna) ne ho un bellissimo ricordo, un display bellissimo, un processore alla fine niente male un grip eccellente un body in alluminio e un piedino in basso che protegge lo schermo da qualunque caduta

    per me è una delle migliori case produttrici in assoluto, ne adoro il design pulito ed essenziale
    mi fa male leggere un articolo del genere ma so che è la verita, spero che htc esca da questo brutto momento e mi permetta di acquistare il suo prossimo smartphone… per il momento mi godo il mio NEXUS 5

  • Kikyo

    Bell’articolo!! :D

  • fabio

    veramente un sollievo leggere questo articolo. molto bello, complimenti!

  • Paolo

    Solo leggendo l’articolo comprerei un HTC, scherzi a parte io posseggo un sony xperia z nulla da dire telefono di buona qualità ma gli aggiornamenti arrivano un po’ anche in Sony a tempo loro sopratutto ora che sfornano un telefono ogni mese, HTC e più concreta, HTC one avendolo avuto tra le mani insieme ad s4 e 5s a mio modesto parere per classe pregio e qualità e il migliore degli ultimi 5 anni pecca è vero Il marketing dovendo essere superficiali e la rapidità degli aggiornamenti basta vedere l’s4 però si dovrebbe puntare molto di più su questa casa perché secondo me sono avanti anni luce rispetto a tutte le altre solo che marchi come Appleo sSamsung riscuotono più successo solo permoda.

  • Saro

    Per quanto riguarda i Nexus, considerate che anche se non fanno guadagnare valanghe di soldi, solitamente poi ne segue un modello potenziato. (Vedi Galaxy Nexus – S3)

  • francymona

    15 commenti in un ora a quest’ora del mattino,dove di solito le persone dovrebbero lavorare,me compreso,fa capire quanto Htc stia a cuore agli utenti android,e semmai dovesse davvero fallire sarebbe una grossa perdita nel mondo della telefonia mobile,Htc ha sempre cercato di distinguersi fin da subito con la sense,poi con beats audio e infine con I materiali di costruzione, che dire……ottimo articolo e speriamo che Htc si riprenda altrimenti non saprei su chi puntare

    • Lorenzo Bri

      Mi hai fatto commuovere :’)

      • francymona

        Sigh sigh :'(

    • RealRazor

      Gia… inutile dire che un eventuale fallimento di HTC sarebbe una grande perdita per tutti… Cmq è un peccato vedere che htc continua a fare una cosa buona ma a rovinarla facendo una cavolata…

      HTC one è un gran bel terminale… con una eccellente interfaccia ottimi materiali bel design ed un esperienza di navigazione penso unica nel panorama android uno schermo leggermente piccolo rispetto alle dimenzioni globali del terminale. Ma, AVEVANO tutto meglio della concorrenza, potevano giocare sul sicuro invece di uscire con quella fotocamera ultrapixel che non ha brillato certo per qualità!?

      Presumibilmente con una tradizionale 13MP come la concorrenza non avrebbero scontentato molti niente foto viola ecc..

      Ora faranno l’one 2 già lato marketing la scelta del nome in inglese esce un cacofonico one two! tree four… haha in oltre mettono di nuovo un ultrapixel invece di una bella 20mp…

      Inutile dire che ormai la fotocamera è basilare su uno smartphone perchè ha sostituito le compatte… e deve fare belle foto..

      Poi intendiamoci niente più beats audio scaduto il contratto ed il solito marketing disastroso HTC svegliati… ci serve tutta la concorrenza possibile e la più ampia scelta possibile, o le case potenti non sono stimolate a fare prodotti e prezzi all’altezza di quello che meritiamo…

      • francymona

        Con gli ultrapixel ci hanno provato perché come ho già detto prima htc cerca da sempre di distinguersi, sull’ one non è andato bene,ma non vuol dire che sia un progetto da avallare semmai da migliorare, per quanto riguarda beats audio è vero Htc non possiede più le quote ma il desire 500 è uscito lo stesso con la partecipazione di beats,bisogna vedere se la collaborazione continuerà ma mi auguro di sì

        • RealRazor

          Ma ho visto che l’one max che è uscito dopo non ha il beats audio… non voglio dire che gli upltrapixel un giorno non diventino una soluzione vincente ma all’uscita dell’one e successivo one max il sensore ultrapixel non era all’altezza della situazione le di un top di gamma che voleva spaccare… un passo falso secondo me.

          • francymona

            E lo so,sicuramente non è all’ altezza dei megapixel, ma è anche per questo che mi piace il brand, perché osano, sono coraggiosi, certo l’utente finale che poi utilizza la fotocamera ci rimane male,però servono anche questi errori per portare qualcosa di nuovo in un ambiente che ormai novità degne di nota non ce ne sono a parte supermega processori e schermi a 8000k,per beats audio come già detto spero che se non ci sarà più sui terminali almeno venga rimpiazzato da un equalizzatore di eguale potenza e pazienza che non ci sia la “b” rossa

    • Alberto

      Io ho sempre e solo acquistato prodotti HTC, se dovesse fallire e spero davvero di no, non saprei davvero a chi affidarmi. Quando osservo dispositivi di altri marchi mi sembrano davvero giocattolini per bimbi a confronto…parere personale, anche perché ripeto nn ho mai provato altro.

      • Porco boia cane cattivone

        Se dovesse fallire ti vendo un Legend semi nuovo 10.000 km

  • Pingback: HTC e il suo futuro incerto | Alcoolico()

  • VincenzoLC

    Articolo veramente interessante. Io sono un possibile acquirente di HTC ONE, frenato dalla qualità e dai commenti sulla fotocamera…
    Sarei dispiaciuto se un’azienda che riesce a progettare e realizzare uno smartphone di così alto livello possa fallire. Anche perché, più aziende, ne consegue maggiore concorrenza, e dei terminalisempre più avanzati e …..magari…a costi più accetabili.
    Un ringraziamento a tutti quelli che partecipano con i propri commenti sulla propria esperienza….

  • Mi dispiace ma ritengo che HTC sia agli sgoccioli. Il mercato smartphone ormai è saturo e si tratta di creare strategie diverse. Dal 2010 ad oggi la Samsung ha invaso il mercato perché il punto era mettere in mano a tutti uno smartphone. Ora se questa strategia va ancora bene in Cina e nei paesi in via di sviluppo, in occidente no. Il mercato è saturo. Bisogna concentrarsi sul “nel 2011 hai comprato un S2 ora è il momento di passare all’S5”. Bisogna fidelizzare il marchio come fa Apple. Basta UI brutte, è il momento di Android Stock degli aggiornamenti celeri dei materiali pregiati delle funzioni extra.. su questo deve buttarsi HTC.

    • Gianni

      Ui brutte ti riferisci alla touchwiz vero?!!!
      Perché non c’è paragone con sense. Solo uno che non ha avuto HTC potrebbe dire unacosa simile

      • Ma la Sense è brutta. È sicuramente fluida e ottimizzata ma è troppo scura e presenta ancora forti elementi di scheumorfismo. Poi il blinkfeed a me non piace, lo trovo troppo invadente. Ma è solo la mia opinione.
        Ma il mio punto è perché allungare straordinariamente l’iter degli aggiornamenti quando la Sense può diventare un launcher e Blinkfeed un app montate su Android Stock e aggiornate tramite Play Store?

        • moffolo

          Perchè poi su XDA estrarrebbero l’apk e lo renderebbero compatibile con tutti gli smartphone, e HTC perderebbe quel “plus” che la distingue?

          • Lol ma che problema è l’utente medio non capisce neanche quello che hai scritto. È quello il pubblico che interessa alle aziende non il nerdazzo che compra il telefono e tre giorni dopo ha già la CM sopra.

          • moffolo

            Beh… se la Sense fosse disponibile come applicazione, molto probabilmente l’avrei già messa sul mio N5. E probabilmente non sarei l’unico. Praticamente dando come applicazione il loro “plus”, molti di quelli che acquisterebbero HTC (anche) per la Sense potrebbero orientarsi su altri terminali e poi la installerebbero come launcher alternativo. Ok, non sarebbe la massa, ma sarebbero forse quei “nerd” che consigliano gli amici sul telefono da acquistare, e che quindi consiglierebbero un’altro telefono + Sense.

          • Mi hai perso a “non sarebbe di massa”. Anzi ben lungi dall’essere un danno economico sarebbe praticamente pubblicità gratuita.

          • moffolo

            Se io, “pseudo nerd” che vengo consultato da amici su che telefono prendere, so come prendere un apk con la Sense e metterlo sul mio N5, consiglierei ai miei amici/famigliari di prendere un N5 (eventualmente un Moto G) e gli metterei su la Sense -> clienti persi per HTC.

          • Beh wow chiaramente senza quei quattro clienti la HTC andrà in rosso.

          • moffolo

            Era un esempio. Non sono di certo l’unica persona che conosce XDA a consigliare gli amici su che telefono prendere. O si?

        • me

          Puoi piacere o meno esteticamente ma nell’uso quotidiano è uno spettacolo…

        • Porco boia cane cattivone

          http://it.wikipedia.org/wiki/Scheumorfismo grazie Kubukurim! Mi hai fatto imparare una parola nuova. E che parola oltretutto sono serio una volta tanto.

      • Latttina

        Beh sul one sv di mia moglie dopo mezz’ora c’era giá nova launcher, notification toggle e handcent sms, non tutti sono così arrapati di sense….

        • Porco boia cane cattivone

          Bella la mogliettona smanettona!

  • Peppe

    Non sono d’accordo sulla strategia “Android”.
    A quel punto molti potrebbero dire “allora prendo un nuxus. E spendo anche meno”.
    Secondo me HTC deve puntare sulla sense proprio come caratteristica distintiva dalla massa di produttori ….
    Il consumatore deve credere che la sense garantisce un ‘ esperienza d’ uso molto sopra la media (io rimpiango ancora il mio Desire hd per questo).

    Nota a margine la smettere con batteria non removibile, oggi nessuno arriva a fine giornata con un top gamma…. Almeno con un secondo Batteria si sopperisce

    • Nicholas

      Non sono totalmente d’accordo e ti porto un esempio pratico.
      HTC potrebbe differenziarsi comunque dai vari Nexus, introducendo magari la propria applicazione fotocamera (DECISAMENTE migliore di quella stock) con le sue “speciali funzioni”.
      Dovrebbe “costruire” sulle fondamenta di Android stock, migliorandolo con le funzionalità buona della Sense, e non demolirle completamente per sviluppare la sua skin proprietaria.
      Spero di essermi fatto capire :)

      • Peppe

        Ti sei Fatto capire ;) m non sono comunque d’accordo…. Opinioni :)

        • Nicholas

          Assolutamente :) è a questo che servono gli editoriali, no? A far discutere e permettere a tutti di esprimere le proprie opinioni, sia che queste siano d’accordo o no.

      • Ikaro

        penso che alla fine l’interfaccia grafica sia la meno “difficile” da riportare sulle nuove versioni di android, la cosa più difficile penso siano proprio le app proprietarie, come la fotocamera, che devono interfacciarsi profondamente con l’s.o. e l’hardware, alla fine la skin è ,appunto, una skin… poi sappiamo bene quanto i produttori marcino sugli aggiornamenti, penso che se davvero volessero, o se l’utente pagasse per averlo, in pochi giorni sarebbe già tutto pronto ;)

  • cesco

    innanzitutto complimenti per l’articolo e le argomentazioni molto convincenti.
    da utilizzatore HTC affezionato devo dire che la Sense è uno dei motivi principali per cui mi rivolgo ad HTC. detto questo però credo anche io che un Android stockcon l’aggiunta di applicazioni HTC che portino l’esperienza sense su una base stock potrebbe essere economicamente vantaggiosa per HTC e potrebbe rendere più probabile un aggiornamento nel tempo di tutti i dispositivi venduti.
    resta il fatto che però probabilmente senza l’attuale integrazione fra sense e Android si perderebbe l’attuale incredibile fluidità e stabilità.
    in ogni caso auguro ad HTC di riprendersi e tornare a brillare perché lo merita.
    abituato al mio HTC One quando mi approccio ad altri telefoni mi sembra sempre che manchi qualcosa :-)

  • Simone84mi

    Mi dispiace che un azienda come HTC potrebbe chiudere se le vendite dei futuri telefoni non dovessero andare bene ma ricordo ancora l’esperienza traumatizzante avuta con HTC hd 2.600 euro spesi per un telefono che si bloccava anche solo a scrivere i messaggi.. Per quanto mi riguarda non comprerò mai più HTC per aver commercializzato un terminale tanto schifoso e fatto pagare una valanga di soldi…peccato perché comunque avere più aziende che si contendono il mercato porta vantaggi anche a noi consumatori….

  • Albrele

    L’articolo rispetta perfettamente quello ke pensavo ma HTC è la mia fidanzata.. Dopo l’Hero, il Sensation XE il One X ed il One non posso non prendere il One Tu One Tu(nome da rivedere).. Cmq dopo l’accordo sui brevetti con Apple penso sempre ke HTC sia diventata la branca androidiana della mela marcia.. Mi rode.. ma se i tizi di Cupertino danno qualke consiglio su come si vendono ghiaccioli al polo Nord penso ke la strada del fallimento per HTC sia lontana..

  • Miso78

    Bell’articolo, d’accordo su quasi tutto. L’unico punto su cui avrei da obiettare è quello dove si dice che a HTC NON converrebbe produrre un nexus. Dico così perché dal mio punto di vista chi ha prodotto nexus fino ad ora si è sempre imposto sul mercato, vedendola come la mossa di marketing vincente. Sempre chi ha prodotto nexus si è affermato, HTC prima, Samsung poi straffermandosi e ancora gode di quel l’onda, e LG ora (la cui prima del nexus 4 era decisamente messa peggio di HTC), mossa che potrebbe aiutare ora quest’azienda, non poco.
    Altro punto fondamentale sono gli aggiornamenti, e sono d’accordo esempio lampante in One X che è fermo a 4.2.2, e si potrebbe tranquillamente permettere 4.4 o ALMENO 4.3 considerando i 18 mesi di aggiornamenti… Ci può stare, ma almeno uno sforzino per dare un po’ di fiducia verso il cliente, visto che ultimamente hanno fatto tutto per fare il contrario.

  • Nicola

    L’articolo più interessante del semestre

  • nik

    abbandonare la Sense? WTF????

  • mekssj86

    Articolo scritto male, poco argomentato e che non mi trova d’accordo neanche con i contenuti (a parte quando parli del assenza di marketing htc).
    io trovo la SENSE un valore aggiunto, ed auspico un nuovo nexus by HTC (vedi come ha fatto bene a samsung e lg)
    Per i dispositivi indossabili non credo che htc dovrebbe buttarcisi a capofitto, in quanto sono ancora acerbi (sostanzialmente poco utili) e di sicuro non risani l’ economia con uno smartwatch.
    Cmq in bocca al lupo ad Htc…

    • Nicholas

      Mi dispiace che non ti sia piaciuto l’articolo e tu non ti sia trovato d’accordo con me. Purtroppo non possiamo essere tutti d’accordo, no?

      Grazie mille, comunque, per la tua opinione. :)

  • Emanuele Addari

    Articolo interessante ma dissento totalmente sul discorso Sense!
    La Sense è “la migliore” interfaccia android sul mercato, non la peggiore! Integra tutte quelle funzioni che su stock mancano o sono mal costruite contribuendo ad un esperienza d’uso carente in diversi aspetti! Penso al client email, alla rubrica povera di funzioni, all’assoluta non integrazione con i social network, alla galleria (datata e povera di funzioni), al meteo, alla sveglia, cronometro, al calendario, il browser privo del reflow del testo, etc… no Android Stock manca di numerose funzioni ottenibili solo con app di terze parti talvolta mal ottimizzate ed esose in termini di memoria. Penso invece che HTC dovrebbe puntare tutto sulla Sense, perchè è il suo marchio di fabbrica, è ciò che fa la differenza con altri cellulari android! E poi vogliamo parlare della straordinaria ottimizzazione? Quello che penso è che la Sense andrebbe scremata delle funzioni “in più” che non tornano utili e migliorare altri aspetti come l’assistente vocale etc.. Era ottima l’idea del market dei widget e delle app per la sense.. così da differenziare le funzioni dell’interfaccia, un po come un pacchetto office (dove puoi scegliere ciò che installare secondo le tue esigenze)
    HTC dovrebbe sfornare un terminale APRI e GUSTA come l’iPhone ma con il plus non indifferente della completa personalizzazione Android! SI potrebbe slegare la Sense dal kernel se non per alcuni file specifici che ne consentano cmq l’esclusività senza compromettere la tempistica degli aggiornamenti! In tal modo potrebbe essere aggiornato il sistema stock e la sense in due momenti diversi.
    Per il resto, credo ke HTC abbia totalmente sbagliato nella fascia low e mid range.. ha fatto cellulari incoerenti (processori strapotenti, scheda video pessima e fotocamera VGA.. si veda il caso di HTC Desire 500 e 601) a prezzi fuori mercato. Inoltre mancano completamente gli accordi con i grossi centri commerciali e con gli operatori: Mediaworld a malapena espone i telefoni HTC e ne ordina pochissimi.. Unieuro e Auchan non li vende proprio! Trony ed Euronics, stesso discorso di mediaworld. (parlo per la sardegna)
    Wind e Tre praticamente non trattano i cell HTC.. vodafone non li pubblicizza.. e TIM ha fatto una timida pubblicità! SOno tutti pro Samsung ed Apple inquanto questi hanno stretto rapporti commerciali migliori!
    Il marketing passa anche da questo oltre che dalla pubblicità.. la gente compra samsung perchè ovunque trovi solo quello!

  • Nicholas

    Ho aggiornato l’articolo, scrivendo una premessa ed una conclusione al paragrafo forse più controverso dell’editoriale. Vi riporto anche qua:

    “Credo che molti stiano interpretando nel modo sbagliato le mie parole. Vorrei che HTC si basasse su “stock” Android e che lo andasse a perfezionare con le migliori applicazioni e funzioni di Sense. Vorrei che HTC “costruisse” sulle fondamenta di Android stock, migliorandolo con le buone funzionalità della Sense, e non che le demolisse completamente per sviluppare la sua skin proprietaria.”

    (Quindi non voglio che abbandoni del tutto la Sense e che si basi solamente su Android “stock” così com’è.)

    Come sempre, le vostre opinioni sono ben accette. :)

  • bix1966

    Condivido quanto riportato nell’articolo, soprattutto quanto legato al “fallimento” dell’One…Io adoro fare foto col mio cellulare (non per nulla ho pure pubblicato un libricino con le foto scattate col mio Galaxy S3) e ritrovarmi un cellulare eccezionale (questo penso del One) ma con una fotocamera da 4 megapixel….Dai!! E poi tutto dev’essere supportato da un marketing che esalti il prodotto! Io auguro lunga vita all’HTC anche perchè ho ancora il mio bel Wildfire che con una cyano va alla grandissima!!

  • usagisan

    Mah, pensare che il successore del One possa rialzare le sorti dell’azienda mi pare alquanto fantascientifico.
    Non lo dico perché ho dubbi sulla sua qualità, anzi, basterebbe fosse (qualitativamente parlando) anche la metà del predecessore che già sarebbe meglio di (quasi) tutto il mercato Android attuale.
    Il fatto è che ci si mettono anni per fidelizzare un cliente ed un secondo per perderlo, quindi è meglio che HTC abbia una strategia a lungo termine, altrimenti possiamo già metterci una pietra sopra.
    Vorrei poi parlare degli aggiornamenti, del mercato entry e mid level e del Marketing.
    Penso che la storia degli aggiornamenti sia una vera e propria panzanata, almeno in ottica mercato.
    Si, perché diciamo le cose come stanno: tolte le persone che che a queste cose ci stanno attente ed i vari smanettoni, gli altri non sanno neanche cosa sia un aggiornamento e molto spesso neanche sanno quale versione di Android il loro terminale monta, figuriamoci quindi se sono interessati all’ultima versione (personalmente conosco almeno tre persone che non hanno mai fatto un aggiornamento).
    E se contiamo che i primi, in termini di percentuale di mercato, non arrivano neanche ad un dito di una mano…
    Con questo non voglio dire che i produttori non dovrebbero aggiornare, anzi, ma che la cosa non è poi così rilevante in fatto di vendite.
    Cosa diversa, invece, sono le caratteristiche tecniche.
    Già, perché quasi nessuno conosce la vera differenza tra un processore e l’altro, non sanno cosa sia l’ottimizzazione, non sanno nulla di nulla, ma quando leggono, ad esempio, “quad-core” non capiscono più nulla e comprano.
    È triste?
    Si, ma è così.
    Per il mercato, invece, allo stato attuale delle cose, solo un produttore al mondo può permettersi di immettere sul mercato un unico modello di telefono all’anno (con una sola eccezione, quest’anno, che probabilmente non sarà ripetuta): Apple.
    Facciamocene una ragione, ma è così e, tra l’altro, i suoi introiti non dipendono solo da iPhone.
    HTC vive di telefonia e con un solo modello, o due, per giunta Top di Gamma, per quanto possano essere eccezionali, non andrebbe lontano, visto che la grande penetrazione sul mercato del Robottino Verde è dovuta al fatto che si vendono molti telefoni entry e mid level, non certo per i top di gamma.
    In questo senso, Android è il nuovo Symbian e tutti lo utilizzano.
    Ed il bello è che quel settore (specialmente l’entry) è si molto agguerrito, ma non necessita di grandi innovazioni o particolare qualità.
    Questo si tramuta in costi di ricerca e sviluppo quasi annullati.
    Purtroppo, però, anche qui conta molto il marchio.
    E con questo parliamo di Marketing.
    A mio avviso una società come HTC, in questo momento dovrebbe puntare tutto su quello.
    Non dico il 100%, ma più del 50% di certo.
    Perché anche nelle “categorie minori” chi compra guarda la marca.
    Ed avere un Samsung (per esempio) che è la stessa che fa il Galaxy Note 3, che vedo sempre in televisione e sui giornali, con tutte quelle caratteristiche bellissime, di sicuro mi piace di più che avere un altro “coso”, di cui non ho sentito parlare.
    E poi c’è Apple, che non deve neanche fare vedere grandi cose e gli basta parlare di un’applicazione per far si che la gente pensi che sia la migliore.
    Ed il bello è che la stessa applicazione o funzione la trovi anche su Android.
    Insomma, tutto questo per dire che ho letto un ottimo articolo, con il quale condivido alcune cose ma non quelle che per me sono, al momento, le principali.
    Per finire, spero e credo molto in un futuro migliore per HTC, che seguo ed utilizzo fin da quando era solo un produttore di hardware per conto terzi ma, allo stato attuale delle cose, non riesco ad essere molto ottimista e l’ombra di un suo acquisto, da parte di qualche concorrente (probabilmente Cinese), la vedo sempre più vicina.
    Ovviamente, pur essendo profondamente convito di quanto scritto, resta inteso che si tratta di personali e, come tali, vanno intesi.

    • Nicholas

      Grazie mille per la tua opinione :)
      Diciamo che sono generalmente d’accordo con quanto dici, ma attenzione che ci sono molte più persone “attente” agli aggiornamenti di quanto tu non immagini. Soprattutto, queste consigliano: agli amici, alla famiglia, al/la fidanzato/a. Se qualcuno ti dice “non comprare HTC perchè non aggiornerà neanche il tuo nuovo telefono”, tu 9/10 non lo prendi. Anche questa cosa, seppur piccola, gioca sulla “fiducia” che devono instaurare con i nuovi (e vecchi) clienti.
      Per quanto riguarda il resto, sono d’accordo.
      Spero solo che HTC abbia un piano sia a corto che a lungo termine. Entrare nel mercato low/mid-range è comunque un’azzardo, se si buttano e basta. :)

      • mr verdicchio

        È vero, tutti hanno un amico “esperto” a cui chiedere consiglio, i cosiddetti opinion leader. Poi, per chi ha voglia di informarsi, esistono blog e recensioni varie, dove scrivono persone competenti. È per loro che vanno fatti gli aggiornamenti e i prodotti in generale di qualità.
        Oggi il mercato di qualunque oggetto è più maturo di quanto si possa a prima vista pensare

    • mekssj86

      mi permetto di aggiungere una cosa: non credo che il denaro investito (o meglio ancora “investibile”) da HTC sia neanche lontanamente paragonabile a quello di samsung.
      il paragone attuale è molto simile a quello di un piccolo artigiano con una bottega con 5 dipendenti contro una in piena ascesa che ne ha 340.

  • Roberto

    Adoro HTC dai tempi del P3300 Windows Mobile ma purtroppo ho dovuto prendere samsung (prima s3 ora s4) da molto tempo. Le mie personalissime necessità sono: batteria rimovibile, espansione micro sd, tasto home fisico e connettore micro usb di ricarica posizionato in basso al centro. Semplice semplice. Se ne facessero uno cosi con caratteristiche hardware paragonabili all’S4 non avrei dubbi nell’acquisto

  • Maurizio Redstone

    Ah, sarei io a dire le cazzate? Mi sa che le dici tu.. leggiti un po’ di post e te ne renderai conto. Non sono neppure entrato nel merito.. il loro essere anti avrà anche delle giustificazioni. Io ho fatto solo una constatazione.

  • Dario Pistillo

    Mi dispiace contraddirti Nicholas, ma secondo me i Nexus portano discreti margini di guadagno. Prendiamo in esempio Asus, durante il Q3 del 2012 ha incrementato i suoi ricavi del 18% e del 39% di guadagni in più, proprio quando è stato lanciato il primo Nexus 7, sebbene l’azienda stessa non lo afferma esplicitamente (nonostante i tempi coincidano)

    • Nicholas

      Allora chiedo scusa per la mia “ignoranza” in materia :)
      Diciamo che, secondo me, ora come ora, HTC deve assolutamente concentrarsi su se stessa. Pensare a produrre un Nexus potrebbe portarle via forze preziose.

      Grazie mille per l’appunto, comunque!

  • Jacopo Merlini

    sec me il marketing sarebbe la loro salvezza, perche , molti amici quando vedono htc rispondono :si ma io quelle cinesate li non le compro !!,perche passano per cinesate, se uno nn l ha mai preso in mano ,non capisce ,ci vuole un po di pubblicità che spinga , come fa samsung !! la gente a furia di vedere samsung leggere samsung di qua e di la in tele sul pc ,si è abituata e non lo classifica piu come un marchio koreano a basso costo , samsung è samsung , alla gente nn frega un cazzo se monta android puro o la touchwiz o la sense , alla gente conta avere in mano un oggetto di cui non dover giustificarsi ,eh era in offerta, eee non potevo permettermi un i phone o un s4, se spari fuori publicia su publicta del one la gente lo verdra come un prodoto top , (lasciate stare che lo è comunque ) e si lancerebbero sul prodotto top . chiuso , scusate lo sfogo ahah:)

    • Jacopo Merlini

      scusate l’italiano da dislessico analfabeta :)

      • Porco boia cane cattivone

        Beh dai, c’è chi scrive molto peggio e non si scusa. Se già riuscissi a mettere le virgole prima dello spazio guadagneresti qualche punto con poca fatica!

  • Ugo

    Raramente mi è capitato di vedere cosi tante cazzate in fila…. complimenti!

    • Porco boia cane cattivone

      Esci dalla fila allora!

      • Ugo

        Mica nei commenti… nell’articolo!

    • Nicholas

      Mi dispiace che tu non sia d’accordo con quanto scritto nell’articolo. Ovviamente, sono mie opinioni personali e non possiamo vederla tutti allo stesso modo, no?

      Grazie lo stesso per la tua opinione :)

  • olè

    allora provo ad andare anche io per punti.

    1) sì htc ha sbagliato marketing, nel senso che (hanno pure speso all’improvviso tutta la champions league (mica l’ultimo evento in fatto di visibilità) era di htc) hanno speso ma quando c’era da dare la mazzata al mercato si son tirati indietro come dire ho già speso troppo e vanificando tutti gli sforzi fatti e rimettendoci due volte perchè i soldi spesi non sono rientrati.

    2) l’htc one però sì è guadagnato un posto, anche se di nicchia, tutti hanno un’ottima considerazione di questo smartphone (non capisco perchè hai continuato a criticarne la batteria che è ottima! :S) ecco adesso vorrei fare un paragone con altre grandi case e altri grandi successi, il SUCCESSO ARRIVA CON IL SECONDO SMARTPHONE, guardate il galaxy s, sì ok buone vendite, ma samsung è esplosa con l’s2, idem l’iphone ha venduto decisamente di più con il 3g (ok anche dovuto al fatto che prima la vendita era limitata solo a certi Paesi) idem LG con il g2 (anche se qui il discorso è un pò da rivedere, perchè non ha poi venduto così tanto il g2 e perchè sono convinto che LG venderà decisamente di più con il g3) però tutto questo è un’ottimo segnale per htc che adesso ha l’opportunità di vendere molto bene.

    3) il terzo punto è legato al secondo, perchè se htc potrà vendere bene dipenderà anche da samsung. L’s4 nonostante abbia venduto bene ha comunque lasciato perprlessi gli utenti, ora se l’s5 seguirà la via tracciata dall’s4, tutti questi clienti si butteranno su htc o LG (e non sono di certo pochi gli utenti scontenti di samsung)

    4) Per quanto riguarda i mid-range, htc li produce veramente a caso o con limitazioni che li rendono veramente inappetibili, comunque anche se questa è una fascia di mercato assolutamente cannibalizzata da samsung è qui che ci sono i profitti perchè:
    a) i dispositivi costano poco
    b) gli utenti non vogliono spendere
    c) ma punto fondamentale, è che questi smart valgono poco e niente e quindi si è sempre costretti a cambiarli di conseguenza sono sempre in vendita (a differenza dei top di gamma che sono molto più longevi)
    Ora sicuramente samsung ha capito la forza dei dispositivi mid-range e infatti è lì che trova la forza del suo impero ma proprio in quella fascia samsung sta perdendo utenti per colpa di moto G e per il livello degli smartphone che è decisamente calato rispetto a quelli del passato della stessa samsung.
    Htc dovrebbe sicuramente presentare un SIGNOR smartphone mid-range (alla moto G per capirci) e sicuramente ne gioverebbe, altrimenti meglio star fuori da questo mercato (perchè come hai detto tu sarebbe controproducente, che è quello che ha fatto finora htc, da qui deriva la poca fiducia e la perdita di clientela).

    5) Ora se c’è una cosa che, è anche il punto di forza di htc, è che tutti quanti apprezzano è la sense.
    Capisco il tuo ragionamento su android stock ma dopo tutti gli investimenti fatti da htc non penso proprio che abbandoneranno la sense così, e sinceramente io sono d’accordo con htc con questo, anch’io mi terrei stretto la sense. Ciò non toglie che comunque dovrebbero assolutamente aggiornare gli smartphone ed anche in fretta, ma se vogliono rimediare a tutti gli errori fatti in questi anni devono lavorare sodo.

    6) assolutamente d’accordo su un htc nexus, sicuramente sarebbe un bel prodotto ma i nexus per vari motivi (noti a tutti e che non sto qui a ripetere) non vendono e non possono vendere troppo, quindi per il momento probabilmente sarebbe meglio lasciar perdere.

    7) Hai citato una cosa fondamentale, che non tutti colgono, che è la fidelizzazione del cliente, ma io ci aggiungo anche l’ecosistema intorno al prodotto. Ora se pensiamo ad apple vengono subito in mente tutti quei servizi che apple offre (possono piacere o meno ma tutti quei servizi portano un sacco di introiti ad apple) anche samsung ha capito che i soldi veri si fanno con tutti quei servizi ( e come ho già scritto in un altro intervento proprio su i servizi doppioni di samsung e google) anche google ha capito che sono i servizi che fanno fare i soldi, d’altronde google è un’azienda di servizi, htc però qui non vi ha proprio investito (sinceramente è una cosa che apprezzo) però qui ha perso una grandissimi fetta di mercato e l’ha persa tanto tempo fa. Ora però, per fidelizzare i clienti tralasciando i servizi, sono fondamentali due cose:
    a) presentare subito all’mwc un’ottimo htc one 2
    b) un prezzo decisamente aggressivo assecondato da un’ottima campagna di markenting, che avrebbero anche potuto fare cercado di creare hype intorno al prodotto cosa che non è stata fatta ma questa cosa la sapeva fare in modo maestrale solo Steve Jobs…

    Se htc farà tutte queste cose probabilmente potrebbe stravendere e dominare il mercato, altrimenti è destinata a fare la fine di blackberry…

    P.s. Ho cercato di essere il più chiaro possibile e chiedo scusa se non ci sono riuscito, ci terrei a sapere cosa ne pensa l’autore della mia analisi.

    • Nicholas

      Mi trovo molto d’accordo con la tua analisi, ma solo una cosa, purtroppo, non credo possa permettersi HTC: annunciare un top di gamma ad un “prezzo competitivo”. Le loro risorse scarseggiano e hanno bisogno di fare soldi (subito), quindi..

      Grazie mille per le tue opinioni :)

      • olè

        È sì purtroppo credo anche io che htc non possa permettersi un prezzo competitivo, io però penso che se rinunciassero a qualche dollaro per vendere qualche milione di dispositivi in più loro ne gioverebbero comunque, dovrebbero fare come LG e lanciare i top di gamma anche solo con un 100 di euro in meno rispetto alla concorrenza

  • Fabio

    Secondo la mia opinione HTC sta puntando in una buona direzione, la Samsung a totalmente cambiato il suo punto marketing, partendo da una anti-Apple e convergendo ad assumere politiche similari alla casa di Cupertino (vedi galaxy gear, blocco root per terminali), dunque, per l’HTC è un momento cruciale, puo superare apple e samsung con un solo balzo, proponendo un M8 con qualita superiore, audio stereo (magari implementando delle beats originali), batteria intercambiabile minimo 2800 2900mAh, è qui apro una parentesi, possedevo un HTC desire HD, la batteria scorreva dal basso verso l’altro, questo metodo purtroppo fa perdere l’integrità della scocca posteriore, ma sempre egregiamente l’accoppiata di materiali alluminio-plastica gommata dissolse ogni mia preoccupazione. Parliamoci chiaro, l’esperienza Sense è un altro mondo, una delle migliori se non la migliore, proponendo una sense alleggerita, con tasti navigazione dedicati e ovviamente softouch e un comparto fotografico ben ottimizzato, HTC ha sempre svolto un lavoro fantastico sul profilo ottimizzazione di qualsiasi tipologia, allineato con le caratteristiche dei top gamma, HTC non avra nessun problema a sbaragliare la concorrenza di Samsung e Apple, che ormai, stanno proponendo la solita minestra da parecchi anni.

  • Ruppolo

    Dico la mia: dopo l’accordo decennale tra Samsung e Google, la concorrenza Android nella fascia alta e media sarà demolita.
    Conoscendo Samsung (o meglio, conoscendo il suo CEO) farà concorrenza anche sulla fascia bassa, raggiungendo quote di mercato da monopolio, abuserà di tale monopolio, quindi assaggerà la frusta degli antitrust americano ed europeo. Questa è la mia previsione per i prossimi anni.
    Sul fronte top di gamma se la vedrà con Apple, mentre sul fronte della fascia media se la vedrà con Nokia.

    Riguardo i dispositivi indossabili, tra poco scenderà in campo Apple ridefinendo il concetto di smartwatch (che per ora è un oggetto inutile, non fa nulla di più di quanto non faccia lo smartphone che abbiamo sempre in tasca).

    HTC ha un solo modo per salvarsi, se vuole continuare a produrre nella fascia top gamma: passare a Windows Phone. Nokia, infatti, non sta puntando su dispositivi top gamma, quindi HTC si troverebbe ad operare in una nicchia senza concorrenza.

  • Il_democratico

    Dopo un anno di non utilizzo a mia moglie ho “passato” il mio HTC Tytn II che funziona benissimo (naturalmente la batteria ha il suo normale stato di usura). Sapete quando è stato acquistato? Dicembre 2007…ai posteri l’ardua sentenza. Forza HTC

  • Pingback: HTC M8: ecco una nuova immagine trapelata che ne conferma le dimensioni – Androidiani()

  • Francesco Mignogna

    Non saprei, io rientro in quella fascia di utenti che ha deciso, a seguito di eventi spiacevoli, di non comprare più htc.

    Prima dell’htc one, qualche anno fa, c’era un’altro migliore smartphone android – prodotto da htc – sempre anch’esso nominato ‘smartphone dell’anno’, ecc… parlo del ‘HTC DESIRE’… dopo un iniziale apprezzamento post-acquisto, durato qualche mese, sono arrivate le prime note dolenti, gestite da htc in modo davvero superficiale, a mio avviso (e giudicando dal progressivo allontanamento dei clienti negli ultimi anni): alcuni desire legati ad un determinato step produttivo si riavviavano durante l’uso al raggiungimento di una data temperatura della cpu. Se giocavi qualche minuto con Google earth il telefono ti si riavviava sotto al naso. Alle volte anche 3/4 volte a raffica.

    Iniziano le prime spedizioni in assistenza, con allegata descrizione dettagliata del problema e htc che fa? Rispedisce i terminali al mittente con giustificazione: problema non riscontrato. Questo ripetutamente e con svariati utenti.

    Il problema, dopo diversi mesi e insistenza, è stato riconosciuto e sono iniziate le sostituzioni delle mo/bo (motherboard) che lo risolvevano definitivamente. Ciò nonostante continuavano le testimonianze da parte di utenti che al primo invio in assistenza continuavano a vedersi negato il problema e solo dopo il secondo o terzo invio, ottenevano il ‘premio’: la sostituzione della mo/bo. Ad un certo punto c’erano desire che venivano inviati in assistenza già con le note: ‘sostituitemi la mo/bo perchè il telefono si riavvia da solo’…

    E questa è la prima.

    Poi c’è la seconda motivazione, più grave: l’abbandono totale dell’upgrade ufficiale ad android 2.3. Poi la smentita dell’abbandono, poi la conferma, poi di nuovo la smentita e alla fine il rilascio di una RUU da flashare via pc soltanto per ‘sviluppatori’…

    E’ inevitabile instillare l’antipatia negli utenti dopo simili trovate…

  • Salvatore Savastano

    Io ero un fan di htc. Fino a quando non ho dovuto avere a che fare direttamente con l’azienda per la garanzia. Un disastro! Htc non ha assistenza in Italia, se non un solo centro che raccoglie i terminali da tutta Italia. Sono scortesi e credo non abbiano neppure un buon rapporto con htc. Il mio terminale è stato in assistenza per quasi 4 mesi e quando parlando con il supporto telefonico ho accampato i miei diritti di consumatore, loro mi hanno risposto: “signore ci faccia causa. Lo sa dove abbiamo sede noi? In Inghilterra. Se ci riesce e se le conviene”. Incredulo ho constatato che htc effettivamente si sottrae alla nostra giurisdizione. Ergo, bye bye per sempre htc. Vendi i tuoi prodotti allo stesso prezzo di Samsung con la differenza che quest’ultima ha un’assistenza che fa paura con tempi di riparazione che vanno dalla stessa giornata al massimo di tre giorni, per i casi più seri. Se fallisse htc mi dispiacerebbe solo perché se sulla terra manca il male, non si può effettivamente apprezzare il bene. E questo ve lo dico dopo avere acquistato htc per moltissimi anni…da Windows Mobile fino a Desire.

  • Pingback: HTC M8: ecco una nuova immagine trapelata che ne conferma le dimensioni | Crazyworlds()

  • Pingback: HTC M8: ecco una nuova immagine trapelata che ne conferma le dimensioni - WikiFeed()

  • Pingback: HTC M8: ecco una nuova immagine trapelata che ne conferma le dimensioni - HostingPost.itHostingPost.it()

  • Pingback: HTC M8: ecco una nuova immagine trapelata che ne conferma le dimensioni()

  • Pingback: HTC M8: ecco una nuova immagine trapelata che ne conferma le dimensioni [UPDATE] | Alcoolico()

  • Pingback: HTC M8: ecco una nuova immagine trapelata che ne conferma le dimensioni [UPDATE] | Notizie, guide e news quotidiane!()

  • Markiarom

    Sapete perché io, come tanti e tanti altri, ho in mano l’S4 e non l’One? ABBONAMENTO.
    Chi è che, stipulando un abbonamento, ha portato a casa un S4 appena uscito a 470 euro rateizzati?
    IO
    E chi è che non ha trovato nessuna forma di “agevolazione” che lo facesse propendere per One rispetto a S4?
    IO
    Non c’è altro da dire, mettiti d’accordo con i principali provider di rete, vendi il tuo cavolo di top gamma a rate e vedi se non superi le vendite di Samsung

  • Tilly

    Parere da utente e non da tecnico:
    HTC è veramente complicato come telefono. Per nulla intuitivo..forse anche questo andrebbe considerato..
    In casa ho sia HTC che Samsung e il primo non regge il confronto in nessun aspetto.

  • Francesca Russo

    gran bell’ articolo…complimenti

  • Sid821

    http://htc.hdblog.it/2014/09/03/htc-entrata-vendite-fatturato-agosto/ …..Vi rispondo da possessore di m8 con questo….batteria che dura + di tutti e dimostrato e la ROM + fluida d tutti senza lag…. Ho avuto telefoni top di gamma di ogni genere….dicevano che c sono milioni di sviluppatori che producono ROM come patatine….fatevi una domanda…..Xchè? E x vedere fluidità nel dispositivo cercano di creare ROM (cm 11) che si allontana di gran lunga dalla ROM dei Samsung…io ne cambiavo una a settimana per stare sempre alla ricerca di qualcosa di veloce…. Ho avuto un S4 di 16 gb avevo comprato una memory card di 32 gb….xche anch’io dicevo servono i gb….che servivono solo a tenere le foto o le canzoni ….anche xche le app si installano sullo smartphone…. ergo mi rallentava ancora di + ….. Ho avuto Sony Ericsson….fluidità abbastanza buona…ma dopo qualche settimana iniziavano ad uscire i problemi….problemi di fix con il Wi-Fi e con il GPS….spesso si sceglie senza saper nemmeno così si sta scegliendo ….mi parlate di fotocamera…. Senza sapere niente di fotocamera di velocità di chiusura della’otturatore….di qualità di luce e colori reali e non colori sparati a mille capaci di cambiare anche il colore della’oggetto stesso…….Senza conoscere nemmeno cosa significa tra pixel….ho avuto un HTC incredibles e nel suo essere diciamo antico….velocissimo anche con l’installazione di 134 applicazioni…..sempre rimpianto…..cm questo chiudo felicissimo del mio m8….felicissimo di essere tra milioni di persone che possiedono un HTC….informatevi prima di prendere uno smartphone….e comodo avere un furgone….ma che nn ci lasci a piedi dopo 15 giorni…..o se per chiamare….dobbiamo liberare un Po di ram x scorrere la rubrica….