Android TV: ecco il secondo tentativo di Google per entrare nei nostri salotti

6 aprile 201448 commenti
Nella giornata di ieri, i colleghi di The Verge hanno rilasciato nuove informazioni esclusive, ottenute da alcuni documenti in loro possesso, sul secondo "attacco" di Google alle nostre televisioni: Android TV.


Secondo il blog americano, questo secondo tentativo sarà molto diverso da quello precedente, Google TV, in quanto non si cercherà più di trasformare le nostre televisioni in grandi e potenti smartphone.

Android TV è un’interfaccia d’intrattenimento, non una piattaforma di elaborazione. Tutto sarà basato sul trovare e godersi contenuti con il minimo sforzo possibile. Sarà cinematografico, divertente, fluido e veloce. – Documento di Google

La nuova visione di Google per Android TV è molto meno ambiziosa e più facile da comprendere, il che non è proprio uno svantaggio. L’azienda di Mountain View sarebbe già in contatto con alcuni sviluppatori, chiedendo loro di “creare semplici applicazioni TV per una semplice interfaccia“. Quest’ultima consisterà in un insieme di “carte” scorrevoli che mostreranno i vari film, TV shows, app e giochi. Per muoversi, si utilizzerà un telecomando con pad direzionale: a sinistra e a destra ci saranno dei suggerimenti, in alto e in basso, invece, le diverse categorie di contenuti. Il controller avrà anche i tasti EnterHomeBack.

android-tv-theverge-1_1020

Ovviamente, Android TV supporterà i comandi vocali e le notifiche, anche se, per quanto riguarda le ultime, Google starebbe incoraggiando gli sviluppatori ad utilizzarle solo in casi molto limitati.

Inoltre, Android TV suggerirà all’utente alcuni contenuti nella homescreen. L’obiettivo di Google, infatti, sarà quello di consigliarci dinamicamente ciò di cui vogliamo usufruire, senza dover navigare tra le varie collezioni di app e giochi.

Accedere ai contenuti dovrebbe essere semplice e “magico”. Godersi un nuovo contenuto, infatti, non dovrebbe mai richiedere più di tre click o gestures dalla homescreen. – Documento di Google

android-tv-theverge-7_1020

Se la documentazione si rivelasse corretta, Google starebbe attualmente corteggiando alcuni sviluppatori per creare applicazioni e giochi per Android TV e, soprattutto, li starebbe incoraggiando ad utilizzare un’interfaccia consistente.

Il focus principale di Android TV è la semplicità. Google, infatti, avrebbe eliminato tutte le funzioni non necessarie, così da mantenere gli sviluppatori “concentrati” ed evitare un’eccessiva confusione per il cliente.

android-tv-games-settings-theverge1_560

Il fatto più curioso è che, con Android TV, l’azienda di Mountain View avrebbe così una doppia strategia per “attaccare” la televisione, dato che non dobbiamo dimenticarci di Chromecast. Come alcuni suggeriscono, potrebbe trattarsi di un piano ben preciso: la chiavetta andrebbe a coprire il mercato low-endmentre Android TV quello high-end.

Non ci resta che attendere, probabilmente, il Google I/O. Sarà certamente interessante, quest’anno.

  • Pingback: Android TV: ecco il secondo tentativo di Google per entrare nei nostri salotti - WikiFeed()

  • nango

    Ed ecco che Google torna a copiare Windows, ahhhh sfigati. ……

    • Daniele

      quell’interfaccia è comoda solo col telecomando, e infatti la usano solo in quell’ambito, l’unica cosa in cui potrebbero copiare Windows è nella inutilità del sistema operativo mobile, ma non ci sono ancora riusciti :P

    • googleizer

      Capisco di non essere il più informato qui. Ma non ricordo quando google abbia copiato windows. Anzi, Microsoft ha copiato Google creando WP (e non dirmi android e symbian per favore). Poi Guarda Nokia X . non so, sbaglio?

      • lordchaotic

        ma voi due cosa dite?? windows phone oltre ad essere un ottimo OS, meglio di android diciamolo, direi che è una cosa a se, in alcune cose ci saranno delle somiglianze, ma in tutti gli os se ne posson trovare

        • googleizer

          Nono

          • Ikaro

            Ahahahaha adesso non si può neanche fare un s.o. Mobile che già è una copia… Voi volete farmi morire

          • googleizer

            Ahahah no ma va.

        • Daniele

          oggi ho provato uno di quei lumia enormi, apparte che era totalmente impallato, oltretutto continuo a ribadire che quell’interfaccia è per i semiciechi e gli anziani, mi ricorda quei telefoni coi tasti enormi :’) me la son risa col mio Nexus 5 in mano

  • Pingback: Android TV: ecco il secondo tentativo di Google per entrare nei nostri salotti | Crazyworlds()

  • Pingback: Android TV: ecco il secondo tentativo di Google per entrare nei nostri salotti | mobilemakers.org()

  • Omar

    “Sarà cinematografico, divertente, fluido e veloce”…si soprattutto fluido e veloce in Italia, con uno streaming a 4 mbps… W il digital divide!

    • Latttina

      4 mbit sarebbero più che sufficienti. ..se ci fossero. ..il fatto è che c’è molta gente che va ancora a 640kbit e molta altra che è costretta ad usare chiavette 3g con bande ridicole e limitazioni sul traffico.

      • Omar

        Sono stato buono e ottimista

        • Latttina

          Con 4 mbit lo streaming di un filmato a 720p (hd) lo fai in tempo reale.

          • Omar

            4 Mbps vanno bene per scaricare della posta e vedere a singhiozzi dei video su YouTube…
            Un film in HD scaricato ad esempio da xbox live è circa 4 giga di roba… Se la matematica non è un’opinione ti serviranno circa 130/135 minuti, quindi se il film dura 2 ore, lo streaming in tempo reale si fa a far friggere.
            Ps: se vai nelle opzioni e scegli HD non te lo fa nemmeno selezionare, visto di persona a casa di un amico.
            Pps: si fa per parlare, io ho una ftth 100 mega (97 Mbps reali) e sinceramente non mi pongo troppo il problema, comunque asserire che una connessione adsl nel 2014 sia sufficiente è un delirio…per me è roba da 3th mondo!

          • Latttina

            Beh ovviamente lo streaming hd è diverso da un mkv nel senso che che è più compresso pur mantenendo la risoluzione si vede peggio, se confronti un video a 720 su youtube e un mkv a 720 sicuramente non c’è paragone, quello che intendevo io è che se ottimizzato apposta per lo streaming e se hai 4 mbit reali sempre usufruibili al massimo, un video a 720 es su youtube lo riesci a vedere, al limite ma ci riesci.

  • Vittorio Scicchitano

    Bisogna vedere se e quanto costerà acquistare i contenuti. Praticamente tutti abbiamo un abbonamento alla pay per vie, difficilmente la gente si accollerà altre spese (io in primis)

    • Omar

      Attualmente i film su Play Movies, costano tanto quanto le altre piattaforme, salvo qualche sporadico caso.
      La vera rivoluzione per noi poveri italici, naturalmente con una banda adeguata, sarebbe Netflix…altro che quella ciofeca di Infinity!

      • Vittorio Scicchitano

        Bravo, mentre parlavo di costi, pensavo proprio ad infinity, costa 9,99 € al mese e devi pure pagare per ogni film, a parte qualche film vecchio di 20 anni che fingono di regalarti. Se anche questa di Google é così se la possono tenere stretta

        • manuk

          Ciao ragazzi, io abito con la mia famiglia in Uk e qui possiamo usufruire del servizio di Amazon, che grazie al servizio prime mette a disposizione migliaia di titoli (film cartoni show e serie animate) a 49.99£ annue. Ovviamente Prime permette di ricevere gli acquisti fatti direttamente su amazon senza costi di spedizione ed in 24 ore lavorative max.
          Cosa chiedere di piu’.

        • Pignolatore

          Belin, sta cosa che si debba pagare anche per i singoli film non la sapevo ed veramente assurda…
          (Non sto mettendo in dubbio la tua affermazione, la sto accettando e lamentandomi!)
          :-)

          • Emanu_lele

            Si chiama Infinity non a caso…non finisci mai di pagare :-D

          • Pignolatore

            Ahahaha!
            :-)

      • lordchaotic

        beh sky online, costa molto di più di infinity -.-‘

        • Omar

          Infatti Sky sono dei ladri anche loro -.-

          • Emanu_lele

            Se uno è già abbonato a Sky gli conviene Sky primafila. La visione di un film in HD costa € 3,50…non mi sembra certo un furto e lo vedi anche se non sei raggiunto dall’Adsl

    • luca

      “praticamente tutti abbiamo un abbonamento alla pay per view.. ” scusa ma tutti chi? non mi risulta che sky o mediaset premium abbiano una diffusione a tappeto.. tra tutti gli amici e parenti non supero il 10%. Per di più, pagare per un servizio in streaming senza cam, schede, abbonamenti sarebbe veramente pay per view. saluti

      • Vittorio Scicchitano

        Scusa perché sky e Mediaset premium sono pay per ca**re? Se tu preferisci lo streaming alle TV classiche non vuol dire che non siano pay per view solo che paghi l’abbonamento invece del singolo evento. È poi chi non può o non vuole un abbonamento alla TV perché dovrebbe farlo allo streaming? P. S. La maggior parte delle persone che conosco hanno un abbonamento

        • Emanu_lele

          L’anno scorso Sky ha festeggiato i 5milioni di abbonamenti. Sicuramente sono tanti ed indicativamente si potrebbe pensare a 5milioni di famiglie abbonate ma capisci da solo che 5milioni di famiglie sono veramente una minoranza sul totale degli italiani. Inoltre ci sono molte persone che sono disposti a pagare il singolo evento in streaming ma non sono disposte ad un abbonamento fisso. Passano poco tempo a casa davanti alla tv ma un film, il gran premio o una mini serie televisiva il sabato o la domenica se la vedrebbero volentieri. Io per esempio sono appassionato di cinema ma non ho certo fatto l’abbonamento a sky cinema. Sarebbe un costo fisso aggiuntivo oltre al costo del cinema. Mi costa di meno noleggiare un film online quando ho voglia e tempo di vederlo.

          • luca

            concordo :-)

        • luca

          .. quindi conosciamo persone diverse :-) ma è importante ricordare che il mondo è bello perché è vario.
          ri saluti

  • biagino1999

    Se volete la mia, a me mi sembra un idea geniale, avere una TV Android.. Vai!
    Se viene migliorata rispetto alla precedente credo che non mancheranno gli utenti disposti ad averlo.

    Se invece non riescono a renderlo ottimale, credo che sarà la fine per Android TV.

    • dizionario

      Togli quel “mi”, per favore, sto piangendo

      • Lorenzo Soannini

        E metti anche un apostrofo a “un idea” ;)

        • Betelgeuse

          e deciditi sul genere: unA tv, averlO, renderlO XD

      • zebeck

        Dicesi licenza linguistica…

        • lordchaotic

          dicesi… facciamo una colletta e doniamogli una grammatica per pasqua

          • Pignolatore

            No, purtroppo ha ragione zebeck: ho sentito, relativamente di recente, un esimio esponente della crusca argomentare a riguardo. A ma, in determinati contesti, non dispiace e ogni tanto -scientemente- lo uso anch’io. Dopodiché continuo a reputarlo un errore, ma devo ammettere che il professore, mentre ne parlava, era convincente! Non saprei esserlo altrettanto, quindi evito di argomentare…
            :-)

      • biagino1999

        Dai non piangere..

  • Lorenzo

    Uhhh, Google e Lady Gaga. Sogno o son desto?

    • Mirko

      ho pensato la stessa cosa, top

  • William

    Se non sbaglio le prossime TV della Philips di fascia alta avranno android integrato..

    • googleizer

      Figo! Dove l’hai letto? Voglio leggerlo anch’io

  • Pingback: Android TV: ecco il secondo tentativo di Google per entrare nei nostri salotti - HostingPost.itHostingPost.it()

  • Luca

    L’ennesima inutility.

  • Ruppolo

    Google non cercherà di trasformare il televisore in un grande e potente smartphone? Ma come, le app non sono auto-progettanti per schermi da 0,1″ a 1000″?

    • italba

      Ma li leggi gli articoli prima di sparare ca##ate?