Riflessione sulle interfacce Android

30 luglio 200938 commenti

Android si sta diffondendo su una miriade di dispositivi e sempre più spesso vediamo che ogni produttore cerca di personalizzare l'interfaccia per diversificare il prodotto da quelli di altri costruttori. Android Hero con Sense ne è stato il primo esempio lo ha poi seguito il Sony Ericsson Rachael e non bisogna essere dei maghi per immaginarsi che molti altri seguiranno queste stesse orme.

Sono davvero utili queste personalizzazioni?

la risposta secondo me dipende da quanto si snatura il sistema. Sopratutto da quanto google ha rilasciato la NDK per sviluppare direttamente in codice nativo i produttori potrebbero personalizzare pesantemente il sistema allontanandosi dalla linea guida dettata dall'originale. Le personalizzazioni sono lecite anzi sono giuste, un po come succede sui PC con linux e osX dove nel primo il desktop e il sistema in generale lo si puoi modificare a proprio piacimento mentre nel secondo gran parte di queste personalizzazioni sono fisse e non modificabili. Bisogna comunque stare attenti a non esagerare e lasciare il piu' possibile standard il formato dei componenti del sistema, come i programmi i widget ecc.. Questo non è avvenuto nell'interfaccia Sense, esistono infatti due tipi di widget quelli standard di google e quelli htc che girano solo sulla loro interfaccia. (ndr: Della quale non abbiamo alcuna documentazione )

Pensiamo anche ad esempio a quando sarà necessario aggiornare Hero o Rachael a Donut, l‘aggiornamento deve per forza passare per il produttore che dovrà applicare l’interfaccia utente personalizzata. Questo operazione non è scontata, dato che un produttore potrebbe giudicare poco conveniente spendere tempo per dispositivi gia’ venduti e magari ormai datati.

Secondo il mio modo di vedere il massimo dell’efficienza si otterrebbe se google gestisse completamente il sistema principale mentre i produttori si limitassero a personalizzare i loro dispositivi con applicazioni aggiornabili come per i normali programmi direttamente dal market. Si potrebbe poi inserire il mascheramento di applicazioni di altri produttori in modo che un utente sony non sfrutti il lavoro fatto da htc per il proprio dispositivo.

In conclusione mi fa piacere che ogni produttore personalizzi il sistema apportando novità e spunti utili, ma allo stesso modo sono preoccupato che si vada troppo alla deriva facendo dipendere il sistema troppo da ogni produttore e non da tutta la “android-alliance” come dovrebbe essere.

Voi cosa ne pensate? Siete anche voi preoccupati?

Un saluto, Stay Androided :)

Loading...
  • Alberto Santini

    Spero che non succeda come nelle varie distribuzioni di Linux. Per inseguire vantaggi filosofici o approcci ideologici, alla fine si hanno (avevano) molte distribuzioni, ognuna con un suo valore aggiunto, ma mai completamente soddisfacenti.

  • peppens1

    la penso esattamente come te! Ti faccio i miei complimenti per l’ottimo articolo, hai centrato il punto di una questione molto importante. ;-)

  • Alberto Santini

    Spero che non succeda come nelle varie distribuzioni di Linux. Per inseguire vantaggi filosofici o approcci ideologici, alla fine si hanno (avevano) molte distribuzioni, ognuna con un suo valore aggiunto, ma mai completamente soddisfacenti.

  • esattamente quello che intendevo, le distribuzioni linux sono un’ottimo esempio, ognuna ha le sue caratteristiche ma non c’e’ ne una completa che in certo senso ‘domina’.

  • esattamente quello che intendevo, le distribuzioni linux sono un’ottimo esempio, ognuna ha le sue caratteristiche ma non c’e’ ne una completa che in certo senso ‘domina’.

  • max_pleasure

    secondo me questo rappresenta il punto più debole di android che potrebbe disorientare i clienti e i produttori

  • max_pleasure

    secondo me questo rappresenta il punto più debole di android che potrebbe disorientare i clienti e i produttori

  • mitico303

    credo che fin che la personalizzazione sia come quella adottata per Hero sia ancora nei limiti, xke non va a modificare troppo l’OS ma apporta elementi aggiuntivi.. chiaro che google deve essere brava a non permettere che il limite venga superato, magari supervisionando lo sviluppo delle versioni private e dandone il benestare..

  • mitico303

    credo che fin che la personalizzazione sia come quella adottata per Hero sia ancora nei limiti, xke non va a modificare troppo l’OS ma apporta elementi aggiuntivi.. chiaro che google deve essere brava a non permettere che il limite venga superato, magari supervisionando lo sviluppo delle versioni private e dandone il benestare..

  • peppens1

    la penso esattamente come te! Ti faccio i miei complimenti per l’ottimo articolo, hai centrato il punto di una questione molto importante. ;-)

  • Jumig

    Mah mi sento di discordare… perchè mai non dovrebbero essere utili queste personalizzazioni?
    a me sinceramente sembra invece uno dei punti di forza del sistema. Chi produce i dispositivi ora non deve più sbattersi per svilupparsi tutto il sistema operativo a basso livello, si prende android e punta tutto solo a personalizzare l’interfaccia grafica che alla fine è quello che conta di più per l’utente medio.
    E anche il fatto che le personalizzazioni siano pesanti non la vedo negativa, fino a quando riescono a far girare le applicazioni del market in modo uniforme, sperimentazioni nuove e innovative son ben volute… di sicuro gli utenti non sarebbero più confusi e disorientati di quanto lo sono stati fino ad ora, con sistemi operativi diversi da modello e modello e marche dei dispositivi… metti che la htc tra qualche modello butta fuori un’interfaccia che stravolge completamente le “linee guide iniziali” ma è un gioiellino rivoluzionario di usabilità perchè mai dovrebbe essere negativa come cosa? la versione base di android rilasciata dalla google deve essere vista come un punto di partenza per le successive evoluzioni del sistema, non un fattore limitante…
    dare poi tutto in mano alla google che controlla e gestisce le varie versioni è impensabile, va contro al principio di libertà e “apertura” del progetto Android stesso…

    l’unica cosa che è davvero da tenere conto è effettivamente la facilità di aggiornare e stare al passo con le nuove versioni del core del sistema operativo, ma su questo vedremo come si comporteranno nei prossimi mesi…

  • Jumig

    Mah mi sento di discordare… perchè mai non dovrebbero essere utili queste personalizzazioni?
    a me sinceramente sembra invece uno dei punti di forza del sistema. Chi produce i dispositivi ora non deve più sbattersi per svilupparsi tutto il sistema operativo a basso livello, si prende android e punta tutto solo a personalizzare l’interfaccia grafica che alla fine è quello che conta di più per l’utente medio.
    E anche il fatto che le personalizzazioni siano pesanti non la vedo negativa, fino a quando riescono a far girare le applicazioni del market in modo uniforme, sperimentazioni nuove e innovative son ben volute… di sicuro gli utenti non sarebbero più confusi e disorientati di quanto lo sono stati fino ad ora, con sistemi operativi diversi da modello e modello e marche dei dispositivi… metti che la htc tra qualche modello butta fuori un’interfaccia che stravolge completamente le “linee guide iniziali” ma è un gioiellino rivoluzionario di usabilità perchè mai dovrebbe essere negativa come cosa? la versione base di android rilasciata dalla google deve essere vista come un punto di partenza per le successive evoluzioni del sistema, non un fattore limitante…
    dare poi tutto in mano alla google che controlla e gestisce le varie versioni è impensabile, va contro al principio di libertà e “apertura” del progetto Android stesso…

    l’unica cosa che è davvero da tenere conto è effettivamente la facilità di aggiornare e stare al passo con le nuove versioni del core del sistema operativo, ma su questo vedremo come si comporteranno nei prossimi mesi…

  • Krusty

    Mah secondo me si sta un pò enfatizzando, l’interfaccia è solo un modo per utilizzare meglio un telefono, prendete WM ci sono tantissime interfacce e nessuna ha snaturato il sistema operativo.
    La stessa cosa sarà con Android (me lo auguro!),inoltre non scordiamoci che se non ti piace Sense, la puoi sempre disattivare, così come succederà per S.E.. disabiliti le interfacce e utilizzi Android normalmente.

    Credo che lo sviluppo da parte delle singole case di telefonia sia importante tanto quanto lo sviluppo di google. In questo modo potremo avere una vasta scelta di teminali, ognuno con qualità e carattersistiche diverse.
    Sono sempre stato convinto che la diversità, in ogni cosa, è un punto di forza e non un lato negativo.
    Altrimenti sai che palle stesse interfacce per tutti i telefoni dopo qualche anno ci si stancherebbe di Android.
    Resta sottointeso che le interfacce (questo è nel pieno interesse di chi produce i terminali) non devono limitare l’usabilità di Android. ma mi sembra una cosa ovvia.

  • Krusty

    Mah secondo me si sta un pò enfatizzando, l’interfaccia è solo un modo per utilizzare meglio un telefono, prendete WM ci sono tantissime interfacce e nessuna ha snaturato il sistema operativo.
    La stessa cosa sarà con Android (me lo auguro!),inoltre non scordiamoci che se non ti piace Sense, la puoi sempre disattivare, così come succederà per S.E.. disabiliti le interfacce e utilizzi Android normalmente.

    Credo che lo sviluppo da parte delle singole case di telefonia sia importante tanto quanto lo sviluppo di google. In questo modo potremo avere una vasta scelta di teminali, ognuno con qualità e carattersistiche diverse.
    Sono sempre stato convinto che la diversità, in ogni cosa, è un punto di forza e non un lato negativo.
    Altrimenti sai che palle stesse interfacce per tutti i telefoni dopo qualche anno ci si stancherebbe di Android.
    Resta sottointeso che le interfacce (questo è nel pieno interesse di chi produce i terminali) non devono limitare l’usabilità di Android. ma mi sembra una cosa ovvia.

  • mbiza

    il paragone con linux è giusto fino a un certo punto, in quanto a prescindere dalla distribuzione le interfacce base sono sempre quelle, cioè gnome, kde, lxde, xfce ecc… ma ognuno è libero di cambiarle quando vuole qualunque computer abbia, inoltre applicazioni di un DE possono essere usate anche sugli altri, (es. k3b su gnome).
    Quà la situazione è assai peggiore, come spiegato da op15L.

  • mbiza

    il paragone con linux è giusto fino a un certo punto, in quanto a prescindere dalla distribuzione le interfacce base sono sempre quelle, cioè gnome, kde, lxde, xfce ecc… ma ognuno è libero di cambiarle quando vuole qualunque computer abbia, inoltre applicazioni di un DE possono essere usate anche sugli altri, (es. k3b su gnome).
    Quà la situazione è assai peggiore, come spiegato da op15L.

  • Clark

    Vedremo quando uscirà Donut cosa succederà all’Hero (il dispositivo che vorrei acquistare).
    Quello sarà un grosso segnale da parte di HTC.

  • Clark

    Vedremo quando uscirà Donut cosa succederà all’Hero (il dispositivo che vorrei acquistare).
    Quello sarà un grosso segnale da parte di HTC.

  • Jumig

    Mah mi sento di discordare… perchè mai non dovrebbero essere utili queste personalizzazioni?
    a me sinceramente sembra invece uno dei punti di forza del sistema. Chi produce i dispositivi ora non deve più sbattersi per svilupparsi tutto il sistema operativo a basso livello, si prende android e punta tutto solo a personalizzare l’interfaccia grafica che alla fine è quello che conta di più per l’utente medio.
    E anche il fatto che le personalizzazioni siano pesanti non la vedo negativa, fino a quando riescono a far girare le applicazioni del market in modo uniforme, sperimentazioni nuove e innovative son ben volute… di sicuro gli utenti non sarebbero più confusi e disorientati di quanto lo sono stati fino ad ora, con sistemi operativi diversi da modello e modello e marche dei dispositivi… metti che la htc tra qualche modello butta fuori un’interfaccia che stravolge completamente le “linee guide iniziali” ma è un gioiellino rivoluzionario di usabilità perchè mai dovrebbe essere negativa come cosa? la versione base di android rilasciata dalla google deve essere vista come un punto di partenza per le successive evoluzioni del sistema, non un fattore limitante…
    dare poi tutto in mano alla google che controlla e gestisce le varie versioni è impensabile, va contro al principio di libertà e “apertura” del progetto Android stesso…

    l’unica cosa che è davvero da tenere conto è effettivamente la facilità di aggiornare e stare al passo con le nuove versioni del core del sistema operativo, ma su questo vedremo come si comporteranno nei prossimi mesi…

  • Jumig

    Mah mi sento di discordare… perchè mai non dovrebbero essere utili queste personalizzazioni?
    a me sinceramente sembra invece uno dei punti di forza del sistema. Chi produce i dispositivi ora non deve più sbattersi per svilupparsi tutto il sistema operativo a basso livello, si prende android e punta tutto solo a personalizzare l’interfaccia grafica che alla fine è quello che conta di più per l’utente medio.
    E anche il fatto che le personalizzazioni siano pesanti non la vedo negativa, fino a quando riescono a far girare le applicazioni del market in modo uniforme, sperimentazioni nuove e innovative son ben volute… di sicuro gli utenti non sarebbero più confusi e disorientati di quanto lo sono stati fino ad ora, con sistemi operativi diversi da modello e modello e marche dei dispositivi… metti che la htc tra qualche modello butta fuori un’interfaccia che stravolge completamente le “linee guide iniziali” ma è un gioiellino rivoluzionario di usabilità perchè mai dovrebbe essere negativa come cosa? la versione base di android rilasciata dalla google deve essere vista come un punto di partenza per le successive evoluzioni del sistema, non un fattore limitante…
    dare poi tutto in mano alla google che controlla e gestisce le varie versioni è impensabile, va contro al principio di libertà e “apertura” del progetto Android stesso…

    l’unica cosa che è davvero da tenere conto è effettivamente la facilità di aggiornare e stare al passo con le nuove versioni del core del sistema operativo, ma su questo vedremo come si comporteranno nei prossimi mesi…

  • monossido

    L’articolo lo condivido, sono parecchio preoccupato anche io di ritrovarmi il cuore di android mantenuto da Google ma tutte le applicazioni grafiche fatte dai produttori. Questo ci renderebbe schiavi dei produttori stessi…le mod sarebbero molto più difficili da fare e se uno volesse rimanere fedele a google e alle applicazioni libere si ritroverebbe un telefono con meno funzioni.

    Poi però nei commenti il tutto viene paragonato alle distribuzioni linux…cavolata micidiale. Il problema sono le licenze e la presenza di soluzioni software proprietarie che amazzarebbero la nascita di mod personalizzate…
    La situazione delle distribuzioni linux assomiglia molto alla situazione attuale, codice quasi tutto libero e tante versioni di android personalizzate!

  • enlightener

    Dimentichi che Sense si puo disabilitare… poi htc non ha cambiato le api delle widget, ha solo aggiunto un api sua privata, e delle widget sue. E una cosa in piu per i terminali htc, non so come fai a vedere un problema in questo.. cmq l’importante e che le API pubbliche di android non vengano cambiate (e non credo che questa cosa si. Verifichi)

    :-)

  • enlightener

    Dimentichi che Sense si puo disabilitare… poi htc non ha cambiato le api delle widget, ha solo aggiunto un api sua privata, e delle widget sue. E una cosa in piu per i terminali htc, non so come fai a vedere un problema in questo.. cmq l’importante e che le API pubbliche di android non vengano cambiate (e non credo che questa cosa si. Verifichi)

    :-)

  • max_pleasure

    interfacce e hw diversi creano problemi agli sviluppatori e rallentano la diffusione delle applicazioni secondo me

  • max_pleasure

    interfacce e hw diversi creano problemi agli sviluppatori e rallentano la diffusione delle applicazioni secondo me

  • monossido

    L’articolo lo condivido, sono parecchio preoccupato anche io di ritrovarmi il cuore di android mantenuto da Google ma tutte le applicazioni grafiche fatte dai produttori. Questo ci renderebbe schiavi dei produttori stessi…le mod sarebbero molto più difficili da fare e se uno volesse rimanere fedele a google e alle applicazioni libere si ritroverebbe un telefono con meno funzioni.

    Poi però nei commenti il tutto viene paragonato alle distribuzioni linux…cavolata micidiale. Il problema sono le licenze e la presenza di soluzioni software proprietarie che amazzarebbero la nascita di mod personalizzate…
    La situazione delle distribuzioni linux assomiglia molto alla situazione attuale, codice quasi tutto libero e tante versioni di android personalizzate!

  • Pingback: Riflessione sulle interfacce Android | Android Magazine()

  • Tiziano

    D’accordissimo con l’articolo !!!
    Il problema e’ proprio questo: si rischia di trasformare Android in un altro Linux, mille interfacce diverse e l’utente non sa piu’ che fare, che scegliere, etc.

    Come mai Windows (nonostante tutto) domina il mercato? Proprio peer questo, l’utente finale si trova sempre nello stesso ambiente (comunque molto personalizzabile), con Linux no.

    Inoltre non e’ possibile usufruire degli aggiornamenti OTA e soprattutto immediati, e si e’ COMPLETAMENTE sottomessi al “buon cuore” del prduttore hw.
    No, grazie.

  • Tiziano

    D’accordissimo con l’articolo !!!
    Il problema e’ proprio questo: si rischia di trasformare Android in un altro Linux, mille interfacce diverse e l’utente non sa piu’ che fare, che scegliere, etc.

    Come mai Windows (nonostante tutto) domina il mercato? Proprio peer questo, l’utente finale si trova sempre nello stesso ambiente (comunque molto personalizzabile), con Linux no.

    Inoltre non e’ possibile usufruire degli aggiornamenti OTA e soprattutto immediati, e si e’ COMPLETAMENTE sottomessi al “buon cuore” del prduttore hw.
    No, grazie.

  • Non mi sembra che sia poi un grosso problema, soprattutto stando a quello che hanno detto molti, cioè che l’interfaccia è disabilitabile, quindi si può tornare ad una interfaccia standard in qualsiasi momento o meglio ancora se ne possono usare di personalizzate. E’ un po’ quello che succede personalizzando il tema del PC si cambiano i colori, i font, e altre cosa ma le funzionalità rimangono uguali, in particolare non mi preoccuperei per le applicazioni anche perché normalmente queste girano a tutto schermo e non risentono dell’eventuale interfaccia con cui viene presentato normalmente Android.
    L’unica preoccupazione e per quanto riguarda gli aggiurnamenti, cosa succede in quel caso? Teoricamente anche li dovrebbe andare tutto liscio, però aspettiamo e vediamo.

  • Non mi sembra che sia poi un grosso problema, soprattutto stando a quello che hanno detto molti, cioè che l’interfaccia è disabilitabile, quindi si può tornare ad una interfaccia standard in qualsiasi momento o meglio ancora se ne possono usare di personalizzate. E’ un po’ quello che succede personalizzando il tema del PC si cambiano i colori, i font, e altre cosa ma le funzionalità rimangono uguali, in particolare non mi preoccuperei per le applicazioni anche perché normalmente queste girano a tutto schermo e non risentono dell’eventuale interfaccia con cui viene presentato normalmente Android.
    L’unica preoccupazione e per quanto riguarda gli aggiurnamenti, cosa succede in quel caso? Teoricamente anche li dovrebbe andare tutto liscio, però aspettiamo e vediamo.

  • AndroiDani

    sono d’accordissimo con Jumig, la personalizzazione dell’interfaccia è il punto di forza di android, l’impostante è che la base rimanga la medesima…

  • AndroiDani

    sono d’accordissimo con Jumig, la personalizzazione dell’interfaccia è il punto di forza di android, l’impostante è che la base rimanga la medesima…

  • usagisan

    Non entro in meriti tecnici, visto che non penso di essere la persona piú qualificata per farlo, peró mi permetto di far notare che hTC già utilizza delle interfacce per Windows

  • usagisan

    Non entro in meriti tecnici, visto che non penso di essere la persona piú qualificata per farlo, peró mi permetto di far notare che hTC già utilizza delle interfacce per Windows

  • usagisan

    Non entro in meriti tecnici, visto che non penso di essere la persona piú qualificata per farlo, peró mi permetto di far notare che hTC già utilizza delle interfacce personalizzate per Windows Mobile che ora é alla versione 6.1, ma per i quali ha già confermato il supporto totale all’imminente 6.5, dando la possibilitá di upgradare al nuovo sistema operativo.
    Quindi non penso che non riservi lo stesso (sensato) trattamento all’OS di casa Google.
    Tanto piú che, essendo ancora “nelle fasi di partenza”, Android necessita certamente di molte cure (e attenzioni) da parte di chi ci sta investendo sopra (come sta facendo, per l’appunto, hTC).
    Parlando poi delle interfacce utente, se da un lato le “preoccupazioni” espresse nell’articolo sono lecite, dall’altro c’é da dire che l’intrfaccia ideata da Google non é particolarmente accattivante e, certamente, ben lontana da alcune soluzioni utilizzate su vari terminali concorrenti e, di sicuro, non minimamente paragonabile a quanto utilizzato da hTC o, ancora di piú, da SonyEricsson per il suo futuro dispositivo “Androidiano”.
    É bene ricordare che una buona parte del successo di un terminale passa anche attraverso a “come si presenta”, specialmente per il grosso pubblico (che poi é anche chi ne decreta il successo o l’insuccesso).
    Personalmente, poi, una delle cose che piú mi preoccupavano era di vedere un Symbian bis: diecimila terminali, dai piú economici ai piú costosi, con mille funzioni avanzate che, peró, sono tutti (o quasi) irrimediabilmente uguali.
    Ben vengano, quindi, le interfacce personalizzate ed evolute, nella speranza, ovviamente, che i produttori dei terminali diano il giusto supporto.
    Ma, del resto, anche Google potrebbe decidere di fare un aggiornamento che “rompe” col passato e non permette un semplice aggiornamento.
    Ovviamente si tratta di opinioni personali.
    Bye.

  • usagisan

    Non entro in meriti tecnici, visto che non penso di essere la persona piú qualificata per farlo, peró mi permetto di far notare che hTC già utilizza delle interfacce personalizzate per Windows Mobile che ora é alla versione 6.1, ma per i quali ha già confermato il supporto totale all’imminente 6.5, dando la possibilitá di upgradare al nuovo sistema operativo.
    Quindi non penso che non riservi lo stesso (sensato) trattamento all’OS di casa Google.
    Tanto piú che, essendo ancora “nelle fasi di partenza”, Android necessita certamente di molte cure (e attenzioni) da parte di chi ci sta investendo sopra (come sta facendo, per l’appunto, hTC).
    Parlando poi delle interfacce utente, se da un lato le “preoccupazioni” espresse nell’articolo sono lecite, dall’altro c’é da dire che l’intrfaccia ideata da Google non é particolarmente accattivante e, certamente, ben lontana da alcune soluzioni utilizzate su vari terminali concorrenti e, di sicuro, non minimamente paragonabile a quanto utilizzato da hTC o, ancora di piú, da SonyEricsson per il suo futuro dispositivo “Androidiano”.
    É bene ricordare che una buona parte del successo di un terminale passa anche attraverso a “come si presenta”, specialmente per il grosso pubblico (che poi é anche chi ne decreta il successo o l’insuccesso).
    Personalmente, poi, una delle cose che piú mi preoccupavano era di vedere un Symbian bis: diecimila terminali, dai piú economici ai piú costosi, con mille funzioni avanzate che, peró, sono tutti (o quasi) irrimediabilmente uguali.
    Ben vengano, quindi, le interfacce personalizzate ed evolute, nella speranza, ovviamente, che i produttori dei terminali diano il giusto supporto.
    Ma, del resto, anche Google potrebbe decidere di fare un aggiornamento che “rompe” col passato e non permette un semplice aggiornamento.
    Ovviamente si tratta di opinioni personali.
    Bye.

  • Giorgiana Guguian

    Hai perfettamente ragione. Queste interfacce non soltanto rallentato i aggiornamenti del sistema operativo ma spingono gli utilizzatori a comprare nuovi telefonini piu spesso solo perché i produttori non forniscono piu aggiornamenti (ad es htc. Dream, o Magic che si sono fermati al 1.6)