Ti sei mai chiesto come sono gli smartphone nord coreani?

11 Gennaio 201833 commenti

Quella che andremo a scoprire è la curiosa esperienza di budde377 che durante un viaggio in Nord Corea si è imbattuto in Arirang 151, uno smartphone autoctono. Ed è esattamente come lo potete immaginare.

 


Arirang 151, uno dei pochi smartphone nord-Coreani


La Corea del Nord è tristemente nota a tutti per via del regime dittatoriale che è attualmente in vigore nel paese.
Come tipico di queste forme di governo, le libertà individuali vengono ridotte ai minimi termini così da tenere la popolazione sotto più facile controllo.

Ciò è particolarmente esteso alle tecnologie più moderne che mirano alla comunicazione, tra cui spiccano ovviamente sia Internet che smartphone.
Sicuramente molti di noi, me compreso, si saranno chiesti quali saranno i terminali venduti in Nord Corea, e oggi grazie all’esperienza di budde377 possiamo saziare questa curiosità.

Senza ulteriori indugi, andiamo subito a visualizzare uno scatto di Arirang 151, smartphone che (che ci crediate o meno) è stato realizzato nell’anno 2016.

Il primo impatto con lo smartphone risulta, senza ombra di dubbio, estremamente negativo.
La storia si ripete inoltre per il settore hardware, anche se i dettagli specifici della componentistica non sono al momento conosciuti neanche dall’autore stesso (che però è all’opera per scoprirli).

In ogni caso, lo smartphone è dotato di una versione custom di Android 4.2.2 e ben 4GB di storage, di cui ben 500MB già occupati da un video promozionale!
L’aspetto più curioso è che il telefono, pur essendo dotato di un’unità 3G, non dispone di alcun tipo di funzionalità WiFi, caratteristica che l’autore giustifica poiché in Nord Corea non esisterebbe alcun tipo di hotspot.

Su Arirang 151 possiamo trovare installate numerose app, per lo più giochi, tra cui Super Mario, Plants Vs Zombies, Cut The Rope, e ben cinque versioni differenti di Angry Birds.
Tra queste app, budde377 ha anche riscontrato un fitness tracker marchiato Huawei, aspetto curioso considerata l’origine cinese dell’azienda.

Tralasciando i numerosi giochi, il telefono dispone anche di un app-locker, il cui uso pare essere quello bloccare l’accesso alle applicazioni e cifrare le conversazioni.
Secondo l’autore, questa applicazione sarebbe più mirata al dare all’utente un falso senso di sicurezza, così che quest’ultimo si senta più libero durante le proprie comunicazioni (facilmente intercettabili…).

Ciò che però maggiormente catturerà l’attenzione di questo smartphone nord coreano è da riscontrarsi in un particolare dettaglio del funzionamento di Arirang 151: lo scambio di dati tra smartphone e PC è estremamente limitato.
Collegando con successo il dispositivo via Bluetooth a un PC, il trasferimento file tra le unità risulta impossibile.
Passando invece a un tipo di connessione via USB, sarà possibile esportare i file dallo smartphone al PC, ma in caso si voglia svolgere l’operazione opposta, lo smartphone cancellerà qualsiasi tipo di informazione ricevuta.
Questo non si tratta di altro che di un lavoro svolto dagli ingegneri nord coreani come ennesimo metodo per evitare la fuga, o la divulgazione, di informazioni.

Non essendoci altre particolari informazioni da aggiungere, vi lascio il link al post originale in cui sono presenti alcuni dettagli extra del viaggio in Nord Corea di budde377.

Luciano Gerace


 

Loading...
WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com